E-R | BUR

n.205 del 07.07.2021 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi della L.R. 4/2018 Provvedimento autorizzatorio unico regionale comprensivo di Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi del Capo III della L.R. 4/2018 relativo al progetto denominato: “Realizzazione di una cassa di espansione per laminazione delle piene e accumulo idrico a scopo irriguo Cavo Bondeno in comune di Novellara (RE) - Codice 518/5” nel Comune di Novellara (RE) che comprende la variante urbanistica per la localizzazione puntuale dell’opera nella cartografia di piano per la dichiarazione di pubblica utilità, inoltre l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio e avvio della procedura espropriativa per una parte delle aree oggetto di intervento, la cui autorità competente è definita dall’art. 7, comma 1, della L.R. 4/2018

La Regione Emilia-Romagna – Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale ai sensi dell’art. 15 della L.R. 4/2018 avvisa che il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale ha presentato istanza di Provvedimento autorizzatorio unico regionale comprensivo di VIA per il progetto denominato “Realizzazione di una cassa di espansione per laminazione delle piene e accumulo idrico a scopo irriguo Cavo Bondeno in comune di Novellara (RE) - Codice 518/5” in data 12/4/2021 acquisito in protocollo PG 345324.

Ai sensi dell’art. 16 della L.R. 4/2018, il presente avviso al pubblico tiene luogo delle comunicazioni di cui agli articoli 7 e 8, commi 3 e 4, della L. 241/1990, in particolare gli atti che prevedono la pubblicazione nel BURERT sono la variante urbanistica e l’avvio della procedura di esproprio.

Si specifica che la variante allo strumento urbanistico vigente avverrà mediante POC stralcio e relativa VALSAT valida ai fini della Valutazione Ambientale Strategica.

Il progetto è:

  • localizzato in Provincia di Reggio Emilia;
  • localizzato nel Comune di Novellara;

Ai sensi dell’art. 16 della L.R. 4/2018 la documentazione è resa disponibile per la pubblica consultazione sul sito web delle valutazioni ambientali della Regione Emilia-Romagna: (https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso le seguenti sedi:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale - Viale della Fiera n.8 - Bologna;
  • Comune di Novellara (RE).

Entro il termine di 60 (sessanta) giorni dalla data di pubblicazione nel BURERT e contestualmente sul web della Regione Emilia-Romagna del presente avviso, chiunque abbia interesse può prendere visione del progetto e del relativo studio ambientale sul sito web delle valutazioni ambientali della Regione Emilia-Romagna, presentare in forma scritta proprie osservazioni, alla Regione Emilia-Romagna, Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Viale della Fiera n.8 – 40127 Bologna o all’indirizzo di posta elettronica certificata vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Le osservazioni saranno integralmente pubblicate sul sito delle valutazioni ambientali della Regione Emilia-Romagna (https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas)

Ai sensi dell’art. 20 della L.R. 4/2018, secondo quanto richiesto dal proponente, l’eventuale emanazione del Provvedimento autorizzatorio unico regionale comprende le seguenti autorizzazioni, intese, concessioni, licenze, pareri, concerti, nulla osta e assensi comunque denominati, necessari alla realizzazione ed esercizio del progetto e indicati ai seguenti punti:

  • Valutazione di Impatto Ambientale di competenza della Regione Emilia-Romagna (Titolo III D.lgs. 152/2006 e Capo III LR 4/2018);
  • Verifica preliminare dell’interesse archeologico (art. 12 D. Lgs.42/2004 e art 25 D. Lgs.50/2016);
  • Autorizzazione per lavori sui beni culturali (21 del D. Lgs 42/2004);
  • Autorizzazione paesaggistica (146 del D. Lgs. 42/2004);
  • Pre - Valutazione di Incidenza Ambientale (DGR 1191/2007);
  • Valutazione Previsionale di Impatto Acustico (Legge 447/1995, DPCM 14/11/1997 e DGR 673/2004);
  • Autorizzazione alla realizzazione dell’invaso inferiore a 1.000.000 mc (DPR 1363/1959, Circolare Ministero LL.PP. 352/1987, D.Lgs152/2006, DGR 1943/2007, DCR 3109/1990);
  • Nulla osta idraulico (TU 523/1904);
  • Titolo abilitativo diretto - Permesso di costruire (DPR 380/2001, LR 15/2001);
  • Deposito sismico (art. 13 LR 19/2008, DGR 2272/2016);
  • Denuncia dei lavori (art. 65 DPR 380/2001);
  • Parere sul Piano preliminare di riutilizzo in sito delle terre e rocce da scavo (DPR 120/2017);
  • Autorizzazione allo scarico in corpo idrico superficiale - per acque reflue di cantiere di tipo industriale (lavaggio ruote) e meteoriche di dilavamento (D. Lgs152/2006, DGR 1053/2003, DGR 286/2005);
  • Autorizzazione allo scarico in corpo idrico superficiale - per acque reflue di cantiere assimilabili alle domestiche (D. Lgs152/2006, DGR 1053/2003);
  • Richiesta di allaccio alla rete idrica, per il cantiere, al gestore del Servizio Idrico Integrato.
  • Nulla osta all’Ente gestore della linea ferroviaria Reggio Emilia - Guastalla.

Ai sensi dell’articolo 21 della LR 4/2018, il Provvedimento autorizzatorio unico regionale per le opere in oggetto, costituisce variante allo strumento urbanistico del Comune di Novellara.

La procedura, ai sensi dell’art. 11, della L.R. 37/2002 può costituire apposizione del vincolo preordinato all’esproprio sulle aree interessate dai progetti e dichiarazione di pubblica utilità dell’opera derivante dall'approvazione del progetto definitivo, ai sensi degli artt. 15 e 16 della LR 37/2002.

Alla parte di progetto che prevede il vincolo espropriativo è allegato un elaborato in cui sono elencate le aree interessate dall’opera e i nominativi di coloro che risultano proprietari secondo le risultanze dei registri catastali.

I proprietari delle aree soggette a vincolo saranno informati tramite lettera raccomandata secondo quanto disposto dalla LR 37/2002.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it