E-R | BUR

n.163 del 14.06.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg. (UE) n. 1305/2013 - PSR 2014/2020 - Bando unico regionale Tipo di Operazione 4.1.01 "Investimenti nelle aziende agricole" di cui alla deliberazione n. 320/2016. Rettifica e aggiornamento graduatorie settoriali regionali di cui alla determinazione n. 630 del 20/01/2017 e scorrimento a seguito deliberazione n. 250 del 06/03/2017

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Richiamati:

  • il Regolamento (UE) n. 1303 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;
  • il Regolamento (UE) n. 1305 del 17 dicembre 2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;
  • il Regolamento (UE) n.1306 del 17 dicembre 2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/1978, (CE) n. 165/1994, (CE) n. 2799/1998, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;
  • il Regolamento delegato (UE) n. 640 dell’11 marzo 2014 della Commissione che integra il regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo e le condizioni per il rifiuto o la revoca di pagamenti nonché le sanzioni amministrative applicabili ai pagamenti diretti, al sostegno allo sviluppo rurale e alla condizionalità;
  • il Regolamento delegato (UE) n. 807 dell’11 marzo 2014 della Commissione che integra talune disposizioni del regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che introduce disposizioni transitorie;
  • il Regolamento di esecuzione (UE) n. 808 del 17 luglio 2014 della Commissione recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);
  • il Regolamento di esecuzione (UE) n. 809 del 17 luglio 2014 della Commissione recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo, le misure di sviluppo rurale e la condizionalità;

Visto il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2014-2020 - Versione 4 - (di seguito per brevità indicato come P.S.R. 2014-2020) attuativo del citato Regolamento (UE) n. 1305 del 17 dicembre 2013, nella formulazione approvata dalla Commissione Europea con Decisione C(2017)2550 final del 12 aprile 2017, di cui si è preso atto con deliberazione di Giunta regionale n. 527 in data 20 aprile 2017;

Richiamate:

  • la L.R. 30 maggio 1997, n. 15 e successive modifiche recante norme per l’esercizio delle funzioni in materia di agricoltura;
  • la L.R. 23 luglio 2001, n. 21 che istituisce l’Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l'Emilia-Romagna, formalmente riconosciuta quale Organismo pagatore regionale per le Misure dei Programmi di Sviluppo Rurale con Decreto del Ministro delle Politiche Agricole e Forestali del 13 novembre 2001;
  • la L.R. 30 luglio 2015, n. 13 recante “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città Metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni”;

Viste:

  • la deliberazione n. 320 in data 7 marzo 2016, come modificata dalle successive deliberazioni n.642/2016 e n. 715/2016, recante “Reg. (UE) n. 1305/2013 - PSR 2014/2020 - Misura 4 - Tipo Operazione 4.1.01 “Investimenti in aziende agricole in approccio individuale e di sistema” - Approccio individuale - Focus Area 2A - Approvazione bando unico regionale anno 2016” ed in particolare l’Allegato parte integrante e sostanziale;
  • la deliberazione n. 250 in data 6 marzo 2017, recante “Reg. (UE) n. 1305/2013 - PSR 2014/2020 - Bando unico regionale di attuazione del Tipo Operazione 4.1.01 “Investimenti in aziende agricole” di cui alla deliberazione n. 320/2016 – Ridefinizione risorse assegnate e conseguenti adempimenti”;

Dato atto che, come disposto al punto 16.3 del citato bando unico regionale, entro il termine fissato il Servizio Competitività delle imprese agricole ed agroalimentari ha provveduto ad adottare, con determinazione n. 630 del 20 gennaio 2017, le graduatorie settoriali regionali sulla base degli elenchi delle istanze ammissibili e di quelle non ammissibili approvati dai Servizi Territoriali Agricoltura Caccia e Pesca (di seguito STACP), individuando altresì le imprese collocate in posizione utile al finanziamento sulla base delle risorse disponibili ai sensi del bando.

 Preso atto che con la sopracitata deliberazione n. 250/2017 è stato disposto di:

  • ridefinire le risorse finanziarie di cui al bando unico regionale approvato con deliberazione n. 320/2016 a valere sul Tipo di operazione 4.1.01 del P.S.R. 2014-2020, annualità 2016, in Euro 52.207.027,00 - pari alla totalità delle risorse attribuite al Tipo di operazione considerato, da attivare in approccio individuale per l’intero periodo 2014-2020;
  • ridefinire conseguentemente le risorse allocate a favore delle graduatorie di merito settoriali di cui alla determinazione del Responsabile del Servizio Competitività delle imprese agricole e agroalimentari n. 630/2017, in relazione alle percentuali di riparto già definite nella citata deliberazione n. 320/2016;

Considerato che, successivamente all’adozione delle graduatorie, sono pervenuti dai STACP competenti i seguenti atti e/o comunicazioni formali, relativi a rettifiche dei propri elenchi delle domande ammissibili e non ammissibili precedentemente approvati e a presa d’atto di rinunce pervenute da imprese le cui domande di sostegno erano risultate collocate in graduatoria in posizione utile al finanziamento:

  • STACP Piacenza: determinazioni dirigenziali n. 4893 del 3/4/2017 e n. 5911 del 21/4/2017;
  • STACP Parma: determinazione dirigenziale n. 6463 del 3/5/2017; comunicazione NP_10255 del 19/5/2017;
  • STACP Reggio-Emilia: determinazioni dirigenziali n. 4044 del 17/3/2017 e n. 4162 del 20/3/2017; comunicazione NP_8815 del 27/4/2017;
  • STACP Modena: determinazione dirigenziale n. 6427 del 3/5/2017;
  • STACP Bologna: determinazione dirigenziale n. 3723 del 13/3/2017;
  • STACP Ferrara: comunicazione NP/2017/8314 del 19/4/2017
  • STACP Ravenna: determinazione dirigenziale n. 6302 del 2/5/2017;
  • STACP Forlì-Cesena: determinazioni dirigenziali n. 5178 del 7/4/2017 e n. 5935 del 21/4/2017;
  • STACP Rimini: determinazioni dirigenziali n. 6164 del 27/4/2017 e n. 7475 del 18/5/2017;

Considerato altresì:

  • che, per mero errore materiale, alcune domande riportate nell’Allegato 1 alla propria determinazione n. 630/2017, relativo all’elenco delle domande oggetto di rinuncia o ritenute non ammissibili, sono state indicate con esito “non ammissibile” anziché quello corretto “rinunciata”;
  • che risulta pertanto necessario rettificare conseguentemente l’elenco delle istanze oggetto di rinuncia o ritenute non ammissibili e le graduatorie settoriali di cui trattasi, nonché procedere successivamente all’individuazione delle istanze ammissibili a finanziamento sulla base della nuova dotazione finanziaria, quale ridefinita dalla citata deliberazione n. 250/2017;

Ritenuto pertanto:

  • di recepire le risultanze degli atti dirigenziali e comunicazioni formali trasmessi dagli STACP competenti, modificando di conseguenza gli Allegati nn. 1, 2, 4, 6, 7 e 8 alla propria determinazione n. 630/2017, sostituendoli integralmente, per maggiore chiarezza, con i corrispondenti Allegati, parti integranti e sostanziali della presente determinazione;

Ritenuto altresì di confermare gli Allegati nn. 3, 5 e 9 alla citata determinazione n. 630/2017, allegati per chiarezza quali parti integranti e sostanziali al presente atto;

Dato atto che la presente determinazione consta pertanto dell’Allegato 1 relativo all’elenco delle n. 247 domande oggetto di rinuncia o ritenute non ammissibili, nonché degli ulteriori Allegati relativi alle domande ritenute ammissibili – per le quali sono indicati il punteggio complessivamente attribuito, la spesa massima ammissibile ed il contributo massimo concedibile a ciascun richiedente - come di seguito dettagliati:

  • Allegato 2: graduatoria del settore “Lattiero-caseario” comprendente n. 276 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 73.692.526,72 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 31.979.628,26;
  • Allegato 3: graduatoria del settore “Carni bovine” comprendente n. 57 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 9.895.468,58 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 4.595.219,63;
  • Allegato 4: graduatoria del settore “Carni suine” comprendente n. 29 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 10.732.048,13 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 4.536.479,65;
  • Allegato 5: graduatoria del settore “Avicunicoli e uova” comprendente n. 23 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 12.391.783,11 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 5.605.704,16;
  • Allegato 6: graduatoria del settore “Ortofrutta (fresco e trasformato)” comprendente n. 227 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 52.635.949,48 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 21.777.704,48;
  • Allegato 7: graduatoria del settore “Vitivinicolo” comprendente n. 131 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 11.149.351,74 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 4.728.681,75;
  • Allegato 8: graduatoria del Raggruppamento “Cerealicolo, Colture industriali, Foraggere, Sementi” comprendente n. 155 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 30.072.984,06 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 12.732.675,57;
  • Allegato 9: graduatoria del Raggruppamento “Altri settori” comprendente n. 24 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 4.190.680,42 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 1.846.506,48;

Dato atto:

  • che al finanziamento delle graduatorie uniche settoriali di cui agli Allegati 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 e 9 sono destinate risorse a valere sulla Misura 4 - operazione 4.1.01 del PSR 2014/2020 pari a complessivi Euro 52.207.027,00;
  • che dette risorse si intendono ripartite sulle singole graduatorie settoriali in funzione delle percentuali fissate nella Tabella 1) “Riparto risorse” di cui al punto 13. “Risorse finanziarie” dell’Allegato 1 alla citata deliberazione n. 320/2016, risultando pertanto definiti gli importi come riportato nell’Allegato 10 parte integrante e sostanziale del presente atto;
  • che ai sensi del medesimo punto 13., qualora il fabbisogno di un settore/raggruppamento di settori risulti inferiore alle risorse disponibili, le risorse residuanti devono essere riallocate ad integrazione di quelle del settore con il fabbisogno insoddisfatto maggiore;
  • che le risorse allocate ai settori “carni suine” ed “avicunicoli e uova”, come evidenziato nel sopra citato Allegato 10 al presente atto, risultano sufficienti a soddisfare la totalità delle relative domande, residuando altresì complessivamente Euro 638.567,26;
  • che il settore con importo di fabbisogno non soddisfatto maggiore, come evidenziato nel sopra citato Allegato 10 al presente atto, risulta essere il settore “Lattiero-caseario” e che il predetto residuo deve essere pertanto allocato a detto settore, la cui disponibilità di risorse complessiva ammonta pertanto definitivamente ad Euro 11.962.271,42; 
  • che ai sensi del punto 16.3 del bando unico regionale, sulla base delle graduatorie uniche settoriali, l’ultimo PI che si collochi in posizione utile al finanziamento seppur parziale in base alla disponibilità finanziaria allocata ad ogni settore/Raggruppamento di settori sarà comunque finanziato integralmente;
  • che pertanto le graduatorie uniche settoriali risultano finanziabili nei termini di seguito specificati:
    • Allegato 2: la graduatoria del settore “Lattiero-caseario” è finanziabile fino alla posizione n. 126 compresa, corrispondente alla domanda n. 5006605 - “Favali Gianbattista e Mercati Gabriella S.S. Società Agricola - CUAA 01945460358”, per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 11.987.252,43;
    • Allegato 3: la graduatoria del settore “Carni bovine” è finanziabile fino alla posizione n. 31 compresa, corrispondente alla domanda n. 5007321 - “SOCIETA' AGRICOLA NANNI SILVANO E GIORDANA S.S.- CUAA 03187100403”, per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 2.188.090,67;
    • Allegato 4: la graduatoria del settore “Carni suine” è integralmente finanziabile per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 4.536.479,65, residuando pertanto Euro 553.705,48 che saranno utilizzati a favore del settore “Lattiero-caseario”;
    • Allegato 5: la graduatoria del settore “Avicoli e uova” è integralmente finanziabile per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 5.605.704,16, residuando pertanto Euro 84.861,78 che saranno utilizzati a favore del settore “Lattiero-caseario”;
    • Allegato 6: la graduatoria del settore “Ortofrutta (fresco e trasformato)” è finanziabile fino alla posizione n. 105 compresa, cui corrisponde la domanda n. 5005698 - “SOCIETA' PER LA BONIFICA DEI TERRENI FERRARESI E PER IMPRESE AGRICOLE S.P.A. SOCIETA' AGRICOLA - CUAA 00050540384”, per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 12.903.004,75;
    • Allegato 7: la graduatoria del settore “Vitivinicolo” è finanziabile fino alla posizione n. 73 compresa, cui corrisponde la domanda n. 5006066 - “COOPERATIVA MACCHINE AGRICOLE SOLIERESE SOCIETA' AGRICOLA COOPERATIVA IN SIGLA C.M.A. SOLIERESE - CUAA 02537110369”, per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 3.152.486,02;
    • Allegato 8: la graduatoria del Raggruppamento “Cerealicolo, Colture industriali, Foraggere, Sementi” è finanziabile fino alla posizione n. 136 compresa, corrispondente alla domanda n. 5007062 - “AZ. AGR. MONZANI ARTURO E STEFANO SOCIETA' AGRICOLA - CUAA 02199630365”, per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 11.000.123,72;
    • Allegato 9: la graduatoria del Raggruppamento “Altri settori” è finanziabile fino alla posizione n. 17 compresa, cui corrisponde la domanda n. 5007202 - “SOCIETA' AGRICOLA VIARANI & C. S.S. - CUAA 00944590405”, per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 1.243.965,28;

Dato atto altresì:

  • che gli STACP competenti procederanno alla concessione del contributo nei limiti sopra specificati;
  • che esclusivamente ai suddetti atti dirigenziali viene riconosciuta natura formale e sostanziale di provvedimento concessorio a favore dei soggetti beneficiari;

Visti:

  • il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.;
  • le delibere della Giunta regionale:
    • n. 1621 del 11 novembre 2013 avente per oggetto “Indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33”;
    • n. 89 del 30 gennaio 2017 recante “Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e del programma per la trasparenza e l’integrità. Aggiornamenti 2017-2019.”
    • n. 486 del 10 aprile 2017 recante “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019”;

Dato atto che, ai sensi del predetto D.Lgs. n. 33/2013 e sulla base degli indirizzi interpretativi ed adempimenti contenuti nelle citate deliberazioni della Giunta regionale n. 1621/2013 e n. 486/2017, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;

Richiamate altresì:

  • la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modificazioni;
  • la deliberazione di Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007." e successive modificazioni;
  • la deliberazione di Giunta regionale n. 2189 del 21 dicembre 2015 ad oggetto “Linee di indirizzo per la riorganizzazione della macchina amministrativa regionale” che ha previsto nel cronoprogramma delle attività implementative della riorganizzazione, che il conferimento degli incarichi sulle nuove posizioni dirigenziali dal 1 maggio 2016 avvenga utilizzando i criteri di rotazione previsti dalla citata delibera n. 967/2014”;
  • la deliberazione di Giunta regionale n. 56 del 25 gennaio 2016 recante “Affidamento degli incarichi di direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell'art. 43 della L.R. 43/2001”;
  • la deliberazione di Giunta regionale n. 622 del 28 aprile 2016 recante “Attuazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • la determinazione dirigenziale n. 7295 del 29 aprile 2016 recante: “Riassetto posizioni professional, conferimento incarichi dirigenziali di struttura e professional e riallocazione delle posizioni organizzative nella Direzione generale agricoltura, caccia e pesca”;

Attestata, ai sensi della delibera di Giunta 2416/2008 e s.m.i., la regolarità del presente atto; 

determina: 

1) di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante del presente dispositivo

2) di recepire integralmente le risultanze degli atti e comunicazioni formali inviate dai Servizi Territoriali Agricoltura, Caccia e Pesca che rettificano quelli precedentemente approvati ai sensi di quanto previsto al punto 16.3 del bando unico regionale;

3) di rettificare conseguentemente gli allegati nn. 1, 2, 4, 6, 7, e 8 - confermando nel contempo gli allegati nn. 3, 5 e 9 - alla propria determinazione n. 630/2017, che per maggior chiarezza si intendono sostituiti, pertanto, dai seguenti allegati costituenti parti integranti e sostanziali della presente determinazione:

  • Allegato 1: elenco delle n. 247 domande ritenute non ammissibili o per le quali è pervenuta espressa rinuncia;
  • Allegato 2: graduatoria del settore “Lattiero-caseario” comprendente n. 276 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 73.692.526,72 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 31.979.628,26;
  • Allegato 3: graduatoria del settore “Carni bovine” comprendente n. 57 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 9.895.468,58 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 4.595.219,63;
  • Allegato 4: graduatoria del settore “Carni suine” comprendente n. 29 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 10.732.048,13 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 4.536.479,65;
  • Allegato 5: graduatoria del settore “Avicunicoli e uova” comprendente n. 23 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 12.391.783,11 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 5.605.704,16;
  • Allegato 6: graduatoria del settore “Ortofrutta (fresco e trasformato)” comprendente n. 227 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 52.635.949,48 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 21.777.704,48;
  • Allegato 7: graduatoria del settore “Vitivinicolo” comprendente n. 131 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 11.149.351,74 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 4.728.681,75;
  • Allegato 8: graduatoria del Raggruppamento “Cerealicolo, Colture industriali, Foraggere, Sementi” comprendente n. 155 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 30.072.984,06 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 12.732.675,57;
  • Allegato 9: graduatoria del Raggruppamento “Altri settori” comprendente n. 24 domande, alle quali corrisponde una spesa ammissibile complessiva pari ad Euro 4.190.680,42 ed un relativo contributo concedibile pari ad Euro 1.846.506,48;

4) di dare atto:

  • che al finanziamento delle graduatorie di cui al precedente punto 3) sono destinate risorse a valere sulla Misura 4 – operazione 4.1.01 del PSR 2014/2020 pari ad Euro 52.207.027,00;
  • che dette risorse si intendono ripartite sulle singole graduatorie settoriali in funzione delle percentuali fissate nella Tabella 1) “Riparto risorse” di cui al punto 13. “Risorse finanziarie” dell’Allegato 1 alla deliberazione n. 320/2016 e che detti importi sono riportati nella Tabella riepilogativa di cui all’Allegato 10, parte integrante e sostanziale della presente determinazione;
  • che ai sensi del medesimo punto 13 sopra citato, qualora il fabbisogno di un settore/raggruppamento di settori risulti inferiore alle risorse disponibili, le risorse residuanti devono essere riallocate ad integrazione di quelle del settore con il fabbisogno insoddisfatto maggiore;
  • che le risorse allocate ai settori “carni suine” ed “avicunicoli e uova” sono sufficienti a soddisfare la totalità delle relative domande, residuando altresì complessivamente Euro 638.567,26;
  • che il settore con importo di fabbisogno non soddisfatto maggiore risulta essere il settore “Lattiero-caseario” e che il predetto residuo deve essere pertanto allocato a detto settore, la cui disponibilità di risorse complessiva ammonta pertanto definitivamente ad Euro 11.962.271,42;
  • che ai sensi del punto 16.3 del bando unico regionale, sulla base delle graduatorie uniche settoriali, l’ultimo PI che si collochi in posizione utile al finanziamento seppur parziale in base alla disponibilità finanziaria allocata ad ogni settore/Raggruppamento di settori sarà comunque finanziato integralmente;

5) di dare atto altresì che le graduatorie uniche settoriali di cui al precedente punto 3) risultano pertanto finanziabili nei termini di seguito specificati, risultando un conseguente maggior impiego di risorse pari ad Euro 410.079,69 rispetto a quelle nominalmente allocate al bando di cui trattasi:

  • Allegato 2: la graduatoria del settore “Lattiero-caseario” è finanziabile fino alla posizione n. 126 compresa, corrispondente alla domanda n. 5006605 - “Favali Gianbattista e Mercati Gabriella S.S. Società Agricola - CUAA 01945460358”, per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 11.987.252,43;
  • Allegato 3: la graduatoria del settore “Carni bovine” è finanziabile fino alla posizione n. 31 compresa, corrispondente alla domanda n. 5007321 - “SOCIETA' AGRICOLA NANNI SILVANO E GIORDANA S.S.- CUAA 03187100403”, per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 2.188.090,67;
  • Allegato 4: la graduatoria del settore “Carni suine” è integralmente finanziabile per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 4.536.479,65, residuando pertanto Euro 553.705,48 che saranno utilizzati a favore del settore “Lattiero-caseario”;
  • Allegato 5: la graduatoria del settore “Avicoli e uova” è integralmente finanziabile per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 5.605.704,16, residuando pertanto Euro 84.861,78 che saranno utilizzati a favore del settore “Lattiero-caseario”;
  • Allegato 6: la graduatoria del settore “Ortofrutta (fresco e trasformato)” è finanziabile fino alla posizione n. 105 compresa, cui corrisponde la domanda n. 5005698 - “SOCIETA' PER LA BONIFICA DEI TERRENI FERRARESI E PER IMPRESE AGRICOLE S.P.A. SOCIETA' AGRICOLA - CUAA 00050540384”, per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 12.903.004,75;
  • Allegato 7: la graduatoria del settore “Vitivinicolo” è finanziabile fino alla posizione n. 73 compresa, cui corrisponde la domanda n. 5006066 - “COOPERATIVA MACCHINE AGRICOLE SOLIERESE SOCIETA' AGRICOLA COOPERATIVA IN SIGLA C.M.A. SOLIERESE - CUAA 02537110369”, per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 3.152.486,02;
  • Allegato 8: la graduatoria del Raggruppamento “Cerealicolo, Colture industriali, Foraggere, Sementi” è finanziabile fino alla posizione n. 136 compresa, corrispondente alla domanda n. 5007062 – “AZ. AGR. MONZANI ARTURO E STEFANO SOCIETA' AGRICOLA - CUAA 02199630365”, per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 11.000.123,72;
  • Allegato 9: la graduatoria del Raggruppamento “Altri settori” è finanziabile fino alla posizione n. 17 compresa, cui corrisponde la domanda n. 5007202 - “SOCIETA' AGRICOLA VIARANI & C. S.S. - CUAA 00944590405”, per un contributo concedibile complessivo pari ad Euro 1.243.965,28;

6) di dare atto inoltre:

  • che gli STACP competenti procederanno alla concessione del contributo nei limiti sopra specificati;
  • che esclusivamente ai suddetti atti dirigenziali viene riconosciuta natura formale e sostanziale di provvedimento concessorio a favore dei soggetti beneficiari;

7) di dare atto infine che l’erogazione del contributo da parte dell’Organismo pagatore regionale riconosciuto a livello comunitario per la gestione delle risorse del FEASR, sarà effettuata, successivamente all’esecutività dell’atto di concessione, con le seguenti modalità:

  • acconto pari al 50% del contributo concesso, su richiesta del beneficiario, subordinatamente alla presentazione di garanzia fidejussoria a favore dell’Organismo pagatore, rilasciata da soggetti autorizzati. La garanzia dovrà essere conforme allo schema predisposto da AGREA e scaricabile, nella versione aggiornata, nell’apposita sezione dedicata alla modulistica nel sito di AGREA;
  • saldo pari alla residua percentuale di contributo, ovvero minor somma, ad avvenuto accertamento dell’esecuzione delle opere e previa approvazione della documentazione tecnica, amministrativa e contabile inerente i lavori effettuati;

8) di stabilire che, come già indicato al punto 9. dell’Allegato 1 alla deliberazione n. 320/2016, i lavori dovranno essere ultimati entro 12 mesi dalla data di adozione della determinazione dirigenziale di concessione del contributo;

9) di dare atto che, per quanto non espressamente previsto nel presente provvedimento, si rinvia a quanto indicato nell’Allegato 1 alla deliberazione n. 320/2016 nonché alla normativa comunitaria, statale e regionale in vigore;

10) di disporre la pubblicazione in forma integrale della presente determinazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna dando atto che con la suddetta pubblicazione la Regione intende adempiuti gli obblighi di comunicazione del presente provvedimento ai soggetti interessati;

11) di dare atto inoltre che il Servizio Competitività delle imprese agricole e agroalimentari provvederà a dare la più ampia diffusione alla presente determinazione attraverso l’inserimento nel sito internet della Regione dedicato all’Agricoltura;

12) di dare atto infine che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso, entro 60 giorni dalla data di pubblicazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, avanti il Tribunale Amministrativo Regionale territorialmente competente.

Il Responsabile del Servizio

Marco Calmistro

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it