E-R | BUR

n.16 del 27.01.2022 (Parte Seconda)

XHTML preview

Variante cartografica al PTCP/PTPR presentata dalla variante specifica al piano strutturale del Comune di Travo (PC) adottata con delibera di Consiglio comunale n. 54 del 27/12/2018 dell'intesa sulle modifiche cartografiche al Piano Territoriale Paesistico Regionale. (Delibera della Giunta regionale n. 1890 del 15 novembre 2021)

L’ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale progr. n. 1890 del 15 novembre 2021, recante ad oggetto "Variante cartografica al PTCP/PTPR presentata dalla variante specifica al piano strutturale del Comune di Travo (PC) adottata con delibera di consiglio comunale n. 54 del 27/12/2018. Proposta all'Assemblea legislativa dell'intesa sulle modifiche cartografiche al Piano Territoriale Paesistico Regionale”;

Preso atto del parere favorevole espresso dalla commissione referente "Territorio, Ambiente, Mobilità" di questa Assemblea legislativa, giusta nota prot. PG/2021/27258 in data 1° dicembre 2021;

Previa votazione palese, all’unanimità dei votanti,

delibera

- di approvare le proposte contenute nella deliberazione della Giunta regionale progr. n. 1890 del 15 novembre 2021, sopra citata e qui allegata quale parte integrante e sostanziale;

- di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 15 NOVEMBRE 2022, N.1890

VARIANTE CARTOGRAFICA AL PTCP/PTPR PRESENTATA DALLA VARIANTE SPECIFICA AL PIANO STRUTTURALE DEL COMUNE DI TRAVO (PC) ADOTTATA CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 54 DEL 27/12/2018. PROPOSTA ALL'ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELL'INTESA SULLE MODIFICHE CARTOGRAFICHE AL PIANO TERRITORIALE PAESISTICO REGIONALE

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- la L.R. 21 dicembre 2017, n. 24 “Disciplina regionale sulla tutela e l’uso del territorio”, la quale costituisce la nuova legge urbanistica regionale e dal 1° gennaio 2018 abroga la precedente L.R. 24 marzo 2000, n. 20, fatto salvo quanto previsto, in via transitoria, dall’art. 79 della stessa L.R. 24/2017, e in particolare:

- l’articolo 4 (Attuazione degli strumenti urbanistici vigenti), comma 4 che alla lettera a) prevede che, prima dell’1/1/2021, possono essere adottate e può essere completato il procedimento di approvazione delle varianti specifiche alla pianificazione urbanistica vigente;

- l’articolo 76 (Adeguamento della pianificazione territoriale ed efficacia dei vigenti PTCP), comma 4 che prevede che i procedimenti di pianificazione in corso all’1/1/2018 relativi ai PTCP, possono essere ultimati secondo la medesima disciplina previgente;

- la L.R. 24 marzo 2000, n. 20 “Disciplina generale sulla tutela e l’uso del territorio” e ss.mm.ii., ed in particolare:

- l'articolo 22 che, al comma 1 lettera a), prevede che il Piano Strutturale Comunale (PSC) può proporre modifiche ai piani di livello sovraordinato e, al comma 4, dispone le modalità di approvazione dei piani che propongono tali modifiche;

- l'articolo 27 bis che indica il procedimento di approvazione delle varianti specifiche al PTCP;

- l'articolo 32 bis che indica il procedimento di approvazione delle varianti specifiche al PSC;

- l'articolo 40-quinquies che indica la procedura di approvazione del Piano Territoriale Paesistico Regionale (PTPR) e delle sue varianti;

- il Piano Territoriale Regionale (PTR), approvato dall’Assemblea Legislativa con deliberazione n. 276 del 3/2/2010, che definisce gli obiettivi da perseguire per assicurare lo sviluppo e la coesione sociale ed individua gli indirizzi e le direttive alla pianificazione di settore, il Piano Territoriale Paesistico Regionale (PTPR), approvato dal Consiglio Regionale con deliberazione n. 1338 del 28/1/1993, che definisce gli obiettivi di tutela e valorizzazione del paesaggio e delle sue emergenze territoriali nonché gli altri strumenti di programmazione e pianificazione settoriale regionale;

- il Piano Territoriale di Coordinamento (PTCP) della Provincia di Piacenza approvato approvato con delibera del Consiglio n. 69 del 2/7/2010 e successivamente modificato con delibera del Consiglio n. 8 del 6/4/2017;

- il Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 "Codice dei beni culturali e del paesaggio" che definisce i principi e la disciplina per la tutela del paesaggio e dei valori culturali che esprime;

Premesso che:

- il Comune di Travo, con lettera acquisita con prot. PG/2017/0730617 del 22/11/2017 ha comunicato l’approvazione, con deliberazione della Giunta Comunale n. 84 del 30/10/2017, ai sensi degli articoli 14, 22 e 32 della L.R. n. 20/2000, della proposta di variante al Piano Strutturale Comunale (PSC) approvato nel 2012, con proposta di variante cartografica al PTCP della Provincia di Piacenza;

- la Regione, con propria deliberazione di Giunta n. 1734 del 22/10/2018 ha espresso valutazione favorevole sulla proposta di variante alla pianificazione sovraordinata, basata sul quadro conoscitivo fornito dalla Carta regionale di Inventario delle frane ( http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/geologia/temi/dissesto-idrogeologico/la-carta-inventario-delle-frane), consistente nella modifica della Tavola A3 “Carta del dissesto” del PTCP di Piacenza, che costituisce approfondimento paesistico del PTPR, proposta dal Comune di Travo con la variante al proprio Piano Strutturale Comunale (PSC),disponendo modifiche alle proposte riguardanti Località Buca e Località Capoluogo parte Nord, rappresentate nell’Allegato 1 “Estratti cartografici per valutazione delle modifiche proposte alla Tavola A3 del PTCP di Piacenza dalla variante al PSC del Comune di Travo”, parte integrante della suddetta delibera;

- il Comune di Travo, ai sensi degli artt. 27, 32, 22 e 40-quinquies della L.R. n. 20/2000, con deliberazione del Consiglio n. 54 del 27/12/2018 ha adottato la Variante al PSC in variante anche al PTCP e al PTPR e con effetti di variante al PAI, ed ha altresì adottato la conseguente variante normativa e cartografica al Regolamento Urbanistico ed Edilizio (RUE) ai sensi degli artt. 33-34 della citata legge, trasmettendone gli inerenti elaborati;

- tutti gli elaborati adottati sono stati depositati presso la Regione Emilia-Romagna per sessanta giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso sul Bollettino Ufficiale del 20/2/2019 della Regione Emilia-Romagna, anche ai fini della valutazione di sostenibilità ambientale, e resi disponibili sul sito della Regione Emilia-Romagna all’indirizzo: https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas/;

- gli elaborati adottati costituenti variante al PTPR sono stati inoltre depositati presso la sede dell'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna per sessanta giorni dalla data di pubblicazione del sopracitato avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;

- il Comune di Travo, con lettera acquisita con prot. 21.04.2021.0381146.E del 21/04/2021, ha richiesto l’espressione dell’intesa ai sensi dell’art. 22 sulla variante cartografica al PTCP comunicando che, durante il periodo di deposito, non sono pervenute osservazioni alla variante adottata che abbiano introdotto modifiche ai contenuti di variante al PTCP/PTPR;

- la Provincia di Piacenza ha trasmesso i decreti del Presidente n. 76 e 77 del 15/7/2021 aventi ad oggetto che non formulano riserve né osservazioni ai contenuti di variante al PTCP/PTPR:

- VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO (RUE) CON CONTENUTI DI PIANIFICAZIONE OPERATIVA DEL COMUNE DI TRAVO, ADOTTATA CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 54 DEL 27/12/2018. FORMULAZIONE RISERVE AI SENSI DELL'ART. 33, COMMA 4BIS E DELL'ART. 34, COMMA 6 DELLA L.R. N. 20/2000, PARERE MOTIVATO VAS AI SENSI DELL'ART. 15 DEL D. LGS. N. 152/2006 E SS.MM.II., PARERE SISMICO AI SENSI DELL'ART. 5 DELLA L.R. N. 19/2008;

- VARIANTE AL PIANO STRUTTURALE COMUNALE (PSC) DEL COMUNE DI TRAVO ADOTTATA, AI SENSI DEGLI ARTT. 22, 27, 32 E 40-QUINQUIES DELLA L.R. N. 20/2000 E DELL'ART. 18 DELLE NORME DEL PAI, CON ATTO DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 54 DEL 27/12/2018, IN VARIANTE ANCHE AL PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE (PTCP) NONCHE' AL PIANO TERRITORIALE PAESISTICO REGIONALE (PTPR) E CON EFFETTI DI VARIANTE AL PIANO PER L'ASSETTO IDROGEOLOGICO (PAI),E CONTRODEDOTTA CON ATTI DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 27 DEL 28/7/2020 E N. 32 DEL 20.10.2020: INTESA ESPRESSA AI SENSI DELL'ART. 32 DELLA L.R. N. 20/2000, NONCHE' PARERE MOTIVATO VAS AI SENSI DELL'ART. 15 DEL D.LGS. N. 152/2006 E S.M.I. E PARERE SISMICO AI SENSI DELL'ART. 5 DELLA L.R. N. 19/2008;

- gli elaborati costituenti la proposta di variante alla pianificazione sovraordinata adottati e depositati sono stati modificati come richiesto con DGR n. 1734 del 22/10/2018;

- durante il periodo di deposito non sono pervenute al Comune osservazioni il cui accoglimento possa introdurre modifiche alla proposta di variante alla pianificazione sovraordinata;

- la Giunta regionale, con propria deliberazione n. 1889/2021 ha confermato la valutazione favorevole, espressa con propria deliberazione n. 1734 del 22/10/2018 sulla variante cartografica al PTCP/PTPR come modificata consistente nella modifica della Tavola A3 “Carta del dissesto” del PTCP di Piacenza che costituisce approfondimento paesistico del PTPR, proposta dal Comune di Travo con l’adozione della variante specifica al proprio Piano Strutturale e condivisa dal Decreto del Presidente di Provincia di Piacenza n. 77 del 15/7/2021, illustrata negli elaborati, parte integrante e sostanziale del medesimo atto:

- RV. - Relazione illustrativa variante,

- R2 – Relazione Geologica (revisione Giugno 2017),

- R3 – Disciplina specifica del rischio di dissesto – Relazione illustrativa,

- Tavole PSC 2.1 N/S - CARTA VINCOLI PARTE 1 – RISCHIO DI DISSESTO (tematismo della Carta dei Vincoli),

- ValSAT e sintesi non tecnica;

- la Regione, con la stessa delibera di Giunta ha espresso il Parere Motivato in materia di Valutazione Ambientale con la raccomandazione che l’indicatore I01 - Grado di occupazione del patrimonio edilizio, previsto nella ValSAT vigente, dovrà essere integrato prevedendo anche il monitoraggio delle nuove costruzioni in ambito agricolo;

Constatato che:

- i contenuti della variante cartografica alla Tavola A3 “Carta del dissesto” del PTCP di Piacenza, che costituisce approfondimento paesistico del PTPR, riguardano la revisione delle tematiche relativi ai rischi di dissesto, basata sul quadro conoscitivo fornito dalla Carta regionale di Inventario delle frane ( http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/geologia/temi/dissesto-idrogeologico/la-carta-inventario-delle-frane);

- tali contenti sono illustrati nelle Tavole PSC 2.1 N/S - CARTA VINCOLI PARTE 1 – RISCHIO DI DISSESTO (tematismo della Carta dei Vincoli), redatte a partire dalla precedente cartografia comunale aggiornata recependo le perimetrazioni relative ai tematismi del dissesto del WebGis regionale e assumendo come riferimento gli elementi della legenda della Tavola A3 del PTCP 2007;

- inoltre sono state predisposte le schede delle FRANE QUIESCENTI ZONIZZATE come allegati alle tavole PSC 2.1 N/S (Allegati FZ 1÷13), redatte assumendo come riferimento gli elaborati già predisposti per la zonizzazione delle frane quiescenti nell’ambito dello studio per l’adeguamento al P.A.I. del Giugno 2006 (v. Allegato 1 alla Tav. B7 del Quadro Conoscitivo), con l’ulteriore analisi dei dissesti quiescenti presenti in località Chiosi e Pilati (v. Allegato 2 alla Tav. B7 del Quadro Conoscitivo);

Ritenuto di:

- sottoporre all'Assemblea Legislativa la proposta di variante cartografica al PTPR presentata dal Comune di Travo nell'ambito del procedimento di approvazione della variante specifica al proprio Piano Strutturale e condivise dal Decreto del Presidente di Provincia di n. 77 del 15/07/2021, illustrata negli elaborati, parte integrante e sostanziale del presente atto, come previsto dal combinato disposto degli articoli 22 e 40-quinquies della L.R. n. 20/2000;

- Tavole PSC 2.1 N/S - CARTA VINCOLI PARTE 1 – RISCHIO DI DISSESTO (tematismo della Carta dei Vincoli),

- Schede delle FRANE QUIESCENTI ZONIZZATE come allegati alle tavole PSC 2.1 N/S (Allegati FZ 1÷13)

- RV. - Relazione illustrativa variante,

- R2 – Relazione Geologica (revisione Giugno 2017),

- R3 – Disciplina specifica del rischio di dissesto – Relazione illustrativa,

- Tavole PSC 2.1 N/S - CARTA VINCOLI PARTE 1 – RISCHIO DI DISSESTO (tematismo della Carta dei Vincoli),

- Schede delle FRANE QUIESCENTI ZONIZZATE come allegati alle tavole PSC 2.1 N/S (Allegati FZ 1÷13),

- ValSAT e sintesi non tecnica;

Visti:

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii., ed in particolare l’art. 26, comma 1;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.ii.;

Viste le seguenti proprie deliberazioni:

  • n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm.ii.;
  • n. 468 del 10/4/2017, “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;
  • n. 111 del 28/1/2021 con oggetto “PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA. ANNI 2021-2023”;
  • n. 2013/2020 avente ad oggetto “Indirizzi organizzativi per il consolidamento della capacità amministrativa dell’Ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato per far fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’Ibacn”;
  • n. 2018/2020 avente ad oggetto “Affidamento degli incarichi di direttore Generale della Giunta regionale ai sensi dell’art. 43 della 43/2001 e ss.mm.ii.;
  • n. 771/2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

Richiamate:

- la determina dirigenziale n. 7283 del 29/4/2016 con oggetto “Modifica dell'assetto delle posizioni dirigenziali professional, conferimento di incarichi dirigenziali, riallocazione posizioni organizzative e di personale in servizio presso la Direzione Generale Cura del territorio e dell'ambiente”;

- la determinazione n. 13516 del 4/8/2020 con oggetto “Proroga incarichi dirigenziali in scadenza nell'ambito della Direzione Generale Risorse, Europa, innovazione e istituzioni”;

- la determinazione n. 15349 del 9/9/2020 con oggetto “Proroga incarichi dirigenziali in scadenza nell'ambito della Direzione generale Cura del territorio e dell'ambiente”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il responsabile del procedimento, nel sottoscrivere il parere di legittimità, attesta di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore alla Montagna, aree interne, programmazione territoriale, pari opportunità, Barbara Lori;

Ai sensi del combinato disposto degli articoli 22 e 40-quinquies della L.R. n. 20/2000;

A voti unanimi e palesi

delibera

di proporre all’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna:

a) di esprimere l'intesa, ai sensi dell'art. 22, comma 4, lett. c bis) della L.R. 24 marzo 2000, n. 20, per le motivazioni espresse in premessa, sulle proposte di variante cartografica al Piano Territoriale Paesistico Regionale (PTPR), proposte dalla variante specifica al Piano Strutturale del Comune di Travo adottato con deliberazione di Consiglio n. 54 del 27/12/2018 ha adottato, riportata negli elaborati, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione:

- RV. - Relazione illustrativa variante,

- R2 – Relazione Geologica (revisione giugno 2017),

- R3 – Disciplina specifica del rischio di dissesto – Relazione illustrativa,

- Tavole PSC 2.1 N/S - CARTA VINCOLI PARTE 1 – RISCHIO DI DISSESTO (tematismo della Carta dei Vincoli),

- ValSAT e sintesi non tecnica;

delibera inoltre

b) di dare atto che il Comune di Travo potrà approvare la variante specifica al proprio Piano Strutturale previa acquisizione dell'intesa dell'Assemblea legislativa sulle proposte di variante cartografica al PTPR;

c) di dare atto che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it