E-R | BUR

n.66 del 06.03.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Progetto di realizzazione ed esercizio di "Impianti di pre-trattamento e stoccaggio rifiuti da raccolta differenziata e rifiuti speciali non pericolosi" presso il Polo denominato PAIP di Parma, sito in Str. Uguzzolo, nel comune di Parma (PR). Proponente: IREN Ambiente S.P.A.

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera

a) di adottare la determinazione motivata di conclusione positiva della Conferenza di Servizi che, ai sensi dell’art. 20 della L.R. n. 4/2018 e dell’art. 27-bis del D.Lgs. n. 152/06 e ss.mm.ii., costituisce il Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale (P.A.U.R.), che comprende il provvedimento di VIA e le autorizzazioni per la realizzazione e l’esercizio del progetto di Realizzazione del comparto C1: impianti di pre-trattamento e stoccaggio rifiuti da raccolta differenziata e rifiuti speciali non pericolosi presso il Paip, sito in Str. Ugozzolo, nel comune di Parma (PR), proposto da Iren Ambiente SpA;

b) di dare atto che è stata acquisita, in data 2/10/2018, la documentazione antimafia ai sensi del D.lgs. n. 159/2011 “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136”, con esito positivo;

c) di dare atto che il progetto esaminato risulta ambientalmente compatibile e realizzabile, come indicato nel verbale conclusivo della Conferenza di Servizi finalizzato al P.A.U.R., che costituisce l’Allegato 1), che è parte integrante e sostanziale della presente delibera, è in allegato al presente atto su supporto informatico in quanto di dimensioni elevate ed è depositato presso la struttura proponente, a patto che siano rispettate le condizioni di seguito riportate:

CONDIZIONI PRESCRITTIVE DEL PROVVEDIMENTO DI VIA

( Verifica ottemperanza a cura di Arpae Parma)

1) sotto il profilo archeologico, pur rilevando che l’area di interesse fu già a suo tempo investigata, senza particolari prescrizioni, si prescrive di rispettare il disposto dell’art. 90 del D.lgs. n. 42/2004 che impone a chiunque scopra fortuitamente cose aventi interesse artistico, storico, archeologico di farne immediata denuncia all’autorità competente e di lasciare nelle condizioni e nel luogo in cui sono state ritrovate.

2) con riferimento al Piano di Gestione del Rischio Alluvioni, si prescrive al proponente di riassumere in un unico documento le informazioni, già contenute nella documentazione tecnica presentata per questa procedura di VIA, relative ai piani quotati dell’intero progetto PAIP a dimostrazione della tenuta dell’area impiantistica in caso di alluvione. Detto documento andrà fornito per competenza al Comune di Parma e al Consorzio della Bonifica Parmense e per opportuna conoscenza ad Arpae SAC di Parma, entro 60 giorni dal rilascio del provvedimento
di VIA.

3) si prescrive che il proponente informi Arpae relativamente alla procedura sismica intrapresa presso il Comune di Parma, nel rispetto della normativa vigente;

4) così come evidenziato da RFI – Rete Ferroviaria Italiana nell’ambito del proprio parere (prot. P/2018/2099 del 7/5/2018):

  • all’interno della fascia di rispetto ferroviaria dettata dall’art. 49 del D.P.R. n. 753/80 è vietato costruire, ricostruire o ampliare edifici o manufatti di qualsiasi specie;
  • non sono ammessi nuovi attraversamenti e/o autorizzazioni in deroga per la linea ferroviaria AV/AC Milano-Napoli;
  • la costruzione di strade, canali o condotte d’acqua, elettrodotti, gasdotti, oleodotti o qualunque altra opera di pubblica utilità che debba attraversare impianti ferroviari, compresi gli elettrodotti, o svolgersi ad una distanza che possa creare interferenze, soggezioni o limitazioni all’esercizio ferroviario dovrà ottenere la preventiva autorizzazione di RFI, come prescritto dall’art. 58 del sopra citato D.P.R., nel rispetto delle specifiche normative;
  • il rispetto di quanto sopra e la verifica con esito favorevole delle specifiche istanze che saranno presentate sono condizioni vincolanti alla realizzazione di qualsivoglia opera in ambito ferroviario;

5) così come condiviso in sede di terza seduta della Conferenza di Servizi decisoria del 10/1/2019, relativamente al comparto del Cornocchio dovrà essere presentata da parte di Iren Ambiente SpA una Valutazione d’Impatto Ambientale entro la fine di settembre 2019, volta ad una rivalutazione e adeguamento complessivi dello stesso comparto e conseguente provvedimento di AIA. Le valutazioni e gli approfondimenti andranno anche ricondotti al Polo del PAIP nel suo complesso. Le relative risultanze andranno poi comparate con le risultanze del presente procedimento al fine di verificare la complessiva sostenibilità territoriale;

6) così come richiesto da Ausl in sede di terza seduta della Conferenza di Servizi decisoria del 10/1/2019, con riferimento al transito di mezzi su Strada Asolana nelle ore di punta, sarebbe opportuno arginare in particolare il transito di mezzi pesanti destinati al comparto C1 nelle ore più trafficate, dalle ore 7.30 alle 9 del mattino e dalle 17 alle 18. Si raccomanda pertanto al gestore, pianificando la gestione degli accessi all’impianto, di provvedere a limitare il passaggio dei mezzi pesanti in tali orari. A tal fine si prescrive che Iren presenti tale pianificazione e la programmazione degli accessi entro l’anno 2019;

PRESCRIZIONI IN MERITO ALLA MODIFICA SOSTANZIALE DELL’AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) E CONTENENTE GLI ELEMENTI PRESCRITTIVI DEL PERMESSO DI COSTRUIRE

(Verifica ottemperanza a cura di Arpae Parma)

Le prescrizioni specifiche per la realizzazione, l’esercizio e la gestione sono definite nella Determinazione n. DET-AMB-2019-400 del 28/1/2019 “D.LGS.152/06 E SMI, PARTE II E L.R. 21/04 MOD.DA L.R. 9/2015. IREN AMBIENTE SPA -INSTALLAZIONE DENOMINATA PAIP SITA IN LOC. UGOZZOLO IN COMUNE DI PARMA - RILASCIO DELL'AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE A SEGUITO DI PROCEDURA DI MODIFICA SOSTANZIALE" rilasciata da Arpae SAC Parma;

d) di precisare che la verifica delle condizioni ambientali sopra elencate è di competenza di Arpae di Parma;

e) di precisare che, ai sensi dell’art. 28 del D.Lgs. 152/06 e smi, il proponente dovrà trasmettere ad Arpae SAC di Parma ed alla Regione Emilia-Romagna tutta la documentazione contenente gli elementi necessari alla verifica dell’ottemperanza;

f) di dare, inoltre, atto che il P.A.U.R. comprende:

  • il provvedimento di Valutazione di Impatto Ambientale compreso nell’Allegato 1), che è parte integrante e sostanziale della presente delibera, è in allegato al presente atto su supporto informatico in quanto di dimensioni elevate ed è depositato presso la struttura proponente;
  • l’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) a seguito di modifica sostanziale, rilasciata da Arpae SAC Parma con Determinazione n. DET-AMB-2019-400 del 28/1/2019 “D.LGS.152/06 E SMI, PARTE II E L.R. 21/04 MOD.DA L.R. 9/2015. IREN AMBIENTE SPA -INSTALLAZIONE DENOMINATA PAIP SITA IN LOC. UGOZZOLO IN COMUNE DI PARMA - RILASCIO DELL'AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE A SEGUITO DI PROCEDURA DI MODIFICA SOSTANZIALE", in 
Allegato 2) che è parte integrante e sostanziale della presente delibera, è in allegato al presente atto su supporto informatico in quanto di dimensioni elevate ed è depositato presso la struttura proponente;

g) di evidenziare che i titoli abilitativi compresi nel P.A.U.R. sono stati assunti in conformità delle disposizioni del provvedimento di VIA e delle relative condizioni ambientali;

h) di precisare che le valutazioni e le prescrizioni degli atti compresi nel P.A.U.R. sono state condivise in sede di CdS; tali prescrizioni sono vincolanti al fine della realizzazione e gestione del progetto e dovranno, quindi, essere obbligatoriamente ottemperate;

i) di precisare che i termini di efficacia degli atti indicati al precedente punto e) decorrono dalla data di approvazione della presente deliberazione;

j) di fissare, ai sensi dell’art. 21, comma 6 della L.R. 4/2018 e del comma 5, dell’art. 25 del D.Lgs. 152/06 e smi, l’efficacia temporale del presente provvedimento in 5 anni, salvo eventuali proroghe di legge;

k) di dare atto che le spese di istruttoria relative al procedimento di VIA a carico del proponente, determinate in EURO 5.760,00 (in quanto attività certificata ISO 14001) ai sensi dell’art. 33 del D.Lgs. 152/06 e smi e del comma 2, art. 31 della L.R. 4/2018, risultano correttamente versate ad Arpae alla presentazione dell’istanza;

l) di trasmettere la presente deliberazione al proponente, ditta Iren Ambiente SpA;

m) di trasmettere la presente deliberazione per opportuna conoscenza e per gli adempimenti di rispettiva competenza a Arpae SAC di Parma, Provincia di Parma, Comune di Parma, Comune di Colorno, Comune di Sorbolo-Mezzani, Comune di Parma, Comune di Torrile, Unione Bassa Est Parmense, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Parma e Piacenza, ATERSIR - Agenzia Territoriale dell'Emilia-Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti, AUSL Distretto di Parma, Comando Provinciale Vigili del Fuoco, Consorzio della Bonifica Parmense, Snam Parma SpA, RFI SpA, EmiliAmbiente SpA;

n) di pubblicare integralmente la presente deliberazione sul sito web della Regione Emilia-Romagna;

o) di pubblicare per estratto la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it