E-R | BUR

n. 32 del 02.03.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. 28/08 e deliberazione 2416/08 e ss.mm. - Approvazione Programma di acquisizione di beni e servizi della Direzione generale centrale Risorse finanziarie e Patrimonio per gli esercizi finanziari 2011-2012 e 2013 e programma dei lavori pubblici della medesima Direzione per gli esercizi finanziari 2011-2012 e 2013 relativi ad edifici ed impianti appartenenti al patrimonio regionale, nonchè a beni immobili assunti in locazione

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle Direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE” e successive modificazioni;

- il DPR 5 ottobre 2010, n. 207 di approvazione del Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

- la L.R. 21 dicembre 2007, n. 28 “Disposizioni per l’acquisizione di beni e servizi”, ed in particolare l’art. 4 “Programmi di acquisizione”;

- la propria deliberazione n. 2416 del 29/12/2008 e ss.mm. avente per oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007”, ed in particolare le Sezioni 2, 3 e 5 dell’Appendice 1, Parte Speciale;

Richiamati:

- l’art. 3, comma 18 della Legge 24 dicembre 2003, n. 350 (Legge finanziaria 2004);

- la L.R. 25 febbraio 2000, n. 10 ”Disciplina dei beni regionali. Abrogazione della legge regionale 10 aprile 1989, n. 11” e ss.mm.;

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4”;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna”;

- la L.R. 23 dicembre 2010, n. 14 “Legge finanziaria regionale adottata a norma dell’art. 40 della L.R. 15 novembre 2001, n. 40 in coincidenza con l’approvazione del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2011 e del Bilancio pluriennale 2011-2013”;

- la L.R. 23 dicembre 2010, n. 15 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2011 e Bilancio pluriennale 2011-2013”;

Considerato che:

- in ottemperanza alla normativa vigente la Direzione generale Centrale Risorse finanziarie e Patrimonio ha predisposto il programma per l’acquisizione di beni e servizi per l’esercizio finanziario 2011, nonché per gli esercizi 2012 e 2013 per attività a carattere pluriennale, riprodotto in Allegato A) al presente atto, del quale costituisce parte integrante e sostanziale;

- in tale programma sono individuati gli obiettivi che si intendono perseguire nel corso dei predetti esercizi, le attività da svolgere, le tipologie di beni e servizi da acquisire con specifico riferimento a quelle indicate nella Sezione 3 dell’Appendice 1 della propria deliberazione 2416/08 e ss.mm., le risorse finanziarie necessarie con riferimento ai capitoli di spesa del Bilancio regionale annuale e pluriennale 2011-2013, nonché gli indicatori per la misurazione del raggiungimento degli obiettivi;

- in relazione alle prescrizioni indicate nella lettera NP/2010/0015714, a firma del Sottosegretario alla Presidenza, avente ad oggetto “Predisposizione budget per spese per consulenze, convegni, mostre, pubblicità e manifestazioni di rappresentanza dell’ente (acquisizione di beni e servizi, rif. DGR 2416/08, voci 2-3-4-25-27)”, l’attività programmata con il presente provvedimento, di cui all’Allegato A), esclude spese oggetto di definizione di budget;

Dato atto che il programma di cui al citato Allegato A) è stato trasmesso alla Direzione generale centrale Organizzazione, Personale, Sistemi informativi e Telematica per l’informazione preventiva e la verifica come previsto dalla delibera 2416/08 e ss.mm.;

Considerato altresì che la Direzione generale centrale Risorse finanziarie e Patrimonio ha formulato, sulla base delle indicazioni fornite dal Servizio Patrimonio, il Programma dei lavori pubblici per gli esercizi finanziari 2011, 2012 e 2013, ai sensi della Sezione 5, Appendice 1 della deliberazione 2416/08 e ss.mm., relativi ad edifici e impianti appartenenti al patrimonio regionale, nonchè a beni immobili assunti in locazione, riprodotto in Allegato B) al presente atto del quale costituisce parte integrante e sostanziale;

Dato atto che all’attuazione delle attività e degli interventi programmati con la presente deliberazione di cui agli Allegati A) e B) provvederanno, nel rispetto delle disposizioni vigenti, i dirigenti regionali competenti, previa assunzione delle relative obbligazioni giuridiche, in conformità a quanto previsto dalla normativa e disciplina vigente in materia di lavori, servizi e forniture, nonché dalle norme di gestione dettate dalla L.R. 40/01;

Viste altresì:

- la Legge 23 dicembre 2005, n. 266 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006)” ed in particolare il comma 173, art. 1;

- la delibera della Corte dei Conti 17 febbraio 2006 n. 4/AUT/2006 che approva “Linee guida per l’attuazione dell’art. 1, comma 173 della Legge n. 266 del 2005 (legge finanziaria 2006) nei confronti delle Regioni e degli Enti locali”;

- le lettere del Presidente della Corte dei Conti – Sezione regionale di controllo per l’Emilia-Romagna, protocollo n. 0003358 – 16/12/2008 – SC-ER-T76P, n. 1389 – 16/3/2009 – SC_ER-T76-P e n. 0005907-17/9/2010-SC_ER-T76-P, concernenti le modalità di comunicazione degli atti di spesa per i quali sussiste l’obbligo di invio alla Corte dei Conti ai sensi dell’art. 1, comma 173, della Legge n. 266 del 2005 e le indicazioni operative per gli enti aventi sede in Emilia-Romagna in attuazione delle delibere n. 104 del 16 dicembre 2008 e n. 7/IADC/2009 del 13 marzo 2009;

- la Circolare del Comitato di Direzione contenente le modalità tecnico-operative e gestionali a cui la tecno-struttura regionale dovrà attenersi in riferimento all’applicazione delle disposizioni previste dalle deliberazioni della Corte dei Conti Sezione regionale di controllo per l’Emilia-Romagna n. 104/2008 e n. 7/IADC/2009, allegata alla nota del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta prot. n. PG/2009/0146967 del 30 giugno 2009;

Richiamate:

- la Legge 13 agosto 2010, n. 136 “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normative antimafia” e successive modifiche;

- le determinazioni dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 18 novembre 2010, n. 8 e del 22 dicembre 2010, n. 10, in materia di tracciabilità finanziaria ex art. 3, Legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche;

Richiamate altresì le proprie deliberazioni esecutive ai sensi di legge:

- n. 1057 del 24/6/2006 concernente “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali” e ss.mm.;

- n. 1663 del 27/11/2006, concernente “Modifiche all’assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente” e ss.mm.ii.;

- n. 1720 del 4/12/2006 concernente “Conferimento degli incarichi di responsabilità delle Direzioni generali della Giunta regionale”;

- n. 1173 del 27/7/2009 concernente “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1/8/2009)”;

- n. 1377 del 20/9/2010 concernente “Revisione dell’assetto organizzativo di alcune Direzioni generali”;

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente per oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm.;

- n. 2191 del 28 dicembre 2009 concernente “Misure organizzative per garantire il tempestivo pagamento di somme dovute per somministrazioni, forniture ed appalti. Art. 9, D.L. n. 78/2009, convertito con legge n. 102/2009 (Decreto anticrisi 2009)”;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta della Vicepresidente. Assessore Finanze, Europa. Cooperazione con il sistema delle Autonomie. Valorizzazione della montagna. Regolazione dei servizi pubblici locali. Semplificazione e trasparenza. Politiche per la sicurezza;

a voti unanimi e palesi,

delibera:

1. di approvare, ai sensi della L.R. 28/07 e della propria deliberazione 2416/08 e ss.mm., nonchè sulla base di quanto specificato in premessa e che qui si intende integralmente richiamato:

a) il Programma di acquisizione di beni e servizi della Direzione generale centrale Risorse finanziarie e Patrimonio per l’esercizio finanziario 2011, nonché per gli esercizi 2012 e 2013 per attività a carattere pluriennale, riprodotto in Allegato A) al presente atto, del quale costituisce parte integrante e sostanziale;

b) il Programma dei lavori pubblici della Direzione generale centrale Risorse Finanziarie e Patrimonio per gli esercizi finanziari 2011, 2012 e 2013, relativi ad edifici e impianti appartenenti al patrimonio regionale, nonchè a beni immobili assunti in locazione, riprodotto in Allegato B) al presente atto, del quale costituisce parte integrante e sostanziale;

2. di dare atto che le risorse finanziarie necessarie per la realizzazione dei programmi di cui al punto 1. che precede, risultano allocate ai capitoli di spesa del Bilancio di previsione regionale annuale 2011 e pluriennale 2011-2013, specificati negli allegati medesimi;

3. di ritenere ammissibile, con riferimento agli interventi previsti nel programma riprodotto nell’Allegato B) al presente provvedimento, ai numeri 2 e 3 della scheda 1, n. 1 della scheda 2, n. 1 della scheda 3, n. 6 della scheda 4, n. 1 della scheda 5 e n. 1 della scheda 6, in fase di attuazione degli interventi programmati, per ragioni connesse all’efficacia ed efficienza degli interventi, la ripartizione degli stessi in più lotti funzionali, anche in considerazione della numerosità degli edifici ubicati nel territorio regionale ed alla conseguente necessità di avviare più cantieri in relazione alle specificità emergenti;

4. di dare atto, altresì, che:

- con riferimento al Programma di acquisizione di beni e servizi, di cui all’Allegato A) parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, le attività programmate escludono spese oggetto di definizione di budget in relazione alle prescrizioni indicate nella lettera NP/2010/0015714, a firma del Sottosegretario alla Presidenza, citata in premessa;

- l’operatività della presente programmazione decorre dall’entrata in vigore della legge regionale di approvazione del Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna per l’esercizio finanziario 2011 e Bilancio pluriennale 2011-2013;

- all’attuazione delle attività e degli interventi programmati con la presente deliberazione, di cui agli Allegati A) e B), provvederanno, nel rispetto delle disposizioni vigenti, i dirigenti regionali competenti, previa assunzione delle relative obbligazioni giuridiche, in conformità a quanto previsto dalla normativa e disciplina vigente in materia di lavori, servizi e forniture, nonché dalle norme di gestione dettate dalla L.R. 40/01;

- in fase di predisposizione dei provvedimenti dirigenziali attuativi si provvederà all’eventuale adempimento di cui all’art. 1, comma 173, della Legge 23 dicembre 2005, n. 266, secondo quanto disposto dalla Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti con le deliberazioni n. 104/08 e n. 7/IADC/2009, nonché secondo le modalità tecnico-operative e gestionali contenute nella Circolare del Comitato di Direzione del 30/6/2009 citata in narrativa;

- il Programma di acquisizione di beni e servizi, approvato con il presente provvedimento, è stato trasmesso alla Direzione generale centrale Organizzazione, Personale, Sistemi informativi e Telematica per l’informazione preventiva e la verifica, come previsto dalla propria deliberazione 2416/08;

5. di dare atto, infine, che il presente provvedimento sarà oggetto di pubblicazione su Internet ai sensi dell’art. 4, comma 4 della L.R. 28/07 e del paragrafo 2.1., Sezione 2, nonché del paragrafo 5.1, Sezione 5, dell’Appendice 1, Parte Speciale della propria deliberazione 2416/08 e ss.mm.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it