E-R | BUR

n.430 del 27.12.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L. 205 del 27 dicembre 2017 - art. 1 - commi 502 - 503 - 504 e 505: attività di enoturismo - Decreto Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo del 12 marzo 2019 "Linee guida e indirizzi in merito ai requisiti e agli standard minimi di qualità per l'esercizio dell'attività enoturistica" - Attuazione dell' esercizio dell'attività enoturistica e definizione delle funzioni di vigilanza, di controllo e sanzionatorie

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

- la Legge n. 205 del 27 dicembre 2017 “Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020”, ed in particolare l’articolo 1, commi da 502 a 505;

- il Decreto del Ministro delle Politiche Agricole, alimentari, forestali e del turismo 12 marzo 2019 recante “Linee guida e indirizzi in merito ai requisiti e agli standard minimi di qualità per l’esercizio dell’attività enoturistica”;

- la Legge regionale n. 4 del 31 marzo 2009 "Disciplina dell'agriturismo e della multifunzionalità delle aziende agricole";

- la deliberazione della Giunta regionale n. 1693 del 2 novembre 2009 “LR n. 4 del 31 marzo 2009 "Disciplina dell'agriturismo e della multifunzionalità delle aziende agricole" - Criteri di attuazione del settore agriturismo” successivamente modificata dalla deliberazione n. 987 dell’11 luglio 2011 “LR n. 4 del 31 marzo 2009 "Disciplina dell'agriturismo e della multifunzionalità delle aziende agricole" - Modifiche e approvazione criteri di attuazione del settore agriturismo”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 314 dell’8 febbraio 2010 “L. R. n. 4 del 31 marzo 2009 "Disciplina dell'agriturismo e della multifunzionalità delle aziende agricole" - Disposizioni attuative del titolo II "Fattorie didattiche"”;

- la Legge n. 241 del 1990 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” e successive modifiche e integrazioni;

Considerato che nel citato decreto del Ministro delle Politiche Agricole alimentari e forestali del 12 marzo 2019, sono stati definiti le linee guida e gli indirizzi in merito ai requisiti e agli standard minimi di qualità, con particolare riferimento alle produzioni vitivinicole del territorio, per l'esercizio dell’attività enoturistica;

Atteso inoltre che tale decreto ministeriale 12 marzo 2019 stabilisce espressamente all’articolo 2 comma 4 che compete alla Regione definire le funzioni di vigilanza, di controllo e sanzionatorie sull’osservanza delle disposizioni di cui al citato decreto;

Ritenuto opportuno, recepire le disposizioni nazionali, approvando le procedure e i criteri per lo svolgimento dell’attività enoturistica sul territorio regionale nonché le funzioni di vigilanza, controllo e sanzionatorie;

Ritenuto inoltre necessario rinviare ad un successivo atto dirigenziale l’approvazione della modulistica per l’avvio dell’attività enoturistica, nonché la definizione delle caratteristiche della cartellonistica;

Preso atto:

- che le disposizioni della presente deliberazione sono state sottoposte al parere del Consiglio delle Autonomie Locali, ai sensi dell’art. 6 della L.R. 13/2009;

- che il Consiglio delle Autonomie Locali ha espresso parere favorevole nella seduta del 13 novembre 2019;

- che le richieste di cui al PG/2019/0848542 del 15novembre 2019 espresse dal suddetto Consiglio sono state recepite nell’Allegato oggetto di approvazione del presente atto;

Ritenuto, inoltre, in funzione della più efficiente gestione del procedimento amministrativo, che eventuali specifiche precisazioni, a chiarimento di quanto indicato nell’Allegato oggetto di approvazione del presente atto, possano essere disposte con determinazione del Responsabile del Servizio Programmazione e sviluppo locale integrato;

Visti:

- il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e successive modifiche;

- la propria deliberazione n. 122 del 28 gennaio 2019, recante “Approvazione piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021” ed in particolare l’allegato D), recante “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D. Lgs n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021”;

Vista inoltre la Legge Regionale 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche ed integrazioni, ed in particolare l’art. 37, comma 4;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche ed integrazioni;

- n. 270 del 29 febbraio 2016 recante “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera n. 2189/2015”;

- n. 622 del 28 aprile 2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera n. 2189/2015”;

- n. 1107 dell’11 luglio 2016 recante “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- n. 1059 del 3 luglio 2018 recante “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell'ambito delle Direzioni Generali, Agenzie e Istituti e nomina del Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT), del Responsabile dell'Anagrafe per la Stazione appaltante (RASA) e del Responsabile della Protezione dei dati (DPO)”;

- n. 1938 del 19 novembre 2018, con la quale è stato approvato il conferimento dell’incarico di Responsabile del Servizio Programmazione e sviluppo locale integrato presso la Direzione generale Agricoltura, caccia e pesca;

Viste altresì:

- la propria deliberazione n. 468 del 10 aprile 2017, avente ad oggetto “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposto in attuazione della suddetta deliberazione di Giunta n. 468/2017;

Dato atto che il Responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto infine dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Simona Caselli;

a voti unanimi e palesi

delibera

1) di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono pertanto parte integrante del presente dispositivo;

2) di approvare nella formulazione di cui all'Allegato 1) - parte integrante e sostanziale della presente deliberazione – le procedure e i criteri per lo svolgimento dell’attività enoturistica sul territorio regionale nonché le funzioni di vigilanza, controllo e sanzionatorie in attuazione del Decreto del Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo 12 marzo 2019;

3) di rinviare a successivo atto dirigenziale l’approvazione della modulistica necessaria per l’avvio dell’attività enoturistica, nonché la definizione delle caratteristiche della cartellonistica;

4) di rinviare altresì a successivo atto dirigenziale eventuali specifiche precisazioni di quanto previsto nell’Allegato parte integrale e sostanziale del presente atto;

5) di dare atto inoltre che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

6) di disporre la pubblicazione in forma integrale della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando atto che il Servizio Programmazione e sviluppo locale integrato provvederà a darne diffusione anche attraverso il Portale Agricoltura, caccia e pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it