E-R | BUR

n.347 del 09.12.2021 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

FEAMP 2014/2020 - Regolamento (UE) n. 508/2014 - Disposizioni interpretative in ordine ai termini decadenziali stabiliti negli Avvisi pubblici approvati nell'ambito del Programma FEAMP a far data dal 2019

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 maggio 2014, relativo al Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e che abroga i regolamenti (CE) n. 2328/2003, (CE) n. 861/2006, (CE) n. 1198/2006 e (CE) n. 791/2007 del Consiglio e il regolamento (UE) n. 1255/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio;

- la Decisione di esecuzione della Commissione europea C (2014) 8021 del 29 ottobre 2014, che approva determinati elementi dell’Accordo di partenariato 2014-2020 con l’Italia, per l'impiego dei “Fondi strutturali e di investimento europei” (Fondi SIE);

Visti altresì:

- il “Programma operativo FEAMP ITALIA 2014-2020” (PO FEAMP), codice CCI2014IT14MFOP001, nella formulazione approvata dalla Commissione Europea con Decisione di esecuzione C(2015) 8452 del 25 novembre 2015, modificato con Decisione di Esecuzione della Commissione Europea C (2021)6481 del 31 agosto 2021, che identifica, tra l'altro, le Regioni quali Organismi intermedi delegati all'attuazione di parte del Programma stesso;

- l'Accordo Multiregionale del 9 giugno 2016, così come modificato nella seduta del 6 agosto 2020, per l'attuazione coordinata degli interventi cofinanziati dal Fondo Europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP) nell'ambito del Programma Operativo FEAMP 2014-2020, sul quale è stata sancita l'intesa della Conferenza e, in particolare, l’allegato 2 che riporta le Misure di competenza esclusiva degli Organismi intermedi nonché l'elenco delle Misure a gestione condivisa tra Organismi intermedi e Autorità di Gestione (AdG);

Preso atto che negli Avvisi Pubblici regionali relativi al Programma FEAMP 2014-2020, approvati a far data dal 2019, sono riportate alcune previsioni in ordine al rispetto di termini decadenziali, senza alcuna specificazione in merito alle modalità con cui vengono computati tali termini, quando scadono nei giorni di sabato, domenica ovvero in un giorno festivo;

Dato atto che, a seguito di specifica richiesta del Servizio Attività Faunistico-venatorie e pesca, con nota Prot. n. 1023461 del 5 novembre 2021, l’Avvocatura regionale ha evidenziato che la suddetta disciplina pare suscettibile di ingenerare incertezza nei partecipanti alle procedure ad evidenza pubblica e che solo una disposizione interpretativa di pari grado può chiarire come debbano essere computati i termini indicati negli Avvisi pubblici;

Dato atto, inoltre, che il Regolamento (CEE, EURATOM) n. 1182/1971 del Consiglio del 3 giugno 1971 che stabilisce le norme applicabili ai periodi di tempo, alle date e ai termini, tuttora in vigore, per assicurare l'applicazione uniforme del diritto comunitario, dispone all’art. 3, comma 4, ai fini del computo dei termini che “Se l'ultimo giorno del periodo di tempo espresso non in ore è un giorno festivo, una domenica o un sabato, il periodo di tempo termina con lo spirare dell'ultima ora del giorno lavorativo successivo”;

Considerato che per assicurare un quadro certo di riferimento e un’interpretazione uniforme, è opportuno disporre, in linea con quanto previsto dal sopracitato Regolamento comunitario che, qualora i termini imposti dagli Avvisi pubblici con valenza decadenziale coincidano con una giornata festiva, una domenica o un sabato, gli stessi si intendono prorogati al primo giorno lavorativo non festivo;

Richiamati in ordine agli obblighi di trasparenza:

- il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e successive modifiche e integrazioni;

- la propria deliberazione n. 111 del 28 gennaio 2021 “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Anni 2021-2023” e in particolare l'allegato D), recante “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2021-2023”;

Vista la Legge Regionale 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche e integrazioni, ed in particolare l'art. 37, comma 4;

Richiamate, inoltre, le seguenti deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007" e successive modificazioni, per quanto applicabile;

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- n. 2013 del 28 dicembre 2020 “Indirizzi organizzativi per il consolidamento e il potenziamento delle capacità amministrative dell’ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato, per fare fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’IBACN”;

- n. 2018 del 28 dicembre 2020 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale ai sensi dell’art. 43 della L.R. n. 43/2001 e ss.mm.ii.”;

- n. 771 del 24 maggio 2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

Viste infine le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto inoltre dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore all'Agricoltura e Agroalimentare, Caccia e Pesca, Alessio Mammi;

A voti unanimi e palesi

delibera

  1. di disporre, in linea con quanto previsto dal Regolamento (CEE, EURATOM) n. 1182/1971 del Consiglio che, qualora i termini decadenziali imposti dagli Avvisi pubblici regionali relativi al Programma FEAMP 2014-2020, approvati a far data dal 2019, coincidano con una giornata festiva, una domenica o un sabato, gli stessi si intendono prorogati al primo giorno lavorativo non festivo;
  2. di provvedere agli obblighi di pubblicazione previsti in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;
  3. di disporre la pubblicazione in forma integrale della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando atto che il Servizio Attività faunistico-venatorie e pesca provvederà a darne diffusione anche sul Portale regionale Agricoltura, Caccia e Pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it