E-R | BUR

n.349 del 31.10.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Collaborazione istituzionale con l'Università di Modena e Reggio Emilia. Approvazione di schema di convenzione tra l'Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile e l'Università di Modena e Reggio Emilia - Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 

Richiamate:

- la L.R. 7 febbraio 2005, n. 1 “Norme in materia di protezione civile e volontariato. Istituzione dell’Agenzia regionale di protezione civile” e s.m.i., per quanto applicabile;

- la L.R. 30 luglio 2015, n. 13 rubricata “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su città metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni” e ss.mm.ii., con la quale, in coerenza con il dettato della Legge 7 aprile 2014, n. 56, è stato riformato il sistema di governo territoriale a cominciare dalla ridefinizione del nuovo ruolo istituzionale della Regione, e quindi anche quello dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile, ora Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile (articoli 19 e 68);

- le proprie deliberazioni n. 622 del 28 aprile 2016 e n. 1107 dell’11 luglio 2016 con le quali, nell’ambito della normativa adottata per definire i percorsi di riordino delle funzioni territoriali avviati con la citata L.R. n. 13/2015 e ss.mm.ii., la Giunta Regionale ha modificato, a decorrere dalla data del 1/5/2016 e 1/8/2016, l’assetto organizzativo e funzionale dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43, “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavori nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.ii., per quanto applicabile;

- la propria deliberazione n. 270 del 29 febbraio 2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviate con Delibera 2189/2015”;

- la propria deliberazione n. 702 del 16 maggio 2016 “Approvazione incarichi Dirigenziali conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali - Agenzie - Istituto, e nomina dei Responsabili della Prevenzione della Corruzione, della Trasparenza e Accesso civico, della Sicurezza del Trattamento dei Dati personali, e Dell'anagrafe per la Stazione Appaltante”;

- la propria deliberazione n. 56 del 25 gennaio 2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art.43 della L.R.43/2001”;

- la propria deliberazione n. 1129 del 24 luglio 2017 con cui è stato rinnovato fino al 31 dicembre 2020 l’incarico di Direttore dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile al dott. Maurizio Mainetti, conferito con DGR. n. 1080/2012 e prorogato con DGR n. 2260/2015;

- la propria deliberazione 2 agosto 2017 n. 1212 “Aggiornamenti organizzativi nell'ambito dell'Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, della direzione generale risorse, Europa, innovazione e istituzioni e modifica di un punto della direttiva in materia di acquisizione e gestione del personale assegnato alle strutture speciali della giunta regionale”

- la determina dirigenziale n. 2204 del 22/6/2018 “Modifiche all’assetto organizzativo dell’Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile”;

- la propria deliberazione n. 979 del 25/6/2018 “Approvazione delle modifiche organizzative dell’Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile”;

- la determina dirigenziale n. 2238 del 26/6/2018 “Rinnovo incarichi dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile”;

- la propria deliberazione n. 1059 del 3/7/2018 “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell’ambito delle Direzioni generali, Agenzie ed Istituti e nomina del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), del Responsabile dell’Anagrafe per la Stazione Appaltante (RASA)e del Responsabile della Protezione dei Dati (DPO)”;

- la propria deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- Il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 93 del 29 gennaio 2018 “Approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020”, ed in particolare l’allegato B) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D. lgs. n.33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”;

Viste le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21/12/2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Vista la determinazione dirigenziale n. 700 del 28/2/2018 dell’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile “Recepimento della deliberazione di Giunta regionale n. 468/2017 recante “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

Visto il Decreto legislativo n. 1 del 2 gennaio 2018, recante “Codice della protezione civile”;

Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241 e s.m.i., “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”, ed in particolare l’art. 15 “Accordi tra Amministrazioni Pubbliche”, che prevede che le amministrazioni pubbliche possono sempre concludere tra loro accordi per disciplinare lo svolgimento in collaborazione di attività di interesse comune;

Dato atto che, l'Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, di seguito “Agenzia”, secondo quanto disposto dalla Legge regionale n. 1/2005, nello svolgimento delle attività e dei servizi connessi all'esercizio delle proprie funzioni, può, nello specifico:

- avvalersi, come previsto ai commi 1 e 2 lettera i) dell’art. 14, della collaborazione delle strutture con competenze in materie di interesse della protezione civile, anche previa stipula di apposite convenzioni, della collaborazione, del supporto e della consulenza tecnica delle strutture operative di cui all'articolo 11, e di ogni altro soggetto pubblico e privato che svolga compiti di interesse della protezione civile;

- stipulare, ai sensi dell’art. 15, convenzioni con i soggetti di cui all'articolo 14, commi 1 e 2, nonché con aziende pubbliche e private anche al fine di assicurare la pronta disponibilità di particolari servizi, mezzi, attrezzature, strutture e personale specializzato da impiegare in situazioni di crisi e di emergenza;

- che l'Università di Modena e Reggio Emilia, che sviluppa l’alta formazione scientifica anche ai fini dell’avanzamento culturale, scientifico e tecnologico dei territori su cui insiste, ritiene importante, al fine del miglior perseguimento dei propri fini istituzionali, lo sviluppo di un più stretto raccordo tra le attività che le sono proprie e quelle che rientrano nelle competenze dell’Agenzia, nel pieno rispetto della libertà e delle reciproche autonomie;

- che l’Agenzia al fine di ottimizzare le interazioni fra le proprie funzioni e le attività di ricerca e di didattica svolte dall'Università di Modena e Reggio Emilia ritiene importante che i rapporti esistenti vengano consolidati e che, nell’ambito degli stessi, sia attivata una collaborazione in particolare con il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche;

Considerato che:

- il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia ha istituito per l’anno accademico 2017-2018 il Corso di perfezionamento in “Emergenze territoriali, ambientali e sanitarie” (EMTASK) e che tale corso verrà riproposto anche per l’anno accademico 2018-2019;

- il suddetto corso si propone di fornire una solida preparazione scientifica di base e competenze interdisciplinari che possano favorire lo sviluppo di una cultura della prevenzione e gestione delle emergenze e che al contempo permettano di approfondire o ampliare capacità operative in caso di eventi calamitosi;

- l’iniziativa formativa proposta presenta aspetti e caratteristiche tali da risultare di interesse per tutte le componenti del sistema di protezione civile;

Atteso che entrambe le parti hanno manifestato l’interesse a dare continuità e sviluppo all’attività di studio, ricerca e formazione, in particolare su tematiche riguardanti il territorio, l’ambiente e la sanità, produttive e svolte a condizione di reciproco favore;

Rilevato che è stato concordato/approntato uno schema di Convenzione tra Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia, per disciplinare una collaborazione integrata nell’ambito del Corso di perfezionamento in “Emergenze territoriali, ambientali e sanitarie”, allegato parte integrante e sostanziale del presente atto;

Precisato che:

- la Convenzione avrà durata annuale, entrerà in vigore dalla data di sottoscrizione con riferimento all’anno accademico di inizio del Corso e sino alla sua conclusione e potrà essere rinnovata per un ulteriore anno su istanza dell’Agenzia;

- non comporterà flussi finanziari tra le parti, ognuna supportando i costi relativi all’esecuzione delle attività di propria competenza;

Atteso che le attività previste sono conformi alle finalità istituzionali degli Enti contraenti, in particolare dell’Agenzia;

Ritenuto opportuno procedere con il presente atto:

- all’attivazione di una stretta collaborazione istituzionale, con l’Università di Modena e Reggio Emilia, Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche per la realizzazione e la conduzione del corso di perfezionamento in emergenza territoriali, ambientali e sanitarie denominato EMTASK;

- all’approvazione della Convenzione che disciplini tale rapporto;

- all’individuazione del Responsabile Referente della Convenzione, nella Dott.ssa Rita Nicolini, Responsabile del Servizio Coordinamento Programmi Speciali e Presidi di Competenza di Modena;

Dato atto che il Responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alla Difesa del suolo e della costa, Protezione civile e Politiche ambientali e della Montagna;

A voti unanimi e palesi

delibera:

1) di attivare, per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono integralmente richiamate, una collaborazione istituzionale con l’Università di Modena e Reggio Emilia, per lo sviluppo di un più stretto raccordo tra le attività che le sono proprie e quelle che rientrano nelle competenze dell’Agenzia, ed in particolare, ma non in via esclusiva, con il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche per la realizzazione e la conduzione del corso di perfezionamento in “Emergenze territoriali, ambientali e sanitarie”(EMTASK), programmato per l’anno accademico 2018-2019;

2) di approvare, a tal fine, lo schema di Convenzione tra l’Agenzia Regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione Civile e Università di Modena e Reggio Emilia, Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, allegato alla presente, parte integrante e sostanziale, avente decorrenza dalla data di sottoscrizione, durata annuale, con riferimento all’anno accademico 2018-2019, di inizio del Corso e sino alla sua conclusione e rinnovabile per un ulteriore anno su istanza dell’Agenzia;

3) di autorizzare, il Dott. Maurizio Mainetti, nella sua qualità di Direttore dell’Agenzia alla sottoscrizione della Convenzione congiuntamente al Direttore del Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche - Università di Modena e Reggio Emilia, con riserva per gli stessi di apportare eventuali modifiche non sostanziali, che si rendessero necessarie, ai sensi del comma 2 dell’art. 6 del D.L. n. 179 del 18 ottobre 2012, convertito con la Legge n. 221 del 17/12/2012;

4) di dare atto che la Convenzione non comporta flussi finanziari tra le parti, in quanto i costi relativi all’esecuzione delle attività saranno supportati ognuno per la propria competenza;

5) di dare atto che Responsabile Referente della Convenzione, individuato con il presente atto, sarà la Dott.ssa Rita Nicolini, Responsabile del Servizio Coordinamento Programmi Speciali e Presidi di Competenza di Modena;

6) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico;

7) di dare atto, infine che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it