E-R | BUR

n.62 del 25.03.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Interventi urgenti di messa in sicurezza finalizzati a mitigare le conseguenze degli eventi meteorologici del novembre 2012 che hanno colpito il territorio della regione Emilia-Romagna. V Provvedimento

IL PRESIDENTE

IN QUALITÀ DI COMMISSARIO DELEGATO

ai sensi del DPCM 23 marzo 2013

Vista la legge 24 febbraio 1992, n. 225 “Istituzione del Servizio nazionale della protezione civile” e successive modifiche ed integrazioni;

Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343 convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401 “Disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle strutture proposte alle attività di protezione civile e per migliorare le strutture logistiche nel settore della difesa civile”;

Visto il decreto-legge 15 maggio 2012, n. 59 convertito con modificazioni dalla legge 12 luglio 2012, n. 100 “Disposizioni urgenti per il riordino della protezione civile”;

Vista la legge 24 dicembre 2012, n. 228 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (“Legge di stabilità 2013”) ed in particolare l’art. 1, comma 548;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 marzo 2013 “Ripartizione delle risorse di cui all’art. 1, comma 548 della legge 24 dicembre 2012, n. 228”;

Visto il decreto-legge 6 giugno 2012, n. 74, convertito con modificazioni dalla legge 1 agosto 2012, n. 122 “Interventi urgenti in favore delle aree colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle Province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova Reggio nell’Emilia e Rovigo il 20 e 29 maggio 2012”;

Vista la legge regionale 7 febbraio 2005, n. 1 “Norme in materia di protezione civile”;

Visto il D.L. n. 93/2013 convertito con modificazioni dalla L. n. 119/2013;

Premesso che:

- con propria Ordinanza n. 1 del 09 agosto 2013, esecutiva a seguito del positivo controllo preventivo di legittimità della Corte dei Conti effettuato ai sensi dell’art. 3, comma 1, lett. c-bis) della L. n. 20/1994 in data 14 agosto 2013 (sez. reg. Emilia-Romagna, reg. 1, foglio 227) si è disposto:

1) di avvalersi dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile delle strutture competenti della Regione Emilia-Romagna facenti capo alla Direzione Generale Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa e degli enti locali interessati;

2) di approvare l’Allegato 1 - Tabelle interventi, parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, contenente l’elenco degli interventi urgenti sulle opere di regimazione e di difesa idraulica e sui versanti e di difesa della costa finalizzati alla messa in sicurezza e alla mitigazione delle conseguenze degli eventi alluvionali, dissesti e mareggiate verificatesi nel novembre 2012, nonché l’individuazione dei soggetti attuatori degli interventi medesimi articolato in:

  • Tabella 1 - Interventi di somma urgenza e urgenti eseguiti e da eseguire – stralcio 2.200.000 euro;
  • Tabella 2 - Interventi urgenti da eseguire il cui avvio è subordinato alla effettiva disponibilità delle risorse;

3) di approvare l’Allegato 2 - Disposizioni procedurali per l’attuazione degli interventi, parte integrante e sostanziale che definisce le disposizioni procedurali per l’attuazione, la rendicontazione e la liquidazione degli interventi di cui
all’Allegato 1;

4) di assicurare la copertura finanziaria per l’importo di € 2.200.000,00 degli interventi di cui alla Tabella 1 dell’Allegato 1, a valere sulle risorse provenienti dal Fondo di protezione civile di cui all’art. 6, comma 1 del D.L. n. 142/1991, convertito con modificazioni dalla L. n. 195/1991 come incrementato per l’anno 2013 dall’art. 1, comma 548, L. n. 228/2012, già confluite in apposita contabilità speciale all’uopo istituita n. 5757, come da nota della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile - Ufficio V Amministrazione e Bilancio - Servizio Affari Finanziari prot. DPC/ABI/34687 del 7 giugno 2013;

5) di approvare in sola linea tecnica gli interventi di cui alla Tabella 2 dell’Allegato 1 per l’importo di € 6.600.000,00;

- con propria Ordinanza n. 2 del 10 ottobre 2013 si è disposto, tra l’altro:

1) di ratificare le Tabelle interventi dell’Allegato 1 dell’Ordinanza n. 1/2013 con l’indicazione dei nuovi codici come da allegato alla nota del Direttore dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile, prot. n. PG.2013.11872 del 30/8/2013;

2) di modificare l’intervento n. 09830 di cui all’Allegato 1 - Tabella 1 dell’Ordinanza n. 1/2013 come segue: “Lavori urgenti di riapertura e messa in sicurezza della strada comunale della Siberia” in Comune di Carpaneto Piacentino;

3) di confermare la Tabella 1 e di sostituire la Tabella di cui al precedente punto 1) articolata in due sezioni:

  • Tabella 2a - Interventi urgenti - Stralcio 4.400.000,00 euro;
  • Tabella 2b - Interventi urgenti subordinati all’effettiva disponibilità delle risorse;

come da allegato parte integrante e sostanziale della presente ordinanza;

4) di autorizzare l’esecuzione degli interventi della “Tabella 2a - Interventi urgenti - Stralcio 4.400.000,00 euro” di cui al precedente punto 3);

5) di autorizzare i soggetti attuatori degli interventi di cui al punto 3) ad attivare le procedure di affidamento degli interventi medesimi nel rispetto delle disposizioni stabilite nell’”Allegato 2 - Disposizioni procedurali per l’attuazione degli interventi, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento che definisce le disposizioni procedurali per l’attuazione, la rendicontazione e la liquidazione degli interventi di cui all’Allegato 1” all’Ordinanza n. 1/2013;

6) di assicurare la copertura finanziaria per l’importo di euro 4.400.000,00 degli interventi di cui al precedente punto 4) a valere sulle risorse provenienti dal Fondo di Protezione Civile di cui all’art. 6, comma 1 del D.L. n. 142/1991, convertito con modificazioni dalla L. n. 195/1991 come incrementato per l’anno 2013 dall’art. 1, comma 548, L. n. 228/2012, confluite nell’apposita contabilità speciale n. 5757, come da nota della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile – Ufficio V Amministrazione e Bilancio - Servizio Affari Finanziari prot. n. DPC/ABI/51874 del 9/9/2013;

7) di dare atto che gli interventi urgenti di cui alla Tabella 2b di cui al precedente punto 3), già approvati in linea tecnica con l’Ordinanza n. 1/2013, saranno eseguiti a seguito dell’ulteriore erogazione di risorse da parte del Dipartimento di Protezione Civile;

8) di inviare l’ordinanza ed il relativo Allegato alla Corte dei Conti – Sezione regionale di controllo per l’Emilia-Romagna per il controllo preventivo di legittimità ai sensi della legge n. 20 del 1994;

- con propria Ordinanza n. 3 del 10 ottobre 2013 si è disposto, tra l’altro

1) di precisare che per gli interventi inseriti nella “Tabella 2a - Interventi urgenti stralcio 4.400.000 euro” dell’allegato all’Ordinanza n. 2/2013, pubblicata nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna il 25 ottobre 2013, i termini per l’affidamento e l’ultimazione, di cui al punto 3, dell’Allegato 2 all’Ordinanza n. 1/2013 decorrono dalla data di pubblicazione dell’Ordinanza n. 2/2013;

2) di approvare la Tabella 2b-bis in allegato, parte integrante e sostanziale della presente Ordinanza, contenente la rimodulazione finanziaria degli interventi urgenti di cui alla Tabella 2b dell’allegato all’Ordinanza n. 2/2013 nel rispetto delle risorse finanziarie effettivamente disponibili pari a € 1.868.678,38 (Allegato);

3) di autorizzare l’esecuzione degli interventi della “Tabella 2b-bis” per complessivi € 1.868.678,38 di cui al precedente punto 1);

4) di autorizzare i soggetti attuatori degli interventi di cui al punto 1) ad attivare le procedure di affidamento degli interventi medesimi nel rispetto di quanto stabilito nell’”Allegato 2 - Disposizioni procedurali per l’attuazione degli interventi” all’Ordinanza n. 1/2013 che definisce le disposizioni per l’attuazione, la rendicontazione e la liquidazione degli interventi, cui si rimanda con la precisazione che i termini per l’affidamento e l’ultimazione degli interventi, di cui al punto 3, decorrono dalla data di pubblicazione della presente ordinanza nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna;

5) di assicurare la copertura finanziaria per l’importo di € 1.868.678,38 degli interventi di cui al precedente punto 1) a valere sulle risorse provenienti dal Fondo di Protezione Civile di cui all’art. 6, comma 1 del D.L. n. 142/1991, convertito con modificazioni dalla L. n. 195/1991 come incrementato per l’anno 2013 dall’art. 1, comma 548, L. n. 228/2012, confluite nell’apposita contabilità speciale n. 5757, come da nota della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile - Ufficio V Amministrazione e Bilancio - Servizio Affari Finanziari, prot. n. DPC/ABI/66494 del 15 novembre 2013;

- con propria Ordinanza n. 1 del 18 Giugno 2014 si è disposto, tra l’altro a rettificare alcuni interventi inseriti nell’Ordinanza n. 1/2013;

Dato atto che:

- la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile - Ufficio V Amministrazione e Bilancio - Servizio Affari Finanziari con nota prot. n. DPC/ABI/46449 del 11 settembre 2014 ha comunicato che il Dipartimento stesso ha dato corso all’erogazione degli importi indicati nella Tabella (All. 1) a saldo delle risorse spettanti ai sensi dell’art. 1, comma 548, L. n. 228/2012 mediante accreditamento alla Regione Emilia-Romagna ad € 172.575,60;

- il quadro dei trasferimenti ministeriali complessivi è pertanto il seguente:

1^ tranche

2.200.000,00

2^ tranche

4.400.000,00

3^ tranche

1.868.678,38

4^ tranche

172.575,60

Totale

8.641.253,98

- la riduzione finanziaria di cui alla sopraccitata Ordinanza n. 3/2013 ha interessato il settore di difesa della costa;

Ritenuto pertanto opportuno finanziare con la predetta somma un intervento finalizzato alla difesa della costa ai fini di recuperare parzialmente la predetta riduzione e precisamente:

“C.I. 11394 - Comuni vari (RN) - Ripristino delle opere di difesa contro l’erosione del mare e ripascimento del litorale riminese” - € 172.575,60 - Soggetto Attuatore: Servizio Tecnico di Bacino Po di Volano e della Costa

Ritenuto pertanto che sussistano le condizioni per procedere all’attivazione dell’intervento di cui sopra;

Richiamato quanto stabilito nell’Allegato 2 “Disposizioni procedurali per l’attuazione degli interventi” all’Ordinanza n. 1/2013 in merito alle procedure da attuarsi per la realizzazione degli interventi in argomento;

Dato atto dei pareri allegati

dispone:

per le ragioni espresse in parte narrativa che qui si intendono integralmente richiamate

1) di autorizzare l’esecuzione dell’intervento: “C.I. 11394 - Comuni vari (RN) - Ripristino delle opere di difesa contro l’erosione del mare e ripascimento del litorale riminese” - € 172.575,60 - Soggetto Attuatore: Servizio Tecnico di Bacino Po di Volano e della Costa;

2) di autorizzare il soggetto attuatore di cui al punto 1) ad attivare le procedure di affidamento degli interventi medesimi nel rispetto di quanto stabilito nell’”Allegato 2 - Disposizioni procedurali per l’attuazione degli interventi” all’Ordinanza n. 1/2013 che definisce le disposizioni per l’attuazione, la rendicontazione e la liquidazione degli interventi, cui si rimanda con la precisazione che i termini per l’affidamento e l’ultimazione dell’intervento decorrono dalla data di pubblicazione della presente ordinanza nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna;

3) di assicurare la copertura finanziaria per l’importo di € 172.575,60 dell’intervento di cui al precedente punto 1) a valere sulle risorse provenienti dal Fondo di Protezione Civile di cui all’art. 6, comma 1 del D.L. n. 142/1991, convertito con modificazioni dalla L. n. 195/1991 come incrementato per l’anno 2014 dall’art. 1, comma 548, L. n. 228/2012, confluite nell’apposita contabilità speciale n. 5757, come da nota della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile - Ufficio V Amministrazione e Bilancio - Servizio Affari Finanziari, prot. n. DPC/ABI/46449 del 21 settembre 2014;

4) di confermare le restanti statuizioni delle Ordinanze nn. 1, 2 e 3/2013 e 1/2014;

5) di pubblicare la presente ordinanza nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT) e sul portale dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it