E-R | BUR

n.362 del 13.11.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedimento unico ai sensi dell’art.53 della L.R. 24/2017 per la realizzazione della "Pista ciclabile del Rio Salto, tratto compreso tra via L.Tosi e via Rio Salto I°" comportante apposizione del vincolo preordinato all'esproprio e dichiarazione di pubblica utilità. Integrazione documentazione con rapporto ambientale. Avviso di deposito

Il Responsabile del Settore Tecnico, ai sensi e per gli effetti dell’art. 53 “Procedimento unico” della L.R. 21 dicembre 2017 n. 24, facendo seguito al deposito degli atti pubblicati a far data 18/9/2019 relativi al progetto definitivo assunto in linea tecnica con deliberazione di Giunta comunale n. 94 del 28/8/2019, per la realizzazione della "Pista ciclabile del Rio Salto, tratto compreso tra Via L.Tosi e Via Rio Salto I", visto che in data 24/10/2019 con deliberazione n. 118 la Giunta comunale ha assunto, quale integrazione alla documentazione del procedimento unico in oggetto, l'elaborato “Rapporto Ambientale” redatto ai sensi dell' art. 18 co. 2 della L.R. 24/2017 e s.m.i.; rende noto che si integra il precedente deposito (avviso nel BURERT n.300 del 18/9/2019) con l'elaborato “Rapporto Ambientale” redatto ai sensi dell'art. 18 co. 2 della L.R. 24/2017 e s.m.i..

L'amministrazione procedente, conclusa la conferenza dei servizi a sensi del co.3 dell’art. 53, adotterà la determinazione motivata di conclusione della conferenza che comporterà la contestuale approvazione della localizzazione dell’intervento nella pianificazione urbanistica vigente, l’approvazione del vincolo preordinato all’esproprio e la dichiarazione di pubblica utilità dell’opera. In sede di approvazione del progetto verrà svolto l’esame delle osservazioni pervenute.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it