E-R | BUR

n.210 del 06.07.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

D. Lgs. 152/06, LR 17/1991 e LR 4/2018 - Decisione in merito alla procedura di verifica (screening) per il progetto “Piano di coltivazione lotto 6 – cava Ca’ Rossa in Migliarino”, per il completamento del lotto - Proponente Padana Escavazione Inerti (PEI) srl

Il Responsabile del Settore

Premesso che:

(omissis)

- con DGC n. 8 del 30/1/2012, a seguito di corposa istruttoria da parte dell’UOS VIA e AIA della Provincia di Ferrara, in base ad apposita convenzione con il preesistente Comune di Migliarino, fu deciso “di escludere, ai sensi dell’art. 10 comma 1 della L. R. 18 maggio 1999, n. 9, D. Lgs. 152/06, D. Lgs. 4/08 e smi, il progetto presentato dalla ditta Cava S. Nicolò srl relativo al piano di coltivazione della lotto 6 – Ca’ Rossa in comune di Migliarino da ulteriore procedura di VIA…” dettando una serie di 30 prescrizioni, in parte già assolte e per il resto ancora attuali;

- Il contesto scientifico e normativo di riferimento non ha subito sostanziali modifiche rispetto all’epoca in cui fu condotta l’istruttoria di screening sfociata nella citata DGC 8/2012, pertanto, si ritiene che il progetto attuale di completamento non debba percorrere l’iter di una nuova verifica di assoggettabilità alla procedura di VIA e che possa ancora tenersi in conto l’esito asserito con la citata DGC 8/2012;

determina

1. Di non sottoporre il progetto di completamento dell’escavazione nel lotto 6, meglio definito nella parte narrativa, a nuova verifica di assoggettabilità alla procedura di VIA (screening), ai sensi dell’art. 10 e segg. Della LR 4/2018;

2. Di confermare, pertanto, così come asserito nella DGC n. 8 del 30/01/2012 a cui si rimanda, l’esclusione da procedura di VIA, ai sensi del medesimo art. 10 della LR 4/2018, del progetto presentato con prot. n. 13584 del 31/05/2022 e n. 14926 del 13/06/2022 dalla ditta PEI srl relativo al completamento dell’estrazione nel “Lotto 6 – Ca’ Rossa” in via Ribega a Migliarino; 
3. Di confermare, per quanto ancora attuali, le seguenti prescrizioni da imporre per l’esercizio dell’attività estrattiva nel “lotto 6”, in base agli elaborati progettuali, vincolanti, ai sensi dell’art. 11, comma 4 della LR 4/2018:

(omissis)

4. Di dare atto la presente delibera di screening è riferita alla documentazione richiamata nella parte narrativa e conservata agli atti dei protocolli n. 13584 del 31/05/2022 e n. 14926 del 13/06/2022:

5. (omissis)

6. Di pubblicare, per estratto, ai sensi dell’art. 10, comma 3 della LR 4/2018 il presente provvedimento, nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna e, in forma integrale, sul sito istituzionale del Comune di Fiscaglia, nella sezione Amministrazione Trasparente – informazioni ambientali;

7. Di dare atto che, ai sensi dell’articolo 3, comma 4 della L. 241/90, avverso il provvedimento conclusivo testé indicato potrà essere esperito ricorso in sede giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale dell’Emilia-Romagna, entro 60 (sessanta) giorni dalla data di ricevimento del provvedimento stesso; ovvero potrà essere proposto ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro 120 (centoventi) giorni dalla data di ricevimento del provvedimento stesso.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it