E-R | BUR

n.73 del 11.05.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Decisione relativa alla procedura di verifica di assoggettabilità (screening) - Progetto per la realizzazione della sistemazione morfologica e agro-vegetazionale di un’area interessata da attività estrattiva pregressa mediante attività di recupero rifiuti non pericolosi (R10) da autorizzarsi ai sensi dell’art. 208 del DLgs n. 152.2006 e s.m.i., in località Fornace in comune di San Secondo Parmense (PR). Proponente: Nial Nizzoli Srl

L’Autorità competente Provincia di Parma comunica la decisione relativa alla procedura di verifica di assoggettabilità (screening) concernente il progetto per la realizzazione della sistemazione morfologica e agro-vegetazionale di un’area interessata da attività estrattiva pregressa mediante attività di recupero rifiuti non pericolosi (R10) da autorizzarsi ai sensi dell’art. 208 del DLgs n. 152.2006 e s.m.i.

Il progetto è presentato da Nial Nizzoli Srl con sede in Via Fosdondo n. 48 - Correggio (RE);

il progetto è localizzato in comune di San Secondo Parmense (PR), in località Fornace;

il progetto interessa il territorio dei seguenti comuni: comune di San Secondo Parmense (PR) e della seguente provincia: provincia di Parma.

Ai sensi della L.R. 9/99 e s.m.i. (Titolo II) e del DLgs 152/06 e s.m.i. - Parte seconda, l’Autorità competente Provincia di Parma, con determinazione n. 1149 del 22 aprile 2011 ha assunto la seguente decisione:

a) di assoggettare, ai sensi dell’art. 10, comma 1 della L.R. 9/99 e s.m.i. e della Parte Seconda del DLgs 152/06 e s.m.i., ad ulteriore procedura di VIA, il progetto per la realizzazione della sistemazione morfologica e agro-vegetazionale di un’area interessata da attività estrattiva pregressa mediante attività di recupero rifiuti non pericolosi (R10) da autorizzarsi in località Fornace in comune di San Secondo Parmense (PR) proposto dalla ditta Nial Nizzoli Srl sulla base delle motivazioni indicate nel sopra ritenuto;

b) di trasmettere la presente determinazione a:

  • Soprintendenza per i Beni Archeologici della Provincia di Parma;
  • ARPA Servizio Territoriale di Parma;
  • AUSL Distretto di Fidenza;
  • Comune di San Secondo Parmense;
  • Consorzio della Bonifica Parmense;
  • ditta Nial Nizzoli Srl;
  • ditta Industrie Laterizi Giavarini SpA;

c) la ditta potrà ricorrere presso Tribunale amministrativo regionale contro il presente provvedimento entro 60 giorni dalla ricezione del medesimo o ricorrere davanti al Capo dello Stato entro 120 giorni dalla ricezione dello stesso.

La ditta ha diritto di accesso e di informazione come previsto dalla Legge 7/8/1990, n. 241 e s.m.i. L’Autorità emanante è la Provincia di Parma.

L’ufficio presso il quale è possibile prendere visione degli atti è il Servizio Ambiente – P. le della Pace n. 1 – 43121 Parma. Il responsabile del procedimento è la dott.ssa Beatrice Anelli;

d) di pubblicare, per estratto, nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna (BUR), ai sensi dell’art. 10, comma 3 della L.R. 9/99 e s.m.i., il presente atto.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it