E-R | BUR

n.271 del 01.09.2021 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Piano d'azione ambientale per il futuro sostenibile. Bando per la concessione di contributi a favore di Comuni o loro Unioni per la sostituzione di veicoli obsoleti con veicoli a minor impatto ambientale

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti;

- la legge L.R. n. 3/1999, in particolare gli articoli 99 e seguenti, i quali disciplinano l’adozione e la gestione del Piano di Azione Ambientale per lo sviluppo sostenibile della Regione, in attuazione di quanto stabilito dall'articolo 34, commi 4 e 5, del D.Lgs. n. 152 del 2006 e degli obiettivi della Strategia Nazionale di Sviluppo Sostenibile prevista dal medesimo articolo;

- la Direttiva 2008/50/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 maggio 2008 relativa alla qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa;

- il Decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 155 “Attuazione della direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa;

- il Piano Aria Integrato Regionale (PAIR2020), approvato con la deliberazione dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna n. 115 dell’11 aprile 2017, in attuazione alla Direttiva 2008/50/CE e al D. Lgs n. 155/2010

Dato atto che questa Amministrazione regionale persegue da sempre politiche attive finalizzate alla riduzione degli inquinanti in atmosfera a tutela della qualità dell’aria coerentemente con gli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) che attualmente trovano declinazione nell’Agenda 2030 dell’ONU;

Richiamati, a tale proposito, gli obiettivi strategici declinati nel Piano di Azione Ambientale per un futuro sostenibile vigente, approvato dall’Assemblea Legislativa con deliberazione n. 46 del 12 luglio 2011, in particolare per quanto riguarda i temi della qualità dell’aria e dei cambiamenti climatici, nel campo delle politiche di sostenibilità perseguite dalla Regione con una visione unitaria attraverso il coordinamento dei diversi strumenti di programmazione di settore;

Considerato che:

- con le proprie deliberazioni nn. 33/2021 e 189/2021 la Regione Emilia-Romagna ha approvato alcune misure straordinarie sia strutturali che emergenziali in tema di tutela della qualità dell’aria al fine di dare esecuzione alla sentenza del 10 novembre 2020 pronunciata dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea nella causa C-644/18 della Commissione europea contro la Repubblica italiana riguardante la violazione degli articoli 13 e 23 della Direttiva 2008/50/CE in materia di qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa con riferimento specifico al materiale particolato PM10;

- i territori regionali convolti nella procedura citata per il superamento del solo valore limite giornaliero di PM10 sono i Comuni appartenenti alla zona Pianura Ovest (IT0892) e quelli appartenenti alla zona Pianura Est (IT0893);

- le misure straordinarie, sia strutturali che emergenziali, di cui alle deliberazioni sopra citate, riguardano gli ambiti territoriali interessati dalla sentenza della Corte di Giustizia nonché i Comuni dell’agglomerato di Bologna per i frequenti superamenti registrati;

- fra le suddette azioni si ritiene particolarmente importante erogare rapidamente contributi per finanziare la realizzazione di interventi per la mobilità sostenibile e nello specifico interventi finalizzati alla sostituzione dei veicoli obsoleti nella Pubblica Amministrazione;

Valutata l’opportunità, pertanto, in attuazione degli obiettivi generali sopra evidenziati e in considerazione del ruolo fondamentale di tali azioni per il miglioramento della qualità dell’aria, di promuovere un bando che prevede la concessione di contributi a favore di Comuni e loro Unioni, appartenenti alle zone di Pianura Est, alle zone di Pianura Ovest e all’agglomerato di Bologna, che sostituiscono veicoli obsoleti a loro disposizione con nuovi mezzi a minor impatto ambientale, con criterio di priorità dai Comuni con minor numero di abitanti a quelli di maggiore dimensione;

Dato atto che le risorse finanziarie da destinare all’attuazione del presente Bando ammontano a complessivi 4.500.000,00 di Euro che risultano stanziate sul capitolo 43281 “Interventi per l’attuazione del Piano di Azione Ambientale per un Futuro sostenibile: contributi alle Amministrazioni Locali per la realizzazione di interventi di riconversione energetica parco automezzi verso fonti rinnovabili (art. 99, L.R. 21 aprile 1999, n. 3, art. 1, commi 134 - 138, Legge 30 dicembre 2018, n. 145) – Mezzi Statali”, del Bilancio finanziario gestionale di previsione 2021-2023, anno di previsione 2022, che presenta la necessaria disponibilità essendo stato approvato con propria deliberazione n. 1193 del 26 luglio 2021;

Ritenuto di approvare l'Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, che costituisce il Bando “Contributi a favore di Comuni o loro Unioni per la sostituzione di veicoli obsoleti con veicoli a minor impatto ambientale" di seguito denominato “Bando”;

Dato atto che le modalità di presentazione delle domande, nonché la procedura valutativa delle richieste, sono contenute nel Bando di cui all'Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

Visto il D.Lgs. n. 118 del 23 giugno 2011 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;

Precisato che:

- l'attuazione gestionale, in termini amministrativo-contabili degli investimenti che saranno oggetto operativo del presente Bando verranno realizzate ponendo a base di riferimento i principi e postulati che disciplinano le disposizioni previste dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

- nello specifico, al fine di meglio realizzare gli obiettivi che costituiscono l'asse portante delle prescrizioni tecnico-contabili previste per le Amministrazioni Pubbliche dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., con particolare riferimento al principio della competenza finanziaria potenziata, le successive fasi gestionali nelle quali si articola il processo di spesa della concessione, impegno, liquidazione, ordinazione e pagamento saranno soggette a valutazioni ed eventuali rivisitazioni operative per renderli rispondenti al percorso contabile tracciato dal Decreto medesimo;

- ne deriva, in ragione di quanto sopra indicato, che le successive fasi gestionali caratterizzanti il ciclo della spesa saranno strettamente correlate ai possibili percorsi contabili indicati dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., con riferimento ai cronoprogrammi di spesa presentati dai soggetti attuatori individuati;

- alla luce di ciò la copertura finanziaria prevista nell'articolazione del capitolo di spesa indicato nel presente provvedimento, riveste carattere di mero strumento programmatico-conoscitivo di individuazione sistemica ed allocazione delle risorse disponibili destinate, nella fase realizzativa, ad essere modificate anche nella validazione economico-temporale in base agli strumenti resi disponibili dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., per il completo raggiungimento degli obiettivi in esso indicati;

Visti:

- la L.R. 6 settembre 1992, n. 32 “Norme per la disciplina del procedimento amministrativo e del diritto di accesso”;

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna” abrogazione della L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e della L.R. 27 marzo 1972, n. 4”, per quanto applicabile;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche;

- il D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”;

- il D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136”;

- il D.Lgs. 14/3/2013, n. 33, “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione del 29 dicembre 2008, n. 2416, così come integrata e modificata dalla propria deliberazione 10 aprile 2017, n. 468;

- la propria deliberazione n. 111 del 28 gennaio 2021 recante “Piano Triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Anni 2021-2023”;

- le LL.RR. nn. 12 e 13 del 29 dicembre 2020 e nn 8 e 9 del 29 luglio 2021;

- la propria deliberazione n. 2004 del 28 dicembre 2020 “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del Bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2021–2023”;

- la propria la deliberazione n. 1193 del 26 luglio 2021 “Aggiornamento del documento tecnico di accompagnamento e del Bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2021 - 2023”;

- la propria deliberazione n. 771 del 24 maggio 2021 avente ad oggetto “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'Ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

- la determinazione n. 10256 del 31 maggio 2021 con la quale sono stati prorogati al 31 maggio 2024 gli incarichi dirigenziali presso la Direzione Generale Cura del Territorio e dell’Ambiente;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG.2017.0660476 del 13 ottobre 2017 e PG.2017.0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazioni di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore all'Ambiente, Difesa del suolo e della costa, Protezione Civile;

A voti unanimi e palesi

delibera

  1. di approvare, per le motivazioni di cui in premessa che qui si intendono richiamate, il Bando di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale al presente atto, avente ad oggetto “Contributi a favore di Comuni o loro Unioni per la sostituzione di veicoli obsoleti con veicoli a minor impatto ambientale";
  2. di dare atto che l’ammontare complessivo delle risorse disponibili per l'attuazione dell’iniziativa in oggetto, è pari ad €. 4.500.00,00 e che tali risorse sono stanziate sul capitolo 43281 “Interventi per l’attuazione del Piano di Azione Ambientale per un Futuro sostenibile: contributi alle Amministrazioni Locali per la realizzazione di interventi di riconversione energetica parco automezzi verso fonti rinnovabili (art. 99, L.R. 21 aprile 1999, n. 3, art. 1, commi 134 - 138, Legge 30 dicembre 2018, n. 145) – Mezzi Statali”, del Bilancio finanziario gestionale di previsione 2021-2023, anno di previsione 2022, che presenta la necessaria disponibilità essendo stato approvato con propria deliberazione n. 1193 del 26 luglio 2021;
  3. di stabilire che le modalità di presentazione delle domande, nonché la procedura valutativa delle richieste, sono contenute nel Bando di cui all'Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;
  4. di stabilire, in ragione delle argomentazioni indicate in premessa, che le fasi gestionali nelle quali si articola il processo di spesa della concessione, liquidazione, ordinazione e pagamento saranno soggette a valutazioni ed eventuali rivisitazioni operative per dare piena attuazione ai principi e postulati contabili dettati dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;
  5. di precisare che la copertura finanziaria prevista nell'articolazione dei capitoli di spesa indicati nel presente provvedimento riveste carattere di mero strumento programmatico-conoscitivo di individuazione sistematica ed allocazione delle risorse destinate, nella fase realizzativa, ad essere modificate anche nella validazione economico-temporale in base agli strumenti resi disponibili dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., per il completo raggiungimento degli obiettivi in esso indicati;
  6. di dare atto che all’impegno di spesa e alla liquidazione del contributo provvederà con propri atti il dirigente responsabile del Servizio Giuridico dell’Ambiente, Rifiuti, Bonifica Siti Contaminati e Servizi Pubblici Ambientali, previa istruttoria della documentazione presentata e subordinatamente alla disponibilità delle risorse sui capitoli di spesa;
  7. di dare atto che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa e, in particolare, a quanto previsto dal Piano triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art 7 bis, comma 3, del D. Lgs n. 33 del 2013 e ss.mm.ii;
  8. di pubblicare la seguente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico;
  9. di pubblicare il presente provvedimento nel sito ER-Ambiente della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it