E-R | BUR

n.23 del 02.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Voltura a Calabra Maceri e Servizi S.p.A. del provvedimento autorizzatorio unico di VIA approvato con DGR 392/2019 rilasciato ad Area Impianti SpA relativo alla modifica sostanziale del Polo Tecnologico CRISPA - Jolanda di Savoia (FE) per la parte relativa alla realizzazione di un impianto di biodigestione anaerobica e compostaggio

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

sostituito in applicazione dell'art. 46 comma 3 della L.R. 43/01 e della Delibera 2416/2008 e s.m.i., che stabilisce che le funzioni relative ad una struttura temporaneamente priva di titolare competono al dirigente sovraordinato, dal 1 novembre 2021 Direttore generale della Direzione Generale Cura del Territorio e dell'Ambiente, Paolo Ferrecchi

(omissis)

determina

a) di volturare alla Società Calabra Maceri e Servizi S.P.A. il provvedimento autorizzatorio unico di VIA approvato con DGR 392/2019 e relativo al progetto di “Modifica sostanziale del Polo Tecnologico Crispa - Jolanda Di Savoia (FE) con realizzazione di impianto di biodigestione anaerobica e compostaggio mediante trattamento delle frazioni organiche e verde derivanti dalla raccolta differenziata dei rifiuti” presso il sito di Via Gran Linea - Copparo (FE), proposto dalla Società Area Impianti S.P.A, così come richiesto con le note Prot. 30/11/2021.1103619.E e Prot. 23/12/2021.1182382.E, nella parte relativa alla realizzazione dell’impianto di biodigestione anaerobica e compostaggio mediante trattamento delle frazioni organiche e verde derivanti dalla raccolta differenziata dei rifiuti e nelle opere ad esso connesse, ubicato nel territorio del Comune di Copparo (FE) e alla realizzazione della rotatoria posta nella intersezione tra via Gran Linea (SP16) e via Salmastri, nel Comune di Copparo e al confine con il Comune di Jolanda di Savoia

b) che l’ottemperanza delle prescrizioni 2, 3, 4, 5, 6, 7, 9, 10, 11, 12, 13 e 14 del Provvedimento autorizzatorio unico di VIA di cui alla DGR 392/2019 spetta completamente alla Società Calabra Maceri e Servizi S.P.A., l’ottemperanza della prescrizione n. 1 spetta alla Società Calabra Maceri e Servizi S.P.A. per la parte di competenza alle opere oggetto di voltura, mentre l’ottemperanza della prescrizione n. 8 rimane di competenza di AREA Impianti relativamente alla realizzazione del ponte Bailey sul Collettore Acque Alte, mentre spetta a Calabra Maceri per la parte di competenza alle opere oggetto di voltura (scolo acque provenienti dalla rotatoria);

c) di dare atto che la non ottemperanza alle condizioni ambientali (prescrizioni) di cui sopra sarà soggetta a sanzione come definito dall’art. 29 del D.lgs. 152/2006 e s.m.i. come da suddivisione societaria sopra riportata;

d) di dare atto che l’efficacia temporale per la realizzazione del progetto e delle prescrizioni previste dalla DGR 392/2019, così come previsto dall’art. 25, comma 5 del D.Lgs 152/06 è di 5 anni dalla data di approvazione della DGR 392/2019 (18/3/2019); decorsa l’efficacia temporale senza che il progetto e le opere ad esse connesse siano realizzate, il procedimento di PAUR deve essere reiterato, fatta salva la concessione, su istanza richiesta preventivante dal proponente, di specifica proroga da parte della Regione Emilia-Romagna, sentita ARPAE SAC di Ferrara;

e) di trasmettere copia della presente determina alla Società Calabra Maceri e Servizi S.P.A. e alla Società Area Impianti S.P.A;

f) di trasmettere, inoltre, per opportuna conoscenza e per gli adempimenti di rispettiva competenza, copia della presente determina ad Arpae Ferrara, all'Unione dei Comuni Terre e Fiumi, al Comune di Copparo, al Comune di Jolanda di Savoia, al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Ferrara, al Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, alla Provincia di Ferrara, all'AUSL Sanità Pubblica di Ferrara, a SNAM Rete Gas;

g) di pubblicare, per estratto, la presente determina dirigenziale nel BURERT e, integralmente, sul sito web della Regione Emilia-Romagna;

h) di rendere noto che contro il presente provvedimento è proponibile il ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 (sessanta) giorni, nonché ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 (centoventi) giorni; entrambi i termini decorrono dalla data di pubblicazione nel BURERT;

i) di dare atto, infine, che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi dell’art. 7 bis comma 3 del d.lgs. n. 33 del 2013.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it