E-R | BUR

n.408 del 27.12.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Oggetto: Procedimento PC00A0041 – Impresa individuale Rossi Francesco - Cambio titolarità e variante sostanziale (aumento di prelievo) alla concessione per la derivazione di acqua pubblica sotterranea in comune di San Giorgio P.no PC ad uso igienico ed assimilati - R.R. 41/01 art. 18 (Determina n. 5156 del 8/10/2018)

La Dirigente Responsabile determina (omissis):

  1. di rilasciare, alla Impresa Individuale Rossi Francesco (omissis) C.F. RSSFNC48P10E196L P. IVA 01459600332 fatto salvi i diritti dei terzi, il cambio di titolarità con variante sostanziale (aumento del prelievo) della concessione assentita con d.d. n. 16068 del 6/11/2014 della Regione Emilia-Romagna, Servizio Tecnico dei Bacini degli Affluenti del Po, per la derivazione di acqua pubblica sotterranea (cod. proc. PC00A0041), esercitata in Comune di San Giorgio P.no (PC), località Croce Porcelli, su terreno catastalmente individuato al CT di detto comune al foglio n. 12, mappale n. 378 per uso igienico ed assimilati;
  2. di approvare, il disciplinare di concessione che costituisce parte essenziale ed integrante in cui sono contenuti gli obblighi e le condizioni da rispettare, nonché, la descrizione e le caratteristiche tecniche delle opere di presa; …omissis…
  3. di fissare la quantità d'acqua prelevabile per ciascun pozzo pari alla portata massima unitaria di l/s 10,00 corrispondente ad un volume complessivo di prelievo pari a 5.000 mc/anno (omissis)
  4. di stabilire che la concessione sia rilasciata fino al 30 settembre 2024 (omissis) 

Estratto disciplinare (omissis)

Art. 6 – Dispositivo di misurazione Il concessionario dovrà provvedere, a norma della D.G.R. n. 2254 del 21/12/2016, all‘installazione, entro due mesi dal rilascio della presente concessione, di idoneo dispositivo per la misurazione delle portate e dei volumi di acqua prelevata. I dati così rilevati dovranno essere trasmessi entro il 31 gennaio di ogni anno all’agenzia Arpae S.A.C. di Piacenza, all’indirizzo PEC: aoopc@cert.arpa.emr.it. La trasmissione dovrà contenere l'evidenza di periodi di eventuale mancato funzionamento del misuratore nonché la stima dei volumi prelevati. La mancata installazione sarà causa di decadenza dal diritto di derivare e ad utilizzare l'acqua pubblica, ai sensi del comma 1, lettera b) dell'art. 32, del R.R. n. 41/2001. (omissis)

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it