E-R | BUR

n.277 del 12.09.2016 (Parte Seconda)

XHTML preview

Autorizzazione dell'operazione non finanziata presentata a valere sull'"Invito a presentare percorsi di quarto anno a diploma a.s. 2016/2017 Sistema regionale di Istruzione e Formazione professionale attività autorizzate non finanziate" Allegato 1) alla propria deliberazione n. 1058/2016

 LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

  • la Legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3 “Modifiche al Titolo V della parte seconda della Costituzione”;
  • il decreto legislativo 226/2005 recante “I percorsi di istruzione e formazione professionale”, e in particolare il Capo III;
  • la Legge 27/12/2006, n. 296 (Legge Finanziaria 2007) ed in particolare l’art. 1, commi 622, 624, 632;
  • il Decreto Legge 31 gennaio 2007 n. 7, convertito, con modificazioni dalla legge 2 aprile 2007 n. 40, ed in particolare l’art. 13 recante disposizioni urgenti in materia di istruzione tecnico-professionale e di valorizzazione dell’autonomia scolastica;
  • il D.M. 22 agosto 2007, n. 139 “Regolamento recante norme in materia di adempimento dell’obbligo di istruzione, ai sensi dell’articolo 1, comma 622, della legge 27 dicembre 2006 n. 296”;
  • la Legge regionale 30 giugno 2003, n. 12 “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” e ss.mm.ii..;
  • la Legge regionale 30 giugno 2011, n. 5 “Disciplina del sistema regionale dell’istruzione e formazione professionale” e s.m.i;
  • il D.P.R 15 marzo 2010, n. 87 - Regolamento recante norme per il riordino degli istituti professionali, a norma dell'articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133;
  • le Linee guida per le agenzie formative accreditate ai sensi del DM 29/11/2007 (MPI/MLPS)”, approvate in sede di Conferenza delle Regioni e Province Autonome del 14 febbraio 2008;
  • il Decreto 15 giugno 2010, adottato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, di concerto con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che recepisce l’Accordo sancito in sede di Conferenza Stato-Regioni e Province Autonome il 29 aprile 2010;
  • il Decreto n. 4 del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca del 18 gennaio 2011 che adotta le linee guida di cui all’allegato A) dell’Intesa sancita in sede di Conferenza Unificata il 16/10/2010;
  • l’Accordo del 27 luglio 2011 tra il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, le Regioni, le Province Autonome di Trento e Bolzano riguardante gli atti necessari per il passaggio a nuovo ordinamento dei percorsi di istruzione e formazione professionale, di cui al decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226;
  • l’Accordo del 27 luglio 2011 tra il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, le Regioni, le Province Autonome di Trento e Bolzano, le Province, i Comuni e le comunità montane riguardante la definizione delle aree professionali relative alle figure professionali relative alle figure nazionali di riferimento dei percorsi di istruzione e formazione professionale di cui al di cui al decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226;
  • l’Intesa sullo schema di Decreto Interministeriale sottoscritta in sede di Conferenza permanente per i rapporti fra lo Stato e le Province Autonome di Trento e di Bolzano il 22 gennaio 2015, concernente un quadro operativo per il riconoscimento a livello nazionale delle qualificazioni regionali e delle relative competenze nell’ambito del Repertorio nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 13;

Richiamate le delibere dell'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna:

  • n. 54 del 22 dicembre 2015 “Programmazione triennale in materia di offerta di percorsi di istruzione e formazione professionale aa.ss. 2016/17, 2017/18 e 2018/19. (Proposta della Giunta regionale in data 12 novembre 2015, n. 1709)”;
  • n. 75 del 21 giugno 2016 "Programma triennale delle politiche formative e per il lavoro – (Proposta della Giunta regionale in data 12 maggio 2016, n. 646)”;

Richiamate inoltre le proprie deliberazioni:

  • n. 177/2003 “Direttive regionali in ordine alle tipologie di azione ed alle regole per l’accreditamento degli organismi di formazione professionale”;
  • n. 266/2005 “Integrazioni alle Delibere di Giunta n. 177/2003 e n. 2154/2003 in merito alla procedura di accreditamento”;
  • n. 897/2008 “Integrazione alle deliberazioni n. 177/2003 e n. 266/2005 in merito alle regole per l’accreditamento degli organismi di F.P., in attuazione dell’art.2 del D.M. 29/11/2007 - Percorsi sperimentale di istruzione e F.P. ai sensi dell’art. 1, comma 624 della legge 27/12/2006 n. 296”;
  • n. 2046/2010 “Conferma dei criteri per l'accreditamento nell'obbligo d'istruzione a partire dall'anno scolastico 2011-2012 per il sistema d'Istruzione e Formazione professionale - Apertura dei termini per la presentazione delle domande”;
  • n. 645/2011 “Modifiche e integrazioni alle regole per l’accreditamento degli organismi di formazione professionale di cui alla DGR n. 177/2003 e ss.mm.ii.”;
  • n. 198/2013 “Definizione delle modalità per la completa attuazione delle regole per l'accreditamento di cui alla DGR 645/2011”;
  • n. 936/2004 “Orientamenti, metodologia e struttura per la definizione del sistema regionale delle qualifiche” e ss.mm.;
  • n. 1434/2005 “Orientamenti, metodologia e struttura per la definizione del sistema regionale di formalizzazione e certificazione delle competenze” e ss.mm.ii.;
  • n. 530/2006 “Il sistema regionale di formalizzazione e certificazione delle competenze”;
  • n. 1695/2010 “Approvazione del documento di correlazione del Sistema Regionale delle Qualifiche (SRQ) al Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF)”;
  • n. 739/2013 "Modifiche e integrazioni al Sistema Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle competenze di cui alla DGR. n. 530/2006";
  • n. 742/2013 “Associazione delle conoscenze alle unità di competenza delle qualifiche regionali”;
  • n. 1119/2010 “Approvazione dello studio sulla forfetizzazione dei contributi finanziari per i percorsi biennali a qualifica rivolti ai giovani e dei relativi Costi Unitari Standard e modalità di finanziamento in applicazione del Reg. CE n.396/2009. prima sperimentazione per i nuovi bienni 2010/2011”;
  • n. 354/2016 ”Approvazione dell'elenco unitario delle tipologie di azione. Programmazione 2014/2020”;
  • n. 1298/2015 “Disposizioni per la programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro - Programmazione SIE 2014-2020”;
  • n. 970/2016 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alla DGR 119 del 9 febbraio 2016 e dell’elenco degli organismi accreditati per l’obbligo di istruzione ai sensi della DGR 2046/2010 e per l’ambito dello spettacolo”;

Visti:

  • l’Accordo tra “Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna e Regione Emilia-Romagna in attuazione delle Linee guida per gli organici raccordi tra i percorsi quinquennali IP e i percorsi IeFP, ai sensi dell’Intesa in Conferenza Unificata del 16 dicembre 2010” siglato il 25 gennaio 2012;
  • l’Accordo in sede di Conferenza Stato - Regioni, sul progetto sperimentale recante “Azioni di accompagnamento, sviluppo e rafforzamento del sistema duale nell’ambito dell’Istruzione e Formazione Professionale” siglato il 24 settembre 2015;
  • il Protocollo d’Intesa tra il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e la Regione Emilia-Romagna per l’avvio del progetto sperimentale “Azioni di accompagnamento, sviluppo e rafforzamento del sistema duale nell’ambito dell’Istruzione e Formazione professionale”, sottoscritto in data 13 gennaio 2016;

Viste in particolare le proprie deliberazioni:

  • n. 147/2016 “Sistema di istruzione e formazione professionale – standard strutturali di attuazione dei quarti anni” e ss.mm.ii.;
  • n. 543/2016 “Approvazione invito a presentare percorsi di quarto anno a.s. 2016/2017 Sistema regionale di Istruzione e Formazione Professionale”;
  • n. 964/2016 “Esiti approvabilità percorsi di quarto anno a.s. 2016/2017 sistema regionale di Istruzione e Formazione Professionale di cui alla DGR n 543-2016”;
  • n. 1058/2016 ”Parziale rettifica alla DGR n. 964/2016 e approvazione delle procedure di autorizzazione dei percorsi di quarto anno a diploma a.s. 2016/2017 sistema di Istruzione e Formazione Professionale ai sensi della DGR n. 147/2016";

Visto in particolare l’”Invito a presentare percorsi di quarto anno a diploma a.s. 2016/2017 - Sistema regionale di Istruzione e Formazione Professionale – Attività autorizzate e non finanziate” Allegato 1), parte integrante e sostanziale della propria sopra citata deliberazione n. 1058/2016;

Considerato che nell’Invito sono state definite tra l’altro:

  • le azioni autorizzabili;
  • i soggetti ammessi alla presentazion e delle operazioni;
  • le modalità e i termini per la presentazione delle operazioni;
  • le procedure di istruttoria tecnica per la autorizzazione;

Dato atto che nel medesimo Allegato 1), di cui alla sopra citata deliberazione n. 1058/2016, si è previsto, altresì, che il Servizio “Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro” della Direzione Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa esegua:

  • l’istruttoria di ammissibilità;
  • l’istruttoria tecnica, finalizzata a verificare la coerenza e congruenza delle Operazione candidate rispetto agli standard strutturali di cui alla propria deliberazione n. 147/2016 e successive modificazioni e integrazioni;

Dato atto che sono pervenute alla Regione, secondo le modalità e i termini previsti dall'Invito sopra ci tato, n. 2 operazioni corrispondenti a n. 2 percorsi di Istruzione e Formazione Professionale di quarto anno per il conseguimento del diploma professionale da realizzare nell’a.s. 2016/2017;

Preso atto altresì che il Servizio “Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro”, ha effettuato l'istruttoria di ammissibilità in applicazione di quanto previsto alla lettera G) “Procedure istruttoria tecnica”, del suddetto Invito;

Tenuto conto che, in esito alla sopra citata istruttoria, è risultata non ammissibile l’Operazione contraddistinta dal Rif. PA 2016-5958/RER a titolarità CEFAL Emilia-Romagna Società Cooperativa (cod. org. n. 581) in quanto:

  • la richiesta di autorizzazione non risulta firmata in originale dal legale rappresentante come previsto alla lettera F) “Modalità e termini per la presentazione delle operazioni” del sopracitato Invito;
  • non completa delle Convenzioni tra l’Ente e le singole Imprese debitamente sottoscritte dalle parti come previsto alla lettera G) “Procedure istruttoria tecnica” del sopracitato Invito.

Dato atto che, il Responsabile del Procedimento ha comunicato al soggetto titolare della citata Operazione, ai sensi dell’art. 10-bis della L. 241/1990 e ss.mm.ii., i motivi che ostano all'accoglimento della richiesta di autorizzazione e che lo stesso, con nota del 1/9/2016, agli atti del Servizio protocollo PG 2016/596022 del 2/9/2016, ha comunicato di non avere osservazioni da controdedurre;

Preso atto altresì che il Servizio “Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro”, in applicazione di quanto previsto alla lettera G) “Procedure istruttoria tecnica”, del suddetto Invito ha effettuato l’istruttoria tecnica di n. 1 operazione ammissibile c orrispondente a n. 1 percorso di Istruzione e Formazione Professionale di quarto anno per il conseguimento del diploma professionale da realizzare nell’a.s. 2016/2017 e che risulta:

  • coerente con le finalità dell'Allegato 1), di cui alla sopra citata deliberazione n. 1058/2016;
  • coerente con gli standard strutturali di cui alla delibera di Giunta regionale n. 147/2016 e ss.mm.ii.;
  • progettata in coerenza a quanto previsto dalla Tabella sinottica di correlazione di cui alla delibera di Giunta Regionale n. 147/2016 e ss.mm.ii..

Ritenuto, quindi, con il presente provvedimento, in attuazione dell'Allegato 1) de lla già citata propria deliberazione n. 1058/2016 e di quanto sopra esposto, di autorizzare n. 1 operazione di cui all'Allegato 1) parte integrante e sostanziale del presente atto;

Atteso che:

  • con la propria deliberazion e n.964/2016 è stato dato atto che per n. 3 operazioni, che comprendono n. 3 percorsi, a titolarità “IAL Innovazione Apprendimento Lavoro Emilia-Romagna S.r.l. Impresa Sociale” di Bologna (cod. org. 260) contraddistinte dai rif. PA nn. 2016-5404/RER, 2016-5405/RER, 2016-5406/RER, non è stata formulata la richiesta di finanziamento dei percorsi formativi;
  • con la propria deliberazione n. 1058/2016 è stata confermata l’approvabilità delle Operazioni sopra elencate a titolarità “IAL Innovazione Apprendimento Lavoro Emilia-Romagna S.r.l. Impresa Sociale” di Bologna (cod. org. 260);
  • con determinazione del responsabile del Servizio Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro n. 11898 del 21/07/2016 “Offerta dei percorsi di IV anno a.s. 2016/2017 del Sistema regionale di Istruzione e Formazione Professionale - Percorsi autorizzati non finanziati alla DGR n. 964/2016 e s.m.- Approvazione dell'elenco delle operazioni approvabili” è stata dato atto che i suddetti percorsi sono autorizzabili;

Dato atto in particolare che in attuazione di quanto disposto al punto 8) della propria deliberazione n. 1058/2016 le predette Operazioni a titolarità “IAL Innovazione Apprendimento Lavoro Emilia-Romagna S.r.l. Impresa Sociale” di Bologna (cod. org. 260), poiché non finanziate da risorse del bilancio regionale, costituiranno parte dell’offerta autorizzata in esito all’Invito di cui all’allegato 1) della stessa deliberazione;

Valutato pertanto di approvare l’elenco delle n. 4 operazioni autorizzate e non finanziate di cui al l’Allegato 2), parte integrante e sostanziale del presente atto, che costituiscono la complessiva offerta di percorsi di IV anno per il diploma di Istruzione e Formazione Professionale per l’a.s. 2016/2017 autorizzati e non finanziati a valere sul bilancio regionale, e che rappresentano un’offerta aggiuntiva rispetto all’offerta finanziata, e gratuita per gli studenti, costituita dai 29 percorsi approvabili e finanziabili di cui alla propria deliberazion e n. 1283 del 1/8/2016;

Dato atto infine che i percorsi di cui all’allegato 2) al presente provvedimento dovranno essere attivati in coerenza al calendario scolastico per l’a.s. 2016/2017 e pertanto i percorsi formativi dovranno essere avviati entro il 15 settembre 2016 pena la revoca dell’autorizzazione;

Richiamati:

  • il Decreto Legislativo D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e succ. mod.;
  • la propria deliberazione n. 66 del 25 gennaio 2016 ”Approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione e del Programma per la trasparenza e l’integrità. Aggiornamenti 2016 - 2018”;
  • la determinazione dirigenziale n.12096/2016 recante "Ampliamento della trasparenza ai sensi dell'art 7 comma 3 D.LGS. n.33/2013, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 25 gennaio 2016 n. 66”

Vista la Legge regionale n.43 del 26/11/2001 recante "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.;

Viste le seguenti proprie deliberazioni:

  • n. 2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007.” e ss.mm.;
  • n. 56/2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale dell'art.43 della L.R.43/2001”;
  • n. 270/2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 622/2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 1107/2016 “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

Dato atto del parere allegato; 

Su proposta dell’Assessore competente per materia; 

A voti unanimi e palesi 

delibera

per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate:

1. di dare atto che, in risposta all’Invito di cui alla propria deliberazione n. 1058/2016, Allegato 1) parte integrante della stessa, sono pervenute complessivamente n. 2 operazioni corrispondenti a n. 2 percorsi di Istruzione e Formazione Professionale di quarto anno;

2. di dare atto inoltre che in esito:

  • all’istruttoria di ammissibilità è risultata non ammissibile l’Operazione contraddistinta dal Rif. PA 2016-5958/RER a titolarità CEFAL Emilia-Romagna Società Cooperativa (cod. org. n. 581) per le motivazioni citate in premessa;
  • alle procedure di istruttoria tecnica n. 1 operazione corrispondente a n. 1 percorso di Istruzione e Formazione Professionale di quarto anno, risulta coerente e congruente rispetto agli standard strutturali di cui alla propria deliberazione n. 147/2016 e successive modificazioni e integrazioni ed è pertanto autorizzabile;

3. di autorizzare n. 1 operazione di cui all'Allegato 1) parte integrante e sostanziale del presente atto;

4. di dare atto che con determinazione del responsabile del Servizio Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro n. 11898 del 21/07/2016 è stato approvato l'elenco delle n. 3 operazioni autorizzate e non finanziate, a titolarità “IAL Innovazione Apprendimento Lavoro Emilia-Romagna S.r.l. Impresa Sociale” di Bologna (cod. org. 260) contraddistinte dai rif. PA nn. 2016-5404/RER, 2016-5405/RER, 2016-5406/RER;

5. di approvare altresì, l’elenco delle n. 4 operazioni autorizzate e non finanziate di cui all’Allegato 2), parte integrante e sostanziale del presente atto, che comprende l'operazione di cui all’Allegato 1) al presente atto unitamente alle sopracitate Operazioni a titolarità “IAL Innovazione Apprendimento Lavoro Emilia-Romagna S.r.l. Impresa Sociale” di Bologna (cod. org. 260), contraddistinte dai rif. PA nn. 2016-5404/RER, 2016-5405/RER, 2016-5406/RER, così come stabilito al punto 8) della propria deliberazione n. 1058/2016;

6. di dare atto che le n. 4 operazioni di cui all’Allegato 2) del presente provvedimento costituiscono la complessiva offerta di percorsi di IV anno per il diploma di Istruzione e Formazione Professionale per l’a.s. 2016/2017 autorizzati e non finanziati a valere sul bilancio regionale e che rappresentano un’offerta aggiuntiva rispetto all’offerta finanziata, e gratuita per gli studenti, costituita dai 29 percorsi approvabili e finanziabili di cui alla propria deliberazione n. 1283/2016;

7. di dare atto, altresì, che i percorsi di cui all’Allegato 2) al presente provvedimento dovranno essere attivati in coerenza al calendario scolastico per l’a.s. 2016/2017 e pertanto i percorsi formativi dovranno essere avviati entro il 15 settembre 2016 pena la revoca dell’autorizzazione;

8. di dare atto, infine, che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

9. di pubblicare altresì la presente deliberazione, unitamente agli Allegati 1) e 2), parti integranti e sostanziali del presente provvedimento, nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it