E-R | BUR

n.170 del 09.06.2021 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione POA 2021 con Ministero PAAF - Comando Regione Carabinieri Forestale Emilia-Romagna - Impegno di spesa

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Visti:

- la L.R. 4 settembre 1981, n. 30 che prevede l'impiego del Corpo Forestale dello Stato da parte della Regione in materia, tra l’altro, di prevenzione e lotta contro gli incendi boschivi, tramite apposita Con­venzione con il Ministero per l'Agricoltura e le Foreste ora denominato Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali;

- la legge 21 novembre 2000, n. 353 “Legge-quadro in materia di incendi boschivi” e, in particolare, l’art. 7 (Lotta attiva contro gli incendi boschivi);

- la legge 6 febbraio 2004, n. 36, “Nuovo ordinamento del Corpo forestale dello Stato” ed in particolare l'art. 4, comma 1;

- il Decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177, “Disposizioni in materia di razionalizzazione delle funzioni di polizia e assorbimento del Corpo forestale dello Stato, ai sensi dell'articolo 8, comma 1, lettera a), della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”;

- il D.Lgs. 2 gennaio 2018, n. 1, “Codice della protezione civile”;

- l’accordo-quadro nazionale regolante i rapporti tra il Corpo forestale dello Stato e le Regioni, ai sensi dell'art. 4 della legge 6 febbraio 2004, n. 36, approvato in data 15 dicembre 2005 dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano “Approvazione, ai sensi dell'articolo 2, comma 1, lettera l), del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, dello schema di accordo-quadro nazionale regolante i rapporti convenzionali tra il Corpo forestale dello Stato e le regioni, di cui all'articolo 4, comma 1, della legge 6 febbraio 2004, n. 36. (Accordo rep. n. 2397)”;

- il Protocollo d’Intesa tra l’Arma dei Carabinieri e il corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, sottoscritto il 5 aprile 2017, recante la disciplina degli ambiti d’intervento e delle attività di collaborazione tra l’Arma e il Corpo Nazionale in materia di contrasto agli incendi boschivi di cui all’art. 2 della Legge 21 novembre 2000 n. 353;

- il “Piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi ex L. 353/2000 – Periodo 2017-2021 “approvato con deliberazione di Giunta regionale n. 1172 del 2 agosto 2017, pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna n. 233 del 8 agosto 2017 (Parte Seconda), ed aggiornato con deliberazione di Giunta regionale n. 1928 del 21 dicembre 2020, ed in particolare, il capitolo 5, recante "La lotta attiva - Modello d’intervento”;

- la Convenzione tra la Regione Emilia-Romagna e il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e del Turismo per l’impiego delle unità Carabinieri Forestali nell’ambito delle materie di competenza regionale, approvata con Deliberazione di Giunta Regionale n. 2224 del 17/12/2018 e sottoscritta in data 9/5/2019;

Considerato che la predetta Convenzione prevede gli espliciti ambiti di impiego e attività di collaborazione che l’Arma dei Carabinieri, per il tramite del Comando Regione Carabinieri Forestale Emilia-Romagna, potrà attuare sulla base di programmi operativi annuali che, sottoscritti dalle competenti articolazioni della Regione e dal Comando Regione Carabinieri Forestale Emilia-Romagna, definiscono le attività da svolgere nell’anno di riferimento, le modalità di attuazione e rendicontazione, nonché le tempistiche di versamento dei relativi oneri;

Ritenuto pertanto opportuno procedere, nell’ambito di attuazione della predetta Convenzione, all’approvazione del “Programma Operativo Annuale – Anno 2021“ relativo all’impiego del Comando Regione Carabinieri Forestale Emilia-Romagna, di cui all’Allegato “A” al presente atto, d’ora in poi indicato solo come "Programma Operativo", contenente le attività preventivamente concordate dalle parti;

Dato atto che tutte le attività previste nel predetto Programma Operativo Annuale 2021 hanno svolgimento entro l’anno corrente;

Considerato che le risorse finanziarie stimate da concedere all’Arma dei Carabinieri a titolo di contributo per l’attuazione delle attività indicate nel Programma Operativo ammontano complessivamente ad € 150.000,00;

Ritenuto quindi necessario procedere all’assunzione dell’impegno di spesa riferito alle attività di protezione civile già elencate in precedenza, ammontante a complessivi € 150.000,00 e di afferire tale impegno di spesa sul pertinente Capitolo U16005 “ Trasferimenti alle strutture operative di protezione civile dell’Amministrazione centrale operanti sul territorio della Regione Emilia-Romagna per il concorso allo svolgimento delle attività di protezione civile “ del bilancio finanziario gestionale 2021-2023, anno di previsione 2021, che presenta la necessaria disponibilità;

Dato atto altresì che, come indicato dalla predetta Convenzione, l’erogazione del contributo finanziario potrà avvenire mediante versamenti da effettuare in favore dell’Arma dei Carabinieri mediante versamento all’entrata del bilancio dello Stato sul capo 16 - capitolo 2466 - articolo 5 “Somme versate da Amministrazioni ed Enti pubblici in virtù di accordi di programma, convenzioni e intese in relazione alle funzioni e ai compiti già affidati al Corpo forestale dello stato, da riassegnare all’Arma dei carabinieri ai sensi dell’articolo 13, comma 3 lettera b) del decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177”, con specifico riferimento alle necessità del Comando Regione Carabinieri Forestale “Emilia-Romagna” e per la successiva riassegnazione sui pertinenti capitoli di bilancio dell’Arma dei Carabinieri a ristoro delle spese sostenute;

Rilevato inoltre che il Programma Operativo determina le modalità di rendicontazione delle spese sostenute per l’esecuzione delle attività programmate, e di liquidazione del relativo contributo, che avverrà in una unica soluzione al termine delle attività stesse, e previa presentazione di idonea documentazione di rendicontazione entro la data del 1 marzo 2022;

Ritenuto pertanto necessario:

- procedere all’approvazione del “Programma Operativo Annuale – Anno 2021“ di cui all’allegato “A” e che costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto, relativo all’impiego del Comando Regionale Carabinieri Forestale “Emilia-Romagna”, in attuazione della già citata Convenzione sottoscritta in data 9/5/2019;

- procedere all’assunzione dell’impegno di spesa sul pertinente capitolo U16005 “ Trasferimenti alle strutture operative di protezione civile dell’Amministrazione centrale operanti sul territorio della Regione Emilia-Romagna per il concorso allo svolgimento delle attività di protezione civile “ del bilancio finanziario gestionale 2021-2023, anno di previsione 2021, che presenta la necessaria disponibilità, dell’importo complessivo di € 150.000,00, relativo alle attività indicate nel predetto “Programma Operativo“;

Viste:

- la L.R. 7 febbraio 2005, n. 1 “Norme in materia di protezione civile e volontariato. Istituzione dell’Agenzia regionale di protezione civile” e smi, per quanto applicabile;

- la L.R. 30 luglio 2015, n. 13 rubricata “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su città metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni”, con la quale, in coerenza con il dettato della Legge 7 aprile 2014, n. 56, è stato riformato il sistema di governo territoriale a cominciare dalla ridefinizione del nuovo ruolo istituzionale della Regione, e quindi anche quello dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile, ora Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile (articoli 19 e 68);

Richiamate le seguenti deliberazioni:

- n. 1769 dell’11 dicembre 2006 con la quale la Giunta Regionale ha approvato il Regolamento di organizzazione e contabilità dell’Agenzia e successive modifiche ed integrazioni approvate con proprie deliberazioni n. 839/2013 e n. 1023/2015;

- n. 622 del 22 aprile 2016 e n. 1107 del 11 luglio 2016, con le quali la Giunta regionale ha modificato – a decorrere rispettivamente dalla data del 01.05.2016 e 01.08.2016 – l’assetto organizzativo e funzionale dell’Agenzia in osservanza della precitata L.R. n.13/2015 e ss.mm.ii., che ad oggi, esercita le funzioni attribuitele dalla legge regionale n. 1/2005 su più sedi di lavoro articolate sul territorio e distribuite su tutti gli ambiti provinciali (ex Servizi Tecnici di Bacino - STB). La propria deliberazione n.622/2016 citata inoltre, avvia una revisione del sistema regionale di gestione della materia di sicurezza e tutela della salute dei lavoratori e del rapporto in materia con le Agenzie regionali;

Viste:

- la determinazione n. 3662 del 17 novembre 2020 “Proposta di riorganizzazione dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile”;

- la D.G.R. n. 1770 del 30/11/2020 “Approvazione di riorganizzazione dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile”;

- Visti: - D.Lgs. n. 118 del 23 giugno 2011 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli Enti Locali e dei loro organismi, a norma degli artt. 1) e 2) della Legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;

- la determinazione n. 3990 del 2 dicembre 2020 “Adozione piano delle attività per il triennio 2021–2023 dell'Agenzia regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile”;

- la determinazione n. 3991 del 2 dicembre 2020 “Adozione bilancio di previsione 2021-2023 dell’Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione Civile;

- la D.G.R. n. 1921 del 21 dicembre 2020 “Approvazione del bilancio di previsione e del piano delle attività dell'Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile per gli anni 2021-2023”;

- la determinazione n. 4178 del 23 dicembre 2020 “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione dell'Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile per gli anni 2021-2023”;

- la determinazione n. 583 del 4 marzo 2021 “Riaccertamento ordinario dei residui attivi e passivi al 31/12/2020 dell'agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile ai sensi dell'art. 3, comma 4, del d.lgs. 118/2011 e ss.mm.ii. - variazioni di bilancio conseguenti al riaccertamento dei residui e reimputazione spese;

- la determinazione n. 678 del 11 marzo 2021 “Approvazione programma operativo dell'agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile per il triennio 2021-2023 (all’allegato n. 4, ID n. 2021/130 è ricompreso l’intervento oggetto del presente atto);

Ritenuto che ricorrano gli elementi di cui al D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. in relazione anche all’esigibilità della spesa nell’anno 2021, e che pertanto si possa procedere, all’assunzione dell’impegno di spesa complessivo di € 150.000,00 a favore dell’Arma dei Carabinieri;

Preso atto che la procedura del conseguente pagamento che sarà disposto in attuazione del presente atto è compatibile con le prescrizioni previste all’art. 56, comma 6, del citato D.Lgs. n. 118/2011;

Visto il D.Lgs. n. 33 del 14 marzo 2013 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” come modificato dal D.Lgs. n. 97/2016;

Richiamata la D.G.R. n. 111 del 28 gennaio 2021: “Approvazione piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza 2021-2023”;

Dato atto che a seguito dell’adozione della presente determinazione si provvederà alla sua pubblicazione sul portale istituzionale ai sensi dell’art. 26 del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33;

Richiamate:

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4” per quanto applicabile;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43, “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavori nella Regione Emilia-Romagna;

- la D.G.R. n. 2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali” e s.m.i;

- la D.G.R. n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21/12/2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

- la DD 2657 del 1 settembre 2020 dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione civile “Adozione sistema controlli interni all’Agenzia in attuazione della DGR 468/2017 e della DD 700/2018”;

- la D.G.R. n. 1962 del 21 dicembre 2020, con la quale si conferisce l’incarico di direttore dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, alla Dott.ssa Rita Nicolini dal 1 gennaio 2021 fino al termine della legislatura fatto salvo eventuale periodo di proroga previsto per legge al termine della legislatura;

- la DD 4203 del 31 dicembre 2020 “Incarichi dirigenziali dell’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile (post DGR 1770/2020) e nomina RSPP (D.LEG.VO 81/2008 e ss.mm.ii.)”;

- la DD n. 999 del 31 marzo 2021, parzialmente rettificata con determinazione n. 1142 del 14/4/2021, “Incarichi dirigenziali presso l’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile (post DGR 1770/2020) e nomina RSPP (D.LEG.VO 81/2008 e ss.mm.ii.) approvazione declaratorie estese;

Attestato che il sottoscritto dirigente, responsabile del procedimento non si trova in situazione di conflitto anche potenziale, di interessi”;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto; Dato atto dell’allegato visto di regolarità contabile;

determina

a) di richiamare integralmente le premesse del presente atto;

b) di approvare il “Programma Operativo Annuale – Anno 2021 “di cui all’allegato “A” e che costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto, relativo all’impiego del Comando Regionale Carabinieri Forestale “Emilia-Romagna”, in attuazione della già citata Convenzione sottoscritta in data 9/5/2019;

c) di individuare l’Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione Civile quale referente per tutte le attività regionali di natura tecnica ed operativa connesse con l’attuazione del suddetto “Programma Operativo Annuale – Anno 2021” di cui all’Allegato “A”;

d) di assegnare e concedere, per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono integralmente richiamate, a favore dell’Arma dei Carabinieri, la somma complessiva di € 150.000,00 per l’attuazione delle attività di cui al predetto Programma Operativo allegato;

e) di imputare la spesa complessiva di € 150.000,00, registrata al n. 1319 di impegno, sul capitolo U16005 “ Trasferimenti alle strutture operative di protezione civile dell’Amministrazione centrale operanti sul territorio della Regione Emilia-Romagna per il concorso allo svolgimento delle attività di protezione civile “ del bilancio finanziario gestionale 2021-2023, anno di previsione 2021, che presenta la necessaria disponibilità;

f) di dare atto che in attuazione del D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., la stringa concernente la codificazione della Transazione elementare, come definita dal citato decreto risulta essere la seguente:

Cap U16005 - - Missione 11 - Programma 01 - Codice economico U.1.04.01.01.001 - COFOG 03.2 - Transazioni UE 8 - SIOPE 1040101001- C.I. spesa 3 - Gestione ordinaria 3;

g) di dare atto che la presente determinazione è soggetta agli obblighi di pubblicazione ai sensi dell’art. 26 del D.lgs. 33/2013 «Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni», nonché ai sensi della deliberazione di Giunta Regionale n. 111/2021;

h) di dare atto che copia della presente deliberazione verrà inoltrata al Comando Regionale Carabinieri Forestale “Emilia-Romagna”;

i) di dare atto che si provvederà agli adempimenti previsti dall’art. 56, 7° comma, del citato D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm..;

j) di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Il Responsabile del Servizio

Simone Dallai

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it