E-R | BUR

n. 46 del 28.03.2011 (Parte Seconda)

XHTML preview

Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna 2007-2013. Approvazione Programma Operativo e Norme tecniche della Misura 226 "Interventi per la riduzione del rischio di incendio boschivo". Anno 2011

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

  • il Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio europeo, sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) e successive modifiche;
  • il Regolamento (CE) n. 1290/2005 del Consiglio Europeo sul finanziamento della politica agricola comune;
  • il Regolamento (CE) n. 1974/2006 della Commissione Europea, che reca disposizioni di applicazione al citato Regolamento (CE) n. 1698/2005;
  • il Regolamento (CE) n. 1975/2006 della Commissione Europea sulle modalità di applicazione del Reg. (CE) 1698/2005 per quanto riguarda le procedure di controllo e la condizionalità;
  • il Regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio Europeo che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno diretto agli agricoltori nell’ambito della politica agricola comune e che modifica i Regolamenti (CE) n. 1290/2005, (CE) n. 247/2006, (CE) n. 378/2007 e abroga il Regolamento (CE) n. 1782/2003;
  • il Regolamento (CE) n. 1122/2009 della Commissione che reca le modalità di applicazione del Regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio per quanto riguarda la condizionalità, la modulazione e il sistema integrato di gestione e di controllo;
  • il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 22 dicembre 2009, n. 30125, recante “Disciplina del regime di condizionalità ai sensi del Regolamento (CE) n. 73/2009 e delle riduzioni ed esclusioni per inadempienze dei beneficiari dei pagamenti diretti e dei programmi di sviluppo rurale”;

Visti:

  • il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2007-2013 (di seguito per brevità indicato come PSR) attuativo del citato Reg. (CE) n. 1698/2005, nella formulazione allegata alla propria deliberazione n. 2282 del 28 dicembre 2009 quale risultante delle più recenti modifiche proposte, approvate con Decisione della Commissione Europea C(2009) 10344 del 17 dicembre 2009;
  • la L.R. 30 maggio 1997, n. 15 e successive modifiche recante norme per l’esercizio delle funzioni in materia di agricoltura;
  • la Legge regionale 30/81 recante norme per la valorizzazione delle risorse forestali;
  • la L.R. 23 luglio 2001, n. 21, che istituisce l’Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l’Emilia-Romagna, formalmente riconosciuta quale Organismo pagatore regionale per le Misure del PRSR con decreto del Ministro delle Politiche Agricole e Forestali del 13 novembre 2001;

Dato atto che:

  • con deliberazione n. 168 in data 11 febbraio 2008 è stato approvato il Programma Operativo dell’Asse 2 “Miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale”;
  • tale Programma, relativamente al quadro di riferimento generale e ad alcune Misure/Azioni, rinviava a successivi atti regionali l’approvazione di ulteriori prescrizioni in relazione alla gestione territoriale delle Misure/Azioni oggetto del Programma Operativo d’Asse;
  • con successiva deliberazione n. 363 del 17 marzo 2008 sono stati approvati specifici allegati contenenti ulteriori prescrizioni in relazione alla gestione territoriale delle Misure/Azioni oggetto del Programma Operativo d’Asse;
  • in tali allegati sono riportati:
    • la metodologia di attribuzione delle superfici alle zonizzazioni previste per l’attuazione del PSR (Allegato 1);
    • il meccanismo operativo di selezione per le Misure/Azioni dell’Asse 2 (Allegato 2);
    • alcune integrazioni e modifiche alla citata deliberazione 168/08 (Allegato 6);

Considerato che, con propria deliberazione n. 1006 del 30 giugno 2008, sono state individuate le violazioni di impegni ed i livelli di gravità, entità e durata di cui al Reg. (CE) 1975/2006 e al D.M. MIPAAF 1205/2008, ora sostituito dal già citato D.M. 22 dicembre 2009 n. 30125;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 1441 dell’ 1 ottobre 2007 con la quale sono state definite l’articolazione della spesa pubblica per asse a livello territoriale e la ripartizione per Misura delle risorse destinate ad interventi di competenza della Regione;
  • n. 1559 del 22 ottobre 2007 con la quale sono state definite le strategie finanziarie, le modalità di attribuzione della riserva di premialità e di effettuazione delle eventuali compensazioni finanziarie a livello territoriale;
  • n. 101 del 28 gennaio 2008 con la quale si è provveduto ad apportare modificazioni alla pianificazione finanziaria per Misura, ad aggiornare conseguentemente le citate deliberazioni 1441/07 e 1559/07, nonché a definire gli obiettivi finanziari per territorio;
  • n. 1477/10 con la quale vengono rideterminate l’entità delle risorse libere dell’Asse 2 e la nuova tempistica di attivazione dei bandi;

considerato altresì che con deliberazione n. 748 dell’8 giugno 2010 è stata approvata la versione 5 del PSR 2007-2013 con la quale si è provveduto tra l’altro ad apportare alcune modifiche alle schede ed all’adeguamento dell’intensità dell’aiuto per alcune Misure che riguardano anche l’Asse 2;

Visto, a tal fine, il Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 (PSR) della Regione Emilia-Romagna – Versione 5 nella formulazione allegata quale parte integrante alla deliberazione della Giunta regionale 2138/10, quale risultante dalle modificazioni proposte dalla Regione Emilia-Romagna con deliberazione n. 748 dell’8 giugno 2010;

Richiamati i contenuti di cui al Capitolo 5.3.2 del PSR relativi all’Asse 2 “Miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale”;

Considerato che:

  • nell’ambito del citato PSR è compresa la Misura 226 “Interventi per la riduzione del rischio di incendio boschivo” inserita nell’Asse 2 “Miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale”;
  • come previsto dalla sopra citata deliberazione della Giunta Regionale n. 168 dell’ 11 febbraio 2008, all’attuazione della Misura 226 provvederà la Direzione generale Ambiente e Difesa del suolo e della costa, fermo restando che l’Autorità di gestione resta rappresentata dal Direttore generale Agricoltura;
  • la Misura 226 è caratterizzata dall’essere strutturata secondo i criteri gestionali dei lavori di iniziativa pubblica ai sensi della L.R. 30/81, art. 3);
  • il Piano finanziario prevede, ai sensi delle suddette deliberazioni 1441/07, 1559/07, 101/08 e 1477/10, per la Misura 226 – periodo 2007-2013, una disponibilità finanziaria pari a 5.228.857,00 Euro;
  • è necessario proporre una rimodulazione delle disponibilità finanziarie delle Misure 226 e 227 al fine di proporzionarle alle domande presentate a finanziamento sul bando dell’annualità 2008;
  • tenendo conto della proporzione di cui sopra, i finanziamenti ancora disponibili, pari a Euro 8.684.363,00, vengono ripartiti fra le due misure come segue:
    • Misura 226: Euro 3.039.527,00;
    • Misura 227: Euro 5.644.836,00;
  • in attesa di una approvazione della modifica del Piano finanziario, si provvede ad attivare il bando per l’importo di Euro 3.039.527,00. I finanziamenti residui saranno destinati alla misura 227 ed utilizzati nel prossimo bando dopo l’approvazione della modifica del Piano finanziario;

Dato atto che:

  • il Direttore generale Agricoltura, con propria determinazione n. 7559 dell’ 11/6/2007, ha istituito il Comitato di gestione del Programma Regionale di Sviluppo Rurale 2007;
  • con la sopraccitata determinazione n. 7559 dell’ 11/6/2007, il Direttore generale Agricoltura ha nominato il funzionario regionale Fausto Ambrosini, Responsabile della Misura 226 “Interventi per la riduzione del rischio di incendio boschivo”;

Viste:

  • la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche, ed in particolare l’art. 37, comma 4;
  • la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali fra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07” e successive modifiche ed integrazioni;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore all’Ambiente e Riqualificazione Urbana, Sabrina Freda e dell’Assessore all’Agricoltura, Tiberio Rabboni;

a voti unanimi e palesi,

delibera:

1. di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante del presente dispositivo;

2. di attivare la Misura 226 “Interventi per la riduzione del rischio di incendio boschivo” per quanto concerne l’annualità 2011;

3. di approvare come parti integranti e sostanziali del presente atto i seguenti allegati: 

- Allegato A) Bando – Annualità 2011;

- Allegato A1) Criteri generali per la valutazione dei progetti e la selezione delle domande;

- Allegato A2) Elenco dei Comuni dell’Emilia-Romagna suddivisi in funzione delle 3 classi di rischio di incendio: marcato, moderato, debole (Decisione (CEE) n. C(93) 1619 del 24/6/1993 e All. 1 del “Piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi – anni 2007-2011” di cui alla di cui alla deliberazione della Giunta regionale 1084/10;

- Allegato A3) Schema di Piano di Coltura e Conservazione per interventi selvicolturali;

- Allegato A4) Modulo sintetico di attestazione relativo ai costi dell’intervento;

4. di stabilire che per l’annualità 2011 l’importo complessivo per il finanziamento dei progetti ammonta a Euro 3.039.527,00;

5. di prevedere che eventuali modifiche che si rendessero necessarie alla tempistica e agli allegati tecnici A2 e A3 di cui al presente atto possano essere disposte dal Direttore generale all’Ambiente e Difesa del suolo e della costa con proprio atto formale;

6. di disporre infine la pubblicazione in forma integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it