E-R | BUR

n.240 del 31.07.2018 (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg. (UE) n. 1305/2013 - PSR 2014/2020 - Progetti di filiera - Approvazione avvisi pubblici regionali per i tipi di Operazione 4.1.01, 4.2.01, 16.2.01 e proposta formativa per il tipo di Operazione 1.1.01. Approvati con delibera di Giunta regionale n. 227/2017 e successive modifiche ad integrazioni - Modifica determinazione 10338/2018 relativa all' approvazione graduatorie settoriali

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Richiamati:

- il Regolamento (UE) n. 1303 del 17 dicembre 2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 1305 del 17 dicembre 2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n.1306 del 17 dicembre 2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/1978, (CE) n. 165/1994, (CE) n. 2799/1998, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;

- il Regolamento delegato (UE) n. 640 dell’11 marzo 2014 della Commissione che integra il regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo e le condizioni per il rifiuto o la revoca di pagamenti nonché le sanzioni amministrative applicabili ai pagamenti diretti, al sostegno allo sviluppo rurale e alla condizionalità;

- il Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti “de minimis”;

- il Regolamento delegato (UE) n. 807 dell’11 marzo 2014 della Commissione che integra talune disposizioni del regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che introduce disposizioni transitorie;

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 808 del 17 luglio 2014 della Commissione recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 809 del 17 luglio 2014 della Commissione recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo, le misure di sviluppo rurale e la condizionalità;

Visto il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna - Versione 7.1 - (di seguito per brevità indicato come P.S.R. 2014-2020) attuativo del citato Regolamento (UE) n. 1305 del 17 dicembre 2013, nella formulazione approvata dalla Commissione europea con Decisione C(2018)473 final del 19 gennaio 2018, di cui si è preso atto con deliberazione di Giunta regionale n. 161 del 5 febbraio 2018;

Richiamata la propria deliberazione n. 227 del 27 febbraio 2017 recante “Reg. (UE) 1305/2013 – PSR 2014/2020 – Progetti di Filiera – Approvazione Avvisi pubblici regionali per i tipi di operazione 4.1.01, 4.2.01, 16.2.01 e proposta formativa per il tipo di operazione 1.1.01” come aggiornata dalle deliberazioni n. 908 del 21 giugno 2017, n. 1408 del 25 settembre 2017 e n.996 del 25/06/2018 ed in particolare l’Allegato 1 relativo all’avviso pubblico “Progetti di Filiera 2017”;

Preso atto:

- che il punto 17. dell’Avviso pubblico “Progetti di filiera 2017” prevede una procedura istruttoria articolata nelle seguenti macro-fasi:

Ÿ macro-fase a): volta ad accertare la sussistenza di tutti gli elementi e le condizioni di ammissibilità delle singole istanze secondo quanto previsto nei rispettivi avvisi pubblici;

Ÿ macro-fase b): volta alla verifica della sussistenza di tutti gli elementi e le condizioni circa l’ammissibilità dell’accordo e del relativo progetto di filiera nonché alla valutazione ed attribuzione dei punteggi ai fini della predisposizione delle graduatorie settoriali;

- che il medesimo punto 17. dell’Avviso pubblico prevede che l’attività istruttoria relativa alla realizzazione della macro-fase b) sia effettuata da un apposito Gruppo di Valutazione Interservizi costituito e nominato con atto formale del Direttore Generale Agricoltura, Caccia a Pesca;

Vista la determinazione del Direttore Generale Agricoltura n. 6655 del 8 maggio 2018 con la quale viene costituito il Gruppo di Valutazione Interservizi;

Preso atto inoltre:

- che in esito al suddetto Avviso Pubblico “Progetti di filiera 2017” sono stati presentati n. 70 Progetti di filiera, che raggruppano complessivamente n. 1688 domande di sostegno riferite alle singole Operazioni attivate, per un importo complessivo di spesa pari ad € 481.994.513,03 ed un totale di contributi richiesti pari a € 176.468.518,09;

- che la procedura istruttoria inerente la macro-fase a) - di competenza dei Servizi Territoriali Agricoltura Caccia e pesca per le istanze a valere sull’Operazione 4.1.01, del Servizio Competitività delle imprese agricole e agroalimentari per le istanze a valere sull’Operazione 4.2.01 e al Servizio Innovazione, qualità, promozione e internazionalizzazione del sistema agroalimentare per le istanze a valere sull’Operazione 16.2.01 e per le proposte formative a valere sull’Operazione 1.1.01 – si è regolarmente conclusa nei tempi previsti e che tutti i soggetti coinvolti nel procedimento hanno provveduto a trasmettere al Servizio Competitività delle imprese agricole e agroalimentari gli atti formali, riferiti alle Operazioni di competenza, in cui sono state indicate le istanze ammissibili, la quantificazione della spesa e del relativo contributo concedibile, nonché le domande per cui sussistono condizioni di non ammissibilità;

- che la macro-fase b) si è conclusa il 29/06/2018, e pertanto entro il termine massimo previsto del 6 luglio 2018, e che l’attività del Gruppo si è completata con la stesura di un verbale riepilogativo, trasmesso dal coordinatore del Gruppo al Responsabile del Servizio Competitività delle imprese agricole e agroalimentari, acquisito agli atti in data 29/06/2018 con prot. NP/2018/15642, nel quale sono stati attribuiti i punteggi riferiti ad ogni singolo progetto di Filiera;

- che con determinazione dirigenziale n. 10338 in data 2/7/2018 sono state approvate le graduatorie settoriali relative ai Progetti di filiera a precisamente:

  1. l’Allegato 1 relativa alla graduatoria dei progetti di filiera, con indicazione per ciascun progetto del punteggio complessivo attribuito, dell’importo di spesa ammessa e del conseguente contributo concedibile;
  2. gli Allegati da n. 2 a n. 64 relativi ai 63 Progetti di filiera ammessi, dando atto che la sequenza degli allegati è in funzione dell’ordine ottenuto nella graduatoria di cui al suddetto Allegato 1, in ognuno dei quali risulta indicato:
  • l’importo di spesa ammessa e del conseguente contributo concedibile con riferimento alle singole Operazioni, ed a ciascun beneficiario diretto;
  • l’importo totale di spesa e di aiuto riferito al Progetto complessivo;
  • le singole operazioni risultate non ammissibili con riferimento a ciascun soggetto proponente;
  1. l’Allegato n. 65 relativo all’elenco dei Progetti di filiera ritenuti non ammissibili;
  2. gli Allegati da n.66 a n. 72 contenenti i n. 7 progetti di filiera risultati non ammissibili con il dettaglio delle singole domande collegate;

Constatato per quanto attiene l’Operazione 16.2.01 di competenza del Servizio Innovazione, qualità, promozione e internazionalizzazione del sistema agroalimentare:

- che con determinazione n. 6843 del 10 maggio 2018 il suddetto Servizio approvava le risultanze dell’attività istruttoria relativa alla macro-fase A;

- che nella citata determinazione, Allegato 1 “Domande ammissibili” erano presenti le colonne “Spesa ammissibile” e “Contributo concedibile” contenenti i medesimi importi;

- che questo Servizio ha inserito i dati sopra indicati, per la operazione 16.2.01, nella elaborazione delle singole tabelle contenenti i dati relativi a ciascun progetto di filiera;

- che conseguentemente il Gruppo di valutazione interservizi ha assegnato i punteggi ai singoli progetti di filiera prendendo a supporto i dati contenuti nelle citate tabelle;

Accertato:

- che nella citata determinazione n. 6843/2018 la colonna “Spesa ammissibile” corrispondeva in realtà al contributo concedibile e non all’importo del progetto ammesso;

- che con determinazione n. 11016 del 11/7/2017 il Servizio competente ha provveduto alla rettifica della suddetta determinazione aggiungendo la colonna “Importo progetto ammesso” corrispondente all’importo di progetto effettivamente ammesso sul quale è stato calcolato il contributo ammesso pari al 70%;

- che il Gruppo di valutazione, riunito in una seduta supplementare, ha dovuto rivedere i punteggi relativi alle priorità a.2, a.12 e a.13 di tutti i progetti di filiera contenenti la operazione 16.2.01;

- che l’attività del Gruppo si è completata con la stesura di un verbale riepilogativo, trasmesso dal coordinatore del Gruppo al Responsabile del Servizio Competitività delle imprese agricole e agroalimentari, acquisito agli atti in data 13/7/2018 con prot. NP/2018/16745, nel quale sono stati riconfermati i punteggi attribuiti ad ogni singolo progetto di Filiera ad eccezione delle Filiera F10 e F59 il cui punteggio è stato modificato;

- che detta ridefinizione dei punteggi per le filiere di cui sopra non modifica la loro posizione in graduatoria;

Preso atto inoltre:

- che due Servizi Territoriali Agricoltura Caccia e pesca rispettivamente di Reggio Emilia e Ravenna hanno inviato atti di rettifica dei precedenti atti di approvazione degli elenchi delle domande ammissibili a valere sulla misura 4.1.01 a termine della Macrofase A.

- che nello specifico le correzioni riguardano le seguenti domande di sostegno: 

  • STACP di Reggio Emilia - Determinazione n. 11386 del 16/07/2018: filiera F 126 domanda n. 5049456 – VALLONE DI VOLTA GIUSEPPE E C. S.S. SOCIETA’ AGRICOLA – CUAA 00446750358 – il contributo approvato per euro 95.488,65 viene rettificato in euro 92.488,65 non modificando la spesa ammissibile; 
  • STACP di Ravenna - Determinazione n. 11378 del 16/07/2018: filiera F 12 domanda n. 5035701 – TRE B. SOC. AGRICOLA DI BENINI LUCE E TONDINI FABIO – CUAA 02250840390 – la spesa ammissibile approvata per euro 399.000,00 e il contributo conseguente di euro 139.650,00 vengono rettificati rispettivamente in euro 479.000,00 ed euro 167.650,00. 

- che, a seguito della modifica all’importo di spesa ammesso apportato dallo STACP di Ravenna, il Gruppo di valutazione, riunito in una seduta supplementare in data 17/07/2018, ha dovuto rivedere i punteggi relativi alle priorità a.2, a.12 e a.13 solo del progetto di filiera F12 – APOFRUIT SOC. COOP.; 

- l’attività del Gruppo si è completata con la stesura di un verbale riepilogativo, trasmesso dal coordinatore del Gruppo al Responsabile del Servizio Competitività delle imprese agricole e agroalimentari, acquisito agli atti in data 17/7/2018 con prot. NP/2018/16944, nel quale si riconfermano i punteggi attribuiti al progetto di filiera sopra descritto; 

Ritenuto pertanto necessario, a modifica della propria determinazione n. 10338/2018, provvedere con il presente atto:

- alla riapprovazione delle graduatorie settoriali di merito dei 63 progetti di filiera risultati ammissibili ed indicati nell’Allegato 1;

- alla riapprovazione dei 63 Progetti di filiera, dettagliati negli allegati da n. 2 a n. 64, in ognuno dei quali risulta indicato:

  • l’importo di spesa ammessa e del conseguente contributo concedibile, con riferimento alle singole Operazioni, ed a ciascun beneficiario diretto;
  • l’importo totale di spesa e di aiuto riferito al Progetto complessivo;
  • le singole Operazioni risultate non ammissibili con riferimento a ciascun soggetto proponente;

dando atto che i suddetti allegati costituiscono parte integrante e sostanziale della presente determinazione e che la sequenza di quelli da n. 2 a n. 64 è in funzione dell’ordine ottenuto nella graduatoria di cui all’Allegato 1;

Richiamati inoltre:

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 93 del 29 gennaio 2018, recante “Approvazione piano triennale di prevenzione della corruzione, Aggiornamento 2018-2020”;

Viste altresì:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche ed integrazioni, ed in particolare l'art. 37, comma 4;

- le seguenti deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche ed integrazioni;

- n. 56 del 25 gennaio 2016 recante “Affidamento degli incarichi di direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell'art. 43 della L.R. 43/2001”;

- n. 468 del 10 aprile 2017 recante “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- le seguenti determinazioni dirigenziali:

- n. 7295 del 29 aprile 2016 recante: “Riassetto posizioni professional, conferimento incarichi dirigenziali di struttura e professional e riallocazione delle posizioni organizzative nella Direzione generale agricoltura, caccia e pesca”;

- n. 5705 del 23 aprile 2018 recante: Proroga dell’incarico dirigenziale di Responsabile del Servizio Competitività delle Imprese agricole e agroalimentari;

- n. 19427 del 30 novembre 2017 recante: “Provvedimento di nomina del Responsabile del procedimento ai sensi degli articoli 5 e ss. della L. 241/1990 e ss. mm. e degli articoli 11 e ss. della L.R. 32/1993 presso il Servizio Competitività delle imprese e agroalimentari”;

Vista la nota prot. NP/2017/21987 in data 11/10/2017 relativa alla individuazione dei sostituti dei Responsabili di servizio;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto che il sottoscritto dirigente non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto ai sensi della sopracitata deliberazione della Giunta regionale n. 2416/2008 e successive modifiche e integrazioni;

determina:

1) di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante del presente dispositivo;

2) di prendere atto:

  1. a. della modifica apportata con determinazione n. 11016 del 11/7/2017 alla precedente determinazione 6843 del 10 maggio 2018 dal Responsabile del Servizio Innovazione, qualità, promozione e internazionalizzazione del sistema agroalimentare relativamente all’introduzione della colonna ”Importo di progetto ammesso” per l’operazione 16.2.01;
  2. b. della modifica apportata con determinazione n. 11386 del 16/7/2018 alla precedente determinazione n. 6891 del 11/5/2018 da parte dello STACP di Reggio Emilia – per quanto riguarda la filiera F 126 domanda n. 5049456 – VALLONE DI VOLTA GIUSEPPE E C. S.S. SOCIETà AGRICOLA – CUAA 00446750358 – il cui contributo approvato inizialmente per euro 95.488,65 viene rettificato, a causa di mero errore materiale, in euro 92.488,65;
  3. c. della modifica apportata con Determinazione n. 11378 del 16/7/2018 alla precedente determinazione n. 6799 del 10/5/2018 da parte dello STACP di Ravenna per quanto riguarda il progetto di filiera F 12 - domanda n. 5035701 – TRE B. SOC. AGRICOLA DI BENINI LUCE E TONDINI FABIO – CUAA 02250840390 – la cui spesa ammissibile approvata per euro 399.000,00 e il contributo conseguente di euro 139.650,00 viene rettificata rispettivamente in euro 479.000,00 ed euro 167.650,00.

3) di recepire integralmente le risultanze supplementari dell’attività svolta dal Gruppo di Valutazione Intreservizi, a seguito delle modifiche apportate con la determinazione 11016/2018, ed esplicitate nei verbali acquisiti agli atti con prott. NP/2018/16745 in data 13/7/2018 e NP/2018/16944 in data 17/7/2018;

4) di riapprovare, quali parti integranti e sostanziali del presente atto:

  1. a. l’Allegato 1 relativo alle graduatorie settoriali dei progetti di filiera, con indicazione, per ciascun progetto, del punteggio complessivo attribuito, dell’importo di spesa ammessa e del conseguente contributo concedibile;
  2. b. gli Allegati da n. 2 a n. 64 relativi ai 63 Progetti di filiera ammessi, dando atto che la sequenza degli allegati è in funzione dell’ordine ottenuto nella graduatoria di cui al suddetto Allegato 1, in ognuno dei quali risulta indicato:
  • l’importo di spesa ammessa e del conseguente contributo concedibile con riferimento alle singole Operazioni, ed a ciascun beneficiario diretto;
  • l’importo totale di spesa e di aiuto riferito al Progetto complessivo;
  • le singole operazioni risultate non ammissibili con riferimento a ciascun soggetto proponente;

dando atto che i suddetti allegati sostituiscono quelli indicati al punto 3, lettere a. e b. della precedente determinazione n. 10338 del 2/7/2018;

5) di dare atto inoltre che, ad eccezione di quanto indicato al precedente punto 4), resta confermato quant’altro stabilito e disposto con la precedente determinazione 10338/2018;

6) di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

7) di disporre infine la pubblicazione in forma integrale della presente determinazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando atto che il Servizio Competitività delle imprese agricole ed agroalimentari provvederà a darne la più ampia pubblicizzazione anche sul sito internet E-R Agricoltura e Pesca;

8) di dare atto che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso, entro 60 (sessanta) giorni dalla data di notifica della presente determinazione, avanti al Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.) territorialmente competente. 

La Responsabile del Servizio

Giuseppina Felice

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it