E-R | BUR

n.108 del 19.04.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di Valutazione di impatto ambientale L.R. 18 maggio 1999, n. 9. - Titolo III – Procedura di VIA relativa al progetto di "Potenziamento del sistema Tangenziale di Bologna - Interventi di completamento della rete viaria di adduzione - Nodo di Funo". Proponente Autostrade per l'Italia S.p.A.

ARPAE Bologna per conto dell’Autorità competente Regione Emilia-Romagna avvisa che, ai sensi del Titolo III della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9 sono stati depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati progettuali per l’effettuazione della procedura di VIA, approvazione del progetto definitivo, variante urbanistica e apposizione del vincolo espropriativo, relativa al progetto di " Potenziamento del sistema Tangenziale di Bologna - Interventi di completamento della rete viaria di adduzione - Nodo di Funo" nei comuni di Argelato, Bentivoglio e Castel Maggiore.

L'istanza è stata acquisita in data 17/3/2017 con PG 180386/2017.

  • Denominazione del progetto: Nodo di Funo;
  • Proponente: Autostrade per l’Italia S.p.A.;
  • Localizzato in Provincia di: Bologna;
  • Localizzato nei Comuni di: Argelato, Bentivoglio e Castel Maggiore.

L’istruttoria della procedura in oggetto sarà effettuata dalla ARPAE di Bologna in applicazione della LR n. 13 del 2015 di riordino istituzionale.

Il progetto appartiene alla seguente categoria di cui all'Allegato B.2 alla L.R. 9/1999: B.2 46) "Strade extraurbane secondarie" per cui sarebbe assoggettato a procedura di verifica (screening). Tuttavia, poiché l'opera interessa aree indicate all'art. 4 comma 1, lettera b) della L.R. 9/99, il progetto è assoggettata alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale.

Il progetto prevede opere di adduzione fra il sistema autostradale A13 - A14 ed i due principali poli di attrazione/generazione rappresentati da Interporto e Centergross. Le opere consistono nella realizzazione di:

  • una nuova rotatoria sull'attuale SP4 Galliera in corrispondenza con lo svincolo SP3 nell'abitato di Funo di Argelato (Rotatoria R13);
  • una nuova viabilità di collegamento tra la Rotatoria del Segnatello ed il polo funzionale Interporto e relativa rotatoria (asse F1 e Rotatoria R14) e ottimizzazione dell'accessibilità al polo funzionale mediante l'inserimento della rampa diretta dalla SP3 alla rotatoria R14;
  • un tratto di nuova pista ciclabile in corrispondenza del sottopasso alla SP3 sulla Rotatoria Segnatello (asse F2);
  • una nuova rotatoria in corrispondenza dell'accesso al Centergross sulla via Saliceto in luogo dell'attuale accesso a T (Rotatoria R15);
  • un sovrappasso della via Sammarina alla SP3 a completamento della soluzione a rotatoria dell'inserzione uscita casello A13 - Trasversale di Pianura.

Il SIA e il relativo progetto definitivo, prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA, sono depositati per 60 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel BURERT.

Tali elaborati sono inoltre disponibili nel Portale web Ambiente della Regione Emilia-Romagna ( https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas ).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso le seguenti sedi:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale - Viale della Fiera 8, Bologna;
  • Città Metropolitana di Bologna;
  • Comuni di Argelato, Bentivoglio e Castel Maggiore.

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 15, comma 1 della L.R. 9/1999, può presentare osservazioni all’Autorità competente Regione Emilia-Romagna al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Le osservazioni devono essere presentate anche alla struttura preposta alle autorizzazioni e concessioni dell’ARPAE al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: aoobo@cert.arpa.emr.it

Il presente avviso ha valore di pubblicizzazione per tutte le autorizzazioni e atti di assenso comunque denominati che richiedano la pubblicazione nel BURERT ai sensi della normativa vigente quali:

  • PROCEDURA DI VARIAZIONE AGLI STRUMENTI URBANISTICI L.R. 18 MAGGIO 1999, N. 9
  • PROCEDURA ESPROPRIATIVA L.R. 19 DICEMBRE 2002, N. 37

Ai sensi dell’art. 18 della LR 9/99, nell’ambito della procedura di VIA, ARPAE di Bologna indice e convoca una Conferenza di Servizi per l’acquisizione degli atti necessari alla realizzazione del progetto che si svolge secondo le modalità stabilite dalle disposizioni della L. 241/90 come modificata dal D.Lgs 127/16.

Avvisa inoltre che:

Ai sensi dell’articolo 17, comma 3 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9, la Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) positiva per le opere in argomento, potrà costituire variante agli strumenti urbanistici dei comuni di Argelato, Bentivoglio e Castel Maggiore.

Ai sensi dell’art. 11 della L.R. 19 dicembre 2002, n. 37 può costituire apposizione del vincolo preordinato all'esproprio sulle aree interessate dai progetti e dichiarazione di pubblica utilità dell’opera derivante dall'approvazione del progetto definitivo, ai sensi degli artt. 15 e 16 della L.R.19 dicembre 2002, n. 37.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it