E-R | BUR

n.153 del 24.05.2021 (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg. (UE) n. 1305/2013 - P.S.R. 2014-2020 - Approvazione bandi condizionati annualità 2021 a valere sulla Misura 13 Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali - Tipi di operazione 13.1.01 e 13.2.01 (Focus Area P4A) e disposizioni in merito alla presentazione delle domande di pagamento riferite alle Misure 10, 11 e alla Sottomisura 8.1

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

- il Regolamento (UE) n. 1303 del 17 dicembre 2013 del Parlamento europeo e del Consiglio recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 1305 del 17 dicembre 2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 1306 del 17 dicembre 2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i Regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/1978, (CE) n. 165/1994, (CE) n. 2799/1998, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;

- il Regolamento delegato (UE) n. 640 dell’11 marzo 2014 della Commissione che integra il Regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo e le condizioni per il rifiuto o la revoca di pagamenti nonché le sanzioni amministrative applicabili ai pagamenti diretti, al sostegno allo sviluppo rurale e alla condizionalità;

- il Regolamento delegato (UE) n. 807 dell’11 marzo 2014 della Commissione che integra talune disposizioni del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che introduce disposizioni transitorie;

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 808 del 17 luglio 2014 della Commissione recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 809 del 17 luglio 2014 della Commissione recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo, le misure di sviluppo rurale e la condizionalità;

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 1242 del 10 luglio 2017 della Commissione che modifica il Regolamento di esecuzione (UE) n. 809/2014 recante modalità di applicazione del regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo, le misure di sviluppo rurale e la condizionalità;

- il Regolamento (UE) n. 2220 del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 dicembre 2020 che stabilisce alcune disposizioni transitorie relative al sostegno da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e del Fondo europeo agricolo di garanzia (FEAGA) negli anni 2021 e 2022 e che modifica i regolamenti (UE) n. 1305/2013, (UE) n. 1306/2013 e (UE) n. 1307/2013 per quanto riguarda le risorse e l’applicazione negli anni 2021 e 2022 e il regolamento (UE) n. 1308/2013 per quanto riguarda le risorse e la distribuzione di tale sostegno in relazione agli anni 2021 e 2022;

- il Regolamento n. 540 del 26 marzo 2021 che modifica il Regolamento di esecuzione (UE) n. 809/2014 per quanto riguarda taluni obblighi di comunicazione, i controlli in loco relativi alle domande di aiuto per animale e alle domande di pagamento nell’ambito di misure di sostegno connesse agli animali, nonché la presentazione della domanda unica, delle domande di aiuto o delle domande di pagamento ed attribuisce agli Stati membri la competenza di fissare la scadenza per la presentazione delle domande di sostegno/pagamento e di pagamento per l’annualità 2021;

Visto il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2014-2020 (di seguito per brevità indicato come PSR 2014-2020) attuativo del citato Regolamento (UE) n. 1305 del 17 dicembre 2013, adottato con deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 169 del 15 luglio 2014, nell’attuale formulazione (Versione 10.1) approvata dalla Commissione europea con la Decisione C(2020) 6376 final del 14 settembre 2020, di cui si è preso atto con deliberazione di Giunta regionale n. 1219 del 21 settembre 2020;

Atteso che per proseguire l’attivazione e il finanziamento delle Misure del PSR 2014-2020 nelle annualità 2021 e 2022, secondo quando disposto dal citato Regolamento (UE) n. 2220/2020, i Servizi della Direzione Generale Agricoltura, caccia e pesca hanno provveduto ad elaborare una proposta di modifica del Programma, inviata al Comitato di sorveglianza con nota protocollo 22/4/2021.0386945.U, con la quale vengono aggiornate le disposizioni applicative di alcune Misure ed attribuite sia le risorse residue della programmazione 2014-2020 sia quelle aggiuntive riferite alle annualità 2021 e 2022;

Considerato, in particolare, con riferimento alle Misure relative ai Pagamenti Agro-climatico-ambientali, Agricoltura Biologica e Indennità compensative per aree svantaggiate:

- che il citato Regolamento (UE) n. 2220/2020 prevede la possibilità di utilizzare le nuove risorse assegnate nelle annualità 2021 e 2022 per il finanziamento di impegni ancora in corso assunti con i bandi attivati nel corso della programmazione 2014-2020 e di quelle precedenti per tutti i tipi di operazione della Misura 10 e 11 e della sottomisura 8.1 del PSR 2014-2020 nonché per nuove domande di sostegno/pagamento relativamente alla Misura 13;

- che il Regolamento (UE) n. 1305/2013 rispettivamente all’art. 28, comma 5 e all’art. 29, comma 3 stabilisce che gli impegni assunti nell’ambito della Misura 10 e della Misura 11 nel corso della programmazione 2014-2020 possano essere prorogati al termine del primo periodo di impegno;

- che, a tal riguardo, il citato Regolamento (UE) n. 2220/2020 prevede la possibilità di finanziare tali prolungamenti di impegno nel corso delle annualità 2021 e 2022;

- che, tuttavia, in relazione alle problematiche connesse alla transizione al nuovo periodo di programmazione delle politiche di Sviluppo Rurale, relativamente alle Misure 10 e 11, la possibilità di proseguire gli impegni oltre la scadenza dell’impegno inizialmente previsto e quindi di accogliere domande di pagamento per una ulteriore annualità (2021) è limitata esclusivamente ai Tipi di operazione con contratti agroambientali in scadenza al 31/12/2020 e precisamente ai Tipi di operazione 10.1.01 (Produzione integrata) e 10.1.07 (Regime sodivo) della Misura 10 e 11.1.01 (Introduzione agricoltura biologica) e 11.2.01 (Mantenimento agricoltura biologica) della Misura 11;

Considerato altresì che il Regolamento (UE) n. 540/2021, che ha modificato l’art. 13 del Regolamento (UE) n. 809/2014, attribuisce, per l’anno 2021, agli Stati membri la competenza a fissare la scadenza per la presentazione delle domande di pagamento del PSR 2014-2020 per le Misure 10 e 11 e per la Sottomisura 8.1 e di sostegno/pagamento per la Misura 13;

Rilevato che il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha predisposto, a tal fine, uno specifico decreto, iscritto all’Ordine del giorno della Conferenza Stato-Regioni il prossimo 5 maggio, che attribuisce alle Autorità di Gestione e agli Organismi Pagatori il compito di individuare la scadenza sopracitata entro il 15 giugno 2021;

Dato atto che il PSR 2014-2020 prevede che i Tipi di operazione della Misura 13 vengano attivati con “Bando unico regionale”;

Rilevato altresì che il PSR 2014-2020 non contempla l’attivazione di processi selettivi con riguardo ai Tipi di operazione della Misura 13, prevedendo di procedere al finanziamento di tutte le domande ritenute “ammissibili” anche nel caso in cui l’ammontare complessivo delle richieste di pagamenti dovesse eccedere la stima annuale di seguito individuata;

Considerato infine:

- che per il finanziamento del Tipo di operazione 13.1.01 nell’annualità 2021, l’ammontare delle richieste di indennità potrebbe raggiungere l’importo di 14 milioni di Euro, mentre per il Tipo di operazione 13.2.01 si prevede un fabbisogno compreso fra 8 e 10 milioni di Euro;

- che per il finanziamento dell’annualità 2021 per il proseguimento degli impegni oltre la scadenza inizialmente prevista al 31/12/2020, esclusivamente dei Tipi di operazione 10.1.01 (Produzione integrata) e 10.1.07 (Regime sodivo) della Misura 10 e 11.1.01 (Introduzione agricoltura biologica) e 11.2.01 (Mantenimento agricoltura biologica) della Misura 11, il fabbisogno stimato ammonta a circa 29,4 milioni di Euro;

- che infine per il finanziamento delle annualità 2021 e 2022 derivanti da impegni ancora in corso assunti con i bandi aperti nel corso della programmazione 2014-2020 e di quelle precedenti per tutti i tipi di operazione della Misura 10 e 11 e della sottomisura 8.1, l’ammontare dei finanziamenti da programmare ammonta a circa 76,9 milioni di Euro;

- che nella proposta di modifica del citato PSR 2014-2020 inviata al Comitato di sorveglianza, è prevista l’attribuzione delle risorse sopra quantificate alle Misure in questione;

Ritenuto al fine di non pregiudicare l’ammissione ai benefici di cui alle Misure 10, 11 e 13 e alla sottomisura 8.1 di provvedere in merito, seppur nelle more dell’approvazione delle modifiche al PSR 2014-2020 in attuazione del Regolamento (UE) n. 2220/2020;

Ritenuto, pertanto, in ragione di quanto riportato nella proposta di modifica del PSR 2014-2020 e nelle more dell’approvazione dello specifico decreto ministeriale di applicazione del Regolamento (UE) n. 540/2021:

- di approvare i bandi unici regionali per l’annualità 2021 relativi al Tipo di operazione 13.1.01 “Pagamenti compensativi nelle zone montane” e al Tipo di operazione 13.2.01 “Pagamenti compensativi per le altre zone soggette a vincoli naturali significativi” della Misura 13 del PSR 2014-2020, nella formulazione di cui agli Allegati 1 e 2 alla presente deliberazione, quali parti integranti e sostanziali del presente atto, subordinando l’ammissibilità al finanziamento delle domande presentate all’approvazione da parte della Commissione Europea delle modifiche al PSR 2014-2020;

- di prevedere la possibilità di presentare domande di pagamento per il finanziamento nell’annualità 2021 del proseguimento degli impegni, oltre la scadenza inizialmente prevista al 31/12/2020, esclusivamente per i Tipi di operazione 10.1.01 (Produzione integrata) e 10.1.07 (Regime sodivo) della Misura 10 e 11.1.01 (Introduzione agricoltura biologica) e 11.2.01 (Mantenimento agricoltura biologica) della Misura 11, la cui ammissibilità resta condizionata all’approvazione da parte della Commissione Europea delle modifiche al PSR 2014-2020;

- di prevedere infine la possibilità di presentare domande di pagamento per il finanziamento delle annualità 2021 e 2022 relative agli impegni in prosecuzione assunti con i bandi attivati nel corso della programmazione 2014-2020 e di quelle precedenti per tutti i tipi di operazione della Misura 10 e 11 e della sottomisura 8.1, la cui ammissibilità al finanziamento resta anch’essa condizionata all’approvazione da parte della Commissione Europea delle modifiche al PSR 2014-2020;

- di fissare, per l’annualità 2021, al 15 giugno 2021 la scadenza per la presentazione delle domande di pagamento del PSR 2014-2020 per le Misure 10 e 11 e per la sottomisura 8.1 e di sostegno/pagamento per la Misura 13 e di stabilire che qualora il suddetto termine venga differito a livello nazionale, l’Autorità di Gestione disponga l’eventuale ulteriore proroga della scadenza a livello regionale;

Acquisite per le vie brevi, agli atti del Servizio Competitività delle imprese agricole e agroalimentari, le individuazioni dei diversi Responsabili dei Servizi Territoriali Agricoltura, caccia e pesca in merito ai Responsabili di procedimento dei citati bandi unici della Misura 13;

Ritenuto opportuno procedere all'individuazione dei Responsabili del procedimento amministrativo dei Servizi Territoriali Agricoltura, caccia e pesca, delle strutture preposte all'istruttoria e ad ogni altro adempimento procedurale, con riferimento ai bandi unici della Misura 13 del PSR 2014-2020 per l’annualità 2021, come riportato nell'Allegato 3 al presente atto, quale parte integrante e sostanziale;

Richiamati, in ordine agli obblighi di trasparenza:

- il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 recante “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e successive modifiche ed integrazioni;

- la propria deliberazione n. 111 del 28 gennaio 2021 recante “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Anni 2021-2023” ed in particolare l’allegato D) recante “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2021-2023”;

Vista la Legge Regionale 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche ed integrazioni, ed in particolare l’art. 37, comma 4;

Viste altresì le proprie deliberazioni:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007" e successive modifiche ed integrazioni;

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- n. 2013 del 28 dicembre 2020 “Indirizzi organizzativi per il consolidamento e il potenziamento delle capacità amministrative dell’Ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato, per fare fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’IBACN”;

- n. 2018 del 28 dicembre 2020 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale ai sensi dell’art. 43 della L.R. n. 43/2001 e ss.mm.ii.”;

- n. 415/2021 “Indirizzi organizzativi per il consolidamento e il potenziamento delle capacità amministrative dell'ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato, per fare fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027: Proroga degli incarichi”;

Richiamate infine le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Attestata la regolarità dell’istruttoria e dell’assenza di conflitti di interesse da parte del Responsabile del procedimento;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore all'Agricoltura e Agroalimentare, Caccia e Pesca, Alessio Mammi;

A voti unanimi e palesi, delibera:

1) di approvare i bandi unici regionali per l’annualità 2021 relativi al Tipo di operazione 13.1.01 “Pagamenti compensativi nelle zone montane” e al Tipo di operazione 13.2.01 “Pagamenti compensativi per le altre zone soggette a vincoli naturali significativi” della Misura 13 del PSR 2014-2020, nella formulazione di cui agli Allegati 1 e 2 alla presente deliberazione, quali parti integranti e sostanziali del presente atto, subordinando l’ammissibilità al finanziamento delle domande presentate all’approvazione da parte della Commissione Europea delle modifiche al PSR 2014-2020;

2) di disporre la possibilità di presentare domande di pagamento per il finanziamento nell’annualità 2021 del proseguimento degli impegni, oltre la scadenza inizialmente prevista al 31/12/2020, esclusivamente per i Tipi di operazione 10.1.01 (Produzione integrata) e 10.1.07 (Regime sodivo) della Misura 10 e 11.1.01 (Introduzione agricoltura biologica) e 11.2.01 (Mantenimento agricoltura biologica) della Misura 11, la cui ammissibilità resta condizionata all’approvazione da parte della Commissione Europea delle modifiche al PSR 2014-2020;

3) di prevedere inoltre la possibilità di presentare domande di pagamento per il finanziamento delle annualità 2021 e 2022 relative agli impegni in prosecuzione assunti con i bandi attivati nel corso della programmazione 2014-2020 e di quelle precedenti per tutti i tipi di operazione della Misura 10 e 11 e della sottomisura 8.1, la cui ammissibilità al finanziamento resta anch’essa condizionata all’approvazione da parte della Commissione Europea delle modifiche al PSR 2014-2020;

4) di fissare al 15 giugno 2021, nelle more dell’approvazione delle disposizioni ministeriali di attuazione del Regolamento (UE) n. 540/2021, la scadenza per la presentazione delle domande di pagamento del PSR 2014-2020 per le Misure 10 e 11 e per la sottomisura 8.1 e di sostegno/pagamento per la Misura 13 riferite all’annualità 2021 e di stabilire che qualora il suddetto termine venga differito a livello nazionale, l’Autorità di Gestione disponga l’eventuale ulteriore proroga della scadenza a livello regionale;

5) di individuare i Responsabili del procedimento dei Servizi Territoriali Agricoltura, caccia e pesca e le strutture preposte all'istruttoria e ad ogni altro adempimento procedurale relativamente ai bandi unici della Misura 13 di cui al punto 1, come riportato nell'Allegato 3 al presente atto, quale parte integrante e sostanziale;

6) di dare atto che, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 14 marzo 2013 n. 33 e ss.mm.ii., il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione in applicazione dell’art. 26 comma 1;

7) di disporre la pubblicazione in forma integrale della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico, dando atto che il Servizio Agricoltura sostenibile ed il Servizio Competitività delle imprese agricole e agroalimentari provvederanno a darne la più ampia pubblicizzazione anche sul sito internet E-R Agricoltura, caccia e pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it