E-R | BUR

n. 147 del 27.10.2010 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Intesa, ai sensi dell'art. 35 della L.R.10/2008, tra Regione Emilia-Romagna - Servizio Tecnico Bacino del Reno e la Provincia di Ravenna par la "Realizzazione di una scala di risalita per la fauna ittica nel fiume Reno, in località Volta Scirocco, nel comune di Ravenna (RA)"

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Premesso che:

- con deliberazione di Giunta regionale n. 1260 del 22/7/2002 si è proceduto all’istituzione dei Servizi Tecnici di Bacino (STB), come articolazione tecnica del governo regionale del territorio, stabilendo sinteticamente le competenze di tali Servizi che sostituiscono i Servizi Provinciali Difesa del Suolo Risorse Idriche e Risorse Forestali, demandando alla competente Direzione generale la delimitazione territoriale di dettaglio degli ambiti di competenza dei Servizi istituiti;

- che la Regione Emilia-Romagna, con deliberazione n. 1885 del 17/11/2008 “Assegnazione e concessione finanziamenti alle province per l’attuazione di specifici progetti finalizzati in materia di pesca nelle acque interne - anno 2008” in attuazione del Piano Ittico Regionale approvato dall’Assemblea Legislativa con delibera n. 107/07”, ha provveduto al finanziamento del primo stralcio, € 37.200,00 (diconsi euro trentasettemiladuecento/00), per la realizzazione dell’opera suindicata;

- che la Regione Emilia-Romagna, con deliberazione n. 1720 del 9/11/2009 “Assegnazione e concessione finanziamenti alle province per l’attuazione di specifici progetti finalizzati in materia di pesca nelle acque interne - anno 2009” in attuazione del Piano Ittico Regionale approvato dall’Assemblea Legislativa con delibera n. 107/07”, ha provveduto al finanziamento del secondo stralcio, € 40.000,00 (diconsi euro quarantamila/00), per la realizzazione dell’opera suindicata;

- che con delibera della Giunta proviciale di Ravenna, n. 447 del 16/9/2009 è stato approvato il Progetto Preliminare per la realizzazione di una scala di risalita per la fauna ittica nel fiume Reno in località Volta Scirocco;

Considerato:

- che tali opere, si configurano quali lavori di sistemazione idraulica di competenza regionale, e devono essere realizzate dalla Regione Emilia-Romagna, per il tramite del Servizio Tecnico Bacino Reno;

- il Servizio Tecnico Bacino Reno, di seguito anche semplicemente STBR, è struttura attrezzata per realizzare opere e lavori pubblici;

- che occorre quindi stipulare una intesa, ai sensi dell’art. 35 della L.R. n. 10/2008, per la realizzazione del predetto intervento con la quale si disciplinano i rapporti fra la Provincia di Ravenna e la Regione Emilia-Romagna – Servizio Tecnico di Bacino Reno al fine di realizzare le predette opere;

- che l’individuazione di qualsiasi altro soggetto come realizzatore dell’opera avrebbe reso necessario, per lo stesso, di ottenere comunque dal Servizio Tecnico Bacino Reno la concessione e/o l’autorizzazione idraulica ex TU n. 523/1904 sui progetti da realizzare, con i conseguenti maggiori adempimenti amministrativi;

- che il finanziamento delle opere idrauliche in parola, ai sensi della predette deliberazioni della Giunta regionale n. 1885/2008 e n. 1720/2009, è stato essegnato e concesso alla Provincia di Ravenna e, conseguentemente, ogni onere per la realizzazione dell’intervento in parola è a carico della Provincia di Ravenna, ivi compreso l’incentivo per la progettazione previsto dall’art. 92 del DLgs 12 aprile 2006 e successive modifiche e integrazioni e disciplinati dal Regolamento Regionale 31 luglio 2006, n. 5;

Ritenuto:

- che il finanziamento di 77.200,00 euro assegnato e concesso alla Provincia di Ravenna con le deliberazioni della Giunta regionale n. 1885/2008 e n. 1720/2009 per la realizzazione delle predette opere non debba essere nuovamente trasferito al bilancio della Regione Emilia-Romagna;

- opportuno, nonché conforme alle politiche statali e regionali di contenimento della spesa pubblica, utilizzare le sinergie privato/pubblico per la realizzazione di interventi di indubbia valenza pubblica;

- che la Provincia di Ravenna debba provvedere ad erogare direttamente i corrispettivi derivanti dall’assunzione di obbligazioni giuridiche da parte della Regione Emilia-Romagna per l’esecuzione delle predette opere idrauliche, sulla base degli atti di liquidazione posti in essere dal dirigente competente ai sensi della L.R. 15 Novembre 2001, n. 40 e successive modifiche e integrazioni;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43, recante “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e la deliberazione di Giunta regionale n. 2416 in data 29 dicembre 2008, recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007”;

Dato atto del parere allegato,

Su proposta dell’Assessore alla Sicurezza territoriale, Difesa del suolo e della costa – Protezione civile

A voti unanimi e palesi,

delibera:

Per le motivazioni indicate in premessa che qui si intendono integralmente richiamate come parti integranti e sostanziali

1) di approvare lo schema d’intesa ai sensi dell’articolo 35 della L.R. 10/08 tra la Regione Emilia-Romagna, Servizio Tecnico Bacino Reno, e la Provincia di Ravenna per la realizzazione dell’intervento “realizzazione di una scala di risalita per la fauna ittica nel fiume Reno in località Volta Scirocco” in provincia di Ravenna, allegato alla presente deliberazione quale parte integrante e sostanziale (Allegato A);

2) di autorizzare il Responsabile del Servizio Tecnico Bacino Reno, Ing. Giuseppe Simoni, a sottoscrivere lo schema d’intesa di cui al punto 1);

3) di dare atto che la predetta somma non sarà trasferita al bilancio della Regione Emilia-Romagna, ma che sarà utilizzata per la realizzazione di una scala di risalita per la fauna ittica nel fiume Reno in località Volta Scirocco e che si attingerà al predetto finanziamento mediante richiesta di pagamento diretto da parte del Servizio Tecnico Bacino Reno di tutti i lavori, servizi e/o forniture all’uopo necessarie;

4) di dare atto che all’erogazione degli incentivi alla progettazione, previsti dall’art. 92 del DLgs 12 aprile 2006 e successive modifiche e integrazioni e disciplinati dal Regolamento Regionale 31 luglio 2006, n. 5, provvederà il Servizio Amministrazione e Gestione del Personale il quale provvederà a richiedere nel contempo alla Provincia di Ravenna il versamento di pari importo sul capitolo regionale apposito;

5) di dare atto che, alla liquidazione dei corrispettivi derivanti dall’assunzione di obbligazioni giuridiche da parte della Regione Emilia-Romagna per l’esecuzione dell’intervento di cui al punto 1) del presente dispositivo, provvederà direttamente la Provincia di Ravenna;

6) di pubblicare il presente accordo nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Allegato A)

Schema di intesa ai sensi del’art. 35 della L.R. n. 10/2008 tra la Regione Emilia-Romagna - Servizio Tecnico Bacino del Reno e la Provincia di Ravenna per la realizzazione di una scala di risalita per la fauna ittica, nel fiume Reno, in località Volta Scirocco, nel comune di Ravenna (RA)

L’anno ___________________, nel mese di ____________________, il giorno _____________________

Tra

La Provincia di Ravenna con sede legale in Piazza Caduti Libertà n.2/4, C.F. ____________, rappresentata da Dott. ________________, Dirigente del Settore Politiche Agricole e Sviluppo Rurale, giusto provvedimento n. _____ del _________(di seguito Ente), ed in attuazione

e

La Regione Emilia-Romagna, con sede legale in Viale Aldo Moro, n. 52 – 40127 Bologna, C.F. 80062590379, rappresentata dal Responsabile del Servizio Tecnico di Bacino del Reno, __________________, giusta deliberazione della Giunta Regionale n. ____ del _________ (di seguito Servizio Tecnico)

Premesso:

- che la Regione Emilia-Romagna, con deliberazione n. 1885 del 17/11/2008 “Assegnazione e concessione finanziamenti alle province per l’attuazione di specifici progetti finalizzati in materia di pesca nelle acque interne - Anno 2008” in attuazione del Piano Ittico Regionale approvato dall’Assemblea Legislativa con delibera n. 107/07”, ha provveduto al finanziamento del primo stralcio, € 37.200,00 (diconsi euro trentasettemiladuecento/00), per la realizzazione dell’opera suindicata;

- che con delibera della Giunta proviciale di Ravenna, n.447 del 16/09/2009 è stato approvato il Progetto Preliminare per la realizzazione di una scala di risalita per la fauna ittica nel fiume Reno in località Volta Scirocco;

- che la Regione Emilia-Romagna, con deliberazione n. 1720 del 9/11/2009 “Assegnazione e concessione finanziamenti alle province per l’attuazione di specifici progetti finalizzati in materia di pesca nelle acque interne - Anno 2009” in attuazione del Piano Ittico Regionale approvato dall’Assemblea Legislativa con delibera n. 107/07”, ha provveduto al finanziamento del secondo stralcio, € 40.000,00 (diconsi euro quarantamila/00), per la realizzazione dell’opera suindicata;

- che occorre stipulare una intesa con la quale si disciplinano i rapporti fra la Provincia di Ravenna e la Regione Emilia-Romagna – Servizio Tecnico di Bacino Reno al fine di realizzare le opere oggetto della presente;

- che le opere di cui trattasi si configurano quali lavori di sistemazione idraulica di competenza regionale;

- che l’individuazione di qualsiasi altro soggetto come realizzatore dell’opera avrebbe reso necessario, per lo stesso, di ottenere comunque dal Servizio Tecnico la concessione e/o l’autorizzazione idraulica ex TU n.523/1904 sui progetti da realizzare, con aggravamento del procedimento in termini economici ed amministrativi;

- che il Servizio Tecnico è struttura attrezzata per realizzare opere e lavori pubblici;

- che con la deliberazione della Giunta regionale n. _____ del _________ è stato approvato lo schema di Intesa in oggetto;

- che con la deliberazione della Giunta provinciale n. ______ del _________ è stato approvato lo schema di Intesa in oggetto;

Tutto ciò premesso, si conviene e stipula quanto segue:

Art. 1 Finalità

1. La presente Intesa, redatta in duplice originale, ha la finalità di gestire in modo coordinato ed integrato un intervento, finalizzato alla protezione della fauna ittica e alla conservazione e ripristino dell’equilibrio biologico nel corso d’acqua interessato, con fondi dell’Ente.

Art. 2 Oggetto

1. La presente Intesa disciplina modalità, tempi e controlli in ordine all’espletamento delle attività di realizzazione del seguente intervento: Realizzazione di una scala di risalita per la fauna ittica, nel fiume Reno, in località Volta Scirocco, da realizzarsi nel territorio del comune di Ravenna, per un importo complessivo presunto di € 77.200,00.

Art. 3 Compiti della Regione

1. Il Servizio Tecnico di Bacino provvede nel rispetto della normativa vigente in materia di lavori pubblici:

a. alla progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, alle attività tecnico amministrative ad essa connesse e alle relative approvazioni;

b. alle procedure di affidamento dei lavori ed alla stipulazione del contratto di appalto nonché alle relative approvazioni;

c. alla direzione lavori e alle attività di contabilizzazione connesse;

d. alla sicurezza dei cantieri;

e. all’adozione di eventuali perizie di variante e/o suppletive, nei limiti degli stanziamenti assentiti;

f. alla trasmissione all’Ente di tutti i documenti contabili e fiscali per consentire i relativi pagamenti.

2. Il Responsabile del Servizio Tecnico attribuisce, mediante adozione di apposito atto, gli incarichi di progettazione, direzione lavori e della sicurezza cantieri ai collaboratori regionali in possesso dei requisiti tecnici richiesti dalla normativa vigente scelti tra quelli in servizio presso il Servizio tecnico medesimo.

Art. 4 Compiti dell’Ente

1. L’Ente svolge le ulteriori attività necessarie alla corretta realizzazione dell’opera pubblica di cui all’art. 2 della presente intesa, nel rispetto della normativa vigente in materia di lavori pubblici ed in particolare:

a. individua nel dirigente del Settore Politiche Agricole e Sviluppo Rurale il responsabile unico del procedimento (RUP) di cui all’art. 10, comma 1, del DLgs n.163/2006 s.m.i. per il controllo dell’esecuzione dell’intervento in conformità al progetto e, per quanto di competenza, per l’espletamento delle funzioni predette avrà libero accesso al cantiere senza interferire nella direzione dei lavori.

b. prende atto della determinazione di approvazione del contratto d’appalto e assume il relativo impegno di spesa;

c. prende atto della determinazione di approvazione delle eventuali perizie di variante e suppletiva e assume il relativo impegno di spesa;

d. prende atto delle determinazioni di approvazione degli atti di contabilità e provvede ai relativi pagamenti;

e. nomina gli eventuali collaudatori;

f. prende atto della determinazione di approvazione del certificato di regolare esecuzione/di collaudo e della contabilità finale ai fini della liquidazione del saldo.

Art. 5 Finanziamento dell’intervento

1. Il costo totale dell’intervento, previsto in € 77.200,00 è finanziato con i fondi assegnati dalla Regione Emilia-Romagna alla Provincia di Ravenna con D.G.R. n. 1885 del 17/11/2008 e D.G.R. n. 1720 del 9/11/2009.

2. Alla Provincia di Ravenna non possono essere accollati oneri finanziari ulteriori rispetto all’importo di cui al precedente comma 1, per ragioni comunque riconducibili alla progettazione, realizzazione e collaudo dell’opera.

3. Il Servizio Tecnico di Bacino, inoltre, provvederà a propria cura:

a. agli adempimenti amministrativi comunque occorrenti per la realizzazione dell’intervento;

b. alle occupazioni temporanee e d’urgenza ed alle acquisizioni di aree di proprietà di terzi con l’onere della volturazione a favore del Demanio della Regione Emilia-Romagna, secondo la vigente legislazione nazionale e regionale (L. 327/2001 - L.R. n. 37/2002 e successive modificazioni), qualora necessario e senza oneri per la Provincia di Ravenna;

c. all’acquisizione di autorizzazioni e concessioni occorrenti.

Art. 6 Oneri

1. La provincia di Ravenna versa alla Regione, in via esclusiva, le somme dovute ai sensi dell’art. 92 del DLgs 12 aprile 2006, n. 163 “Codice contratti Pubblici di lavori servizi e forniture” (di seguito Codice) definite sulla base del proprio regolamento interno relativo alla incentivazione alla progettazione e direzione lavori che saranno corrisposte ai collaboratori regionali di cui all’art. 3, comma 2, della presente Intesa sulla base della ripartizione proposta dal Responsabile del Servizio Tecnico.

2. Fermo quanto previsto dalle pattuizioni recate dagli articoli precedenti, la Provincia di Ravenna, a richiesta del Servizio Tecnico provvede alla liquidazione e al pagamento delle spese, afferenti espropri, frazionamenti, volturazioni, rogiti, procedure concorsuali ed in genere oneri economici per adempimenti tributari, fiscali, concessori ed autorizzatori attinenti l’intervento in intesa, purchè previsiti ed entro i limiti di spesa risultanti dal quadro economico del progetto definitivo/esecutivo.

3. Il Servizio regionale competente in materia di personale provvede al pagamento dell’incentivo richiedendo nel contempo all’Ente il versamento di un pari importo su capitolo regionale apposito.

Art. 7 Coperture assicurative

1. Le garanzie di cui all’art. 111 del Codice, dovute dai progettisti incaricati ai sensi dell’art. 3, comma 2, della presente Intesa, sono soddisfatte dalle polizze in essere presso la Regione ed alle condizioni ivi previste.

Art. 8 Durata della Intesa

1. La presente Intesa decorre dalla data di sottoscrizione e rimane in vigore fino al pagamento della rata di saldo, da effettuarsi a seguito della presa d’atto da parte dell’Ente della determinazione di approvazione del certificato di regolare esecuzione/di collaudo e della contabilità finale.

2. Le parti dovranno adoperarsi secondo le regole di buon amministrazione al fine di non rallentare o ritardare senza giustificato motivo l’esecuzione del lavoro.

Art. 9 Controversie

1. Ogni controversia sorta in ordine ai contenuti e all’esecuzione della presente Intesa saranno demandate alla competenza del Tribunale Amministrativo Regionale di Bologna.

Art. 10 Domicilio

1. I soggetti contraenti agli effetti della presente convenzione eleggono domicilio presso la Provincia di Ravenna, in Piazza Caduti per la Libertà, n.2/4.

Art. 11 Registrazione e bolli

1. La presente intesa, redatta in forma di scrittura privata, non è soggetta a registrazione ai sensi del DPR 26 aprile 1986, n. 131 e s.m.i. “Testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro”.

2. Ai sensi dell’art.1, comma 2, nonché dell’Allegato B, comma 16, del DPR 26 ottobre 1972, n. 642, la presente Intesa è esente da imposta di bollo in modo assoluto in quanto atto posto in essere tra una regione ed una provincia.

Letta, approvata e sottoscritta

Data, ___________________

Per la Provincia di Ravenna ____________________________Per la Regione Emilia-Romagna__________________________

_

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it