E-R | BUR

n.409 del 26.11.2020 (Parte Prima)

XHTML preview

Oggetto n. 2085 - Ordine del giorno n. 2 collegato all'oggetto 1622 Progetto di legge d'iniziativa della Giunta recante: "Riordino istituzionale e delle funzioni regionali nel settore del patrimonio culturale". A firma della Consigliera: Piccinini

L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

Premesso che

l'oggetto assembleare n. 1622 interviene, con un un'operazione di riordino istituzionale, sull'esercizio delle funzioni regionali nel settore del patrimonio culturale, collocando fra queste la gestione e l'alimentazione dell'inventario regionale del patrimonio culturale, materiale e immateriale e definendo, a tal fine, programmi e metodologie uniformi per il censimento;

questo progetto di legge interviene a cinquant'anni dalla Costituzione delle Assemblee elettive nelle Regioni e dall'approvazione della Legge n. 300 del 1970, conosciuta come "Statuto dei Lavoratori": due eventi che hanno segnato profondamente la storia della nostra comunità regionale.

Ritenuto che

il lavoro e la sua cultura siano elemento identitario dell'Emilia-Romagna e ne connotino anche il patrimonio culturale;

il paesaggio fisico, urbano, rurale, industriale e sociale dell'Emilia-Romagna è fortemente contrassegnato dalla presenza, attuale e passata, del lavoro.

Impegna la Giunta regionale

a realizzare, sulla base delle indicazioni del Comitato scientifico di cui all'articolo 5 del progetto di legge n. 1622, un'azione di mappatura regionale del patrimonio culturale del lavoro, a partire dalla dimensione rurale e industriale, anche coordinando iniziative di Enti locali, Istituzioni culturali, Università, Fondazioni e Associazioni.

Approvato all'unanimità dei votanti nella seduta pomeridiana del 24 novembre 2020

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it