E-R | BUR

n.41 del 16.03.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

P.O.R. FSE 2007/2013. Finanziamento progetto esecutivo per la gestione della Sovvenzione globale - Rinnovo convenzione con il Consorzio Spinner di Bologna periodo 2011-2013

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Visti i Regolamenti (CE):

- n. 1081/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006, relativo al Fondo sociale europeo e recante abrogazione del regolamento (CE) n. 1784/1999;

- n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio 2006, recante le disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione, e che abroga il regolamento (CE) n. 1260/1999;

- n. 1828/2006 della Commissione dell’8 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/06 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e del regolamento (CE) n. 1080/06 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale;

- n. 396/2009 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 6 maggio 2009 che modifica il regolamento n. 1081/2006 relativo al Fondo sociale europeo per estendere i tipi di costi ammissibili a un contributo del FSE;

- n.284/2009 del Consiglio del 7 aprile 2009 che modifica il regolamento (CE) n. 1083/2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione, per quanto riguarda alcune disposizioni relative alla gestione finanziaria;

- n. 846/2009 della Commissione del 1 settembre 2009 di modifica del regolamento (CE) n. 1828/2006 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e del regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale;

- n.539/2010 del Parlamento Europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione, per quanto riguarda la semplificazione di taluni requisiti e talune disposizioni relative alla gestione finanziaria; 

Richiamato il Quadro Strategico nazionale per il 2007/2013 previsto dall’art. 27 del Regolamento generale CE 1083/2006 s.m sui Fondi Strutturali, approvato con Decisione comunitaria C(2007)3329 del 13/7/2007;

Vista la deliberazione del C.I.P.E. del 15/06/2007 n. 036 concernente “Definizione dei criteri di cofinanziamento pubblico nazionale degli interventi socio strutturali comunitari per il periodo di programmazione 2007/2013”;

Vista la decisione della Commissione Europea C(2007)5327 del 26 ottobre 2007 di approvazione del Programma operativo per l’intervento comunitario del FSE ai fini dell’obiettivo 2 “Competitività regionale e occupazione” nella Regione Emilia-Romagna;

Viste:

- la L.R. n. 12 del 30 giugno 2003 “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale anche in integrazione tra loro” e s.m.;

- la L.R. n. 17 del 1 agosto 2005 “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro”; 

Viste altresì le proprie deliberazioni: 

- n. 177/03 “Direttive regionali in ordine alle tipologie di azione ed alle regole per accreditamento degli organismi di formazione professionale” e ss.mm.;

- n. 1681/07 “Programma Operativo della Regione Emilia-Romagna FSE Obiettivo 2 ‘Competitività Regionale e Occupazione’ 2007-2013 - Presa d’atto della decisione di approvazione della Commissione Europea ed individuazione dell’Autorità di Gestione e delle relative funzioni e degli Organismi Intermedi”;

- n.105/10 “Revisione alle disposizioni in merito alla programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 11/2/2008 n. 140 e aggiornamento degli standard formativi di cui alla deliberazione della Giunta regionale 14/2/2005, n. 265”s.m.;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 1953/07, recante “Avviso pubblico per la selezione dell’organismo intermediario della Sovvenzione Globale ‘Interventi per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e della innovazione tecnologica’”;

- n. 237/08, con la quale si è provveduto ad individuare quale Organismo Intermediario per il periodo 2008/2010, il Consorzio Spinner di Bologna per la gestione della Sovvenzione Globale, all’approvazione del progetto esecutivo ed assegnazione del finanziamento in attuazione della propria delibera 1953/07;

Dato atto che:

- in data 10 marzo 2008 tra la Regione Emilia-Romagna, rappresentata dalla dott.ssa Cristina Balboni Direttore generale Cultura, Formazione e Lavoro e il Consorzio Spinner, Servizi per la Promozione dell’Innovazione e la Ricerca, di Bologna, rappresentato dal dott. Paolo Bonaretti si è provveduto a sottoscrivere la convenzione “Attuazione di interventi per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e della innovazione tecnologica – Asse IV Capitale Umano e Asse VI Assistenza Tecnica del Programma operativo Obiettivo competitività regionale e occupazione – FSE – I, II e III annualità”, agli atti del Servizio regionale competente;

- con nota del 17/9/2010 prot. 767/2010 è stata comunicata dal Consorzio Spinner la cessione di quote consortili da parte di consorziata, come da atto Rep. 33146 Racc. 14026 del 30/12/2009 registrato a Roma 5 il 31/12/2009 n. 26416;

Preso atto:

- che è stata autorizzata con nota prot. PG/2010/0322262 del 28/12/2010 la proroga al 15 aprile 2011 del termine attività di cui al precedente progetto e che trattandosi di una parte residuale non inficia l’intera attività dello stesso;

- che la precedente convenzione conserva validità sotto il profilo giuridico-contabile per la parte connessa alle relazioni e per consentire anche il completamento della procedura di rendicontazione così come indicato agli artt. art.1 e 10 della stessa;

Considerato che:

- il Consorzio Spinner di Bologna in data 19/5/2009 con nota n. 234/09 ha presentato all’Assessorato competente il Rapporto Annuale di esecuzione 2008, in data 10/5/2010 con nota n. 414/10 ha presentato il Report annuale di monitoraggio al 31/12/2009 e in data 16/11/2010 ha presentato il Report semestrale di monitoraggio al 30/6/2010 così come previsto dall’art. 10 della convenzione;

- i risultati raggiunti, rispetto all’attività fino ad ora realizzata, risultano essere coerenti sia sotto gli aspetti giuridici sia sotto gli aspetti finanziari con il Programma Operativo per l’intervento comunitario del FSE ai fini dell’Obiettivo 2 ‘Competitività regionale e occupazione’ nella Regione Emilia-Romagna’;

- dalla documentazione prodotta, verificata per regolarità tecnica e congruità contabile dalla struttura regionale competente e sulla base delle analisi e valutazioni operate dalla medesima struttura sulle attività fino ad ora realizzate, si evince altresì il buon esito della Sovvenzione Globale essendosi realizzato un volume di attività che ha raggiunto gli obiettivi fissati in fase di progettazione previsti per le prime tre annualità 2008-2010;

- i risultati in base agli indicatori quali/quantitativi utilizzati per la misurazione dell’efficacia ed efficienza sul sistema dimostrano l’efficacia dello strumento impiegato;

Ritenuto inoltre che le attività svolte hanno prodotto nell’ambito territoriale regionale tangibili riscontri nello sviluppo di offerte integrate di formazione avanzata, agevolazioni finanziarie e servizi specialistici intesi quali strumenti a sostegno del continuo evolversi delle conoscenze e delle competenze richieste dal sistema produttivo;

Ritenuto altresì:

- di consolidare, rafforzare e radicare nel contesto regionale, nelle relazioni con il mondo della ricerca, con i principali attori istituzionali e le forze sociali, la creazione e il consolidamento di imprenditorialità innovativa, posizionata sui livello più alti dell’innovazione tecnologica facendo riferimento al contesto produttivo;

- di rafforzare progetti di ricerca industriale e sviluppo, nonché processi di trasferimento tecnologico di conoscenze/competenze;

- di valorizzare sul territorio regionale in base ai risultati ottenuti, il modello predisposto a livello sperimentale e validato nel passato triennio procedendo a dare prosecuzione, anche a valere per il triennio 2011–2013, allo Strumento della Sovvenzione Globale, attraverso il rinnovo della convenzione del rapporto in essere con il Consorzio Spinner di Bologna; 

Dato atto che:

- nella propria deliberazione 1953/07, sopracitata è previsto al punto 4 del dispositivo che «l’assegnazione della Sovvenzione Globale all’Organismo Intermediario individuato potrà essere eventualmente rinnovata, per un ulteriore triennio – con proprio successivo atto, sulla base della verifica degli obiettivi raggiunti e dei risultati conseguiti, in relazione alle effettive disponibilità finanziarie iscritte sui corrispondenti capitoli del bilancio regionale di riferimento»;

- gli obiettivi complessivi sopraindicati possono essere validamente perseguiti dando continuità operativa sia in fase programmatica che in fase gestionale allo strumento impiegato nel passato triennio della Sovvenzione Globale facendo riferimento alle modalità tecniche e procedurali utilizzate, per finanziare in forma analoga la IV - V e VI annualità;

Preso atto:

- delle note prot. PG/2010/0311650 e prot. PG/2010/0313090 di proposta di rinnovo convenzione, conservate agli atti del Servizio regionale competente;

- che l’Organismo Intermediario ha presentato all’Assessorato Scuola. Formazione professionale. Università e ricerca. Lavoro. il progetto esecutivo relativo alla IV (2011), V (2012) e VI annualità (2013) per la gestione della Sovvenzione globale dell’Asse IV Capitale Umano e Asse VI Assistenza Tecnica del Programma operativo obiettivo competitività regionale e occupazione denominato “Spinner 2013-secondo triennio” agli atti del Servizio regionale competente, per un importo complessivo di Euro 15.000.000,00 di cui Euro 14.300.000,00 asse Capitale Umano ed Euro 700.000,00 Asse Assistenza Tecnica;

- che le azioni proposte risultano coerenti con l’obiettivo operativo “rafforzare le reti tra imprese, istituzioni scolastiche, istituti di istruzione superiore, centri di ricerca finalizzate a generare impatti positivi su aree legate allo sviluppo economico e del territorio, in particolare sostenendo lo start up di attività collegate alla ricerca e all’innovazione nell’ambito di settori strategici della Regione Emilia-Romagna” e l’obiettivo specifico “Creazione di reti tra università, centri tecnologici di ricerca, il mondo produttivo e istituzionale con particolare attenzione alla promozione della ricerca e dell’innovazione” individuati dal POR Ob.2 2007 – 2013 Fondo Sociale Europeo per l’Asse Capitale Umano;

Ritenuto opportuno:

- approvare il progetto di cui trattasi, relativo alla IV, V e VI annualità, anche in considerazione del raggiungimento degli obiettivi previsti per il primo triennio;

- assegnare al Consorzio Spinner di Bologna il finanziamento complessivo di Euro 15.000.000,00 per il programma connesso alla gestione della Sovvenzione Globale per il secondo triennio;

- approvare il rinnovo della convenzione sottoscritta tra le parti in data 10 marzo 2008, per le motivazioni sopra illustrate e tenuto conto dei positivi risultati raggiunti sopra argomentati, connessi alla gestione della Sovvenzione Globale di cui trattasi, ed in regime di continuità giuridico - contabile;

- approvare la Convenzione per la “Gestione della Sovvenzione Globale avente ad oggetto l’attuazione di interventi per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e della innovazione tecnologica – Asse IV Capitale Umano e Asse VI Assistenza Tecnica del Programma Operativo Obiettivo Competitività regionale e occupazione – Fondo Sociale Europeo – IV, V E VI annualità”, di cui allo schema Allegato A), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, contenente disposizioni ai sensi dell’art. 43 del Regolamento Comunitario n. 1083/2006 s.m. per le modalità di attuazione, di gestione, di sorveglianza, di controllo, di rendicontazione della suddetta Sovvenzione e l’ammontare del relativo finanziamento assegnato, con decorrenza dalla data di sottoscrizione della convenzione stessa e termine al 31/12/2013;

 Ritenuto altresì:

- di prevedere, al fine di dare concreta attuazione alle modalità di controllo tecnico/operativo/gestionale, la suddivisione del progetto, che con il presente atto si approva, identificando tecnicamente l’Asse Capitale Umano con l’operazione numero di riferimento P.A. RER/2010-1069, e l’Asse Assistenza Tecnica con l’operazione numero di riferimento P.A. RER/2010-1070, rimanendo comunque inalterati i contenuti e gli obiettivi presenti nel progetto esecutivo, che accorpa entrambi gli Assi;

- di dare atto che il progetto esecutivo di cui alla presente deliberazione, mantiene le linee principali di intervento rispetto al progetto esecutivo approvato per il primo triennio;

Ritenuto inoltre di delegare all’Organismo Intermedio le seguenti funzioni relativamente alle attività oggetto della Convenzione:

- garantire che le azioni destinate a beneficiare di un finanziamento siano selezionate conformemente ai criteri, approvati in sede di Comitato di Sorveglianza, applicabili al Programma Operativo e siano conformi alle norme comunitarie e nazionali applicabili per l’intero periodo di attuazione;

- garantire che i beneficiari e gli altri organismi coinvolti nell’attuazione delle azioni adottino un sistema di contabilità separata o una codificazione contabile adeguata per tutte le transazioni relative all’operazione, ferme restando le norme contabili nazionali;

- stabilire procedure tali che tutti i documenti relativi alle spese e agli audit necessari per garantire una pista di controllo adeguata siano conservati, sotto forma di originali o di copie autenticate, secondo quanto disposto dall’art. 90 del Regolamento generale n. 1083/2006 s.m., per i tre anni successivi alla chiusura del programma operativo o, qualora si tratti di operazioni soggette a chiusura parziale, per i tre anni successivi all’anno in cui ha avuto luogo la chiusura parziale;

- garantire il rispetto degli obblighi in materia di informazione e pubblicità previsti all’articolo 69 del Regolamento generale n. 1083/2006 s.m. attenendosi a quanto previsto dalla propria delibera 105/10 e s.m.;

- sorvegliare l’attuazione degli interventi di propria competenza al fine di garantire un’evoluzione della spesa in linea con l’esigenza di evitare il disimpegno automatico delle risorse comunitarie previsto alla Sezione 7 del Regolamento generale n. 1083/2006 s.m., e nel rispetto dei target di spesa che saranno successivamente individuati;

- adottare un sistema di gestione e controllo coerente con quello regionale a norma del Regolamento generale n. 1083/2006 s.m. e nel Regolamento di applicazione n. 1828/2006 s.m;

- procedere alla programmazione degli interventi e delle risorse finanziarie secondo il quadro delle competenze e risorse assegnate e nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale in materia di appalti. In particolare gli Organismi intermedi, in linea con il sistema di accreditamento, ricorrono sempre a procedure ad evidenza pubblica per l’attribuzione di finanziamenti relativi ad attività formative, nel rispetto della normativa comunitaria, nazionale e regionale relativa alla concorrenza. Per le attività diverse dalla formazione, si applicano le norme in materia di concorrenza e appalti pubblici richiamate nel paragrafo 5.5 del POR FSE 2007-2013, nel rispetto delle direttive comunitarie e nazionali in materia di appalti;

- operare, quando necessario, la revoca totale o parziale dell’impegno e/o della liquidazione del pagamento, e, se pertinente, il recupero degli importi indebitamente versati informando tempestivamente l’Autorità di Gestione per gli adempimenti di sua competenza;

- adoperarsi per collaborare ai controlli documentali, in loco e di altro tipo che saranno disposti dalle competenti autorità comunitarie e nazionali;

- garantire un sistema per la raccolta dei dati relativi all’attuazione necessari per la gestione finanziaria, la sorveglianza, le verifiche, gli audit e la valutazione; nonché l’implementazione del sistema informatizzato di registrazione dei dati contabili relativi a ciascuna operazione attuata nell’ambito della Sovvenzione Globale; 

Dato atto che sono stati attivati gli accertamenti di cui alla L. 19 marzo 1990, n. 55 “Nuove disposizioni per la prevenzione della delinquenza di tipo mafioso e di altre gravi forme di manifestazioni di pericolosità sociale” e successive modifiche, e nel rispetto di quanto previsto dall’art. 1 del DPR 252/98 e che di tale acquisizione si darà atto al momento della prima liquidazione; 

Richiamate le leggi regionali: 

- n. 40/01 “Ordinamento contabile della Regione Emila-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4”;

- n. 43/01 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emila-Romagna” e ss.mm; 

- n. 14/10 “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell’articolo 40 della Legge regionale 15 novembre 2001, n. 40 in coincidenza con l’approvazione del Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2011 e del Bilancio pluriennale 2011-2013”; 

- n. 15/10 “ Bilancio di previsione della Regione Emila-Romagna per l’anno finanziario 2011 e Bilancio pluriennale 2011-2013”; 

Ritenuto: 

- che ricorrano gli elementi di cui agli artt. 47, comma 2, e 48, comma 5, della L.R. 40/01 e che pertanto gli impegni di spesa possano essere assunti con il presente atto per quanto attiene la IV, V e VI annualità di gestione della Sovvenzione Globale di cui trattasi in relazione alla previsione programmatica delle obbligazioni giuridiche disposte col presente atto ed in rapporto alle attuali iscrizioni in bilancio dei fondi OB. 2 F.S.E. periodo 2011/2013; 

- che i suddetti impegni di spesa siano riferiti all’ammontare complessivo del finanziamento assegnato per la IV annualità 2011, pari a Euro 5.000.000,00 di cui Euro 4.800.000,00 per l’Asse IV ed Euro 200.000,00 per l’Asse VI; per la V annualità 2012, pari a Euro 5.000.000,00, di cui Euro 4.750.000,00 per l’Asse IV ed Euro 250.000,00 per l’Asse VI, per la VI annualità 2013 pari a Euro 5.000.000,00, di cui Euro 4.750.000,00 per l’Asse IV, ed Euro 250.000,00 per l’Asse VI; 

Considerato altresì di confermare la necessità di costituire con apposito atto, ai sensi della normativa vigente, un gruppo di lavoro misto composto da membri della Amministrazione regionale e del Consorzio Spinner al fine di monitorare, concertare e valutare le azioni attuative della presente Convenzione;

Richiamati:

- l’art. 11 della Legge 16 gennaio 2003, n. 3 “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica Amministrazione”;

- la Legge 13 agosto 2010, n. 136 “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia”, e successive modifiche;

- la determinazione n. 8 del 18/11/2010 dell’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture recante “Prime indicazioni sulla tracciabilità finanziaria ex art. 3, Legge 13 agosto 2010, n. 136, come modificato dal D.L. 12 novembre 2010, n. 187”;

- la determinazione n. 10 del 22/12/2010 dell’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture recante “Ulteriori indicazioni sulla tracciabilità dei flussi finanziar i(art. 3, Legge 13 agosto 2010, n. 136, come modificata dal decreto Legge 12 novembre 2010, n. 187 convertito in legge, con modificazioni, dalla Legge 17 dicembre 2010, n. 217)”; 

Dato atto che i codici Unici di Progetto (CUP) assegnati dalla competente struttura ministeriale per i progetti di investimento pubblico oggetto del presente atto sono rispettivamente il n. E35G11000000007 e il n. E39E11000040007; 

Viste le proprie deliberazioni: 

- n. 1057/06 “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali”;

- n. 1663/06 “Modifiche all’assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente.”;

- n. 2416/08 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm;

- n. 1173/09 recante “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1/8/2009)”;

- n. 1377/10 “Revisione dell’assetto organizzativo di alcune Direzioni generali” così come rettificata dalla deliberazione 1950/10;

- n. 2060/10 “Rinnovo incarichi a direttori generali della Giunta regionale in scadenza al 31/12/2010”; 

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore competente per materia; 

A voti unanimi e palesi

delibera: 

1) di prendere atto, in base alle motivazioni argomentate in premessa e che qui si intendono integralmente riportate, dei positivi risultati quali-quantitativi raggiunti dalla Sovvenzione Globale nel periodo 2008-2010 (I, II e III annualità); 

2) di stabilire, per i motivi espressi in premessa e qui integralmente richiamati, al fine di valorizzare sul territorio regionale il modello predisposto a livello sperimentale e validato nel passato per le annualità 2008-2010, la prosecuzione nell’utilizzo dello strumento della gestione della Sovvenzione Globale per il triennio 2011-2013 (IV, V e VI annualità) attraverso il rinnovo della convenzione sottoscritta in data 10 marzo 2008 tra la Regione Emilia-Romagna, rappresentata dalla dott.ssa Cristina Balboni Direttore generale Cultura, Formazione e Lavoro e il Consorzio Spinner di Bologna, Servizi per la Promozione dell’Innovazione e la Ricerca, di Bologna, rappresentato dal Presidente, dott. Paolo Bonaretti; 

3) di approvare altresì, per le motivazioni espresse in premessa e qui richiamate: 

- il progetto esecutivo “Spinner 2013-secondo triennio”, per l’attuazione della Sovvenzione Globale presentato dal Consorzio Spinner di Bologna, sopra citato, avente ad oggetto l’attuazione dell’Asse IV e VI del Programma Operativo Ob. 2 FSE 2007/2013, del costo complessivo di Euro 15.000.000,00, identificando l’Asse Capitale Umano con l’operazione numero di riferimento P.A. RER/2010-1069 e l’Asse Assistenza Tecnica con l’operazione numero di riferimento P.A. RER/2010-1070, trattenuto agli atti del Servizio regionale competente;

- il rinnovo della convenzione sottoscritta tra le parti in data 10 marzo 2008;

- la convenzione, di durata triennale, secondo lo schema di cui all’Allegato A), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, contenente disposizioni per le modalità di attuazione, di gestione, di sorveglianza, di controllo, di rendicontazione della suddetta Sovvenzione globale ai sensi dell’art. 43 del Regolamento comunitario 1083/06 s.m. e l’ammontare del finanziamento assegnato relativo alla IV, V e VI annualità, dando atto che alla sua sottoscrizione provvederà, ai sensi della propria deliberazione 2416/08 e ss.mm. e in attuazione della normativa vigente, il Direttore generale Cultura, Formazione e Lavoro, subordinatamente all’avvenuta verifica del rispetto posti dalla L. 55/90 e succ.mod. e dal DPR 252/98; 

4) di dare atto che i codici Unici di Progetto (CUP) assegnati dalla competente struttura ministeriale per i progetti di investimento pubblico oggetto del presente atto sono rispettivamente il n. E35G11000000007 e il n. E39E11000040007; 

5) di dare atto, inoltre, che le azioni proposte risultano coerenti con l’obiettivo operativo “rafforzare le reti tra imprese, istituzioni scolastiche, istituzioni scolastiche, istituti di istruzione superiore, centri di ricerca finalizzate a generare impatti positivi su aree legate allo sviluppo economico e del territori in particolare sostenere lo start-up di attività collegate alla ricerca e all’innovazione nell’ambito di settori strategici della Regione Emilia-Romagna” e l’obiettivo specifico “Creazione di reti tra università, centri tecnologici di ricerca, il mondo produttivo e istituzionale con particolare attenzione alla promozione della ricerca e dell’innovazione” individuati dal POR Ob.2 2007 – 2013 Fondo Sociale Europeo per l’Asse Capitale Umano; 

6) di assegnare al Consorzio Spinner di Bologna, tenuto conto delle risorse iscritte a bilancio, relativamente al programma connesso alla gestione della Sovvenzione globale riferita al secondo triennio, il finanziamento complessivo di Euro 15.000.000,00 subordinatamente all’avvenuta verifica del rispetto dei vincoli posti dalla L. 55/90 e dal DPR 252/98; 

7) di finanziare, tenuto conto delle risorse iscritte a bilancio, il programma connesso alla gestione della Sovvenzione Globale – Asse IV e VI - il cui costo complessivo per la IV annualità 2011, pari a Euro 5.000.000,00, di cui Euro 4.800.000,00 per l’Asse IV ed Euro 200.000,00 per l’Asse VI; per la V annualità 2012, pari a Euro 5.000.000,00, di cui Euro 4.750.000,00 per l’Asse IV e Euro 250.000,00 per l’Asse VI, per la VI annualità 2013 pari a Euro 5.000.000,00, di cui Euro 4.750.000,00 per l’Asse IV, e Euro 250.000,00 per l’Asse VI, così come esplicitato nello schema di convenzione di cui all’Allegato A) parte integrante della presente deliberazione; 

8) di impegnare, in relazione alla previsione programmatica delle obbligazioni giuridiche disposte col presente atto e in rapporto alle attuali iscrizioni in bilancio dei fondi ob. 2 F.S.E. periodo 2011/2013, la somma complessiva di Euro 15.000.000,00, rispettivamente per una quota pari ad Euro 5.000.000,00 per ciascuno degli esercizi finanziari 2011, 2012 e 2013, suddivisi tra l’Asse IV Capitale Umano e Asse VI Assistenza Tecnica come indicato al punto 6) che precede, come segue: 

- quanto a Euro 1.834.500,00 registrata al n. 228 di impegno sul Capitolo 75531 (pari al 36,69%) “Assegnazione alle imprese per la realizzazione di azioni volte all’accrescimento della competitività e al miglioramento delle prospettive occupazionali e professionali. - Programma Operativo 2007/2013-Contributo CE sul FSE (Reg. CE 1083 del 11 luglio 2006; Dec. C(2007)5327 del 26 ottobre 2007)” - UPB 1.6.4.2.25264 - del Bilancio per l’esercizio finanziario 2011 che è stato dotato della necessaria disponibilità; 

- quanto a Euro 3.165.500,00 registrata al n. 229 di impegno sul Capitolo 75543 (pari al 63,31%) “Assegnazione alle imprese per la realizzazione di azioni volte all’accrescimento della competitività e al miglioramento delle prospettive occupazionali e professionali. - Programma Operativo 2007/2013 - (L. 16 aprile 1987, n. 183; delibera CIPE del 15 giugno 2007, n. 36; Dec. C(2007)5327 del 26 ottobre 2007) Mezzi statali” - UPB 1.6.4.2.25265 - del Bilancio per l’esercizio finanziario 2011 che è stato dotato della necessaria disponibilità; 

- quanto a Euro 1.834.500,00 registrata al n. 36 di impegno sul capitolo del Bilancio per l’esercizio finanziario 2012, che sarà dotato della necessaria disponibilità, corrispondente al Capitolo 75531 (pari al 36,69%) “Assegnazione alle imprese per la realizzazione di azioni volte all’accrescimento della competitività e al miglioramento delle prospettive occupazionali e professionali. - Programma Operativo 2007/2013-Contributo CE sul FSE (Reg. CE 1083 del 11 luglio 2006; Dec. C(2007)5327 del 26 ottobre 2007)” - UPB 1.6.4.2.25264 - del Bilancio per l’esercizio finan­ziario 2011; 

- quanto a Euro 3.165.500,00 registrata al n. 37 di impegno sul capitolo del Bilancio per l’esercizio finanziario 2012, che sarà dotato della necessaria disponibilità, corrispondente al Capitolo 75543 (pari al 63,31%) “Assegnazione alle imprese per la realizzazione di azioni volte all’accrescimento della competitività e al miglioramento delle prospettive occupazionali e professionali. - Programma Operativo 2007/2013 - (L. 16 aprile 1987, n. 183; delibera CIPE del 15 giugno 2007, n. 36; Dec. C(2007)5327 del 26 ottobre 2007) Mezzi statali” - UPB 1.6.4.2.25265 - del Bilancio per il medesimo esercizio 2011; 

- quanto a Euro 1.834.500,00 registrata al n. 3 di impegno sul capitolo del Bilancio per l’esercizio finanziario 2013, che sarà dotato della necessaria disponibilità, corrispondente al Capitolo 75531 (pari al 36,69%) “Assegnazione alle imprese per la realizzazione di azioni volte all’accrescimento della competitività e al miglioramento delle prospettive occupazionali e professionali. - Programma Operativo 2007/2013-Contributo CE sul FSE (Reg. CE 1083 del 11 luglio 2006; Dec. C(2007)5327 del 26 ottobre 2007)” - UPB 1.6.4.2.25264 - del Bilancio per l’esercizio finan­ziario 2011;

- quanto a Euro 3.165.500,00 registrata al n. 4 di impegno sul capitolo del Bilancio per l’esercizio finanziario 2013, che sarà dotato della necessaria disponibilità, corrispondente al Capitolo 75543 (pari al 63,31%) “Assegnazione alle imprese per la realizzazione di azioni volte all’accrescimento della competitività e al miglioramento delle prospettive occupazionali e professionali. - Programma Operativo 2007/2013- (L. 16 aprile 1987, n. 183; delibera CIPE del 15 giugno 2007, n. 36; Dec. C(2007)5327 del 26 ottobre 2007) Mezzi statali” - UPB 1.6.4.2.25265 - del Bilancio per il medesimo esercizio 2011; 

9) di dare atto che l’esecutività degli impegni per gli esercizi 2012 e 2013 di cui al precedente punto 8) rimane subordinata alle norme di gestione del bilancio così come previsto dalla L.R. 40/01; 

10) ritenuto inoltre di delegare all’Organismo Intermedio le seguenti funzioni relativamente alle attività oggetto della convenzione:

- garantire che le azioni destinate a beneficiare di un finanziamento siano selezionate conformemente ai criteri, approvati in sede di Comitato di Sorveglianza, applicabili al Programma Operativo e siano conformi alle norme comunitarie e nazionali applicabili per l’intero periodo di attuazione;

- garantire che i beneficiari e gli altri organismi coinvolti nell’attuazione delle azioni adottino un sistema di contabilità separata o una codificazione contabile adeguata per tutte le transazioni relative all’operazione, ferme restando le norme contabili nazionali;

- stabilire procedure tali che tutti i documenti relativi alle spese e agli audit necessari per garantire una pista di controllo adeguata siano conservati, sotto forma di originali o di copie autenticate, secondo quanto disposto dall’art. 90 del Regolamento generale n. 1083/2006 s.m., per i tre anni successivi alla chiusura del programma operativo o, qualora si tratti di operazioni soggette a chiusura parziale, per i tre anni successivi all’anno in cui ha avuto luogo la chiusura parziale;

- garantire il rispetto degli obblighi in materia di informazione e pubblicità previsti all’articolo 69 del Regolamento generale n. 1083/2006 attenendosi a quanto previsto dalla propria delibera n. 105/2010 e s.m;

- sorvegliare l’attuazione degli interventi di propria competenza al fine di garantire un’evoluzione della spesa in linea con l’esigenza di evitare il disimpegno automatico delle risorse comunitarie previsto alla Sezione 7 del Regolamento generale n. 1083/2006 s.m., e nel rispetto dei target di spesa che saranno successivamente individuati;

- adottare un sistema di gestione e controllo coerente con quello Regionale a norma del Regolamento generale n. 1083/2006 s.m. e nel Regolamento di applicazione n. 1828/2006 s.m;

- procedere alla programmazione degli interventi e delle risorse finanziarie secondo il quadro delle competenze e risorse assegnate e nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale in materia di appalti. In particolare gli Organismi intermedi, in linea con il sistema di accreditamento, ricorrono sempre a procedure ad evidenza pubblica per l’attribuzione di finanziamenti relativi ad attività formative, nel rispetto della normativa comunitaria, nazionale e regionale relativa alla concorrenza. Per le attività diverse dalla formazione, si applicano le norme in materia di concorrenza e appalti pubblici richiamate nel paragrafo 5.5 del POR FSE 2007-2013, nel rispetto delle direttive comunitarie e nazionali in materia di appalti;

- operare, quando necessario, la revoca totale o parziale dell’impegno e/o della liquidazione del pagamento, e, se pertinente, il recupero degli importi indebitamente versati informando tempestivamente l’Autorità di Gestione per gli adempimenti di sua competenza;

- adoperarsi per collaborare ai controlli documentali, in loco e di altro tipo che saranno disposti dalle competenti autorità comunitarie e nazionali;

- garantire un sistema per la raccolta dei dati relativi all’attuazione necessari per la gestione finanziaria, la sorveglianza, le verifiche, gli audit e la valutazione; nonché l’implementazione del sistema informatizzato di registrazione dei dati contabili relativi a ciascuna operazione attuata nell’ambito della Sovvenzione Globale; 

11) di dare atto che per la realizzazione delle attività connesse alla gestione della Sovvenzione Globale di parte degli Assi Capitale Umano e Assistenza Tecnica di cui trattasi, il Consorzio dovrà attenersi a quanto esplicitato nella Convenzione secondo lo schema di cui all’Allegato A), parte integrante della presente deliberazione, in coerenza con le disposizioni regionali; 

12) di dare atto altresì che la Convenzione, Allegato A) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento ha decorrenza a partire dalla data di sottoscrizione e termine al 31/12/2013. La stessa conserva validità sotto il profilo giuridico-contabile al fine di consentire anche il completamento della procedura di rendicontazione; 

13) di dare atto altresì che ad avvenuta sottoscrizione della convenzione, previa acquisizione della documentazione di cui alla L. 55/1990 e succ. mod. e DPR 252/98, il Dirigente regionale competente per materia provvederà con propri atti formali ai sensi degli artt. 51 e 52 della L.R. 40/01 ed in applicazione della deliberazione 2416/08 e ss.mm. alla liquidazione e alla richiesta di emissione dei titoli di pagamento, secondo le seguenti modalità:

- anticipo pari al 10% del totale della Sovvenzione Globale dell’importo di Euro 1.500.000,00 dietro presentazione di idonea garanzia fideiussoria e di regolare nota;

 - successivi rimborsi almeno trimestrali fino a un massimo del 95% del totale nelle scadenze previste dalla Autorità di Gestione per la certificazione della spesa sulla base delle spese sostenute a presentazione di regolare nota;

 - il saldo ad approvazione del rendiconto finale su presentazione della relazione finale di cui all’art. 10) della convenzione e di regolare nota;

14) di dare atto che, relativamente alla quota F.S.E., la programmazione regionale è mantenuta all’interno dei finanziamenti assegnati dalla C.E. sul Fondo Sociale Europeo; 

15) di dare altresì atto che, relativamente alla quota di cofinanziamento nazionale, la programmazione regionale è mantenuta all’interno dei finanziamenti assegnati dal Ministero del Lavoro, e dal Ministero del Tesoro sul Fondo di Rotazione nazionale; 

16) di dare atto infine che al Consorzio Spinner compete l’adempimento degli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla Legge 13 agosto 2010, n. 136 e succ. mod.; 

17) di confermare che verrà costituito, con apposito atto ai sensi della normativa vigente in materia, un gruppo di lavoro misto composto da membri dell’ Amministrazione regionale e membri del Consorzio Spinner al fine di monitorare, concertare e valutare le azioni attuative della convenzione; 

18) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it