E-R | BUR

n. 378 del 18.12.2013 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Assegnazione e concessione contributi per l'anno 2013, ai sensi dell'art. 6, comma 2, lett. b) della Legge regionale n. 12/2002, in attuazione della propria deliberazione n. 628/2013 e della D.A.L. n. 84/2012. Variazione di bilancio

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

(omissis)

2. di dare atto che:

a) in riferimento alla propria deliberazione 21 maggio 2013, n. 628, recante "Approvazione del Bando per la presentazione di progetti a contributo regionale ai sensi dell'art. 6, comma 2, lett. B) della Legge regionale 24 giugno 2002, n. 12, per l'esercizio finanziario 2013” integrata dalla deliberazione n. 1025 del 23 luglio 2013, sono pervenuti al Servizio Politiche Europee e Relazioni Internazionali n. 47 progetti, elencati nell’Allegato A), parte integrante e sostanziale del presente atto;

b) sono stati ritenuti non ammissibili i 6 progetti presentati dai soggetti dettagliatamente indicati in premessa;

c) le motivazioni di inammissibilità dei sei progetti sopra richiamati sono già state comunicate ai rispettivi soggetti proponenti e registrate nelle relative schede tecniche;

d) le schede tecniche di tutti i progetti sono trattenute agli atti del competente Servizio;

e) i restanti 41 progetti, elencati nell'Allegato B), parte integrante e sostanziale del presente atto, sono stati valutati dal Nucleo di valutazione regionale, appositamente costituito con la determinazione del competente Direttore generale n. 8100 dell'8 luglio 2013, come previsto al punto 3.2 del Bando;

f) sulla base della valutazione di cui sopra sono risultati finanziabili tutti i progetti esaminati;

g) tenuto conto delle risorse indicate nella citata deliberazione n. 628 del 21 maggio 2013 ed ammontanti a complessivi Euro 1.010.000,00 e degli stanziamenti di massima assegnati ad ogni area, il Nucleo di valutazione ha provveduto ad individuare i progetti interamente finanziabili nelle singole aree con tali risorse e nel rispetto di tali limiti per un importo pari a Euro 764.733,00 per 19 progetti, utilizzando il totale delle somme residue per finanziare i progetti meglio classificati secondo l’ordine risultante dalla graduatoria generale di cui all’Allegato B), addivenendo così ad ammettere a finanziamento ulteriori 3 progetti per un totale di n. 22 progetti;

h) verificata la disponibilità di ulteriori risorse rispetto a quelle indicate nella già citata propria deliberazione, il suddetto Nucleo ha proceduto ad ammettere ulteriori n.7 progetti seguendo l’ordine della graduatoria generale per un totale di 29 progetti e per un ammontare complessivo di Euro € 1.243.159,00;

i) che la mancanza delle necessarie risorse non consente di finanziare 12 progetti della graduatoria;

3. di approvare la graduatoria dei 29 progetti risultati assegnatari del contributo regionale, secondo la ripartizione indicata nell'Allegato C), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

4. di assegnare e concedere il contributo regionale ai soggetti elencati nell'Allegato C) per un importo complessivo di € 1.243.159,00;

5. di impegnare la somma complessiva di € 1.243.159,00 come segue:

  • quanto ad Euro € 1.142.074,00 registrata al n. 3837 sul Capitolo n. 2746 “Contributi a Istituzioni sociali per interventi di cooperazione internazionale con i paesi in via di sviluppo e collaborazione istituzionale con i paesi in via di sviluppo e in via di transizione (art. 5, comma 1, lett. a) e art. 6, comma 2 lett. b) L.R. 24 giugno 2002, n. 12)" di cui alla U.P.B. 1.2.3.2.3840 del Bilancio per l’esercizio 2013 che presenta la necessaria disponibilità a seguito della variazione di bilancio di cui al precedente punto 1);
  • quanto ad Euro 101.085,00 registrata al n. 3836 sul Capitolo n. 2752 "Contributi a Enti delle Amministrazioni Locali per interventi di cooperazione internazionale con i paesi in via di sviluppo e collaborazione istituzionale con i paesi in via di sviluppo e in via di transizione (art. 5, comma 1, lett. a) e art. 6, comma 2 lett. B) L.R 24 giugno 2002, n. 12)" di cui alla U.P.B. 1.2.3.2.3840, del Bilancio per l’esercizio 2013 che presenta la necessaria disponibilità a seguito della variazione di bilancio di cui al precedente punto 1);

6. di dare atto che il Dirigente regionale competente per materia provvederà, con propri atti formali, alla liquidazione ed alla richiesta di emissione dei titoli di pagamento relativamente alla somma sopra indicata, ai sensi degli artt. 51 e 52 della L.R. n. 40/01, ed in applicazione della deliberazione n. 2416/2008 e successive modifiche secondo le modalità indicate nella propria deliberazione 628/2013;

7. di dare atto che relativamente agli organismi Cospe - Cooperazione per lo sviluppo dei paesi emergenti - Onlus - ONG di Bologna, Gruppo di Volontariato Civile - G.V.C. (Onlus) di Bologna, Associazione Nexus Solidarietà Internazionale Emilia-Romagna Onlus di Bologna, si procederà come meglio precisato in premessa, all’acquisizione della documentazione ai sensi del DLgs. n. 159/2011 s.m.i, e che la stessa sarà conservata agli atti del Servizio competente, prevedendo di dare conto dell’eventuale avvenuta acquisizione delle informazioni in parola nel primo provvedimento di liquidazione utile, specificando che il finanziamento è disposto ai sensi del comma 3 dell’art. 92 del citato DLgs 159/2011 e s.m.i. fatta salva la facoltà di revoca del finanziamento prevista dal medesimo comma;

8. di stabilire che, qualora l'ammontare della spesa rendicontata dai soggetti beneficiari del contributo risulti inferiore al piano finanziario approvato, la percentuale del contributo assegnato e concesso non può comunque superare la percentuale di contributo determinata dal Nucleo di valutazione, salvo minore richiesta del soggetto proponente;

9. di dare atto che l'importo massimo ammissibile non può in nessun caso superare l'importo indicato nello schema di piano finanziario presentato, così come eventualmente ricalcolato dal Nucleo;

10. di stabilire, ad integrazione di quanto indicato nella propria deliberazione n. 628/2013 al punto 3.3 "Termini e modalità di concessione del contributo regionale", che il Servizio regionale competente può richiedere, per una migliore comprensione delle spese sostenute, le fotocopie dei giustificativi delle spese rendicontate, con la specifica traduzione in lingua italiana qualora tali documenti di spesa siano redatti in lingua straniera (ad eccezione della lingua inglese);

11. di dare atto che i Codici Unici di Progetto dei progetti finanziati, assegnati dalla competente struttura ministeriale ai progetti di investimento pubblico finalizzati agli obiettivi di cooperazione internazionale, di cui alla richiamata Legge regionale 12/2002, sono indicati, per ciascun soggetto proponente, nella tabella di cui al citato Allegato C);

12. di dare atto che secondo quanto previsto dal DLgs 14 marzo 2013, n. 33, nonché sulla base degli indirizzi interpretativi contenuti nella propria deliberazione n. 1621/2013, il presente provvedimento è oggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;

13. di pubblicare, per estratto, la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it