E-R | BUR

n.73 del 12.03.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Dichiarazione di decadenza da componente elettivo del Consiglio delle Autonomie locali a seguito della cessazione dalla carica del Sindaco del Comune di Savigno

IL PRESIDENTE

Richiamata la Legge regionale 9 ottobre 2009, n.13 “Istituzione del Consiglio delle Autonomie locali”, come modificata dalle Leggi Regionali 24 maggio 2012 n. 4 e 21 novembre 2013, n. 23;

Visti in particolare gli artt.:

- 2 c. 2 della citata legge che dispone che sono componenti di diritto del Consiglio delle Autonomie locali (CAL) i Presidenti delle Province, i Sindaci dei Comuni capoluogo e i Sindaci dei Comuni con più di 50.000 abitanti;

- 2 c. 3 che dispone che sono componenti elettivi ventidue sindaci dei Comuni non capoluogo fino a 50.000 abitanti, di cui la metà appartenenti a Comuni montani, come individuati ai sensi dell’art. 1, c. 5, della legge regionale 20 gennaio 2004, n. 2 (Legge per la montagna), eletti secondo le procedure di cui all’art. 3;

- 5 c. 1 che dispone che i “componenti del CAL decadono nell’ipotesi di cessazione, per qualsiasi causa, dalla carica di Sindaco o di Presidente di Provincia e che la decadenza è dichiarata dal Presidente della Regione con proprio decreto, su proposta del Presidente del CAL”;

- 5 c. 3, come modificato dalla citata L.R. 4/12, che dispone: “Nell’ipotesi di decadenza nel corso della legislatura regionale di uno dei componenti elettivi, il Presidente della Regione dichiara eletto e nomina, in sostituzione, il primo dei candidati presenti nella graduatoria di cui all’art. 3, c. 5, rispettando il rapporto tra Comuni montani e non montani. Qualora non sia possibile procedere alla sostituzione del componente decaduto per l’assenza di candidati nella graduatoria dei non Testo dell'atto pagina 2 di 6 eletti, l’organo opera validamente composto dai restanti componenti in carica, fino alla nuova elezione di tutti componenti elettivi. In tal caso non è richiesto il rispetto delle proporzioni tra componenti elettivi indicate dall’art. 2, c. 3”;

Richiamati i propri decreti: 

- n. 281 del 19 ottobre 2009 relativo alla nomina dei componenti di diritto del CAL; 

- n. 322 del 9 dicembre 2009 relativo alla nomina dei componenti elettivi di cui agli artt. 2 e 3 della stessa legge;

nonché quelli relativi alla dichiarazione di decadenza di componenti del CAL a seguito della cessazione dalla carica e nomina in sostituzione dei nuovi componenti:

- n. 73 del 9 aprile 2010 

- n. 96 del 5 maggio 2010 

- n. 124 del 27 maggio 2010 

- n. 119 del 14 giugno 2011 

- n. 235 del 16 dicembre 2011 

- n. 129 del 4 giugno 2012

- n. 104 del 6 giugno 2013

- n. 179 dell’11 settembre 2013

Vista la L.R. n. 1 del 7 febbraio 2013, con la quale, tenuto conto dell’esito del referendum consultivo regionale in data 25 novembre 2012, è stato istituito, a far tempo dall’1 gennaio 2014 il Comune di Valsamoggia mediante fusione dei contigui comuni di Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monteveglio e Savigno;

Considerato che, pertanto, dall’1 gennaio 2014, i Comuni oggetto della fusione sono estinti e i rispettivi Sindaci, Giunte e Consigli comunali sono decaduti dalle rispettive funzioni; 

Ritenuto che, ai sensi dell’art. 5, co. 1 della citata L.R. n. 13/09, Augusto Casini Ropa, Sindaco di Savigno, sia cessato dalla pagina 3 di 6 carica di componente elettivo del Consiglio delle Autonomie Locali; 

Ritenuto, pertanto, su proposta del Presidente del Consiglio delle Autonomie Locali, di procedere, ai sensi del richiamato art. 5, co. 1 della L.R. 13/09, alla dichiarazione di decadenza da componente elettivo del CAL del sig. Augusto Casini Ropa; 

Constatata l’assenza di candidati nella graduatoria dei non eletti, come riportata nel proprio Decreto n. 322 del 9/12/2009, dovuta al fatto che i tre candidati in essa presenti sono già stati nominati quali componenti del CAL in sostituzione di componenti decaduti;

Ritenuto pertanto di non procedere alla sostituzione del sig. Augusto Casini Ropa, in applicazione di quanto previsto dal novellato art. 5 c. 3 della sopracitata L.R. 13/09, stante l’assenza di candidati nella graduatoria dei non eletti; 

Dato atto del parere allegato;

decreta: 

per le motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate: 

  1. Il signor Augusto Casini Ropa, ai sensi dell’art. 5, co. 1 della L.R. 13/09, è dichiarato decaduto da componente elettivo del Consiglio delle Autonomie Locali, a seguito della sua cessazione dalla carica di Sindaco del Comune Savigno (Bo) 
  2. Il sig. Augusto Casini Ropa, in applicazione di quanto previsto dal novellato art. 5 c. 3 della sopracitata L.R. 13/09, non è sostituito, stante l’assenza di candidati nella graduatoria dei non eletti. 

Il presente decreto verrà pubblicato in forma integrale nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it