E-R | BUR

n.23 del 02.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Proroga al 31 marzo 2022 della validità dell'intesa sottoscritta tra la Regione Emilia-Romagna e le Associazioni delle farmacie convenzionate in tema farmacia dei servizi di cui alle deliberazioni di Giunta regionale 329/2019 e 1024/2021. Revisione della delibera di Giunta regionale n. 1378/2021 in tema di esecuzione di tamponi antigenici rapidi per la ricerca del Coronavirus a carico del Servizio Sanitario Regionale presso le farmacie convenzionate della regione

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Preso atto del decreto-legge n. 221 del 24/12/2021 in tema di “Proroga dello stato di emergenza nazionale e ulteriori misure per il contenimento della diffusione dell'epidemia da COVID-19”, ed in particolare, dell’art. 9. Esecuzione di test antigenici rapidi a prezzi calmierati e gratuitamente che prevede:

1. all'articolo 5, (ndr. in tema di misure urgenti per la somministrazione di test antigenici rapidi per la campagna vaccinale antinfluenzale 2021/2022) del decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105 (ndr. in tema di misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l'esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche), convertito, con modificazioni, dalla legge 16 settembre 2021, n. 126, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) ai commi 1 e 1-bis, (ndr. in particolare, in tema di protocollo d'intesa con le farmacie al fine di assicurare la somministrazione di test antigenici rapidi per la rilevazione di antigene SARS-CoV-2 a prezzi contenuti e in relazione all’esigenza di agevolare ulteriormente i minori di età compresa tra i 12 e i 18 anni), le parole «31 dicembre 2021» sono sostituite dalle seguenti: «31 marzo 2022»;

b) al comma 1-ter, dopo le parole «è assicurata» sono inserite le seguenti: «, fino al 31 marzo 2022,».

2. all'articolo 34, (ndr. in tema di altre disposizioni urgenti in materia di salute), comma 9-quater (ndr. in particolare, in tema di esecuzione gratuita di test antigenici rapidi per la rilevazione di antigene SARS-CoV-2 somministrati nelle farmacie di cui all'articolo 1, commi 418 e 419, della legge 30 dicembre 2020, n. 178 per i soggetti che non possono ricevere o completare la vaccinazione anti SARS-CoV-2, sulla base di idonea certificazione medica), del decreto-legge 5 maggio 2021, n. 73 (ndr. in tema di misure urgenti connesse all'emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali), convertito, con modificazioni, alla legge 23 luglio 2021, n. 106, le parole «31 dicembre 2021» sono sostituite dalle seguenti: «31 marzo 2022».

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 329 del 4/3/2019 avente in oggetto “Approvazione dello schema di Protocollo d’Intesa tra la Regione Emilia-Romagna e le Associazioni di categoria dei Farmacisti in tema di distribuzione dei farmaci, assistenza integrativa e di farmacia dei servizi per gli anni 2019 e 2020”;
  • n. 1967 del 11/11/2019 avente in oggetto “Recepimento dell'Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano (rep. atti 167/CSR) sancito in data 17 ottobre 2019 sul documento recante "Linee di indirizzo per la sperimentazione dei nuovi servizi nella farmacia di comunità";
  • n. 1986 del 28/12/2020 avente in oggetto “Proroga della validità dell’Intesa sottoscritta tra la Regione Emilia-Romagna e le Associazioni di categoria delle Farmacie convenzionate in tema di distribuzione dei farmaci, assistenza integrativa e di farmacia dei servizi di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 329/2019”;
  • n.464 del 6/4/2021 avente in oggetto “Modifiche all'Accordo tra la Regione Emilia-Romagna e le Associazioni di categoria delle Farmacie convenzionate per effettuare test rapidi nasali per la rilevazione dell'antigene del Coronavirus di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 1840/2020 e successive variazioni apportate con le deliberazioni di Giunta n. 1940/2020 e n. 118/2021”;
  • n. 779 del 24/5/2021 avente in oggetto “Modifiche alle deliberazioni di Giunta regionale 475/2020 e 464/2021 in tema di esecuzione di tamponi antigenici per la ricerca del coronavirus e disposizioni in tema di rilascio di digital green certificate con il supporto delle Farmacie convenzionate della regione. Adeguamento termine di conservazione dei campioni positivi di cui alla determinazione della Direttrice generale cura della persona, salute e welfare 19468/2020”;
  • n. 1024 del 29/6/2021 avente in oggetto “Proroga al 31 dicembre 2021 della validità dell'Intesa sottoscritta tra la Regione Emilia-Romagna e le Associazioni di categoria delle Farmacie convenzionate in tema di farmacia dei servizi di cui alle deliberazioni di Giunta Regionale 329/2019 e 1986/2020. Gratuità dei tamponi antigenici rapidi nasali in farmacia per i frequentatori dei centri estivi per ragazzi”;
  • n. 1337 del 24/8/2021 avente in oggetto “Recepimento Accordo quadro nazionale 29 marzo 2021 tra Governo, Regioni, Province Autonome, Federfarma, Assofarm e conseguente Accordo tra Regione Emilia-Romagna e Associazioni di Categoria delle Farmacie convenzionate in tema di vaccinazione anti sars-cov-2 in farmacia”;
  • n. 1378 del 6/9/2021 avente in oggetto “Modifiche alle deliberazioni di Giunta Regionale n. 779/2021 e n. 1024/2021 in tema di esecuzione di tamponi antigenici rapidi per la ricerca del coronavirus a carico del Servizio Sanitario Regionale presso le Farmacie convenzionate della regione”;

Tenuto conto delle Note assunte dalla Direttrice Generale della Direzione Cura della Persona, Salute e Welfare di seguito indicate:

  • PG 20/09/2021.0880072.U in tema di “Indicazioni tecniche in tema di vaccinazione anti Sars-Cov-2 presso le farmacie convenzionate della regione di cui alla DGR 1337/2021”;
  • PG 05/11/2021.1021515.U in tema di “Indicazioni tecniche in tema di vaccinazione antinfluenzale presso le Farmacie convenzionate della regione ai sensi dell’Intesa di cui alla CSR Atto rep. n. 215 del 21 ottobre 2021”;
  • PG 26/11/2021.1087547.U in tema di “Integrazioni alle precedenti indicazioni tecniche in tema di vaccinazione antinfluenzale presso le Farmacie convenzionate della regione ai sensi dell’Intesa di cui alla CSR Atto rep. n. 215 del 21 ottobre 2021;
  • PG 26/11/2021.1087540.U in tema di “Indicazioni tecniche sulla somministrazione di dosi booster nell’ambito della campagna di vaccinazione anti SARS-CoV-2/COVID-19 nelle Farmacie convenzionate della Regione Emilia-Romagna. Indicazioni in tema di prenotazione tramite FarmaCUP della dose booster”;

Preso atto della Nota pervenuta dalle Associazioni di categoria delle farmacie convenzionate avente in oggetto “Proposta proroga accordo in essere e strutturazione del nuovo”, registrata agli atti con prot. 22/12/2021.1177839.E;

Ritenuto necessario, in condivisione con le Associazioni di categoria delle Farmacie convenzionate, prorogare al 31 marzo 2022 la validità dell’Intesa regionale n. 329/2021 sopra richiamata, già prorogata al 31 dicembre 2021 con propria deliberazione n. 1024/2021, anche in considerazione del progressivo consolidamento delle progettualità inerenti alla Farmacia dei servizi attuate a seguito delle deliberazioni di Giunta regionale e delle note della Direzione Generale Direzione Cura della Persona, Salute e Welfare sopra citati;

Ritenuto altresì necessario apportare modifiche alla propria deliberazione n. 464/2021 e alla successiva n. 1378/2021, sopra citate, in tema di esecuzione dei tamponi antigenici presso le farmacie convenzionate, come di seguito indicato:

  • in considerazione del sopra citato D.L. 221/2021 e in relazione alla disponibilità del vaccino anti SARS COVID-19/COVID-19 a partire da 5 anni di età, a far data dal 1° gennaio 2022, e sino a quando le disposizioni nazionali lo consentono, l’attività di esecuzione del test antigenico rapido nasale a carico del Servizio sanitario presso le Farmacie convenzionate della regione è realizzata nell’ambito delle seguenti misure:

- test gratuito per le persone esenti da vaccinazione e in possesso di idonea certificazione;

- test con costo a carico del cittadino pari a 8 € in caso di minori di età compresa tra i 12 e i 18 anni; resta a carico dell’Amministrazione pubblica la restante quota pari a 7 €;

- nei casi di cui ai due punti precedenti l’intervallo temporale tra due test non è inferiore a una settimana;

- test a carico del cittadino pari a 15 € in tutti gli altri casi;

  • in relazione all’attuale fase pandemica da SARS-CoV-2 e in particolare:

- alla registrazione di rilevanti e rapidi incrementi dei casi di COVID-19 anche a seguito della diffusione della variante Omicron;

- alle ricadute in termini di maggiore difficoltà per i Dipartimenti di Sanità Pubblica nell’eseguire tempestivamente i test molecolari di conferma delle positività rilevate a seguito di test rapidi antigenici eseguiti presso le farmacie;

- alla Circolare del Ministero della Salute n. 705-08/01/2021 che riporta: “In un contesto ad alta prevalenza, i test antigenici rapidi avranno un PPV elevato. Pertanto, è probabile che la positività di un test antigenico rapido sia indicativa di una vera infezione, non richiedendo conferma con test RT-PCR”;

a far data dal 29 dicembre 2021, in presenza di esiti positivi emersi dall’esecuzione dei test antigenici rapidi nasali presso le farmacie convenzionate non è necessario proseguire tramite conferma della diagnosi con test RT-PCR; l’invio dei dati di positività, attraverso il Portale Farmacie, consente la diretta presa in carico dei casi da parte del Dipartimenti di Sanità Pubblica;

  • sono apportate modifiche al modulo di “Informativa al cittadino sulla possibilità di eseguire in farmacia il test rapido nasale per la rilevazione dell'antigene del coronavirus” e all’”Informativa sul trattamento dei dati sull’esecuzione del test rapido nasale in farmacia per la rilevazione dell'antigene del coronavirus”, posti in Allegato 1, rispettivamente parti A e B, al presente atto;
  • il modulo posto in allegato 5 all’Accordo di cui alla DGR n.464 del 6/4/2021 è eliminato;
  • è superato il divieto di vendita al pubblico presso le farmacie dei test rapidi COVID-19 destinati al self-testing;

Visti:

- la L.R. 26 novembre 2001 n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.ii.;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.ii.;

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli nella Regione Emilia-Romagna”, e le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni, predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

- n. 2013/2020 avente ad oggetto “Indirizzi organizzativi per il consolidamento della capacità amministrativa dell’Ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato per far fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’IBACN”;

- n. 2018 del 28 dicembre 2020 “Affidamento degli incarichi di Direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell'art. 43 della L.R. 43/2001 e ss.mm.ii”;

- n. 111 del 28 gennaio 2021 ad oggetto: “Approvazione Piano Triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Anni 2021-2023”;

- n. 771 del 24 maggio 2021 avente ad oggetto: “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'Ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e Linee di Indirizzo 2021”;

Richiamata infine la determinazione dirigenziale n. 20202 del 13/11/2020 recante “Conferimento di incarico di Responsabile del Servizio Assistenza territoriale della Direzione Generale cura della persona, salute e welfare”;

Dato atto che il responsabile del procedimento, nel sottoscrivere il parere di legittimità, attesta di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute;

A voti unanimi e palesi

delibera

per tutto quanto esposto in narrativa, che qui si intende integralmente richiamato:

1. di prorogare al 31 marzo 2022 la validità dell’Intesa regionale n. 329/2021 “Approvazione dello schema di Protocollo d’Intesa tra la Regione Emilia-Romagna e le Associazioni di categoria dei Farmacisti in tema di distribuzione dei farmaci”, già prorogata al 31 dicembre 2021 con propria deliberazione 1024/2021;

2. di apportare le seguenti modifiche alle proprie deliberazioni n. 464/2021 e n. 1378/2021 in tema di esecuzione dei tamponi antigenici presso le farmacie convenzionate, come di seguito indicato:

  • a far data dal 1 gennaio 2022, e sino a quando le disposizioni nazionali lo consentono, l’attività di esecuzione del test antigenico rapido nasale a carico del Servizio sanitario presso le Farmacie convenzionate della regione è realizzata nell’ambito delle seguenti misure:

- test gratuito per le persone esenti da vaccinazione e in possesso di idonea certificazione;

- test con costo a carico del cittadino pari a 8 € in caso di minori di età compresa tra i 12 e i 18 anni; resta a carico dell’Amministrazione pubblica la restante quota pari a 7 €;

- nei casi di cui ai due punti precedenti l’intervallo temporale tra due test non è inferiore a una settimana;

- test a carico del cittadino pari a 15 € in tutti gli altri casi;

  • in relazione all’attuale fase pandemica da SARS-CoV-2 e in particolare, a far data dal 29 dicembre 2021, in presenza di esiti positivi emersi dall’esecuzione dei test antigenici rapidi nasali presso le farmacie convenzionate non è necessario proseguire tramite conferma della diagnosi con test RT-PCR; l’invio dei dati di positività attraverso il Portale Farmacie consente la diretta presa in carico dei casi da parte del Dipartimenti di Sanità Pubblica;
  • i moduli relativi all’”Informativa al cittadino sulla possibilità di eseguire in farmacia il test rapido nasale per la rilevazione dell'antigene del coronavirus” e all’”Informativa sul trattamento dei dati relativi all’esecuzione del test rapido nasale in farmacia per la rilevazione dell'antigene del coronavirus” sono sostituiti da quelli riportati in Allegato 1 (rispettivamente parti A e B) parte integrante e sostanziale del presente atto; il modulo posto in allegato 5 all’Accordo di cui alla propria deliberazione n. 464 del 6/4/2021 è eliminato;

3. di dare mandato alla Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare di aggiornare le indicazioni relative alle condizioni di erogabilità e di esecuzione del test a seguito di modifiche della normativa nazionale nonché di adottare ogni altro adempimento conseguente;

4. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico;

5. che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it