E-R | BUR

n.119 del 23.04.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

D.Lgs. 387/2003 e s.m.i. - Procedura unica per l’autorizzazione alla costruzione e all’esercizio di un impianto di produzione di energia elettrica, Syn-gas da biomasse legnose di potenza nominale pari a 199,9 kWe e del relativo elettrodotto 15 kV di connessione alla rete di distribuzione in cavo sotterraneo per l'inserzione di una nuova cabina elettrica denominata "LUGARESI BIO" da realizzare nel comune di Ravenna località Gambellara Via Trova n. 76 – Proponente: Lugaresi Rocambole e Ricci Rita Colture Miste Frutticole

La Provincia di Ravenna avvisa che, il giorno 03/04/2014, la ditta Lugaresi Rocambole e Ricci Rita Colture Miste Frutticole, con sede legale in comune di Ravenna località Gambellara Via Trova n. 76, ha presentato istanza per ottenere l’autorizzazione alla costruzione e all’esercizio di un impianto di produzione di energia elettrica, Syn-gas da biomasse legnose di potenza nominale pari a 199,9 kWe e del relativo elettrodotto 15 kV di connessione alla rete di distribuzione in cavo sotterraneo per l'inserzione di una nuova cabina elettrica denominata "LUGARESI_BIO" da realizzare nel comune di Ravenna località Gambellara Via Trova n. 76.

La procedura unica per il rilascio dell’autorizzazione all’installazione e all’esercizio dell’impianto in progetto si svolge ai sensi dell’art. 12 del D.Lgs. 387/2003 e s.m.i., della L.R. 10/93 e smi e della L. 241/1990 e smi.

L’autorità competente, ai sensi dell’art. 3 della L.R. 26/2004, è la Provincia di Ravenna, Settore Ambiente e Territorio, sede in Piazza Caduti per la Libertà 2.

Il responsabile del procedimento è il Dott. Bacchini Marco, così come individuato dal Dirigente del Settore Ambiente e Territorio della Provincia di Ravenna.

Ai sensi del comma 3 dell’art. 12 del vigente testo del D.Lgs. 387/2003, l’eventuale conclusione positiva della procedura comprende e sostituisce tutte le intese, le concessioni, le autorizzazioni, le licenze, i pareri, i nulla osta, gli assensi comunque denominati, necessari a costruire ed esercire l’impianto, nonché le opere connesse e le infrastrutture indispensabili alla costruzione ed all’esercizio dello stesso, in conformità al progetto approvato.

Il rilascio dell’autorizzazione predetta:

  • comporta, ai sensi dell’art. 2 bis, comma 3 della L.R. 10/1993 e successive modificazioni ed integrazioni, variante urbanistica al POC o, in via transitoria al PRG;
  • comporta, ai sensi dell’art. 4 bis della medesima L.R. 10/1993 e successive modificazioni, dichiarazione di pubblica utilità, urgenza ed indifferibilità dei lavori e delle opere, ed in forza di quanto stabilito dall'art. 12, comma 1 del D.Lgs. 387/2003 e smi.

Gli elaborati prescritti per l’effettuazione del procedimento unico, sono depositati per 20 (venti) giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione.

I titolari di interessi pubblici o privati, di portatori di interessi diffusi, costituiti in associazioni o comitati, nonché di soggetti interessati dai vincoli espropriativi possono prendere visione del progetto e della documentazione tecnica, presso la Provincia di Ravenna, Settore Ambiente e Territorio, Piazza Caduti per la Libertà n. 2, Ravenna; nei 20 giorni successivi alla scadenza del termine di deposito possono presentare osservazioni a:

- Indirizzo: Provincia di Ravenna, Settore Ambiente e Territorio, Piazza Caduti per la Libertà n. 2 - 48121 Ravenna;

- Fax: 0544/258014

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it