E-R | BUR

n.44 del 12.02.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di impatto ambientale L.R. 18/5/99 n. 9 e s.m.i. Titolo II - Decisione in merito alla Procedura di Verifica (Screening) relativa alla modifica dell'impianto di compostaggio già autorizzato all'esercizio delle operazioni R13 (stoccaggio) ed R3 (recupero delle sostanze organiche non utilizzate come solventi, comprese le operazioni di compostaggio), tramite confinamento delle zone di processo con convogliamento emissioni in atmosfera e installazione linee di cubettatura e confezionamento di fertilizzanti a base organica, sito in Località La Pieve di Ginestreto nel Comune di Sogliano al Rubicone, presentato dalla ditta Aurora 2009 s.r.l.

L’Autorità competente: Provincia di Forlì-Cesena comunica la decisione in merito alla procedura di verifica (screening) relativa a lla modifica dell'impianto di compostaggio già autorizzato all'esercizio delle operazioni R13 (stoccaggio) ed R3 (recupero delle sostanze organiche non utilizzate come solventi, comprese le operazioni di compostaggio), tramite confinamento delle zone di processo con convogliamento emissioni in atmosfera e installazione linee di cubettatura e confezionamento di fertilizzanti a base organica, sito in Località La Pieve di Ginestreto nel Comune di Sogliano al Rubicone, presentato dalla ditta Aurora 2009 s.r.l. 

I termini della procedura hanno cominciato a decorrere dal 9/10/2013, giorno in cui è stato pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna n. 296 l'avviso di avvenuto deposito degli elaborati prescritti per l'effettuazione della procedura stessa.

Il progetto è stato inoltrato all'Amministrazione Provinciale via PEC in data 10/9/2013, con nota acquisita al prot. prov. n. 119153 del 10/09/2013, da parte del SUAP del Comune di Sogliano al Rubicone, ai sensi del combinato disposto degli artt. 9 e 10 della Legge Regionale 18 magg io 1999 n. 9 e s.m.i..

Il progetto interessa il territorio del Comune di Forlì e della Provincia di Forlì-Cesena.

Il progetto, è assoggettato a procedura di screening in quanto appartenente alla categoria B.2.68) "Modifiche di progetto di cui all'allegato b2.57) già autorizzato" della L.R. 9/99 e s.m.i.

Il progetto interessa il territorio del Comune di Sogliano al Rubicone e della Provincia di Forlì-Cesena.

Il progetto va a modificare il precedente impianto di compostaggio autorizzato all'esercizio delle operazioni R13 (stoccaggio) ed R3 (recupero delle sostanze organiche non utilizzate come solventi, comprese le operazioni di compostaggio) con le seguenti attività:

  • realizzazione di confinamento totale di capannone esistente con pannelli di lamiera;
  • convogliamento di emissioni attualmente diffuse, con trattamento di abbattimento delle polveri e di inquinanti gassosi;
  • realizzazione di un impianto per la produzione e confezionamento di fertilizzaznti organici.

Ai sensi del Titolo II della Legge regionale 18 maggio 1999, n. 9 e s.m.i., l’autorità competente: Provincia di Forlì-Cesena, con atto di Giunta Provinciale n. 8336/26 del 28/1/2014, ha assunto la seguente decisione:

LA GIUNTA DELLA PROVINCIA DI FORLÌ-CESENA

(omissis)

delibera:

a) di escludere dall'ulteriore procedura di VIA, ai sensi dell’art. 10, comma 1 della Legge regionale 18 maggio 1999, n. 9 e s.m.i., il progetto relativo alla modifica dell'impianto di compostaggio già autorizzato all'esercizio delle operazioni R13 (stoccaggio) ed R3 (recupero delle sostanze organiche non utilizzate come solventi, comprese le operazioni di compostaggio), tramite confinamento delle zone di processo con convogliamento emissioni in atmosfera e installazione linee di cubettatura e confezionamento di fertilizzanti a base organica, sito in loc. La Pieve di Ginestreto nel Comune di Sogliano al Rubicone, presentato dalla Ditta Aurora 2009 S.r.l., con le seguenti prescrizioni:

1. nelle fasi di realizzazione del progetto, così come nel proseguo dell'attività stessa, devono essere messi in atto tutti quegli accorgimenti progettuali e gestionali atti a garantire il mantenersi di condizioni di stabilità tali da non provocare la riattivazione dei fenomeni gravitativi presenti;

2. andrà effettuato entro 60 giorni dall'entrata a regime dello stabilimento nello stato di progetto e secondo le modalità stabilite dalla normativa vigente, un monitoraggio atto a verificare il rispetto dei limiti di immissione assoluti e differenziali di rumore in periodo diurno e notturno presso il ricettore identificato con il numero 1; i risultati del rilievo suddetto dovranno essere trasmessi, entro 15 giorni dal termine dei rilievi, alla Provincia di Forlì-Cesena - Servizio Ambiente e Pianificazione Territoriale, al Comune di Sogliano al Rubicone e ad ARPA; nel caso i rilievi evidenziassero un eventuale superamento dei limiti assoluti o differenziali, dovranno essere descritte, valutate e tempestivamente messe in atto tutte le misure di mitigazione necessarie a garantire il rispetto dei suddetti limiti;

b) di quantificare in € 500,00, le spese istruttorie a carico del Proponente, corrispondente al valore forfettario previsto dall'art. 28 comma 1 della L.R. 9/99 e s.m.i.;

c) di dare atto che tali spese istruttorie sono già state corrisposte dalla Ditta in fase di attivazione della procedura di screening;

d) di trasmettere il presente atto al Servizi o Ambiente e Pianificazione Territoriale per il seguito di competenza;

e) di trasmettere il presente atto alla Ditta Aurora 2009 s.r.l.;

f) di trasmettere copia del presente atto all'ARPA Sezione Provinciale di Forlì-Cesena per il seguito di competenza ai sensi dell'art. 22 comma 3 della Legge Regionale 9/99 e s.m.i;

g) di trasmettere copia del presente atto al Comune di Sogliano al Rubicone per il seguito di competenza;

h) di pubblicare per estratto nel BURERT, ai sensi dell’art. 10, comma 3, della L.R. 18 maggio 1999 n. 9 e s.m.i., il presente partito di deliberazione;

i) di pubblicare integralmente sul sito web della Provincia di Forlì-Cesena, ai sensi dell’art. 10, comma 3, della L.R. 18 maggio 1999 n. 9 e s.m.i., la presente deliberazione.

Inoltre, con separata votazione espressa in forma unanime e palese, dichiara il presente provvedimento immediatamente eseguibile, stante l’urgenza di provvedere in merito ai sensi dell’art. 134, 4° comma del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it