E-R | BUR

n.40 del 16.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Avviso pubblico per l'affidamento della gestione di un plafond di 150 milioni di euro di provvista della banca europea degli investimenti da destinare a prestiti alle PMI e alle MID- cap della Regione Emilia-romagna, in attuazione della DGR 2157/2021

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Visti:

- la legge regionale 23 dicembre 2002, n. 40 “Incentivi per lo sviluppo e la qualificazione dell'offerta turistica regionale. abrogazione della legge regionale 11 gennaio 1993, n. 3 (Disciplina dell'offerta turistica della regione Emilia-Romagna. programmazione e finanziamento degli interventi. abrogazione della l.r. 6 luglio 1984 n. 38)”, art. 6, comma 2, lettera d-bis), che estende per l’abbattimento dei costi sui finanziamenti anche a medio e lungo termine. La lettera d-bis) è stata introdotta dall’art. 11 della legge regionale 21 ottobre 2021, n. 14 “Misure urgenti a sostegno del sistema economico ed altri interventi per la modifica dell’ordinamento regionale. Modifiche alle Leggi regionali n. 2 del 1998, n. 40 del 2002, n. 2 del 2019, n. 9 del 2021 e n. 11 del 2021”;

- la legge regionale 18 luglio 2014, n. 14 ”Promozione degli investimenti in Emilia-Romagna”, art. 14, comma 5 con cui la Regione promuove accordi con la Banca europea degli investimenti, la Cassa depositi e prestiti e altri enti ed istituti nazionali ed internazionali preposti alla raccolta e all'impiego di risorse finanziarie al fine di istituire linee di finanziamento agevolato per gli investimenti ovvero per la capitalizzazione delle imprese;

- la Legge Regionale 21 aprile 1999, n. 3, recante “Riforma del sistema regionale e locale” e successive modificazioni, in particolare l’art. 58, comma 1, il quale stabilisce che “La Regione sviluppa azioni volte ad agevolare l'accesso al credito”;

- la deliberazione della giunta regionale n. 2157 del 20 dicembre 2021 recante “Linea di credito della banca europea degli investimenti da 150 milioni denominata "Italian regions eu blending programme". Criteri per l'avvio della procedura competitiva finalizzata ad individuare le banche che sottoscriveranno il contratto di finanziamento con la BEI. Caratteristiche e finalizzazione degli interventi. Previsione del contributo regionale per l'abbattimento dei tassi di interesse a valere su risorse regionali”;

considerato che la deliberazione di Giunta n. 2157/2021 al punto 9 delega al Servizio Sviluppo degli strumenti finanziari, regolazione e accreditamenti l’attuazione della procedura per l’individuazione delle banche che saranno autorizzate a sottoscrivere i contratti di finanziamento con la BEI per l’utilizzo della Provvista BEI, nonché le modificazioni non sostanziali all’avviso pubblico che saranno necessarie alla piena operatività;

Ritenuto pertanto opportuno:

- avviare la procedura competitiva per individuare le banche che sottoscriveranno il contratto di finanziamento con la BEI, secondo lo schema approvato all’allegato A della deliberazione stessa;

Richiamate:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modificazioni ed integrazioni;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 recante “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di Pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

– le circolari del capo di gabinetto del presidente della giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposto in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Richiamate le deliberazioni della giunta regionale:

– n. 2416 del 29 dicembre 2008 e ss.mm.ii., ad oggetto "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007";

– n. 468 del 10 aprile 2017 ad oggetto “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

– n. 2329 del 22 novembre 2019 ad oggetto “Designazione del Responsabile della Protezione dei dati”;

– n. 2013 del 28 dicembre 2020 ad oggetto “Indirizzi organizzativi per il consolidamento e il potenziamento delle capacità amministrative dell’ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato, per fare fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’IBACN”;

– n. 2018 del 28 dicembre 2020 ad oggetto “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta Regionale, ai sensi dell'art. 43 della L.R. 43/2001 e ss.mm.ii.”;

– n. 111 del 28 gennaio 2021 ad oggetto “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Anni 2021-2023”;

– n. 771 del 24 maggio 2021 avente ad oggetto “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

richiamata infine la determinazione dirigenziale n. 10285 del 31/5/2021 “Conferimento incarichi dirigenziali di responsabile di servizio e proroga degli incarichi dirigenziali ad interim”, con cui è stato prorogato l’incarico di responsabile del servizio “Sviluppo degli strumenti finanziari, regolazione ed accreditamenti”;

dato atto che il sottoscritto responsabile del procedimento, nel sottoscrivere il parere di legittimità, attesta di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

determina

per i motivi esposti in premessa e che qui si intendono integralmente richiamati:

1. di avviare la procedura competitiva per individuare le banche che sottoscriveranno il contratto di finanziamento con la Banca Europea degli Investimenti (“BEI”) per la linea di credito da 150 milioni denominata “Italian regions eu blending programme” nel territorio emiliano romagnolo, i cui dettagli tecnici sono declinati all’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, con le caratteristiche stabilite dalla deliberazione di Giunta n. 2157/2021:

a. di suddividere il plafond a disposizione della Regione Emilia-Romagna in lotti base dell’importo di 20 milioni di Euro, consentendo alle banche di richiedere lotti aggiuntivi per multipli di 5 milioni di Euro con le modalità previste nella procedura competitiva;

b. di riservare detti finanziamenti alle PMI ed alle mid-cap della regione, fermi restando i limiti previsti dalle regole della BEI;

c. di stabilire che le banche selezionate per gestire la provvista BEI

- siano autorizzate dalla Banca d’Italia ad erogare finanziamenti al pubblico e siano pertanto iscritti all’albo di cui all’art. 13 del Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 (di seguito il “T.U.B.”) ovvero i soggetti esteri autorizzati ad erogare finanziamenti al pubblico in Italia, secondo le disposizioni dell’art. 18 del T.U.B. (le “Banche”, ivi compresi i gruppi bancari). Per i concorrenti di paesi esteri, si applicano gli artt. 45, 49 e 83 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i. - Codice dei Contratti pubblici;

- abbiano almeno uno sportello per provincia e uno ogni 200.000 abitanti nel territorio della Regione Emilia-Romagna;

- si impegnino ad erogare un volume di finanziamenti alle stesse imprese potenzialmente beneficiarie, attraverso risorse proprie pari o superiore allo stesso volume di risorse messo a disposizione da BEI;

- abbiano uno standing creditizio coerente con gli standard minimi previsti dalla BEI, attestato da un rating pari o superiore a BB- (doppia B meno);

d. di riassumere le caratteristiche principali dei finanziamenti da attivare con provvista BEI nella tabella seguente:

Mutuatario

Banca / Banche intermediaria(e) scelta(e) tramite gara dalla Regione Emilia-Romagna

Promotore

Regione Emilia-Romagna

Beneficiari finali

PMI e mid-cap localizzate nella Regione Emilia-Romagna

Importo della provvista B.E.I.

Fino a 150 milioni di euro

Importo della provvista bancaria

Almeno pari alla provvista B.E.I.

Durata

fino a 15 anni, incluso preammortamento

Importo minimo e massimo del finanziamento

400 mila euro - 5 milioni di euro

Tipologia di finanziamento

Finanziamento con ammortamento

Agevolazione regionale

Contributo conto interessi da individuare attraverso apposito bando

Progetti premianti in termini di contributo conto interessi

Progetti contenenti misure e investimenti che concorrono alla lotta al cambiamento climatico, all’efficientamento energetico anche attraverso nuove fonti rinnovabili e modalità sostenibili, a processi di economia circolare

2. di pubblicare la procedura ad invito nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna e sul proprio sito internet: http://imprese.regione.emilia-romagna.it;

3. Di stabilire che le manifestazioni di interesse da parte delle banche o dei gruppi bancari o delle ATI tra banche debbano pervenire entro 45 giorni dalla pubblicazione dell’avviso nel BURERT;

4. di disporre la pubblicazione prevista dal Piano Triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza, ai sensi dell’art. 7 bis, comma 3, del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33.

Il Responsabile del Servizio

Marco Borioni

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it