E-R | BUR

n.320 del 05.11.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Concessione degli ammortizzatori sociali in deroga 2013 a completamento della delibera di Giunta regionale 923/2014

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

– l’Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome in materia di ammortizzatori sociali in deroga e sulle politiche attive del lavoro per l’anno 2013 del 22 novembre 2012;

– l’Intesa tra Regione Emilia-Romagna e Parti sociali per l’accesso agli ammortizzatori sociali in deroga anno 2013 del 19 dicembre 2012;

– l’Intesa del 27 giugno 2013 tra Regione Emilia-Romagna e Parti sociali per l’accesso agli ammortizzatori sociali in deroga relativamente al secondo semestre 2013;

– il piano di riparto delle risorse assegnate alle Regioni e Province autonome per gli ammortizzatori sociali in deroga per l’anno 2013, concordato ai sensi del punto 12 della sopra citata Intesa del 22 novembre 2012;

Viste le proprie deliberazioni:

– n. 850 del 15 giugno 2009 "Approvazione schema di convenzione tra INPS e Regione Emilia-Romagna per modalità attuative, gestionali e flussi informativi relativi agli ammortizzatori sociali in deroga ex all'art. 19 L. 2/2008 e art. 16 LR 17/2005.";

– n. 1138 del 27 luglio 2009 “Modifica allo schema di Convenzione di cui alla propria deliberazione n.850/2009 del 15 giugno 2009 avente ad oggetto "Approvazione schema di convenzione tra INPS e Regione Emilia-Romagna per modalità attuative, gestionali e flussi informativi relativi agli ammortizzatori sociali in deroga ex all'art. 19 L. 2/2008 e art. 16 LR 17/2005.";

– la propria deliberazione n. 261 del 11 marzo 2013 ad oggetto “Approvazione delle integrazione alla ‘Raccolta aggiornata delle disposizioni regionali per l’attuazione degli ammortizzatori sociali in deroga di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 294/2012 e ss.mm.”, ed in particolare l’allegato parte integrante della stessa;

– n. 947 del 8 luglio 2013 “Integrazione alla “Raccolta aggiornata delle Disposizioni regionali per l’attuazione degli ammortizzatori sociali in deroga” di cui alla DGR 261/2013 - Secondo provvedimento”;

– n.1670 del 18 novembre 2013 “Integrazione alla “Raccolta aggiornata delle Disposizioni regionali per l’attuazione degli ammortizzatori sociali in deroga” di cui alla DGR 261/2013 - 2° provvedimento”;

– n. 513 del 14 aprile 2014 “Disposizioni regionali per l'attuazione degli ammortizzatori sociali in deroga per l'anno 2014 in attuazione delle intese tra Regione Emilia-Romagna e Parti Sociali sottoscritte nelle date del 23/12/2013, 31/3/2014 e 8/4/2014. - art. 16 L.R. 17/2005”;

Richiamata la Convenzione tra la Regione Emilia-Romagna e la Direzione Generale dell’INPS Regionale sottoscritta in data 29 luglio 2009;

Visti i Decreti del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali adottati di concerto con Il Ministro dell’economia e della Finanze di assegnazione delle risorse finanziarie ai fini della concessione dei trattamenti in deroga per il 2013:

– n. 73648 del 6 giugno 2013 che assegna alla Regione Emilia-Romagna Euro 37.119.281,58;

– n. 73469 del 6 giugno 2013 che assegna alla Regione Emilia-Romagna Euro 18.861.480,41;

– n. 74286 del 4 luglio 2013 che assegna alla Regione Emilia-Romagna Euro 41.963.205,78;

– n. 76772 del 7 novembre 2013 che assegna alla Regione Emilia-Romagna Euro 38.582.722,32;

– n. 78641 del 22 gennaio 2014 che assegna alla Regione Emilia-Romagna Euro 30.866.178,00;

– n. 83117 del 16 luglio 2014 che provvede al finanziamento delle residue prestazioni dell’annualità 2013, per la concessione dei trattamenti di cassa integrazione in deroga, relativi ad accordi stipulati entro e non oltre il 31 dicembre 2013, come trasmessi dalle Regioni e Province autonome all’INPS entro il 30 giugno 2014;

Visto altresì il Messaggio della sede nazionale dell’INPS n. 5786 del 3 luglio 2014, pervenuto il 4 luglio 2014, che prevedeva che i provvedimenti di concessione degli ammortizzatori sociali in deroga per il 2013 potevano essere inviati nelle prime due settimane di luglio;

Richiamate altresì le proprie deliberazioni con le dei trattamenti in deroga per il 2013:

- n. 328 del 25 marzo 2013 “Concessione degli ammortizzatori sociali in deroga. Primo provvedimento autorizzazione 2013”,

- n. 709 del 3 giugno 2013 “Concessione degli ammortizzatori sociali in deroga. Secondo provvedimento autorizzazione 2013”,

- n. 1022 del 22 luglio 2013 “Concessione degli ammortizzatori sociali in deroga. Completamento concessioni di cui al secondo provvedimento autorizzazione 2013. DGR 709/2013”,

- n. 1089 del 2 agosto 2013 “Concessione degli ammortizzatori sociali in deroga. Terzo provvedimento autorizzazione 2013”;

- n. 1671 del 18 novembre 2013 “Concessione degli ammortizzatori sociali in deroga. Quarto provvedimento autorizzazione 2013”;

- n. 138 del 10 febbraio 2014 “Concessione degli ammortizzatori sociali di CIGS in deroga. Quinto provvedimento autorizzazione in deroga 2013”;

- n. 216 del 24 febbraio 2014 “Concessione degli ammortizzatori sociali in deroga. Sesto provvedimento autorizzazione in deroga 2013”;

- n. 412 del 31 marzo 2014 “Concessione degli ammortizzatori sociali in deroga. Settimo provvedimento autorizzazione in deroga 2013”;

- n. 877 del 17 giugno 2014 “Concessione degli ammortizzatori sociali in deroga. Ottavo provvedimento autorizzazione in deroga 2013”;

- n. 923 del 23 giugno 2014 “Concessione degli ammortizzatori sociali in deroga 2013. Nono provvedimento autorizzazione”;quali si è proceduto alla concessione

- n. 1075 del 14 luglio 2014 “Concessione degli ammortizzatori sociali in deroga 2013. Decimo provvedimento autorizzazione”;

Considerato che:

- la trasmissione all’INPS delle richieste di ammortizzatori sociali in deroga autorizzate con la propria deliberazione n. 1075/2014 sopra richiamata, non è stata recepita dal sistema telematico dell’INPS;

- rimangono da autorizzare ancora n. 3 domande di Cassa Integrazione Guadagni in deroga per il periodo 2013, la cui istruttoria si è completata successivamente alla metà di luglio 2014 a causa di disguidi tecnici;

Ritenuto pertanto, al fine di garantire continuità nella protezione del reddito attraverso gli ammortizzatori in deroga ai lavoratori sospesi dal lavoro, di confermare le concessioni di cui alla propria deliberazione n. 1075/2014 sopracitata e di concedere, nell’ambito delle suddette risorse finanziarie assegnate, i trattamenti in deroga riferiti a periodi del 2013, di cui l’istruttoria delle relative domande si è conclusa dopo la metà di luglio 2014, come specificato negli allegati:

- A) e B) parti integranti e sostanziali della propria deliberazione n. 1075/204 sopra richiamata, che si allegano nuovamente alla presente deliberazione per chiarezza di consultazione,

- C) e D) parti integranti e sostanziali della presente deliberazione;

e riportati in sintesi nella seguente tabella:

Allegati

Trattamento in deroga

Periodo

Domande

n. Lav.

A

CIGO in deroga 16

 2013

1

4

B

CIGS in deroga 16 

 2013

1

2

C

CIGO in deroga 17

 2013

1

44

D

CIGS in deroga 17

 2013

2

5

 

Totale

 2013

5

 55

Ritenuto altresì di considerare le suddette concessioni un completamento della propria deliberazione n. 923/2014 sopra citata;

Dato atto che l’INPS procederà ad erogare i trattamenti di sostegno al reddito nei limiti delle risorse disponibili ed assegnate alla Regione Emilia-Romagna;

Viste:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.;

- le proprie deliberazioni n. 1057 del 24 luglio 2006, n. 1663 del 27 novembre 2006, n. 1377/2010 così come rettificata dalla n. 1950/2010, n. 2060 del 20 dicembre 2010, n. 1642 del 14 novembre 2011, n. 221 del 27 febbraio 2012 e n. 1222/2011 prorogata con DGR. n.1179/2014;

- la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007.” e ss.mm.;

Tenuto conto che il presente provvedimento riveste caratteri di urgenza e di indifferibilità in quanto i lavoratori beneficiari del trattamento di integrazione salariale in deroga di cui al provvedimento stesso sono sprovvisti di sostegno per i periodi riferiti all’anno 2013;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta congiunta degli Assessori regionali competenti per materia;

A voti unanimi e palesi;

delibera

Per le motivazioni riportate in premessa e qui integralmente richiamate:

  1. di confermare le concessioni di cui alla propria deliberazione n. 1075/2014 citata in premessa e riportate negli allegati A) e B) della stessa, che si allegano nuovamente per chiarezza di consultazione;
  2. di concedere, i trattamenti in deroga per l’anno 2013 di cui agli allegati C) e D), parti integranti e sostanziali della presente deliberazione;
  3. di considerare le concessioni di cui ai punti 1 e 2 che precedono un completamento della propria deliberazione n. 923/2014 richiamata in premessa;
  4. di autorizzare, conseguentemente alla concessione di cui ai precedenti punti 1 e 2, la sede dell’INPS territorialmente competente all’erogazione dei sopra citati trattamenti in deroga, fatto salvo l’accertamento da parte dell’Istituto stesso di eventuali preclusioni, incompatibilità, o cause di decadenza, sulla base di quanto richiesto nelle stesse mensilità dalle imprese di cui agli allegati A), B) C) e D), parti integranti e sostanziali della presente deliberazione sopra citati, nei limiti delle risorse disponibili ed assegnate alla Regione Emilia-Romagna per l’anno 2013;
  5. di confermare che il Dirigente del Servizio Lavoro revocherà i trattamenti concessi con il presente atto, qualora si verifichi la carenza o l’insussistenza dei requisiti richiesti, così come previsto dalla propria deliberazione n. 513/2014 indicata in premessa;
  6. di confermare la responsabilità in capo al Dirigente del Servizio Lavoro di tutti gli adempimenti tecnici collegati alla corretta gestione delle procedure di accertamento delle economie, a seguito dell’invio tardivo da parte delle imprese all’INPS della documentazione necessaria;
  7. di pubblicare la presente deliberazione sia nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna sia sul portale tematico http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it