E-R | BUR

n.205 del 07.07.2021 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Subsidenza. Programmazione interventi (Provincie di Ferrara, Ravenna e Rovigo) - Legge Bilancio 2018 art 1 c. 129. "Ridimensionamento del comprensorio a scolo naturale del Canale Acquara Alta: adeguamento idraulico degli scoli principali Dismano Ovest, Erbosa, Marana, Oriolo Superiore e Spadolaro di San Zaccaria in comune di Ravenna - 1° Stralcio" Cod. loc. BE19U11 - C.U.P. I63H19000600001

Il Consorzio di Bonifica della Romagna avvisa che, ai sensi e per gli effetti della L. n. 241/1990 e degli artt. 16 e 16 bis della L. R. n. 37/2002 e s.m.i., è depositato per la durata di giorni venti decorrenti dalla data di pubblicazione del presente comunicato, il progetto esecutivo relativo ai lavori di “Subsidenza - programmazione interventi (Provincie di Ferrara, Ravenna e Rovigo) - Legge Bilancio 2018 art 1 comma 129 - Ridimensionamento del comprensorio a scolo naturale del canale Acquara Alta: adeguamento idraulico degli scoli principali Dismano ovest, Erbosa, Marana, Oriolo Superiore e Spadolaro di San Zaccaria in Comune di Ravenna - 1° Stralcio - Cod. Loc. BE19U11 - C.U.P. I63H19000600001”, finanziati dalla Regione Emilia-Romagna.

L'avvio del procedimento di approvazione del progetto esecutivo comporterà, alla sua conclusione, in relazione alle aree interessate dai lavori previsti dal medesimo, variante urbanistica, apposizione del vincolo espropriativo e dichiarazione di pubblica utilità, indifferibilità ed urgenza, relativamente alle opere da realizzarsi.

Il Consorzio di Bonifica, quale soggetto attuatore della Regione Emilia-Romagna, deve effettuare il suddetto intervento di manutenzione straordinaria ed adeguamento tecnico funzionale del canale Acquara Alta e dei suoi affluenti (Spadolaro di San Zaccaria) per la messa in sicurezza dei territori circostanti.

Ai fini della realizzazione di tale intervento, è previsto l’esproprio delle aree localizzate nelle fasce di rispetto dei suddetti canali, determinato sulla base del valore venale delle aree e della normativa vigente in materia.

Al progetto è allegato il Piano particellare riportante l’elenco delle aree che saranno espropriate ed i nominativi dei proprietari delle medesime secondo le risultanze dei registri catastali.

Il progetto esecutivo, adottato in linea tecnica dal Consorzio di Bonifica con delibera del Comitato Amministrativo n. 0027/2021/CA del 22/3/2021, ed i relativi atti sono depositati presso gli uffici consorziali (sede amministrativa di Ravenna in Via A. Mariani n.26 presso l’Ufficio Progettazione Direzione Lavori - geom. Andrea Amadei, tel. 0544/249851 - ing. Carlo Boaretti, tel. 0544/249854) e potranno essere visionati dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 13.00.

Decorsi i termini del deposito, nei venti giorni successivi è possibile presentare osservazioni e/o memorie scritte, anche da parte di coloro che, pur non essendo proprietari, possano avere un pregiudizio diretto dall’atto che comporta la pubblica utilità.

Responsabile del procedimento è l’ing. Paolo Giorgioni, dipendente del Consorzio;

Progettisti sono il geom. Andrea Amadei e l’ing. Carlo Boaretti, dipendenti del Consorzio.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it