E-R | BUR

n.66 del 06.03.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento relativo alla procedura di verifica di assoggettabilità a VIA (screening) riguardante il progetto di "Modifiche impiantistiche necessarie all'installazione di n. 1 linea di lappatura a umido per la finitura di piastrelle ceramiche in gres porcellanato rettificato, installazione di un 2° atomizzatore e di un impianto di cogenerazione con motore termico - Via I Maggio n.22 Casalgrande (RE)" Proponente: Ceramiche Refin

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

(omissis)

determina

a) di fare propria la Relazione Istruttoria redatta dal Servizio Autorizzazioni e Concessioni dell’Arpae di Reggio Emilia, inviata alla Regione Emilia-Romagna con prot. PGRE/2019/22736 del 12/2/2019 che costituisce l’Allegato 1 della presente determina dirigenziale e ne è parte integrante e sostanziale, nella quale è stato dichiarato che sono stati applicati i criteri indicati nell’Allegato V alla Parte Seconda del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. per la decisione di non assoggettabilità a VIA; 

b) di escludere, ai sensi dell’art. 11, comma 1 della Legge Regionale 20 aprile 2018, n. 4 e dell’art. 19, comma 8, del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., il progetto denominato “Modifiche impiantistiche necessarie all’installazione di n. 1 linea di lappatura a umido per la finitura di piastrelle ceramiche in gres porcellanato rettificato in grandi formati, l’installazione di un 2° atomizzatore e di un impianto di cogenerazione con motore endotermico, da cui si recupererà energia termica all’atomizzatore esistente ed al nuovo atomizzatore” da realizzarsi nel comune di Casalgrande (RE), presentato dalla Ditta Ceramiche Refin Spa, dalla ulteriore procedura di V.I.A., a condizione che venga rispettato quanto segue: 

1) sia valutato, all’interno della successiva modifica dell’AIA, il possibile allaccio alla condotta delle acque ad usi plurimi posta nelle vicinanze dello stabilimento.

L’ottemperanza di questa condizione ambientale è in capo ad ARPAE di Reggio Emilia nell’ambito dell’Autorizzazione Integrata Ambientale;

2) nella documentazione previsionale dell’impatto acustico per la domanda di modifica dell’AIA, il dato relativo ai livelli residui dovrà essere ottenuto con misure dirette presso i recettori interessati. Nel caso in cui per tali misure non fosse possibile effettuare lo spegnimento completo delle sorgenti sonore dello stabilimento, i rilievi potranno essere svolti in occasione della prima fermata feriale dello stabilimento. Le misure dovranno caratterizzare i minimi livelli residui dei tempi di riferimento diurno e notturno, riferiti a TM pari a 10-15 minuti.

L’ottemperanza di questa condizione ambientale è in capo ad ARPAE di Reggio Emilia nell’ambito dell’Autorizzazione Integrata Ambientale;

c) di determinare le spese per l’istruttoria relativa alla procedura predetta a carico del proponente in euro 1240,00 (milleduecentoquaranta/00) ai sensi dell’articolo 31 della Legge Regionale 20/4/2018, n. 4; importo correttamente versato ad Arpae all’avvio del procedimento;

d) di trasmettere copia della presente determina al Proponente, all’ARPAE SAC di Reggio Emilia, alla Provincia di Reggio Emilia, al Comune di Casalgrande, all'AUSL, al Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale;

e) di pubblicare, per estratto, la presente determina dirigenziale nel BURERT e, integralmente, sul sito web della Regione Emilia-Romagna;

f) di dare atto, infine, che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it