E-R | BUR

n.201 del 04.07.2014 (Parte Seconda)

XHTML preview

Recepimento dell'art. 4, comma 3 del D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167 "Testo Unico dell'Apprendistato, a norma dell'articolo 1, comma 30, della lLgge 24 dicembre 2007, n. 247" come modificato dal Decreto Legge 20 marzo 2014, n. 34 convertito con Legge 16 maggio 2014, n. 78 - Modifica alle proprie deliberazioni n. 775/2012 e 1150/2012

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- Il D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167 “Testo unico dell’apprendistato, a norma dell’articolo 1, comma 30, della legge 24 dicembre 2007, n. 247” e ss. mm.;

- la Legge regionale 30 giugno 2003, n. 12 “Norme per l'uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l'arco della vita, attraverso il rafforzamento dell'istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” e ss.mm.;

- la Legge regionale n. 17 del 2005, “Norme per la promozione dell’occupazione, della sicurezza, regolarità e qualità del lavoro” e ss.mm.;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 775 dell’11/6/2012 “Attuazione delle norme sull'apprendistato di cui al D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167 'Testo Unico dell'apprendistato, a norma dell'art. 1, c. 30, della l. 24/12/2007, n. 247’.”;

- n. 1150 del 30/7/2012 “Approvazione dell'Avviso e delle modalità per la presentazione e la validazione delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante da ammettere nel catalogo regionale - Approvazione delle modalità di assegnazione ed erogazione dei relativi assegni formativi (voucher) - Attuazione della DGR 775/2012.”;

- n. 702 del 3/6/2013 “Modifica dell'invito di cui all'Allegato 1 della propria deliberazione n. 1150/2012 'Approvazione dell'avviso e delle modalità per la presentazione e la validazione delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante da ammettere nel catalogo regionale -Approvazione delle modalità di assegnazione ed erogazione dei relativi assegni formativi (voucher) - attuazione della DGR 775/2012'";

- n. 1037 del 23/7/2013 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alla D.G.R. n. 389/2013 e dell' elenco degli organismi accreditati per l'obbligo d'istruzione ai sensi della D.G.R. n. 2046/2010”;

- n. 1487 del 21/10/2013 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alla D.G.R. n. 1487/2013 e dell'elenco degli organismi accreditati per l'obbligo d'istruzione ai sensi della D.G.R. n. 2046/2010”;

- n. 461 del 7/4/2014 “Aggiornamento elenco degli organismi accreditati di cui alla D.G.R. n. 1487/2013 e dell'elenco degli organismi accreditati per l'obbligo d'istruzione ai sensi della D.G.R. n. 2046/2010”;

Richiamate altresì le determinazioni dirigenziali;

- n. 14713 del 15/11/2012 “Costituzione Commissione di validazione delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante da ammettere nel catalogo regionale in attuazione della deliberazione di Giunta regionale n. 1150/2012”;

- n. 547 del 28/1/2013 “Approvazione del catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 D.Lgs. 167/2011, in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 1150/2012”;

- n. 854 del 6/2/2013 “Aggiornamento del catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 D.Lgs. 167/2011, in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 1150/2012. II provvedimento”;

- n. 5206 del 14/5/2013 “Aggiornamento del catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 D.Lgs. 167/2011, in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 1150/2012. III provvedimento”;

- n. 16497 del 12/12/2013 “Aggiornamento del catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 D.Lgs. 167/2011, in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 1150/2012. IV provvedimento”;

- n. 6753 del 20/5/2014 “Aggiornamento del catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 D.Lgs. 167/2011, in attuazione della delibera di Giunta regionale n. 1150/2012. V provvedimento”;

Preso atto che il D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167, così come modificato dal decreto-legge 20 marzo 2014, n. 34, convertito dalla legge n. 78/2014, all’art. 4, comma 3, stabilisce che “La Regione provvede a comunicare al datore di lavoro, entro quarantacinque giorni dalla comunicazione dell'instaurazione del rapporto, le modalità di svolgimento dell’offerta formativa pubblica, anche con riferimento alle sedi e al calendario delle attività previste,avvalendosi anche dei datori di lavoro e delle loro associazioni che si siano dichiarate disponibili, ai sensi delle linee guida adottate dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano in data 20 febbraio 2014”;

Considerato che il catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 D.Lgs. 167/2011, in attuazione della propria delibera n. 1150/2012, costituisce offerta formativa pubblica, disciplinata nell’ambito della normativa regionale;

Considerato inoltre che tale offerta formativa:

- è stata formalmente approvata dal Dirigente regionale competente con le modalità stabilite nella propria deliberazione n. 1150/2012 succitata;

- è finanziata con le risorse nazionali assegnate annualmente alla Regione Emilia-Romagna dai decreti direttoriali del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali - Direzione generale per le politiche attive e passive;

- è disponibile all’indirizzo http://siaper.regione.emilia-romagna.it/siaper_catalogo/;

Preso atto che l’art. 4, comma 3 del D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167 prevede che la Regione possa avvalersi, per la comunicazione, anche dei datori di lavoro e delle loro associazioni che si siano dichiarate disponibili, ai sensi delle linee guida adottate dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano in data 20 febbraio 2014; 

Ritenuto pertanto opportuno stabilire che, ad avvenuta comunicazione dell’instaurazione del rapporto di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere, verrà data informazione al datore di lavoro, tramite il sistema regionale SARE, delle modalità di svolgimento dell’offerta formativa pubblica, come previsto dal citato art. 4, comma 3 del D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167;

Preso atto inoltre che:

- dalla prima attuazione della regolamentazione dell’offerta formativa per l’apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere stagionale emerge la necessità di meglio precisare le durate dei percorsi formativi in coerenza con l’andamento dei contratti stagionali;

- si rende quindi necessario modificare contestualmente anche la valorizzazione economica dei voucher corrispondenti;

Ritenuto pertanto opportuno procedere alla modifica:

- dell’Allegato 1 "L’Apprendistato dell’Emilia-Romagna per conoscere e crescere”, parte integrante e sostanziale della deliberazione n. 775/2012 succitata, - capitolo 4 “Il profilo dell’intervento regionale - Schede descrittive”, - scheda “APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE O CONTRATTO DI MESTIERE STAGIONALE”, per la parte che riguarda la durata dei percorsi formativi e la valorizzazione economica dei voucher corrispondenti;

- dell’Allegato 1 parte integrante e sostanziale della succitata deliberazione n. 1150/2012 - paragrafo 10 “Caratteristiche e modalità di assegnazione ed erogazione degli assegni formativi (voucher)” per quanto riguarda fasce orarie e valorizzazione del voucher per l’apprendistato stagionale”; stabilendo che le modifiche di cui ai punti precedenti si applicano per i contratti di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere stagionale instaurati a partire dalla data di approvazione della presente deliberazione;

Sentite le parti sociali componenti la Commissione Regionale Tripartita (art. 51, L.R. n. 12/2003) con procedura scritta in data 06/06/2014;

Vista la Legge regionale n. 43/2001 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e ss.mm;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 1057/2006 “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali” e s.m.;

- n. 1663/2006 concernente "Modifiche all'assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente";

- n. 2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007.” e ss.mm.;

- n. 1377 del 20/9/2010 “Revisione dell'assetto organizzativo di alcune Direzioni generali”, così come rettifica dalla deliberazione di G.R. n. 1950/2010;

- n. 2060/2010 “Rinnovo incarichi a Direttori generali della Giunta regionale in scadenza al 31/12/2010;

- n. 1222/2011 “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1/8/2011)”;

- n. 1642 14/11/2011 “Riorganizzazione funzionale di un servizio della Direzione generale Cultura, Formazione e Lavoro e modifica all'autorizzazione sul numero di posizioni dirigenziali professional istituibili presso l'Agenzia Sanitaria e Sociale regionale“;

- n. 221 del 27/2/2012 “Aggiornamento alla denominazione e alla declaratoria e di un Servizio della Direzione generale Cultura, Formazione e Lavoro”

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell'Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi;

delibera:

per le motivazioni indicate in premessa e qui integralmente richiamate;

1. di stabilire che:

a) il Catalogo regionale delle offerte formative per l'apprendistato professionalizzante ex art. 4 d.lgs. 167/2011 costituisce offerta formativa pubblica, disciplinata nell’ambito della normativa regionale;

b) l’offerta formativa di cui al catalogo regionale succitato:

- è stata formalmente approvata dal Dirigente regionale competente con le modalità stabilite nella propria deliberazione n. 1150/2012 citata in premessa;

- è finanziata con le risorse nazionali assegnate annualmente alla Regione Emilia-Romagna dai Decreti direttoriali del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali - Direzione generale per le politiche attive e passive ed è disponibile all’indirizzo http://siaper.regione.emilia-romagna.it/siaper_catalogo/;

c) all’atto della comunicazione dell’instaurazione del rapporto, la Regione comunicherà, mediante informativa attraverso il sistema regionale SARE, i contenuti del Catalogo dell’offerta formativa, con riferimento alle modalità e alle sedi di svolgimento della formazione, in applicazione dell’art. 4, comma 3 del D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167;

d) la Regione e le Parti Sociali si impegnano, in ottemperanza alle previsioni del citato art. 4, comma 3 del D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167, a dare massima diffusione a quanto stabilito nella presente deliberazione;

2. di stabilire inoltre che:

a) l’Allegato 1 parte integrante e sostanziale della propria deliberazione n. 775/2012 "L’Apprendistato dell’Emilia-Romagna per conoscere e crescere” - capitolo 4 “Il profilo dell’intervento regionale - Schede descrittive”, - scheda “APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE O CONTRATTO DI MESTIERE STAGIONALE”, per la parte che riguarda la durata dei percorsi formativi e la valorizzazione economica dei voucher corrispondenti, è modificato come segue:

“La formazione regionale (per l’acquisizione di competenze di base e trasversali) per gli apprendisti assunti con contratto stagionale viene parametrata secondo le seguenti proporzioni:

- per i contratti di durata da 0 a 4 mesi: 12 ore

- per i contratti di durata da 4 a 6 mesi: 20 ore

- per i contratti di durata di oltre 6 mesi: 40 ore

La Regione partecipa finanziariamente alle realizzazione della formazione attraverso il riconoscimento di un voucher all’apprendista del valore di:

- 150 Euro per 12 ore

- 250 Euro per 20 ore

- 500 Euro per 40 ore”;

b) l’Allegato 1 parte integrante e sostanziale della propria deliberazione n. 1150/2012 - paragrafo 10 “Caratteristiche e modalità di assegnazione ed erogazione degli assegni formativi (voucher)” è modificato come segue:

“Per l’apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere stagionale il valore del voucher è differenziato per fasce orarie di partecipazione alla formazione così come segue:

- 150 Euro per 12 ore di formazione

- 250 Euro per 20 ore di formazione

- 500 Euro per 40 ore di formazione”;

c) le modifiche di cui ai precedenti punti a) e b) si applicano per i contratti di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere stagionale instaurati a partire dalla data di approvazione della presente deliberazione;

3. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it