E-R | BUR

n.40 del 16.02.2022 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Delibera di Giunta regionale n. 2004/2021. Comune di Ferrara. Proroga del termine di ultimazione del "Progetto di monitoraggi integrativi acque sotterranee e Soil Gas nella zona del quadrante ovest di Ferrara". CUP B79J21028570002

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Vista la propria deliberazione n. 2004 del 29 novembre 2021 con cui è stato concesso al Comune di Ferrara (FE) il contributo di € 35.000,00 a copertura delle spese previste nel “Progetto di monitoraggi integrativi acque sotterranee e soil gas nella zona del Quadrante Ovest di Ferrara” - CUP B79J21028570002, le cui attività avrebbero dovuto concludersi entro il 31 dicembre 2021;

Considerato che il Comune di Ferrara (FE), con nota acquisita agli atti del competente Servizio regionale con Prot. n. PG.2021.1183682 del 24 dicembre 2021, ha comunicato che:

- non è stato ancora possibile espletare la procedura di gara necessaria per l’affidamento del servizio/lavori;

- per il posizionamento dei punti previsti per il soil gas e le camere di flusso deve essere richiesto l’assenso da parte dei proprietari delle aree private che richiedono tempi piuttosto lunghi viste le ricerche d’ufficio che devono essere effettuate;

- per le indagini previste dal progetto è opportuno eseguire ripetizioni delle misure di tipo stagionale al fine di verificare il reale stato di potenziale contaminazione dell’area;

- per la conclusione dell'intervento in oggetto ha quindi richiesto una proroga del termine fino al 31 dicembre 2022;

Considerato di condividere le motivazioni addotte dal Comune di Ferrara (FE) nella citata nota prot. n. 1183682/2021, giustificate dal sopraggiungere e verificarsi di lungaggini non prevedibili e determinate principalmente da fattori esterni, nonché giustificate dall’opportunità di migliorare l’efficacia delle risorse impegnate;

Ritenuto di accogliere parzialmente la richiesta di proroga presentata dal Comune di Ferrara (FE), considerando tempistiche più congruenti a quelle previste in prima istanza per lo svolgimento delle operazioni;

Ritenuto pertanto di prorogare al 30 giugno 2022 il termine di conclusione dell'intervento in oggetto;

Dato atto che la copertura finanziaria dell'intervento in oggetto è assicurata con la citata propria deliberazione n. 2004 del 29 novembre 2021;

Visti:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 recante “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione 29 dicembre 2008 n. 2416 avente per oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 468/2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”. Adempimenti conseguenti”;

- il D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;

- il D.Lgs. 10 agosto 2014, n. 126 “Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;

- la legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e ss.mm.ii.;

- la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n. 4 recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art. 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136”;

- il D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136” e ss.mm.ii.;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 111 del 28 gennaio 2021 avente per oggetto: “Approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza 2021–2023”;

- la propria deliberazione n. 2013/2020 avente ad oggetto “Indirizzi organizzativi per il consolidamento della capacità amministrativa dell’Ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato per far fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’Ibacn”;

- la propria deliberazione n. 2018/2020 avente ad oggetto “Affidamento degli incarichi di direttore Generale della Giunta regionale ai sensi dell’art. 43 della 43/2001 e ss.mm.ii.;

- la propria deliberazione n. 771/2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

Viste:

- le LL.RR. nn. 19, 20 e 21 del 28 dicembre 2021;

- la propria deliberazione n. 2276 del 27 dicembre 2021 Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2022-2024;

- la determinazione dirigenziale n. 10256 del 31 maggio 2021 “Conferimento incarichi dirigenziali presso la Direzione Generale Cura del Territorio e dell’Ambiente”;

Viste altresì le circolari del Capo di Gabinetto del presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della DGR n. 468/2017;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore all’ambiente, difesa del suolo e della costa e protezione civile;

A voti unanimi e palesi;

delibera

per le motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate:

1) di prorogare al 30 giugno 2022 il termine per la conclusione del “Progetto di monitoraggi integrativi acque sotterranee e soil gas nella zona del Quadrante Ovest di Ferrara” - CUP B79J21028570002, finanziato con la propria deliberazione n. 2004/2021;

2) di rinviare, per tutto quanto non espressamente previsto nel presente atto, alle disposizioni tecnico – procedurali ed amministrativo – gestionali indicate nella citata propria deliberazione n. 2004/2021;

3) di precisare altresì che in fase di riaccertamento dei residui passivi si procederà con la reimputazione agli esercizi successivi in cui la spesa sarà esigibile ai sensi dell’art. 3, comma 4, D.Lgs. n. 118/11 e ss.mm.ii.;

4) di dare atto che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

5) di dare atto altresì che il presente provvedimento sarà trasmesso al Comune di Ferrara (FE);

6) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia–Romagna Telematico.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it