E-R | BUR

n.366 del 31.12.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedimento di Valutazione di impatto ambientale (VIA) relativa al progetto di un impianto idroelettrico sul Rio Rondino in località Nismozza – Comune di Busana (RE), denominato "Nismozza", comprensivo della concessione di derivazione di acque superficiali dal Rio Rondino con occupazione di demanio fluviale

L'Autorità competente Provincia di Reggio Emilia avvisa che, ai sensi dell'art. 14 della L.R. 9/99 e dell’art. 12 del D.Lgs. 387/2003, sono stati depositati per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati gli elaborati prescritti per l'effettuazione della procedura di Valutazione d'Impatto Ambientale ("VIA") relativi a:

- progetto: impianto idroelettrico ad acqua fluente sul Rio Rondino, denominato "Nismozza"

- localizzato in Comune di: Busana (RE), località Nismozza

- richiedente: Idroelettrica Busana Via Livatino, 9 42124 Reggio Emilia CF/PI 02545970358

Il progetto appartiene alla seguente categoria: L.R. 9/99 all. B.2 punto B.2.12, e sarà assoggettato a procedura di V.I.A. ai sensi della L.R. 9/99 art. 4 comma 1.

L’intervento interessa il territorio della Provincia di Reggio Emilia nel Comune di Busana.

Il presente avviso, ai sensi dell’art. 26 del Regolamento Regionale per la disciplina del procedimento di concessione di acqua pubblican.41/2001, ha effetti anche ai fini della concessione di acqua pubblica, di cui al Regolamento Regionale n. 41/2001 stesso, del R.D. n. 1775/33, nonché della L.R. n. 7/2004.

Il progetto prevede la realizzazione di un impianto idroelettrico ad acqua fluente con opera di presa a Nismozza, in corrispondenza di briglia esistente nel tratto del Rio che lambisce il centro, e restituzione della portata derivata nel Rio Rondino in prossimità della confluenza nel fiume Secchia. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di un elettrodotto in Media Tensione (15 kV) in parte interrato ed in parte aereo.

I principali dati di concessione ai sensi del RD 1775/33 e del RR 41/01, nonché della L.R. n. 7/2004, sono i seguenti:

- derivazione da: Rio Rondino;

- luogo di presa: Nismozza, in corrispondenza di briglia esistente nel tratto del Rio che lambisce il centro;

- luogo di restituzione: Rio Rondino in prossimità della confluenza in Secchia;

- portata massima richiesta: l/s 215;

- portata media richiesta: l/s 47;

- uso: idroelettrico con potenza nominale di concessione di kW 81.70;

- occupazione dei terreni del demanio fluviale con le opere pertinenti l’impianto idroelettrico e le opere ad esso connesse. 

Il Servizio Tecnico di Bacino degli Afflenti del Po ha comunicato con nota in data 03/12/2014 n. prot. 467525 la compatibilità tecnica dell'impianto in progetto ai sensi delle disposizioni di cui alla DGR 1793/2008 e l’assenza di concorrenze con altri impianti. 

Lo stesso Servizio provvederà a svolgere l'istruttoria per la concessione idrica a norma del citato art. 26 del Regolamento regionale 41/2001, pertanto nella stessa nota viene indicato come responsabile del procedimento di concessione di derivazione d’acqua pubblica e occupazioni del demanio fluviale il dott. Caludio Malaguti, Responsabile del Servizio Tecnico dei Bacini degli Affluenti del Po. 

Ai sensi della L.R. 9/99 art. 17 commi 1 e 7, la VIA ricomprende e sostituisce tutte le autorizzazioni e gli atti di assenso in materia ambientale e paesaggistico-territoriale e pertanto, ai sensi dell’art. 15 della LR.9/99, le procedure di deposito, pubblicizzazione e partecipazione inerenti il presente procedimento di VIA sostituiscono ad ogni effetto le procedure di pubblicità e partecipazione previste dalle norme vigenti per gli atti di assenso e le autorizzazioni che saranno compresi e sostituiti nell’atto conclusivo del presente procedimento. 

Si dà atto che la procedura di VIA è contenuta nel procedimento per il rilascio dell’Autorizzazione Unica ai sensi dell’art. 12 del D.Lgs. 387/03 la cui conclusione positiva comporterà gli effetti di apposizione del vincolo espropriativo ai sensi della L.R. 37/02 e del DPR 327/01 e di dichiarazione di pubblica utilità, nonché effetto di variante allo strumento urbanistico per il Comune di Busana. 

Il responsabile del procedimento è il Dirigente del Servizio Pianificazione Territoriale, Ambiente e Politiche Culturali della Provincia di Reggio Emilia arch. Anna Campeol. 

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso:

- la sede dell'autorità competente Provincia di Reggio Emilia - Servizio Pianificazione Territoriale, Ambiente e Politiche Culturali - U.O. Valutazione d'Impatto Ambientale e Politiche Energetiche, sita a Reggio Emilia in P.zza Gioberti n. 4;

- la sede della Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, sita a Bologna in Viale della Fiera n. 8;

- la sede del Comune di Busana, sita a Busana in Via della Libertà n. 36. 

Tali elaborati sono inoltre disponibili sul sito web dell'autorità competente: www.provincia.re.it

Gli elaborati prescritti per l'effettuazione della procedura in oggetto sono depositati per 60 (sessanta) giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna. Entro il medesimo termine di 60 giorni, ai sensi delle citate norme chiunque può presentare osservazioni all'autorità competente Provincia di Reggio Emilia - Servizio Pianificazione Territoriale, Ambiente e Politiche Culturali - U.O. Valutazione d'Impatto ambientale e Politiche energetiche, indirizzo: P.zza Gioberti n. 4 - 42121 Reggio Emilia

 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it