E-R | BUR

n.56 del 02.03.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione operazioni presentate alla prima scadenza a valere sul bando di cui alla DGR 2102/2021

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Viste le Leggi Regionali:

– n.12 del 30 giugno 2003, “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” e ss.mm.ii.;

– n.17 del 1 agosto 2005, “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del Lavoro” e ss.mm.ii.;

Richiamata la Deliberazione di Giunta regionale n. 2102 del 13/12/2021 ad oggetto “Approvazione Bando per richiedere l'impegno ad attivare azioni di continuità dei percorsi per l'inserimento lavorativo – Fondo Regionale Disabili Anno 2021”;

Richiamato, in particolare, l’allegato 1) parte integrante della sopra citata Deliberazione di Giunta regionale n. 2102/2021 “Approvazione Bando per richiedere l'impegno ad attivare azioni di continuità dei percorsi per l'inserimento lavorativo – Fondo Regionale Disabili Anno 2021”, di seguito, per brevità, “Bando”, in cui sono stati definiti, fra gli altri:

– gli obiettivi e la dotazione finanziaria;

– i Soggetti ammessi alla presentazione;

– i destinatari delle misure;

– le caratteristiche delle misure;

Richiamati, inoltre, del citato Bando:

– il punto 5. – “Modalità e termini per la presentazione delle richieste di finanziamento” -, in cui si prevede che le richieste di finanziamento dovranno essere presentate secondo le modalità previste entro le seguenti due scadenze:

– Prima scadenza: 27 gennaio 2022;

– Seconda scadenza: 24 febbraio 2022;

– il punto 6. - “Procedure e criteri per l’ammissibilità, la validazione e modalità di finanziamento” - in cui si prevede in particolare che:

– l’istruttoria di ammissibilità delle richieste di finanziamento pervenute nelle suddette scadenze verrà effettuata da un gruppo di lavoro composto da collaboratori del Servizio “Attuazione degli interventi e delle politiche per l'istruzione, la formazione e il lavoro”;

– le richieste ammissibili saranno sottoposte a istruttoria tecnica effettuata da un Nucleo di validazione nominato con Determinazione del Direttore Generale “Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa”;

– il Nucleo in esito alla suddetta istruttoria tecnica potrà richiedere la mera regolarizzazione che si traduce nella rettifica di errori materiali e refusi, nonché l’eventuale integrazione della documentazione al fine di completare l’istruttoria di validazione;

– gli esiti delle procedure di istruttoria si concluderanno con l’approvazione dell’elenco delle richieste ammissibili e validate con atto del Responsabile Servizio “Attuazione degli interventi e delle politiche per l'istruzione, la formazione e il lavoro” entro 45 giorni dalle sopra richiamate due date di scadenza;

Preso atto che con la Determinazione del Direttore Generale “Economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa” n 1688 del 1/2/2022 si è proceduto, in attuazione di quanto previsto dal citato punto 6. del già richiamato Bando, alla nomina del gruppo di lavoro istruttorio e dei componenti del Nucleo di validazione delle richieste di finanziamento;

Dato atto che alla Regione Emilia-Romagna alla data del 27/1/2021, ovvero nella prima scadenza definita dal citato punto 5. del Bando, sono pervenute n.35 richieste di finanziamento da parte dei soggetti titolari delle operazioni di cui all’Allegato 2) della Deliberazione di Giunta regionale n. 2102/2021 e che le stesse richieste sono state acquisite agli atti del Servizio “Attuazione degli interventi e delle politiche per l'istruzione, la formazione e il lavoro”;

Dato atto che n.1 delle succitate richieste è stata in seguito ritirata dal soggetto COMUNE DI FORLÌ (cod. org.8176), titolare dell’operazione rif.pa 2021-16755/RER, con nota acquisita agli atti del Servizio con Prot. 02/02/2022.0093125.E;

Preso atto che il gruppo di lavoro istruttorio ha effettuato l’istruttoria di ammissibilità delle richieste di finanziamento presentate, in applicazione di quanto previsto dal citato punto 6. del Bando, e in esito alla stessa attività istruttoria n.34 richieste presentate sono risultate ammissibili alla validazione;

Dato atto che, come rilevato in sede di ammissibilità, LIBRAZIONE SOCIETÀ COOPERATIVA SOCIALE (cod. org. 1317), ha presentato richiesta di finanziamento per l’operazione rif.pa 2021-16758/RER a titolarità di RICERCAZIONE SOCIETÀ COOPERATIVA SOCIALE A RESPONSABILITÀ LIMITATA (cod. org. 8332)contenuta nell’Allegato 2), parte integrante e sostanziale della suddetta Deliberazione di Giunta regionale n.2102/2021, in virtù dell’avvenuta fusione per incorporazione di quest’ultima, come risulta dall’atto di fusione registrato a Ravenna il 18/11/2020 n.10186 Serie 1T, pervenuto e conservato agli atti del Servizio;

Verificato che sulla base di quanto disposto dalla Determinazione dirigenziale dell’Agenzia regionale per il lavoro n. 78 del 21/1/2021 ad oggetto “Approvazione quindicesimo aggiornamento elenco dei soggetti promotori di tirocini in attuazione della DGR 1005/2019 e ss.mm.ii. ai sensi della determinazione n. 804/2019 - Allegato 1”, LIBRAZIONE SOCIETÀ COOPERATIVA SOCIALE (cod. org. 1317) risulta nell’elenco dei soggetti promotori di tirocini e che, ai sensi dell’art. 6 del succitato atto di fusione, “a decorrere dalla data di efficacia della fusione la "cooperativa incorporante" subentra di pieno diritto e senza soluzione di continuità, ai sensi dell'art. 2504-bis c.c. alla "cooperativa incorporata" in tutte le sue ragioni, azioni e diritti così come in tutti gli obblighi, passività di qualsiasi natura, proseguendo in tutti i rapporti, anche processuali anteriori alla fusione” con conseguente eliminazione di RICERCAZIONE SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE A RESPONSABILITÀ LIMITATA (cod. org. 8332) dallo stesso elenco dei soggetti promotori di tirocini;

Tenuto conto che il Nucleo di validazione si è riunito nella giornata del 3/2/2022 ed ha effettuato la propria attività di istruttoria tecnica ai fini della validazione delle suddette richieste ammissibili, rassegnando il verbale dei propri lavori, agli atti del Servizio “Attuazione degli interventi e delle politiche per l’istruzione, la formazione e il lavoro” a disposizione di chiunque ne abbia diritto;

Dato atto che dal suddetto verbale del Nucleo si rileva che tutte le n.34richieste di finanziamentoammissibili sono risultate validabili;

Atteso che, come definito dal punto 2. del dispositivo della sopra richiamata Deliberazione di Giunta regionale n. 2102/2021, le risorse disponibili per la realizzazione delle iniziative afferenti al Bando sono pari ad euro 2.930.000,00 di cui al Fondo regionale per l’occupazione delle persone con disabilità ex Art. 19 della Legge Regionale n.17/2005 e ss.mm.ii.;

Ritenuto, quindi, per quanto sopra esposto, con il presente provvedimento, in attuazione della suddetta Deliberazione di Giunta regionale n.2102/2021, di procedere ad approvare, quali parti integranti e sostanziali del presente provvedimento:

- l’Allegato 1) “Operazioni approvabili” nel quale sono elencate le n.34 Operazioni relative alle suddette n.34 richieste di finanziamento risultate ammissibili e validabili;

- l’Allegato 2) “Operazioni finanziabili” nel quale sono elencate le n.34 Operazioni finanziabili per complessivi euro 1.285.000,00 di cui al Fondo regionale per l’occupazione delle persone con disabilità ex art. 19 della Legge Regionale n.17/2005 e ss.mm.ii.;

Dato atto che alle sopra richiamate operazioni finanziabili è stato assegnato dalla competente struttura ministeriale il codice C.U.P. così come riportato nell’Allegato 2) “Operazioni finanziabili”, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

Richiamati il punto 6.3 – “Modalità di finanziamento” – dello stesso Bando che prevede che al finanziamento delle Operazioni e all’assunzione dei relativi impegni di spesa, a valere sull’esercizio finanziario 2022, provvederà il Responsabile del Servizio “Attuazione degli interventi e delle politiche per l'istruzione, la formazione e il lavoro”, con proprio provvedimento, nel rispetto di quanto previsto dagli articoli da 82 a 94 del D.Lgs. n.159/2011 e ss.mm. - c.d. “Codice antimafia” - e previa acquisizione della certificazione attestante che il Soggetto beneficiario dei contributi è in regola con il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali;

Richiamati:

- il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la Deliberazione di Giunta regionale n.2329/2019 “Designazione del Responsabile della Protezione dei dati”;

- la Deliberazione di Giunta regionale n.111 del 31/1/2022 “Piano triennale di prevenzione della corruzione e trasparenza 2022-2024, di transizione al piano integrato di attività e organizzazione di cui all'art. 6 del d.l. n. 80/2021”;

Visto il D.Lgs. n. 118/2011 ad oggetto “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli Enti Locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n.42” e ss.mm.ii.;

Richiamate le Leggi regionali:

- n.40/2001 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n.4” per quanto applicabile;

- n.19/2021 recante “Disposizioni collegate alla Legge regionale di stabilità per il 2022”;

- n.20/2021 “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2022-2024 (Legge di stabilità regionale 2022)”;

- n.21/2021 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2022-2024”;

Richiamata la deliberazione di Giunta regionale n.2276/2021, “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2022-2024”;

Richiamata la Legge regionale n.43/2001 recante "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm.ii.;

Viste le Deliberazioni della Giunta regionale:

- n.2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm.ii., per quanto applicabile;

- n.2204/2017 “Assunzioni per il conferimento di incarico dirigenziale, ai sensi dell’art.18 della L.R. n. 43/2001, presso la Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa – Scorrimento graduatorie”;

- n.771/2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell’Ente secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

- n.2200/2021 “Proroga della revisione degli assetti organizzativi dell’Ente e degli incarichi dirigenziali e di posizione organizzativa”;

Richiamate:

- la deliberazione di Giunta regionale n. 468/2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della deliberazione di Giunta regionale n. 468/2017;

Richiamate le determinazioni del Direttore Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa:

- n.52 del 9/1/2018 ad oggetto “Conferimento di due incarichi dirigenziali con responsabilità di servizio presso la Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e Impresa”;

- n.1358 del 26/1/2022 ad oggetto “Proroga di incarichi dirigenziali in scadenza”;

Attestato che il sottoscritto dirigente, responsabile del procedimento, non si trova in situazioni di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina

per le motivazioni indicate in premessa:

1. di approvare quali parti integranti e sostanziali del presente provvedimento:

- l’Allegato 1) “Operazioni approvabili” nel quale sono elencate le n. 34 Operazioni relative alle suddette n. 34 richieste di finanziamento risultate ammissibili e validabili; -

- l’Allegato 2) “Operazioni finanziabili”, nel quale sono elencate le n. 34 Operazioni finanziabili per complessivi euro 1.285.000,00 di cui al Fondo regionale per l’occupazione delle persone con disabilità ex art. 19 della Legge Regionale n.17/2005 e ss.mm.ii.;

2. di dare atto che alle sopra richiamate operazioni finanziabili con il presente provvedimento, è stato assegnato dalla competente struttura ministeriale il codice C.U.P. così come riportato nell’Allegato 2) “Operazioni finanziabili”, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

3. di prevedere che, con proprio successivo provvedimento, nel rispetto di quanto previsto dagli articoli da 82 a 94 del D.Lgs. n.159/2011 e ss.mm. - c.d. “Codice antimafia” - e previa acquisizione della certificazione attestante che il Soggetto beneficiario dei contributi è in regola con il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali, si procederà al finanziamento delle Operazioni approvabili;

4. di prevedere che le modalità gestionali sono regolate in base a quanto previsto dalle disposizioni approvate con deliberazione n. 1298/2015;

5. di rinviare, per quanto non espressamente previsto nel presente provvedimento e anche relativamente alle modalità di liquidazione dei finanziamenti, alla Deliberazione di Giunta regionale n. 2102/2021 più volte citata e successivi aggiornamenti nonché alle disposizioni previste dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

6. di disporre la pubblicazione prevista dal Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della trasparenza, ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D.lgs. n. 33 del 2013;

7. di pubblicare la presente Determinazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it.

La Responsabile del Servizio

Claudia Gusmani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it