E-R | BUR

n. 27 del 16.02.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedura di VIA relativa al progetto di ampliamento in variante del giacimento di calcare sito in località Possessione - Case Monti, comune di Talamello

Si avvisa che, ai sensi dell’art. 20 del DLgs 152/2006 e del Titolo II della Legge regionale 9/99, sono stati depositati presso il Comune di Talamello (Autorità competente) per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica di assoggettabilità (screening) relativi al progetto di “Ampliamento in variante del giacimento di calcare sito in località Possessione - Case Monti in comune di Talamello”.

Localizzato in: comune di Talamello (RN) - località Possessione - Case Monti.

Presentato da: Società EMIR SpA con sede legale in Ravenna, Via Trieste n. 76.

L’impianto appartiene alla seguente categoria: ai sensi della L.R. 9/99, allegato B.3 4) Cave e Torbiere.

Il progetto interessa il territorio del comune di Talamello della provincia di Rimini.

Il progetto prevede: La società EMIR SpA ha in disponibilità un’area totale (vedi planimetria descrittiva della situazione attuale – Tav. 8) che si estende per circa 18,09 ha, nella quale la Società sta svolgendo attività estrattiva in base all’autorizzazione rilasciata dal Comune di Talamello in data 30/9/2006 ed in linea con i contenuti del PPAE di Pesaro e Urbino. Attualmente la ditta sta svolgendo, in tali aree, attività estrattiva in linea con i contenuti progettuali approvati. Con l’attuale proposta progettuale si chiede l’ampliamento dell’attività nell’area Possessione estendendo la coltivazione del calcare residuo verso la zona più a sud del giacimento, al fine di ottimizzare lo sfruttamento della risorsa mineraria, creando profili finali che si raccordino con le scarpate attigue. Il progetto inoltre garantirà la stabilità delle superfici di abbandono ed una corretta regimazione idraulica. Il progetto di ampliamento prevede la coltivazione di 141.073 mc. di materiale utile, rientrando, con i 126.294 mc. di calcare previsti nel progetto autorizzato, nei limiti di cubatura (423.500 mc.) dettati dal PPAE e relativa al polo estrattivo SMN002 e all’UMI SMN002-1. Ad escavazione ultimata, realizzate le pendenze finali di progetto e completati i lavori di regimazione delle acque superficiali si provvederà a riportare un idoneo strato di terreno vegetale ed al fine di mettere a dimora le specie vegetali.

L’Autorità competente è: Comune di Talamello con sede in Piazza Garibaldi n. 2 - 47867 Talamello (RN).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica di assoggettabilità (screening) presso la sede dell’Autorità competente: Comune di Talamello - Ufficio Tecnico sito in Piazza Garibaldi n. 41/42 di Talamello (RN).

Gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica di assoggettabilità (screening) sono depositati per 45 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Entro lo stesso termine di 45 giorni possono essere presentate osservazioni al Comune di Talamello (Autorità competente), al seguente indirizzo: Piazza Garibaldi n. 2 - 47867 Talamello (RN).

 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it