E-R | BUR

n.235 del 02.08.2021 (Parte Seconda)

XHTML preview

1064 Proposta di modifica del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna ai sensi dell'art. 11 Reg. (UE) n. 1305/2013. (Versione 11)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e che abroga il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il Regolamento (CE) n. 1698/2005;

- il Regolamento delegato (UE) n. 807/2014 della Commissione dell'11 marzo 2014 che integra talune disposizioni del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che introduce disposizioni transitorie;

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 808/2014 della Commissione del 17 luglio 2014 recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e successive modifiche ed integrazioni;

- il Regolamento (UE) 2220/2020 del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 dicembre 2020 che stabilisce alcune disposizioni transitorie relative al sostegno da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e del Fondo europeo agricolo di garanzia (FEAGA) negli anni 2021 e 2022 e che modifica i regolamenti (UE) n. 1305/2013, (UE) n. 1306/2013 e (UE) n. 1307/2013 per quanto riguarda le risorse e l’applicazione negli anni 2021 e 2022 e il regolamento (UE) n. 1308/2013 per quanto riguarda le risorse e la distribuzione di tale sostegno in relazione agli anni 2021 e 2022, ed in particolare l’articolo 1 a norma del quale, per i programmi sostenuti dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR), il periodo compreso tra il 1° gennaio 2014 e il 31 dicembre 2020 di cui all’articolo 26, paragrafo 1, del regolamento (UE) n. 1303/2013 è prorogato fino al 31 dicembre 2022;

Richiamati:

- il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2014-2020 (di seguito per brevità indicato come P.S.R. 2014-2020) attuativo del citato Regolamento (UE) n. 1305/2013, approvato dalla Commissione europea con Decisione C(2015)3530 final del 26 maggio 2015 recante “Decisione di esecuzione che approva il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna ai fini della concessione di un sostegno da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo sviluppo rurale”, di cui si è preso atto con propria deliberazione n. 636 dell’8 giugno 2015;

- le successive modifiche al suddetto Programma di Sviluppo Rurale, ed in particolare l’ultima (Versione 10.1), approvata dalla Commissione europea con Decisione C (2020)6376 final del 14 settembre 2020 recante “Decisione di esecuzione della Commissione che approva la modifica del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna ai fini della concessione di un sostegno da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e modifica la decisione di esecuzione C(2015) 3530 della Commissione”, di cui si è preso atto con propria deliberazione n. 1219 del 21 settembre 2020;

Rilevato che l’art. 11, paragrafo 1, del citato Regolamento (UE) n. 1305/2013, prevede la possibilità di richiedere modifiche dei Programmi di Sviluppo Rurale e dispone le seguenti procedure di approvazione:

- alla lettera a) che la Commissione decide, mediante atti di esecuzione, sulle richieste di modifica dei programmi concernenti:

- un cambiamento nella strategia di programma con modifica superiore al 50% dell'obiettivo quantificato legato ad un aspetto specifico;

- una variazione dell'aliquota di sostegno del FEASR per una o più misure;

- una variazione dell'intero contributo dell'Unione o della sua ripartizione annuale a livello di programma;

- alla lettera b) che la Commissione approva, mediante atti di esecuzione, le richieste di modifica dei programmi in tutti gli altri casi. Queste riguardano in particolare:

- l'introduzione o la revoca di misure o di interventi;

- le modifiche della descrizione delle misure e delle condizioni di ammissibilità;

- uno storno di fondi tra misure che beneficiano di differenti aliquote di sostegno del FEASR;

Visto inoltre l’art. 4 del citato Regolamento di esecuzione (UE) n. 808/2014, così come successivamente modificato ed integrato, che stabilisce le norme relative alla presentazione ed alla frequenza delle modifiche dei Programmi di Sviluppo Rurale;

Vista altresì la Legge 29 dicembre 1990, n. 428 recante “Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità Europee”, ed in particolare l’art. 4, comma 3, che attribuisce al Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, d’intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome, la competenza all’adozione di provvedimenti amministrativi direttamente conseguenti alle disposizioni dei regolamenti e delle decisioni emanati dalla Comunità economica europea in materia di politica comune agricola e forestale, al fine di assicurarne l’applicazione nel territorio nazionale;

Atteso che è necessario, anche in relazione a quanto previsto dal citato Regolamento (UE) n. 2220/2020, modificare alcuni Capitoli, Misure e Tipi di operazione del P.S.R. 2014-2020 ed in particolare:

- Capitolo 4 “Analisi SWOT e identificazione dei bisogni”: considerazione di ulteriori due fabbisogni di intervento ossia incentivare investimenti per la sicurezza del potenziale produttivo e incentivare le misure di biosicurezza animale;

- Capitolo 5 “Descrizione della Strategia” a seguito della reintroduzione del Tipo di operazione 1.2.01 – "Sostegno ad attività dimostrative e azioni di informazione" con l’obiettivo di intensificare l’azione informativa in particolare per le tematiche proposte dal New Green Deal e Farm to Fork e fare interventi sulla sostenibilità complessiva delle imprese, ed in considerazione delle nuove risorse per il periodo di transizione;

- Capitolo 7 “Descrizione del quadro di riferimento dei risultati”: modifica agli indicatori alternativi;

- Capitolo 8, paragrafo 8.1 “Descrizione delle condizioni generali applicate a più di una misura compresi, ove pertinenti, la definizione di zona rurale, i livelli di riferimento, la condizionalità, l'uso previsto degli strumenti finanziari e degli anticipi nonché le disposizioni comuni per gli investimenti, incluse le disposizioni di cui agli articoli 45 e 46 del regolamento (UE) n. 1305/2013”: inserimento sottoparagrafo "Estensione della programmazione 2014-2022" in cui sono descritte le principali disposizioni dettate dal Regolamento (UE) n. 2220/2020;

- Capitolo 8, paragrafo 8.2 “Descrizione per misura”: modifiche con riferimento alle Misure M1 “Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione”, M2 “Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole”, M4 “Investimenti in immobilizzazioni materiali”, M5 “Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e da eventi catastrofici e introduzione di adeguate misure di prevenzione”, M6 “Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese”, M8 “Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste”, M10 – “Pagamenti agro-climatico-ambientali”, M11 - “Agricoltura biologica”, M13 “Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici”, M16 “Cooperazione”, M19 “Sostegno allo sviluppo locale LEADER“;

- Capitolo 10 “Piano di finanziamento”: ripartizione delle risorse aggiuntive a disposizione per il biennio 2021-2022 nell’ambito delle diverse Focus Area;

- Capitolo 11 “Piano di indicatori”: adeguamento alle variazioni finanziarie proposte;

- Capitolo 12 “Finanziamento nazionale integrativo” per correzione di un errore materiale;

- Capitolo 14 “Informazioni sulla complementarietà”: Demarcazione fra PSR e OCM – Settore vitivinicolo;

- Capitolo 15 “Modalità di attuazione del programma”: in relazione alla Struttura di gestione e di controllo modifica a seguito di cambiamenti intervenuti nelle autorità di gestione e per la correzione di un errore materiale;

Vista la propria deliberazione n. 637 dell'8 giugno 2015 con cui è stato istituito il Comitato di Sorveglianza del P.S.R. 2014-2020, aggiornato nella sua composizione con successive determinazioni dirigenziali e da ultimo con atto n. 5254 del 26 marzo 2021, il quale ha, tra l’altro, la funzione di esprimere parere sulle modifiche del Programma da sottoporre all’approvazione della Commissione Europea;

Atteso che la consultazione del suddetto Comitato di Sorveglianza del P.S.R. 2014-2020, in relazione alle modifiche di che trattasi, è avvenuta il 24 giugno 2021 e si è conclusa con l’adeguamento del testo del P.S.R. 2014-2020, senza osservazioni espresse da parte dei componenti il Comitato stesso;

Dato atto che il dettaglio delle modifiche del P.S.R. 2014-2020 e delle specifiche motivazioni a supporto delle modifiche stesse sono riportate nella “Scheda di notifica”, di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;

Atteso che le modifiche di che trattasi rientrano nella tipologia prevista dall’art. 11, paragrafo 1, lettera b) del sopracitato Regolamento (UE) n. 1305/2013 e dall'art. 4 del Regolamento (UE) n. 808/2014 così come successivamente modificato ed integrato;

Rilevato che a seguito delle presenti modifiche si è reso necessario predisporre i seguenti ulteriori allegati al P.S.R. 2014-2020:

- Allegato 23: Metodologia per l’individuazione delle unità di costo standard (UCS) per i nuovi impianti arborei, per la Misura 4 dei PSR;

- Allegato 24: Sottomisura 4.1 Orientamenti per la redazione e l’istruttoria delle domande relative ai progetti con costi semplificati (impianti arborei);

- Allegato 25: Aggiornamento 2020 della metodologia per l’individuazione delle unità di costo standard dei trattori e mietitrebbie finanziate dalla misura 4 del PSR;

- Allegato 26: Sottomisura 4.1 Orientamenti per la redazione e l’istruttoria delle domande relative ai progetti con costi semplificati (trattori e mietitrebbie);

Dato atto che rimangono invariati gli Allegati al P.S.R. 2014-2020 di seguito elencati:

- Allegato 1 - ELABORAZIONE DEL QUADRO CONOSCITIVO DEL CONTESTO SOCIOECONOMICO E DEL SETTORE AGROALIMENTARE REGIONALE PER IL PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 – ANALISI DI DETTAGLIO E FABBISOGNI DI INTERVENTO DELLE PRINCIPALI FILIERE AGROALIMENTARI REGIONALI;

- Allegato 2 – DICHIARAZIONE SU ESATTEZZA E ADEGUATEZZA COSTI STANDARD MISURA M1 DEL PSR 2014-2020;

- Allegato 3 - PROGRAMMAZIONE FONDI SIE 2014-2020: APPROVAZIONE DEL PIANO DI RAFFORZAMENTO AMMINISTRATIVO PRA (Deliberazione della Giunta regionale n. 227 dell’11 marzo 2015);

- Allegato 4 – VALUTAZIONE EX ANTE (VEA) DEL PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA;

- Allegato 5 - ELABORAZIONE DEL QUADRO CONOSCITIVO DEL CONTESTO SOCIOECONOMICO E DEL SETTORE AGROALIMENTARE REGIONALE PER IL PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 - ANALISI DEL CONTESTO SOCIO-ECONOMICO DELL’AGRICOLTURA E DEI TERRITORI RURALI DELLA REGIONE ANALISI SWOT E FABBISOGNI DI INTERVENTO PER LA PROGRAMMAZIONE 2014-2020;

- Allegato 6 – RAPPORTO AMBIENTALE DEL PIANO REGIONALE DI SVILUPPO RURALE;

- Allegato 7 – STUDIO DI INCIDENZA AMBIENTALE;

- Allegato 8 - VALUTAZIONE DI INCIDENZA AMBIENTALE DEL PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELL'EMILIA-ROMAGNA e successiva modifica (Determinazioni n. 8694 del 25 giugno 2014 e n. 9317 del 7 luglio 2014);

- Allegato 9 - PARERE MOTIVATO RELATIVO AL "PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020" (D.LGS. n. 152/06, NORME IN MATERIA AMBIENTALE) e successive modifica e conferma (Determinazioni n. 8941 del 30 giugno 2014, n. 9667 dell’11 luglio 2014 e comunicazione PG/2015/0200265 del 26 marzo 2015);

- Allegato 10 – GIUSTIFICAZIONE ECONOMICA DEI LIVELLI DI SOSTEGNO DI ALCUNE MISURE DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA;

- Allegato 11 – DICHIARAZIONE CORRETTEZZA DEI CALCOLI E DELLE METODOLOGIE UTILIZZATE PER LA GIUSTIFICAZIONE FISSAZIONE DEI LIVELLI DI SOSTEGNO DI ALCUNE MISURE DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA;

- Allegato 12 – TAVOLE DI CONCORDANZA SU IMPEGNI MISURA M10 “PAGAMENTI AGRO-CLIMATICI-AMBIENTALI”;

- Allegato 13 – TAVOLE DI CONCORDANZA SU IMPEGNI MISURA M11 “AGRICOLTURA BIOLOGICA”;

- Allegato 14 – TAVOLE DI CONCORDANZA SU IMPEGNI MISURA M12 “INDENNITÀ NATURA 2000 E DIRETTIVA QUADRO SULLE ACQUE”;

- Allegato 15 – METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE DELLO STATO QUANTITATIVO DEI CORPI IDRICI SOTTERRANEI;

- Allegato 16 – DICHIARAZIONE ATTESTANTE L’ESATTEZZA E L’ADEGUATEZZA DELLA CERTIFICAZIONE DEI COSTI DI PARTECIPAZIONE AI REGIMI DI QUALITÀ DEI PRODOTTI BIOLOGICI;

- Allegato 17 – STUDIO PER L’APPLICAZIONE DEL METODO DEI COSTI STANDARD AL TIPO DI OPERAZIONE 3.1.01;

- Allegato 18 - VALUTAZIONE EX ANTE PER L’APPLICAZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI;

- Allegato 19 – METODOLOGIA PER L’INDIVIDUAZIONE DELLE UNITÀ DI COSTO STANDARD (UCS)PER I SERVIZI DI CONSULENZA FINANZIATI DALLA SOTTOMISURA 2.1 DEI PSR” ACQUISITO AGLI ATTI DEL SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO LOCALE INTEGRATO;

- Allegato 20 – COSTI SEMPLIFICATI E RENDICONTAZIONE DI ALCUNE SPESE DI PARTECIPAZIONE AI GRUPPI OPERATIVI;

- Allegato 21 - STUDIO PER L’APPLICAZIONE DEL METODO DEI “COSTI STANDARD” AL TIPO DI OPERAZIONE 4.4.03;

- Allegato 22 “REVISIONE DELLE ZONE SOGGETTE A VINCOLI NATURALI SIGNIFICATIVI DIVERSE DALLE ZONE MONTANE”;

Ritenuto pertanto di provvedere all'approvazione dei seguenti documenti, che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto:

- “Scheda di notifica” nella quale sono dettagliate le modifiche approvate dal Comitato di Sorveglianza e che si intendono proporre all’esame dei competenti Servizi della Commissione europea, di cui all’Allegato 1 del presente atto;

- Programma di Sviluppo Rurale dell'Emilia-Romagna 2014-2020 - Versione 11, di cui all’Allegato 2 del presente atto;

- Allegato 23: Metodologia per l’individuazione delle unità di costo standard (UCS) per i nuovi impianti arborei, per la Misura 4 dei PSR, di cui all'Allegato 3 del presente atto;

- Allegato 24: Sottomisura 4.1 Orientamenti per la redazione e l’istruttoria delle domande relative ai progetti con costi semplificati (impianti arborei), di cui all'Allegato 4 del presente atto;

- Allegato 25: Aggiornamento 2020 della metodologia per l’individuazione delle unità di costo standard dei trattori e mietitrebbie finanziate dalla misura 4 del PSR, di cui all'Allegato 5 del presente atto;

- Allegato 26: Sottomisura 4.1 Orientamenti per la redazione e l’istruttoria delle domande relative ai progetti con costi semplificati (trattori e mietitrebbie), di cui all'Allegato 6 del presente atto;

Dato atto che sui contenuti della presente deliberazione è stata effettuata la necessaria consultazione con i diversi livelli istituzionali interessati;

Richiamati, in ordine agli obblighi di trasparenza:

- il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e successive modifiche ed integrazioni;

- la propria deliberazione n. 111 del 28 gennaio 2021, recante “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Anni 2021-2023”, ed in particolare l’allegato D), recante “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2021-2023”;

Vista la Legge Regionale 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche ed integrazioni, ed in particolare l'art. 37, comma 4;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali fra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche ed integrazioni;

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- n. 2013 del 28 dicembre 2020 “Indirizzi organizzativi per il consolidamento e il potenziamento delle capacità amministrative dell’Ente per il conseguimento degli obiettivi del programma di mandato, per fare fronte alla programmazione comunitaria 2021/2027 e primo adeguamento delle strutture regionali conseguenti alla soppressione dell’IBACN”;

- n. 2018 del 28 dicembre 2020 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale ai sensi dell’art. 43 della L.R. n. 43/2001 e ss.mm.ii.”;

- n. 771 del 24 maggio 2021 “Rafforzamento delle capacità amministrative dell'ente. Secondo adeguamento degli assetti organizzativi e linee di indirizzo 2021”;

Viste, infine, le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/779385 del 21 dicembre 2017, relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni, predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto inoltre dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore all'Agricoltura ed Agroalimentare, Caccia e Pesca, Alessio Mammi;

a voti unanimi e palesi

delibera

1) di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante del presente dispositivo;

2) di approvare le proposte di modifica al Programma Regionale di Sviluppo Rurale 2014-2020 come dettagliate nella “Scheda di notifica”, di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;

3) di dare atto che – coerentemente con le modifiche di cui al precedente punto 2) – è stato riformulato il testo del Programma di Sviluppo Rurale dell'Emilia-Romagna 2014-2020 – Versione 11, nella formulazione di cui all’Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente atto;

4) di approvare altresì i seguenti nuovi allegati al PSR 2014-2020, nella formulazione di cui agli Allegati 3,4,5 e 6 anch’essi parti integranti e sostanziali del presente atto:

- Allegato 23: Metodologia per l’individuazione delle unità di costo standard (UCS) per i nuovi impianti arborei, per la Misura 4 dei PSR;

- Allegato 24: Sottomisura 4.1 Orientamenti per la redazione e l’istruttoria delle domande relative ai progetti con costi semplificati (impianti arborei);

- Allegato 25: Aggiornamento 2020 della metodologia per l’individuazione delle unità di costo standard dei trattori e mietitrebbie finanziate dalla misura 4 del PSR;

- Allegato 26: Sottomisura 4.1 Orientamenti per la redazione e l’istruttoria delle domande relative ai progetti con costi semplificati (trattori e mietitrebbie);

5) di confermare il contenuto dei seguenti Allegati al PSR 2014-2020:

- Allegato 1 - ELABORAZIONE DEL QUADRO CONOSCITIVO DE CONTESTO SOCIOECONOMICO E DEL SETTORE AGROALIMENTARE REGIONALE PER IL PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 – ANALISI DI DETTAGLIO E FABBISOGNI DI INTERVENTO DELLE PRINCIPALI FILIERE AGROALIMENTARI REGIONALI;

- Allegato 2 – DICHIARAZIONE SU ESATTEZZA E ADEGUATEZZA COSTI STANDARD MISURA M1 DEL PSR 2014-2020;

- Allegato 3 - PROGRAMMAZIONE FONDI SIE 2014-2020: APPROVAZIONE DEL PIANO DI RAFFORZAMENTO AMMINISTRATIVO PRA (Deliberazione della Giunta regionale n. 227 dell’11 marzo 2015);

- Allegato 4 – VALUTAZIONE EX ANTE (VEA) DEL PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA;

- Allegato 5 - ELABORAZIONE DEL QUADRO CONOSCITIVO DEL CONTESTO SOCIOECONOMICO E DEL SETTORE AGROALIMENTARE REGIONALE PER IL PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 - ANALISI DEL CONTESTO SOCIOECONOMICO DELL’AGRICOLTURA E DEI TERRITORI RURALI DELLA REGIONE ANALISI SWOT E FABBISOGNI DI INTERVENTO PER LA PROGRAMMAZIONE 2014-2020;

- Allegato 6 – RAPPORTO AMBIENTALE DEL PIANO REGIONALE DI SVILUPPO RURALE;

- Allegato 7 – STUDIO DI INCIDENZA AMBIENTALE;

- Allegato 8 - VALUTAZIONE DI INCIDENZA AMBIENTALE DEL PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELL'EMILIA-ROMAGNA e successiva modifica (Determinazioni n. 8694 del 25 giugno 2014 e n. 9317 del 7 luglio 2014);

- Allegato 9 - PARERE MOTIVATO RELATIVO AL "PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020" (D.LGS. 152/06, NORME IN MATERIA AMBIENTALE) e successive modifica e conferma (Determinazioni n. 8941 del 30 giugno 2014, n. 9667 dell’11 luglio 2014 e comunicazione PG/2015/0200265 del 26 marzo 2015);

- Allegato 10 – GIUSTIFICAZIONE ECONOMICA DEI LIVELLI DI SOSTEGNO DI ALCUNE MISURE DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA;

- Allegato 11 – DICHIARAZIONE CORRETTEZZA DEI CALCOLI E DELLE METODOLOGIE UTILIZZATE PER LA GIUSTIFICAZIONE FISSAZIONE DEI LIVELLI DI SOSTEGNO DI ALCUNE MISURE DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA;

- Allegato 12 – TAVOLE DI CONCORDANZA SU IMPEGNI MISURA M10 “PAGAMENTI AGRO-CLIMATICI-AMBIENTALI”;

- Allegato 13 – TAVOLE DI CONCORDANZA SU IMPEGNI MISURA M11 “AGRICOLTURA BIOLOGICA”;

- Allegato 14 – TAVOLE DI CONCORDANZA SU IMPEGNI MISURA M12 “INDENNITÀ NATURA 2000 E DIRETTIVA QUADRO SULLE ACQUE”;

- Allegato 15 – METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE DELLO STATO QUANTITATIVO DEI CORPI IDRICI SOTTERRANEI;

- Allegato 16 – DICHIARAZIONE ATTESTANTE L’ESATTEZZA E L’ADEGUATEZZA DELLA CERTIFICAZIONE DEI COSTI DI PARTECIPAZIONE AI REGIMI DI QUALITÀ DEI PRODOTTI BIOLOGICI;

- Allegato 17 – STUDIO PER L’APPLICAZIONE DEL METODO DEI COSTI STANDARD AL TIPO DI OPERAZIONE 3.1.01;

- Allegato 18 – VALUTAZIONE EX ANTE PER L’APPLICAZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI;

- Allegato 19 – METODOLOGIA PER L’INDIVIDUAZIONE DELLE UNITÀ DI COSTO STANDARD (UCS)PER I SERVIZI DI CONSULENZA FINANZIATI DALLA SOTTOMISURA 2.1 DEI PSR” ACQUISITO AGLI ATTI DEL SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO LOCALE INTEGRATO;

- Allegato 20 – COSTI SEMPLIFICATI E RENDICONTAZIONE DI ALCUNE SPESE DI PARTECIPAZIONE AI GRUPPI OPERATIVI;

- Allegato 21 - STUDIO PER L’APPLICAZIONE DEL METODO DEI “COSTI STANDARD” AL TIPO DI OPERAZIONE 4.4.03;

- Allegato 22 “REVISIONE DELLE ZONE SOGGETTE A VINCOLI NATURALI SIGNIFICATIVI DIVERSE DALLE ZONE MONTANE”;

6) di disporre che la Direzione Generale Agricoltura, Caccia e Pesca provveda alla notifica alla Commissione Europea delle modifiche di cui al precedente punto 2), ai sensi dell’art. 11 del Regolamento (UE) n. 1305/2013 e dell'art. 4 del Regolamento di esecuzione (UE) n. 808/2014;

7) di confermare in capo all'Assessore all'Agricoltura e Agroalimentare, Caccia e Pesca il mandato di condurre il negoziato con la Commissione europea sulle modifiche proposte;

8) di dare atto che si provvederà all’approvazione della nuova formulazione del P.S.R. 2014-2020 qualora, in esito alla negoziazione, emergano ulteriori modifiche da apportare al testo del Programma medesimo rispetto alla formulazione risultante dalle modifiche di cui al precedente punto 3);

9) di stabilire che, con riferimento alle parti oggetto delle modifiche proposte con la presente deliberazione, possano essere assunti esclusivamente atti gestionali condizionati all’esito favorevole dell’approvazione comunitaria del P.S.R. 2014-2020;

10) di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

11) di disporre la pubblicazione integrale della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico;

12) di disporre infine che il Servizio Programmazione e sviluppo locale integrato della Direzione Generale Agricoltura, Caccia e Pesca provveda a dare pubblicizzazione al presente atto sul portale E-R Agricoltura, Caccia e Pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it