E-R | BUR

n.178 del 15.06.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di valutazione di impatto ambientale L.R. 18 maggio 1999, n. 9. Titolo II – Procedura di verifica (screening) relativa al progetto denominato Incremento dei capi allevabili da 220.628 a 245.000 polli da carne dell'allevamento "San Marcellino" di Ostellato (FE)

L'Autorità competente Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale avvisa che, ai sensi del Titolo II della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9, sono stati depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati progettuali per l’effettuazione della procedura di verifica (screening), relativa al progetto di seguito indicato.

  • Denominazione del progetto: incremento dei capi allevabili da 220.628 a 245.000 polli da carne dell’allevamento “San Marcellino”
  • Proponente: Società Agricola San Marcellino
  • Localizzato in Comune di Ostellato, località Dogato, nella Provincia di Ferrara

Il progetto appartiene alla seguente categoria di cui agli Allegati A e B alla L.R. 9/1999: B.2.68 in quanto modifica di impianto esistente ricadente nella categoria B.2.5

Attualmente l’allevamento della Soc.Agr. San Marcellino, sito in Dogato di Ostellato (FE) è autorizzato con atto di Autorizzazione Integrata Ambientale n. 6247 del 28/10/2015, aggiornamento dei provvedimenti di AIA n. 2003 del 09/04/2015 e n. 43291 del 18/05/2010, all’allevamento di 220.628 capi (polli da carne); la modifica in esame riguarda un incremento della potenzialità fino a 245.000 capi/ciclo. L’allevamento è costituito da 7 capannoni per un totale di 11.806 mq di superficie coperta di stabulazione (SUA) (4,5 cicli di allevamento). La ventilazione dei capannoni è artificiale, con una doppia configurazione longitudinale e trasversale. La modifica in esame prevede il mantenimento della sola configurazione longitudinale per tutti i capannoni dell’allevamento; la modifica alla ventilazione è considerata una BAT. Il progetto sottoposto alla presente procedura di screening non prevede modific he della volumetria degli edifici nè richieste di permesso per costruire.

Tali elaborati sono inoltre disponibili nel Portale web Ambiente della Regione Emilia-Romagna ( https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso le seguenti sedi:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale - Viale della Fiera n.8, Bologna;
  • Comune di Ostellato, Via Giuseppe Garibaldi n.4, Ostellato FE.

Entro lo stesso termine di 45 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 9, comma 4 della L.R. 9/1999 può presentare osservazioni all’Autorità competente Regione Emilia-Romagna al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Le osservazioni devono essere presentate anche alla struttura preposta alle autorizzazioni e concessioni dell’ARPAE competente al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: aoofe@cert.arpa.emr.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it