E-R | BUR

n.326 del 17.10.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Ripubblicazione, a seguito di presentazione delle integrazioni, dell'avviso di avvenuta pubblicazione e deposito afferente al "Procedimento Unico ai sensi dell’art. 53, comma 1, lettera b) della L.R. n. 24/2017 per l’approvazione del progetto di ristrutturazione edilizia e ampliamento del complesso industriale denominato ex-Cercom, in variante alla pianificazione territoriale vigente" pubblicato sul BURERT n. 263 dell'8 agosto - parte seconda

Ad integrazione della pubblicazione già avvenuta in data 8/8/2018 - BUR n. 263 (Parte Seconda), si rende noto che il “progetto di ristrutturazione edilizia e ampliamento del complesso industriale denominato ex-Cercom, in variante alla pianificazione territoriale vigente”, presentato dalla società SACMI IMOLA S.C., pervenuto con pec in atti al PG. n. 25896/2018 e seguenti al Servizio Piani e Strumenti Urbanistici, ai sensi dell’art. 53, comma 1, lett b) della L.R. n. 24/2017, è stato integrato come da richiesta degli Enti formulate in seno alla conferenza dei Servizi nella seduta del 9/8/2018 e dalle successive richieste di integrazioni pervenute da ulteriori Enti preposti all'espressione del parere.

In particolare in sede di conferenza di servizi è emersa la necessità della realizzazione di una “nuova linea interrata in subalveo del canale Logonovo al fine di fornire alimentazione elettrica e nuovo elettrodotto” funzionale all’ampliamento del complesso industriale di cui trattasi. L'approvazione del progetto dell'elettrodotto comporta l'apposizione del vincolo preordinato all'esproprio e la dichiarazione di pubblica utilità dell'opera; il piano particellare sarà allegato nella fase di presentazione dei progetti definitivi e, se necessario, sarà effettuata la comunicazione a coloro che risultino proprietari delle aree interessate secondo le risultanze dei registri catastali.

L'approvazione del progetto della rotatoria di intersezione con la SS “Romea” in conferenza comporta l'apposizione del vincolo preordinato all'esproprio e la dichiarazione di pubblica utilità dell'opera.

A tal fine si provvede al deposito per 60 giorni, dalla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione e cioè dal 17 ottobre 2018 al 17 dicembre 2018 (considerato che la scadenza naturale cade in giorno non lavorativo), degli elaborati di progetto comprensivi dell'aggiornamento della valutazione preventiva della sostenibilità ambientale e territoriale (ValSAT), dello Studio di incidenza ambientale e degli elaborati di variante agli strumenti urbanistici vigenti (PRG e Piano del Parco), per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati.

I soggetti interessati possono dunque prendere visione, e ottenere le informazioni pertinenti degli elaborati di progetto e di variante agli strumenti urbanistici in argomento, presso la sede del Settore Territorio e Sviluppo Economico-Demanio, Piazza Folegatti 26, previo appuntamento da fissare telefonando ai numeri 0533/318610-625, nei seguenti orari: da lunedì a giovedì dalle 11.00 alle 13.00.

Gli elaborati di progetto e di variante sono pubblicati sul sito web del Comune di Comacchio all'indirizzo:

http://www.comune.comacchio.fe.it/files/Elaborati_Progetto_art_53_LR_24_2017.zip

Sul sito web dell'Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Delta del Po:

http://www.parcodeltapo.it/pages/it/ambiente-e-territorio/varianti-urbanistiche.php

Entro il citato termine di 60 giorni chiunque può presentare osservazioni, ai sensi dell’art. 53 comma 8 della L.R. n. 24/2017.

Sul sito web della Regione Emilia-Romagna:

https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas/servlet/AdapterHTTP? ACTION_NAME=LOGIN_ACTION

Le osservazioni saranno indirizzate al Sindaco del Comune di Comacchio e presentate in formato cartaceo in triplice copia all'URP, oppure inviate via pec all'indirizzo: comune. comacchio@cert.comune.comacchio.fe.it

Si fa presente che si è proceduto all’indizione della conferenza di servizi ai sensi dell’art. 53, comma 3, della L.R. n. 24/2017 e che l’approvazione del progetto definitivo/esecutivo in questione comporterà anche l'acquisizione del relativo titolo abilitativo.

Il presente atto costituisce anche avviso di deposito per la procedura di valutazione di sostenibilità ambientale e territoriale di cui all'art. 18 della L.R. 24/2017, per la procedura di valutazione di incidenza ambientale, per il giudizio di assoggettabilità a VAS della variante al PRG.

Gli obblighi di pubblicazione dell'atto si intendono assolti ai sensi dell'art. 56 della L.R. 15/2013, attraverso la pubblicazione del presente avviso nel sito informatico del Comune di Comacchio.

Il Responsabile Unico del Procedimento è l'arch. Giuseppe Guidi, Capo Servizio Piani e Strumenti Urbanistici. Il Garante della comunicazione e della partecipazione del procedimento ai sensi dell’art. 45, comma 3, della L.R. n. 24/2017 è l'arch. Agnese Farinelli.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it