E-R | BUR

n. 75 del 03.06.2010 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Selezione pubblica per il conferimento di n. 1 incarico quinquennale di Dirigente Medico Direttore di Chirurgia generale per la Direzione della Struttura Operativa Complessa di Chirurgia generale dell'Ospedale di Scandiano

In attuazione di atto del Dirigente Responsabile del Servizio Gestione Giuridica del Personale, si rende noto che è stato stabilito di procedere, con l’osservanza delle norme previste e richiamate dal D.L..gs 502/92 e successive modificazioni, nonché dal D.P.R. 484/97, dal D.L.gs 229/99 e dalla Legge Regionale n. 29/04, all’attribuzione di n. 1 incarico quinquennale di:

Dirigente medico di Chirurgia generale - Direttore - per la direzione della Struttura operativa Complessa di Chirurgia generale dell’ospedale di Scandiano Requisiti e modalità di ammissione.

Requisiti generali:

  • cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione europea; 
  • idoneità fisica all’impiego. L’accertamento di tale idoneità, sarà effettuata a cura dell’Azienda Unità Sanitaria Locale, prima dell’immissione in servizio. Il personale dipendente da pubbliche amministrazioni ed il personale dipendente dagli istituti, ospedali ed enti di cui agli articoli 25 e 26 comma 1, del Decreto del Presidente della Repubblica 20 dicembre 1979 n. 761, è dispensato dalla visita medica. 

Requisiti specifici:

  • iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici; l’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione europea consente la partecipazione alla selezione, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
  • anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque nella disciplina o disciplina equipollente e specializzazione nella disciplina o in una disciplina equipollente ovvero anzianità di servizio di dieci anni nella discipllina; l’anzianità di servizio utile per l’accesso deve essere maturata secondo i disposti dell’art.10 del D.P.R. 484/97.

Si richiamano altresì le disposizioni di cui all’art. 1 lettera d) del D.P.C.M. 8.3.2001 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica n. 103 del 5.5.2001.

  • attestato di formazione manageriale. Si prescinde dal possesso di questo requisito non essendo ancora attivati i corsi per il conseguimento di detto attestato, fermo restando l’obbligo di acquisire l’attestato al primo corso utile.

Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.

Nella domanda stessa gli aspiranti dovranno dichiarare sotto la propria responsabilità:

a) cognome, nome, data, luogo di nascita e residenza;

b) il possesso della cittadinanza italiana o equipollente;

c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione delle liste medesime;

d) le eventuali condanne riportate ovvero di non aver riportato condanne penali;

e) il possesso dei requisiti specifici di ammissione;

f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;

g) i servizi prestati come impiegati presso pubbliche Amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego, ovvero di non avere mai prestato servizio presso pubbliche Amministrazioni;

h) il domicilio presso il quale deve essere fatta all’aspirante ogni necessaria comunicazione.

La domanda deve essere sottoscritta ed i requisiti di ammissione devono essere tassativamente dichiarati nella domanda stessa.

Ai sensi del DPR 445 del 28.12.2000 non è richiesta l’autenticazione della firma in calce alla domanda e qualora la domanda di partecipazione all’avviso non venga presentata personalmente dal candidato ma venga inoltrata con altro mezzo, dovrà essere accompagnata da copia fotostatica di valido documento di identità.

La mancata sottoscrizione della domanda o la omessa indicazione dei requisiti richiesti determina l’esclusione dal concorso.

L’Amministrazione garantisce parità e pari opportunità fra uomini e donne per l’accesso al lavoro.

Tutti i dati personali di cui l’Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell’espletamento di procedimenti concorsuali verranno trattati nel rispetto del D. L.gvo 196/03; la presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, a cura del personale assegnato all’ufficio preposto alla conservazione delle domande ed all’utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure concorsuali.

Titoli utili per la selezione

Alla domanda di partecipazione gli aspiranti devono allegare tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione dell’elenco degli idonei, ivi compreso un curriculum professionale redatto su carta semplice, datato e firmato, relativo alle attività professionali, di studio, direzionali, organizzative svolte, i cui contenuti, ai sensi dell’art. 8 del D.P.R. 484/97, dovranno fare riferimento:

a) alla tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attività e alla tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime;

b) alla posizione funzionale del candidato nelle strutture ed alle sue competenze con indicazione di eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di direzione;

c) alla tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal candidato;

d) ai soggiorni di studio o di addestramento professionale per attività attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o estere di durata non inferiore ai tre mesi con esclusione dei tirocinii obbligatori;

e) alla attività didattica presso corsi di studio per il conseguimento del diploma universitario, di laurea o di specializzazione ovvero presso scuole per la formazione di personale sanitario con indicazione delle ore annue di insegnamento;

f) alla partecipazione a corsi, congressi, convegni e seminari, anche effettuati all’estero, purché abbiano in tutto, o in parte, finalità di formazione e di aggiornamento professionale e di avanzamento di ricerca scientifica, nonché alle pregresse idoneità nazionali.

Nella valutazione del curriculum verrà presa in considerazione altresì la produzione scientifica strettamente pertinente la disciplina, edita a stampa e pubblicata su riviste italiane e straniere, caratterizzate da criteri di filtro nell’accettazione dei lavori, nonché il suo impatto nella comunità scientifica.

Non verranno valutate idoneità a concorsi e tirocinii, né partecipazioni a congressi, convegni e seminari in qualità di uditore.

I contenuti del curriculum, esclusi quelli di cui alla precedente lettera c) e le pubblicazioni, possono essere autocertificati dal candidato ai sensi della legge 15/68 e successive modificazioni. In caso di conferimento dell’incarico l’aspirante dovrà comprovare quanto dichiarato nel curriculum mediante l’esibizione dei relativi documenti.

Alla domanda dovrà essere altresì unito, in triplice copia, in carta semplice, un elenco dei documenti e titoli presentati.

Profilo delle competenze richieste per la direzione della Struttura operativa Complessa di Chirurgia generale dell’Ospedale di Scandiano 

Il PAL 18 febbraio 2004 individua per l’area chirurgica tra gli obiettivi prioritari lo sviluppo nel sistema provinciale in rete secondo il modello “hub e spoke” che definisce le funzioni e le vocazioni delle diverse strutture ospedaliere anche prevedendo la collaborazione e l’interscambio tra specialisti delle due aziende.

In particolare individua tra gli obiettivi prioritari lo sviluppo e l’incremento della day surgery e della chirurgia ambulatoriale come setting operativi ottimali ed appropriati per una grossa parte della casistica più comune. Per quanto riguarda la chirurgia elettiva programmata il PAL individua tra gli obiettivi di rete una stretta collaborazione con l’Azienda Ospedaliera, richiamando la esperienza di Scandiano per quanto attiene alla chirurgia mammaria demolitiva e ricostruttiva.

Con Delibera della Direzione Generale n.80 del 13.04.2010 con oggetto: Atto Aziendale di Organizzazione: Elementi per l’assetto organizzativo dell’azienda USL di Reggio Emilia” è stato rivisto l’assetto organizzativo del Presidio Ospedaliero prevedendo il trasferimento del DH chirurgico di Correggio dal Dipartimento Acuti di Correggio al Dipartimento Chirurgico di Scandiano. La precedente Struttura Operativa Semplice DH chirurgico afferisce nel nuovo assetto alla Struttura Operativa Complessa di Chirurgia di Scandiano con la denominazione di Struttura Operativa Semplice Day Surgery Correggio-Scandiano.

Tale modifica organizzativa ha trovato ragione nella esigenza di integrare le equipe mediche delle due sedi ospedaliere prevedendo una gestione integrata sul modello già ampiamente sperimentato per la ortopedia e recentemente esteso anche alla Radiologia. Il DH chirurgico di Correggio negli ultimi 10 anni si è dimostrato un valido ed efficiente modello di sviluppo e implementazione della attività di Day Surgery con indicatori di performance significativi rispetto al dato medio aziendale relativamente alla appropriatezza di setting (ad es. indice di day surgery) ed alla produttività.

Alla luce di quanto sopra esposto si ritiene che la Struttura Complessa di Scandiano debba ulteriormente potenziare una attività riconducibile nel case mix alla day surgery, alla chirurgia mammaria, alla chirurgia dei tessuti molli, alla video laparoscopia, alla chirurgia ambulatoriale in un’ottica di collaborazione provinciale con l’Azienda Ospedaliera e sviluppare una competenza distintiva in particolare per quanto attiene alla chirurgia di parete (c.d. ernia center), tale da poter fungere da riferimento anche per il distretto di Reggio Emilia. L’obiettivo è infatti quello di ottimizzare l’uso delle risorse umane e tecnologiche esistenti nella rete provinciale, decentrando dall’Azienda ospedaliera la casistica a minore complessità gravata da lunghe liste di attesa, offrendo al paziente residente a Reggio Emilia una alternativa di scelta per interventi in elezione.

In considerazione delle linee di indirizzo di programmazione sopracitate:

  • sono richieste adeguate capacità professionali con specifiche competenze ed esperienza nonché casistica adeguata per la chirurgia generale coerenti con il case mix della unità operativa ed in particolare chirurgia di parete, chirurgia addominale video laparoscopica della colecisti, chirurgia flebologica, chirurgia mammaria, chirurgia dei tessuti molli, chirurgia ambulatoriale per impianto di dispositivi (port-a-cath, stomie); 
  • sono richieste adeguate capacità ed esperienza pluriennale in termini di organizzazione e gestione di attività di Day Surgery, da attuarsi su entrambe le sedi ospedaliere (Scandiano e Correggio) prevedendo percorsi preferenziali per gli interventi di chirurgia in regime di ricovero ordinario per i residenti del distretto di Correggio;
  • il futuro direttore dovrà inoltre avere capacità di innovazione, disponendo di conoscenze specifiche di Clinical Governance e di EBM, favorendo l’implementazione di nuove tecnologie e l’introduzione nella pratica quotidiana delle più moderne metodiche, nel rispetto della letteratura e delle linee guida.
  • Sono altresì richieste capacità programmatorie da esprimere nella organizzazione e nella gestione della struttura complessa garantendo collaborazione e piena integrazione in ambito intra-dipartimentale, garantendo supporto alle altre unità specialistiche (ortopedia e traumatologia, ginecologia ed ostetricia, endoscopia digestiva) per una condivisione dei protocolli diagnostico-terapeutici e una gestione integrata dei casi.
  • Sono altresì richieste capacità programmatorie da esprimere nella organizzazione e nella gestione della struttura complessa garantendo collaborazione e piena integrazione in ambito inter-dipartimentale, garantendo supporto alle altre unità specialistiche dei dipartimenti internistico, emergenza-urgenza ed immagini per una condivisione dei protocolli diagnostico-terapeutici e una gestione integrata dei casi.
  • Sono altresì richieste capacità programmatorie da esprimere nella organizzazione e nella gestione della struttura complessa garantendo collaborazione e piena integrazione in ambito aziendale e inter-aziendale, con l’Azienda Ospedaliera secondo gli indirizzi della programmazione provinciale e il modello di rete “hub e spoke”. 
  • Nell’ambito della gestione e delle risorse è richiesta inoltre la capacità di ottimizzare l’utilizzo delle risorse umane e tecnologiche disponibili, al fine di determinare appropriatezza nell’agire dei professionisti e nell’uso delle tecnologie, sulla base degli orientamenti aziendali, nell’ambito delle linee di programmazione concordate in sede di budget, favorendo l’armonica integrazione tra tutti i professionisti coinvolti nei percorsi assistenziali (personale medico, personale tecnico-sanitario e infermieristico) e prevedendo forme di confronto e collaborazione con l’area delle cure primarie (distretto, medici di medicina generale,ecc.) 
  • È richiesta infine, ma non ultima in importanza, la capacità di valorizzare i collaboratori, prevedendo per ciascuno un piano di sviluppo formativo e professionale in ambito di “clinical competence” coerente con le attitudini e con le esigenze e gli obiettivi aziendali.

Termine per la presentazione delle domande

Gli aspiranti dovranno far pervenire all’Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia - Ufficio Concorsi - Via Amendola n. 2, entro il termine perentorio delle ore 12,00 del 30° giorno non festivo successivo alla data di pubblicazione del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, apposita domanda indirizzata al Dirigente Responsabile del Servizio Gestione Giuridica del Personale, redatta in carta semplice, unitamente alla documentazione che intendono allegare.

Le domande si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato. A tal fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio postale accettante.

Le domande potranno essere inviate, nel rispetto dei termini di cui sopra, anche utilizzando una casella di posta elettronica certificata, all’indirizzo PEC dell’Ufficio Concorsi dell’Azienda USL di Reggio Emilia concorsi@pec.ausl.re.it; si precisa che la validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di casella di posta elettronica certificata a sua volta.

Non sarà, pertanto, ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC Aziendale.

Non saranno comunque accettate domande pervenute a questa Amministrazione oltre 10 giorni dalla data di scadenza, anche se inoltrate nei termini a mezzo del Servizio Postale.

Modalità di selezione 

La Commissione di cui all’art. 15 ter del D.L.gs 502/92 così come modificato dall’art. 13 del D.L.gs 229/99 e dalla Delibera di Giunta Regionale n. 1722 del 16.11.2007, accerta l’idoneità dei candidati rispettivamente sulla base:

  • della valutazione del curriculum professionale;
  • di una relazione scritta da cui emerga la visione e l’originalità delle proposte elaborate dal candidato circa l’organizzazione della struttura complessa, nonché l’attitudine all’innovazione di cui è portatore, ai fini del miglioramento dell’organizzazione e della soddisfazione degli stakeholders della struttura stessa ( cittadini, istituzioni, collaboratori…);
  • di un colloquio diretto alla valutazione delle capacità professionali del candidato nella specifica disciplina con riferimento anche alle esperienze professionali documentate nonché all’accertamento delle capacità gestionali, organizzative e di direzione, con riferimento all’incarico da svolgere.

I candidati in possesso dei requisiti di partecipazione saranno convocati per lo svolgimento della procedura selettiva con lettera raccomandata con avviso di ricevimento.

Conferimento incarico

L’incarico di direzione della struttura complessa verrà attribuito dal Direttore Generale, ai sensi dell’art. 15 ter del D.L.gs 502/92 così come modificato dall’art. 13 del D.L.gs 229/99 e dall’art. 8 della legge regionale n. 29/04, sulla base di una rosa di tre candidati selezionati fra i soggetti dichiarati idonei dalla Commissione Giudicatrice. Tale commissione sarà composta dal Direttore Sanitario, che la presiede, e da due dirigenti dei ruoli del personale del Servizio sanitario nazionale, preposti a una struttura complessa della disciplina oggetto dell’incarico, di cui uno individuato dal Direttore Generale e uno dal Collegio di Direzione, secondo le modalità previste dalla delibera di Giunta regionale n. 1722 del 16.11.2007.

L’incarico avrà durata quinquennale, con facoltà di rinnovo per lo stesso o per un periodo più breve, previa verifica positiva al termine dell’incarico da effettuarsi da parte di un collegio tecnico nominato dal Direttore Generale e presieduto dal Direttore del Dipartimento, ai sensi dell’art. 15, comma 5 del D.Lgs 502/92 così come modificato dall’art. 13 del D.L.gs 229/99.

L’incarico da titolo a specifico trattamento economico così come previsto dal vigente Contratto collettivo nazionale di lavoro della Dirigenza Medica e da quanto stabilito dal contratto individuale di lavoro.

Ai sensi dell’art. 15-quinquies, comma 5 del D.L.gs 502/92 così come modificato dall’art. 13 del D.L.gs 229/99, l’incarico di Direzione di Struttura, semplice o complessa, implica il rapporto di lavoro esclusivo, disciplinato da disposizioni regionali e dalla contrattazione collettiva, e tenendo conto del principio fondamentale di reversibilità, desumibile dall’art. 2-septies del decreto legge n. 81/04, convertito, con modificazioni, nella legge n.138/04.

Adempimenti dell’incaricato

Il candidato cui sarà conferito l’incarico sarà invitato a stipulare apposito contratto individuale di lavoro ai sensi del vigente Contratto collettivo nazionale di lavoro della Dirigenza medica e veterinaria, subordinatamente alla presentazione, nel termine di giorni 30 dalla richiesta dell’Azienda e sotto pena di decadenza, i documenti comprovanti il possesso dei requisiti generali e specifici richiesti per l’attribuzione dell’incarico.

L’Azienda si riserva ogni facoltà di disporre la proroga dei termini del presente avviso, la loro sospensione e modifica, la revoca ed annullamento dell’avviso stesso in relazione all’esistenza di ragioni di pubblico interesse concreto ed attuale.

Per informazioni gli interessati potranno rivolgersi al Servizio Gestione Giuridica del Personale - Ufficio Concorsi - Via Amendola n. 2 - Reggio Emilia - Tel. 0522 / 335171- 335104 - 335479 oppure collegarsi all’indirizzo telematico dell’Azienda: www.ausl.re.it - link bandi e concorsi (orario apertura uffici: da lunedì a venerdì dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15 alle ore 16,30).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it