E-R | BUR

n.334 del 19.11.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Nuove disposizioni per il rilascio e il rinnovo delle abilitazioni alla vendita, all'acquisto e per la consulenza sull'impiego di prodotti fitosanitari in agricoltura. DLgs 150/12

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

  • il decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150 “Attuazione della direttiva 2009/128/CE che istituisce un quadro per l’azione comunitaria ai fini dell’utilizzo sostenibile dei pesticidi”;
  • il decreto ministeriale 22 gennaio 2014 “Adozione del Piano di azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, ai sensi dell’articolo 6 del decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150” (d’ora in poi “PAN”);
  • il DPR 23 aprile 2001, n. 290 “Regolamento di semplificazione dei procedimenti di autorizzazione alla produzione, alla immissione in commercio e alla vendita dei prodotti fitosanitari e relativi coadiuvanti (n. 46, allegato 1, legge n. 59/1997)”;

Preso atto che gli articoli n. 7, 8 e 9 del citato D.Lgs. 150/2012 prevedono:

  • l’istituzione di un sistema di formazione e aggiornamento obbligatorio finalizzato al rilascio e al rinnovo di specifiche abilitazioni per gli utilizzatori professionali, i distributori e i consulenti sull’impiego dei prodotti fitosanitari, rinviando al succitato PAN la definizione di requisiti minimi condivisi a livello nazionale di tale sistema di formazione (art. 7);
  • l’obbligo, a partire dal 26 novembre 2015, del possesso di un certificato di abilitazione per chiunque intenda:
  1. svolgere un’attività di vendita di prodotti fitosanitari,
  2. svolgere un’attività di consulenza sull’impiego di prodotti fitosanitari,
  3. acquistare e utilizzare in modo professionale, per sé o per conto di terzi, prodotti fitosanitari,

stabilendo che tali certificati sono validi cinque anni, rinnovabili previa partecipazione a corsi di aggiornamento (artt. 8 e 9);

Dato atto che la Giunta regionale, in attuazione del citato DPR 290/2001, ha provveduto:

  • ad individuare, con propria deliberazione n. 2929/2001, le Autorità territorialmente competenti al rilascio ed al rinnovo delle abilitazioni alla vendita (le Aziende Unità Sanitarie Locali) e delle autorizzazioni all’acquisto e utilizzo (le Amministrazioni provinciali) dei prodotti fitosanitari;
  • a dettare, con propria deliberazione n. 1120/2008, le “Disposizioni per la formazione per il rilascio e il rinnovo dell'abilitazione alla vendita e dell'autorizzazione all'acquisto di prodotti fitosanitari in agricoltura”;

Considerato che:

  • il PAN ha stabilito alla data del 26 novembre 2014 il termine per l’attivazione del nuovo sistema di formazione e di rilascio delle abilitazioni, in base alle disposizioni dettate dal d.lgs. 150/2012 e dal PAN medesimo;
  • il soggetto in possesso dell’abilitazione alla vendita non può svolgere l’attività di consulenza (par. A.1.3 del PAN);

Valutato infine che occorre individuare l’Autorità competente per il rilascio e il rinnovo delle abilitazioni per l’attività di consulenza sull’impiego di prodotti fitosanitari;

Ritenuto pertanto:

  • necessario dettare disposizioni per il rilascio e il rinnovo delle abilitazioni alla vendita, all'acquisto e per la consulenza sull’impiego di prodotti fitosanitari in agricoltura;
  • opportuno disporre la costituzione di elenchi pubblici dei distributori e dei consulenti sull’impiego di prodotti fitosanitari in agricoltura;
  • opportuno individuare nella Direzione generale Agricoltura, Economia ittica, Attività faunistico venatoria della Regione Emilia-Romagna, l’Autorità competente per il rilascio e il rinnovo delle abilitazioni all’attività di consulenza;

Valutata inoltre l’urgenza e indifferibilità del presente atto, stante il summenzionato termine del 26 novembre 2014 per l’attivazione del nuovo sistema di formazione e di rilascio delle abilitazioni;

Richiamata la Legge regionale n. 12/2003 “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e delle formazione professionale, anche in integrazione tra loro” s.m.i. che regola, indirizza e sostiene gli interventi nel campo dell’orientamento, dell’istruzione, della formazione e del lavoro;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 105/2010 “Revisione alle disposizioni in merito alla programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro, di cui alla deliberazione della giunta regionale 11/2/2008 n. 140 e aggiornamento degli standard formativi di cui alla deliberazione della giunta regionale 14/2/2005, n. 265”.
  • n. 177/2003 recante “Direttive regionali in ordine alle tipologie d’azione ed alle regole per l’accreditamento degli organismi di formazione professionale” e successive modifiche e integrazioni;
  • n. 265/2005 “Approvazione degli standard dell’offerta formativa a qualifica e revisione di alcune tipologie di azione, di cui alla delibera di Giunta regionale n. 177/2003” e s.m. e integrazioni;
  • n. 1057/2006, recante "Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali";
  • n. 1663/2006 recante "Modifiche all'assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente";
  • n. 2416/2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla Delibera 999/2008 e aggiornamento della delibera 450/2007” e s.m.;
  • n. 1377 del 20/9/2010 recante “Revisione dell’assetto organizzativo di alcune Direzioni generali”, così come rettificata dalla n. 1950 del 13 dicembre 2010;
  • n. 2060/2010 recante “ Rinnovo incarichi a Direttori generali della Giunta regionale in scadenza al 31-12-2010”;
  • n. 1222 del 4/8/2011 recante “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1/8/2011).
  • n. 1642 del 14/11/2011 recante “Riorganizzazione funzionale di un servizio della direzione generale cultura, formazione e lavoro e modifica all'autorizzazione sul numero di posizioni dirigenziali professional istituibili presso l'Agenzia sanitaria e sociale regionale”;
  • n. 221 del 27/2/2012 recante “Aggiornamento alla denominazione e alla declaratoria e di un servizio della direzione generale cultura, formazione e lavoro”;

Sentite le parti sociali;

Sentite le Amministrazioni provinciali;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta degli Assessori competenti per materia;

A voti unanimi e palesi

delibera:

a) di individuare le seguenti Autorità competenti al rilascio ed al rinnovo delle abilitazioni alla vendita, all'acquisto e per la consulenza sull’impiego di prodotti fitosanitari in agricoltura:

  • le Amministrazioni provinciali, per le abilitazioni all’acquisto e utilizzo;
  • le Aziende Unità Sanitaria Locale, per le abilitazione alla vendita;
  • la Direzione generale Agricoltura, Economia ittica, Attività faunistico venatoria della Regione Emilia-Romagna per le abilitazioni all’attività di consulenza;

b) di approvare le “Disposizioni per il rilascio e il rinnovo delle abilitazioni alla vendita, all'acquisto e per la consulenza sull’impiego di prodotti fitosanitari in agricoltura secondo quanto riportato all’allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;

c) di riconoscere la validità dei corsi di formazione per il rilascio e il rinnovo delle abilitazioni alla vendita e all’acquisto di prodotti fitosanitari svolti in base alle disposizioni contenute nella propria deliberazione n. 1120/2008, se autorizzati dalle Amministrazioni competenti prima della data di entrata in vigore del presente provvedimento;

d) di demandare alle Autorità competenti di cui al precedente punto a) la costituzione di elenchi pubblici dei distributori e dei consulenti sull’impiego di prodotti fitosanitari in agricoltura;

e) di disporre la pubblicazione integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it