E-R | BUR

n.313 del 01.12.2015 (Parte Seconda)

XHTML preview

Delibera di Giunta regionale 1613/2015 "Programma regionale per interventi a favore di forme collettive di garanzia nel settore agricolo in attuazione dell'art. 14 del Reg. (UE) n. 702/2014". Termini per la presentazione delle domande di aiuto da parte degli organismi di garanzia

IL RESPONSABILE

Vista la L.R. 12 dicembre 1997, n. 43 "Interventi a favore di forme collettive di garanzia nel settore agricolo. Abrogazione della L.R. 14 aprile 1995, n. 37", come modificata con L.R. 2 ottobre 2006, n. 17;

Rilevato che la suddetta legge ed i criteri attuativi erano stati oggetto di esame favorevole di compatibilità da parte della Commissione Europea ai sensi degli articoli 92 e 93 del Trattato, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna n. 37 del 18 marzo 1999;

Visto:

- il Regolamento (UE) n. 702/2014 della Commissione del 25 giugno 2014 che dichiara compatibili con il mercato interno, in applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, alcune categorie di aiuti nei settori agricolo e forestale e nelle zone rurali e che abroga il regolamento della Commissione (CE) n. 1857/2006, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea del 1 luglio 2014 (L193);

- gli Orientamenti dell'Unione europea per gli aiuti di Stato nel settore agricolo e forestale e nelle zone rurali 2014 - 2020 (2014/C 204/01), pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea del 1 luglio 2014;

- la nota Ares(2014)3771916 del 13 novembre 2014 della Commissione Europea, con la quale si invitavano, tra l'altro, gli Stati membri a sospendere i regimi d'aiuto dopo la data del 31 dicembre 2014 e a notificarli nuovamente non appena possibile secondo le norme sopra richiamate;

Richiamata la deliberazione di Giunta regionale n. 1613 del 26 ottobre 2015 con la quale si è provveduto ad approvare un Programma regionale per interventi a favore di forme collettive di garanzia nel settore agricolo in attuazione dell'art. 14 del Reg. (UE) n. 702/2014;

Dato atto che la deliberazione di Giunta regionale n. 1613 del 26 ottobre 2015 è stata comunicata in regime di esenzione ai sensi del Regolamento (UE) n. 702/2014 della Commissione del 25 giugno 2014 ed il regime di aiuto sotteso, registrato dalla Commissione Europea in data 11 novembre 2015 al numero SA.43577, è stato pubblicato sul Registro comunitario in data 17 novembre 2015;

Preso atto di quanto previsto:

- al punto 5) della citata deliberazione di Giunta regionale n. n. 1613/2015, in cui è stabilito che, con successivo atto del Responsabile del Servizio Aiuti alle imprese saranno definiti i termini per la presentazione delle domande di aiuto;

- al punto 3 “Termine e modalità di presentazione delle domande di contributo” dell'Allegato alla deliberazione di Giunta regionale n. 1613/2015;

Rilevato che al punto 10 “Disposizioni finali” dell'Allegato alla deliberazione di Giunta regionale n. 1613/2015 si stabilisce, per mero errore di digitazione, che le informazioni relative al regime di aiuto sono reperibili al link:

https://applicazioni.regione.emilia-romagna.it/agricoltura/aiuti-agevolazioni/doc/normativa/consorzi-fidi/consorzi-fidi;

Ritenuto di dover provvedere alla definizione dei termini per la presentazione delle domande di aiuto ed alla correzione del link sul quale reperire le informazioni relative al regime d'aiuto attuato con la più volte citata deliberazione di Giunta regionale n. n. 1613/2015;

Viste:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche;

- la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007" e successive modifiche ed integrazioni;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 1057 del 24 luglio 2006 e ss.mm., con la quale è stato dato corso alla prima fase di riordino delle strutture organizzative, n. 1663 del 27 novembre 2006 e n. 1950 del 13 dicembre 2010 con le quali sono stati modificati l’assetto delle Direzioni Generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente nonché l’assetto delle Direzioni Generali delle attività produttive, commercio e turismo e dell’Agricoltura;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 1903 del 19 dicembre 2011 con la quale sono stati approvati gli atti dirigenziali di conferimento di incarichi di responsabilità di struttura e professional;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 1179 del 21 luglio 2014 recante:” Proroghe contratti e incarichi dirigenziali”;

- la determinazione dirigenziale n. 17022 del 18/11/2014 con la quale sono stati prorogati gli incarichi dirigenziali di struttura e professional della Direzione Generale Agricoltura, Economia Ittica, Attività Faunistico-venatorie;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina:

1. di richiamare integralmente le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante del presente dispositivo;

2. di stabilire che le domande con la richiesta del contributo per la formazione o l'integrazione del fondo rischi e del patrimonio di garanzia dovranno essere presentate secondo le modalità stabilite al punto 3 “Termine per la presentazione delle domande di contributo” dell'Allegato approvato con deliberazione di Giunta regionale n. n. 1613/2015, entro il decimo giorno successivo alla pubblicazione del presente atto nel Bollettino Ufficiale Regione Emilia-Romagna Telematico (BURERT);

3. di stabilire che le domande con la richiesta del contributo per la formazione o l'integrazione del fondo rischi e del patrimonio di garanzia dovranno essere presentate alla Regione Emilia-Romagna - Direzione Generale Agricoltura Economia Ittica Attività Faunistico Venatorie - Servizio Aiuti alle imprese - Viale della Fiera n.8 - 40127 Bologna, esclusivamente previa apposizione della firma digitale - per posta certificata al seguente indirizzo: agrsai1@postacert.regione.emilia-romagna.it;

4. di richiamare per le modalità di presentazione delle domande con la richiesta del contributo per la formazione o l'integrazione del fondo rischi e del patrimonio di garanzia, quanto previsto al punto 3 “Termine e modalità di presentazione delle domande di contributo” dell'Allegato alla deliberazione di Giunta regionale n. 1613/2015;

5. di stabilire che, con riferimento al punto 10 "Disposizioni finali" dell'Allegato approvato con deliberazione di Giunta regionale n. 1613/2015, le informazioni relative al regime di aiuto sono reperibili al link: http://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/aiuti-agevolazioni/doc/normativa/consorzi-fidi/consorzi-fidi;

6. di dare atto infine secondo quanto previsto dal D.Lgs. 14 marzo 2013 n. 33 il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione, in attuazione degli indirizzi interpretativi contenuti nelle deliberazione di Giunta regionale n. 1621/2013, n. 68/2014 e n. 57/2015;

7. di disporre la pubblicazione integrale della presente determinazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, nonché sul portale agricoltura della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it