E-R | BUR

n.89 del 22.04.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg. (CE) n. 1698/2005 e PSR 2007/2013 - Asse 4 - Ulteriori determinazioni in relazione al Programma Operativo dell'Asse 4 "Attuazione approccio leader" con riferimento alle Misure 411 Azione 7, 412 Azione 6 e 413 Azione 7

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

  • il Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e successive modifiche ed integrazioni;
  • il Regolamento (CE) n. 1974/2006 della Commissione europea, che reca disposizioni di applicazione al citato Regolamento (CE) n. 1698/2005 e successive modifiche ed integrazioni;
  • la Decisione n. 144/2006 del Consiglio europeo relativa agli orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale (programmazione 2007-2013), come modificata dalla Decisione n. 61/2009 del Consiglio;
  • il Regolamento (UE) n. 65 del 27 gennaio 2011 della Commissione europea che stabilisce modalità di applicazione del Regolamento (CE) n. 1698/2005 per quanto riguarda l’attuazione delle procedure di controllo e della condizionalità per le Misure dello sviluppo rurale, abrogando il Regolamento (CE) n. 1975/2006 che già disciplinava le suddette procedure;

Viste inoltre:

  • la deliberazione dell´Assemblea Legislativa n. 99 del 30 gennaio 2007, con la quale è stato adottato il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2007/2013 (di seguito PSR), attuativo del citato Regolamento (CE) n. 1698/2005;
  • la Decisione della Commissione europea C(2007)4161 del 12 settembre 2007 di approvazione del Programma medesimo;

Rilevato che:

  • il PSR è stato oggetto di successive modifiche sottoposte all'esame della Commissione europea e da questa approvate;
  • da ultimo, con propria deliberazione n. 1997 del 22 dicembre 2014, si è preso atto dell’attuale formulazione del PSR (versione 10), approvata dalla Commissione europea come comunicato con nota Ares(2014)4301888 del 19 dicembre 2014;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 739 del 1 9 maggio 2008 con la quale si è provveduto ad approvare il Programma Operativo dell'Asse 4 “Attuazione dell’approccio Leader” del PSR, nonché il bando per la selezione dei Gruppi di Azione Locale ed i Piani di Azione Locale;
  • n. 313 dell'8 febbraio 2010 recante “Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Regione Emilia-Romagna modifica del Programma Operativo d'Asse 4 approvato con deliberazione di Giunta regionale n. 739 del 19 maggio 2008”;
  • n. 1846 del 12 dicembre 2011 recante “Regolamento (CE) n. 1698/2005 PSR 2007-2013 - Asse 4 - Modifiche ed integrazioni al Programma Operativo dell'Asse 4 “Attuazione approccio Leader” approvato con deliberazione n. 739 del 19 maggio 2008 e n. 313 dell'8 febbraio 2010. Seconda modifica”, con la quale si è provveduto ad aggiornare il Programma Operativo di che trattasi;
  • n. 910 del 2 febbraio 2013 recante “Regolamento (CE) n. 1698/2005 PSR 2007-2013 - Asse 4 - Modifiche ed integrazioni al programma operativo dell'Asse 4 “Attuazione approccio Leader” aggiornato con deliberazione n. 1846 del 2011”;

Visto il nuovo assetto normativo comunitario di riferimento per la programmazione PSR 2014-2020 e di transizione dalla precedente programmazione 2007-2013 ed in particolare i Regolamenti (UE):

  • n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;
  • n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) per il periodo di programmazione 2014 - 2020;
  • n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/78, (CE) n. 165/94, (CE) n. 2799/98, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;
  • n. 1310/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio che, in particolare, stabilisce alcune disposizioni transitorie sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del FEASR;

Richiamate le disposizioni delle proprie deliberazioni che ridefiniscono le date di ultimazione degli interventi in attuazione dei Piani di Azione Locale (PAL) approvati a valere sulla programmazione 2007-2013 con riferimento alla Misura 411 azione 7, alla Misura 412 azione 6 ed alla Misura 413 azione 7, ed in particolare:

  • il punto 3 del dispositivo della deliberazione n. 1295 del 23 luglio 2014 con cui si prevedeva per i soli progetti che a partire dal 1 luglio 2014 avessero ottenuto parere di conformità dal Comitato Tecnico Leader e per i quali fossero stati assunti atti di concessione successivi alla data del 23 luglio 2014 la possibilità di concludere le attività entro il termine massimo del 31 marzo 2015;
  • il punto 4 del dispositivo della deliberazione n. 1630 del 13 ottobre 2014 con cui si consentiva, per i soli progetti finanziati a valere sulle risorse del sovra impegno tecnico di cui alla medesima deliberazione, di fissare la data del 30 aprile 2015, quale termine ultimo per la realizzazione degli interventi e la scadenza del 30 giugno 2015 quale termine per la presentazione della domanda di pagamento a saldo;

Richiamata inoltre la propria del iberazione n. 1985 del 22 dicembre 2014 “Regolamento (CE) n. 1698/2005 PSR 2007-2013 Asse 4 - Autorizzazione a differire la data di ultimazione degli interventi a valere sulle Misure 411, 412, 413 con riferimento al Programma Operativo Asse 4 in scadenza al 31 dicembre 2014 e proroga scadenza termine di concessione per interventi finanziati in applicazione della deliberazione n. 1630 del 13 ottobre 2014”, nella parte in cui si disponeva che i GAL che erano stati autorizzati a utilizzare il sovra impegno tecnico di cui alla deliberazione n. 1630/2014 potevano assumere gli atti di concessione entro il 31 gennaio 2015, mantenendo invariata la data di fine lavori al 30 aprile 2015 per i progetti finanziati con le relative risorse;

Preso atto che: si sono recentemente verificate precipitazioni nevose che hanno causato cadute di alberature, criticità nei trasporti e dell’infrastruttura viaria e importanti interruzioni della fornitura della rete elettrica, nonché eccezionali precipitazioni piovose che hanno creato problemi di dissesto idrogeologico e di allagamenti diffusi; il Consiglio dei Ministri, con deliberazione n. 53 del 12 marzo 2015, ha dichiarato lo stato d’emergenza in conseguenza delle avversità atmosferiche di eccezionale intensità che hanno colpito il territorio della Regione Emilia-Romagna nei giorni dal 4 al 7 febbraio 2015;

Preso atto inoltre delle note presentate dai Gruppi di Azione Locale, sia come coordinamento regionale che come singoli GAL, acquisite agli atti del Servizio Territorio rurale ed attività faunistico-venatorie, rispettivamente ai protocolli PG/2015/102850 del 18 febbraio 2015, PG/2015/114736 del 24 febbraio 2015, PG/2015/158995 del 12 marzo 2015, PG/2015/159016 del 12 marzo 2015, PG/2015/166495 del 16 marzo 2015 e PG/2015/156603 del 12 marzo 2015, con le quali si chiede, tra l'altro, di prorogare il termine di fine lavori delle pratiche attualmente in corso sulle Misure 411, 412 e 413 dell'Asse 4 del PSR, a causa di condizioni meteorologiche ad alta piovosità ed eventi nevosi che hanno colpito i territori regionali;

Valutata la specificità attuativa e gestionale delle azioni afferenti l'Asse 4 del PSR “Attuazione dell'approccio Leader” ed in particolare della Misura 411 azione 7, della Misura 412 azione 6 e della Misura 413 azione 7 che prevedono l'attivazione di progetti anche complessi alla cui realizzazione e conclusione possono concorrere più interventi attivati con modalità diverse (a bando, a regia diretta GAL e a regia GAL in convenzione);

Rilevato l'interesse della Regione ad utilizzare integralmente le risorse comunitarie, già impegnate per la realizzazione dei progetti di cui alle Misure sopraindicate;

Ritenuto comunque che un’ulteriore dilazione dei termini non possa comportare un allungamento dei tempi complessivi delle istruttorie delle pratiche tale da pregiudicare l'andamento della spesa, per cui è comunque necessario che tutte le domande di pagamento a sald o siano presentate entro il termine massimo del 30 giugno 2015;

Ritenuto, pertanto, di prevedere che i beneficiari che hanno progetti in corso afferenti all'Asse 4 “Attuazione dell'approccio Leader” finanziati sulla Misura 411 azione 7, sulla Misura 412 azione 6 e sulla Misura 413 azione 7, possano richiedere ai Gruppi di Azione Locale una proroga motivata per la conclusione degli interventi fino al 30 maggio 2015, purché nell'istanza il beneficiario si impegni a presentare la domanda di pagamento a saldo, completa di tutta la documentazione, entro il 30 giugno 2015, pena la revoca immediata del contributo;

Viste:

  • la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche ed in particolare l’art. 37, comma 4;
  • la deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche ed integrazioni;
  • la deliberazione n. 1950 del 13 dicembre 2010 “Revisione della struttura organizzativa della Direzione Generale Attività produttive, Commercio e Turismo e della Direzione Generale Agricoltura”;

Su proposta dell’Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Simona Caselli;

A voti unanimi e palesi

delibera

1. di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto;

2. di disporre che i beneficiari che hanno progetti in corso afferenti all'Asse 4 “Attuazione dell'approccio Leader” finanziati sulla Misura 411 Azione 7, sulla Misura 412 azione 6 e sulla Misura 413 azione 7, possano richiedere ai Gruppi di Azione Locale una proroga motivata per la conclusione degli interventi fino al 30 maggio 2015, purché nell'istanza il beneficiario si impegni a presentare la domanda di pagamento a saldo, completa di tutta la documentazione, entro il 30 giugno 2015, pena la revoca immediata del contributo;

3. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it