E-R | BUR

n.270 del 31.08.2021 (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione delle disposizioni per il riconoscimento e l'iscrizione nell'Elenco regionale dei vigneti eroici o storici, in attuazione dell'articolo 7 della Legge n. 238/2016 e del decreto n. 6899 del 30 giugno 2020

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- la Legge 12 dicembre 2016, n. 238 “Disciplina organica della coltivazione della vite e della produzione e del commercio del vino” ed in particolare l’articolo 7 rubricato “Salvaguardia dei vigneti eroici o storici”, che prevede che lo Stato promuova interventi di ripristino, recupero, manutenzione e salvaguardia dei vigneti delle aree soggette a rischio di dissesto idrogeologico o aventi particolare pregio paesaggistico, storico e ambientale, denominati “vigneti eroici o storici”;

- il Decreto Protocollo n. 6899 del 30 giugno 2020 del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali di concerto con il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo e con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare “Legge 12 dicembre 2016, n. 238, articolo 7 comma 3, concernente la salvaguardia dei vigneti eroici o storici”;

Preso atto che il citato Decreto:

- all’articolo 2, introduce le definizioni di “vigneto eroico” e di “vigneto storico”;

- all’articolo 3, stabilisce i criteri per l’individuazione dei vigneti idonei ad essere riconosciuti come eroici o storici;

- all’articolo 5, dispone che le Regioni:

- stabiliscano le modalità per la presentazione delle domande per il riconoscimento di vigneto eroico o storico;

- svolgano le istruttorie e pubblichino l’elenco dei vigneti riconosciuti;

- provvedano allo svolgimento dei controlli degli interventi per i quali sono stati erogati i contributi;

Considerato che:

- la Legge n. 238/2016, già richiamata, dispone, tra l’altro, all’articolo 8 “Schedario viticolo e inventario del potenziale produttivo” che lo schedario viticolo sia gestito dalle Regioni secondo modalità concordate nell’ambito dei servizi del SIAN sulla base dei dati riferiti al fascicolo aziendale;

- la Regione Emilia-Romagna ha istituito lo schedario viticolo regionale, disciplinandolo con la deliberazione di Giunta regionale n. 1997 del 17 dicembre 2012 “Reg. (CE) 436/2009 e decreto MIPAAF 16/12/2010, art. 21 - Schedario viticolo - Approvazione piano operativo”;

Considerato altresì che:

- lo schedario viticolo regionale prevede, tra l’altro, la georeferenziazione delle superfici vitate censite, rappresentate tramite poligoni grafici sovrapposti e sovrapponibili alla fotogrammetria del territorio regionale e strati cartografici;

- tra gli elementi dello schedario viticolo sono censiti l’anno di impianto del vigneto, le varietà di vite impiantate nonché la forma di allevamento del vigneto;

- con i dati attualmente presenti nel Sistema Informativo Geografico (GIS) della Regione Emilia-Romagna, è possibile calcolare l’altitudine media e la pendenza media di ogni Unità arborea (UNAR), nonché verificare se la stessa ricade all’interno di un’area soggetta a rischio di dissesto idrogeologico;

Ritenuto necessario ai fini della determinazione degli elementi per individuare i vigneti eroici o storici:

  1. definire i criteri per l’individuazione delle aree dove le condizioni orografiche creano impedimenti alla meccanizzazione;
  2. individuare le forme di allevamento tradizionali legate al luogo di produzione;
  3. stabilire che le aree del territorio di particolare pregio paesaggistico e ambientale sono quelle individuate ai sensi dell’articolo 19 del Piano Paesistico Regionale (PTPR) e dei Piani Territoriali di Coordinamento Provinciale (PTPC);

Dato atto che, come già evidenziato, per le superfici vitate attualmente dichiarate nello schedario viticolo, in virtù dei dati presenti nello schedario stesso, nonché tramite l’incrocio con ulteriori strati informativi geografici, sono già censiti:

- anno d’impianto;

- varietà;

- forma di allevamento;

- altitudine;

- pendenza;

- aree soggette a rischio di dissesto idrogeologico;

Ritenuto, pertanto, di utilizzare gli elementi conoscitivi già in possesso della Regione Emilia-Romagna per la verifica delle caratteristiche dei vigneti candidati al riconoscimento come eroici o storici, limitando, di fatto, la documentazione che i conduttori devono presentare a supporto della domanda;

Considerato, inoltre, che il riconoscimento di vigneto eroico o storico previsto all’articolo 5, comma 1 del Decreto è finalizzato all’erogazione di specifiche risorse finanziare di cui all’articolo 4, comma 2 del Decreto stesso;

Preso altresì atto che, qualora i vigneti eroici o storici ricevano un sostegno finanziario nell’ambito della Misura di sostegno “Ristrutturazione e riconversione dei vigneti” di cui al Programma Nazionale di Sostegno 2019-2023 e dei successivi Programmi nazionali, rientrano obbligatoriamente nel regime dei controlli in loco previsti dalla procedura di attuazione della specifica misura e, pertanto, la verifica in loco delle caratteristiche dei vigneti oggetto di domanda di iscrizione nell’elenco regionale dei vigneti eroici o storici si ritiene possa essere limitata al 5% del totale delle domande presentate;

Ritenuto, pertanto, di disciplinare la procedura per la presentazione delle domande di riconoscimento di vigneti eroici o storici e l’iscrizione nell’Elenco regionale, nella formulazione di cui all’allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;

Ritenuto, inoltre, di stabilire che il Responsabile del Servizio Organizzazioni di mercato e sinergie di filiera provveda, con proprio atto ad approvare la modulistica del procedimento, l’informativa privacy, la struttura dell’Elenco e la tipologia dei dati in esso contenuti;

Ritenuto, infine, per assicurare una più efficiente gestione delle procedure, di stabilire che il Responsabile del Servizio Organizzazioni di mercato e sinergie di filiera provveda, con proprio atto, ad emanare eventuali specifiche disposizioni tecniche ad integrazione e/o chiarimento di quanto previsto nelle disposizioni oggetto della presente deliberazione;

Richiamati in ordine agli obblighi di trasparenza:

- il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e successive modificazioni e integrazioni;

- la propria deliberazione n. 111 del 28 gennaio 2021 “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della Trasparenza anni 2021-2023”, ed in particolare l’allegato D) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2021-2023”;

Vista la Legge Regionale 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche, ed in particolare l’art. 37, comma 4;

Viste, altresì, le proprie deliberazioni:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali fra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche, per quanto applicabile;

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- n. 2013 del 28 dicembre 2020 “Indirizzi organizzativi per il consolidamento e il potenziamento delle capacità amministrative dell’Ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato, per far fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento pagina 8 di 81 delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’Ibacn”;

- n. 2018 del 28 dicembre 2020 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art. 43 della L.R. n. 43/2001 e ss.mm.ii.”;

- n. 771 del 24 maggio 2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

Viste, infine, le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto, inoltre, dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore all'Agricoltura e Agroalimentare, Caccia e Pesca Alessio Mammi;

A voti unanimi e palesi

delibera

1) di approvare le “Disposizioni per il riconoscimento e l’iscrizione nell’Elenco regionale dei vigneti eroici o storici”, nella formulazione di cui all’allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

2) di stabilire che il Responsabile del Servizio Organizzazioni di mercato e sinergie di filiera provveda, con proprio atto:

  1. ad approvare la modulistica del procedimento, l’informativa privacy, la struttura dell’Elenco regionale e la tipologia dei dati in esso contenuti;
  2. ad emanare eventuali specifiche disposizioni tecniche ad integrazione e/o chiarimento di quanto previsto nelle disposizioni oggetto della presente deliberazione;

3) di trasmettere la presente deliberazione al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali;

4) di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

di disporre, infine, la pubblicazione in forma integrale della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando atto che il Servizio Organizzazioni di mercato e sinergie di filiera provvederà a darne la più ampia pubblicizzazione anche sul sito internet Agricoltura, caccia e pesca della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it