E-R | BUR

n.314 del 22.11.2017 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Avviso pubblico per titoli e colloquio per il conferimento di un incarico a tempo determinato, ai sensi dell'art. 15 septies c. 2 D. Lgs. n. 502/92 e s.m.i., nel profilo professionale di Dirigente Farmacista con competenze di epidemiologia clinica, da svolgere presso la Struttura Operativa Complessa “Governo Clinico”

In attuazione di atto del Direttore del Servizio Gestione Giuridica del Personale è emesso un avviso pubblico per titoli e colloquio, ai sensi dell’art. 15 septies comma 2 D.Lgs. 502/92 e s.m.i., per il conferimento di un incarico a tempo determinato nel profilo professionale di Dirigente Farmacista con competenze di epidemiologia clinica.

Alla luce delle funzioni già attribuite alla Struttura aziendale “Governo Clinico” ed in ragione delle nuove attività previste nel prossimo futuro, con particolare riferimento alle funzioni di supporto al Gruppo Aziendale per l’Appropriatezza Prescrittiva ed alla valutazione di tecnologie sanitarie innovative, si ravvede la necessità acquisire le necessarie competenze nella figura di un farmacista, con consolidata esperienza nell’ analisi dei profili di prescrizione farmacologica e nella valutazione della loro appropriatezza, nell’analisi della letteratura scientifica ai fini della valutazione di tecnologie sanitarie, nel disegno e nella valutazione di interventi di miglioramento della qualità e, infine, nella conduzione di iniziative formative rivolte agli operatori sugli ambiti sopra citati.

In particolare al professionista verrà richiesto lo svolgimento delle seguenti attività:

- Valutazione di farmaci e tecnologie sanitarie, del potenziale impatto clinico, economico ed organizzativo del loro utilizzo e sviluppo e disseminazione di report analitici, nel contesto aziendale e della partecipazione a progetti europei;

- Analisi dell’andamento nell’uso dei farmaci e dell’appropriatezza prescrittiva, e disegno di strumenti di feedback informativo ai prescrittori;

- Disegno, valutazione e disseminazione di analisi quantitative e qualitative inerenti i processi assistenziali e la qualità dell’assistenza sanitaria;

- Partecipazione a gruppi di lavoro multidisciplinari aziendali per lo sviluppo e la condivisione di linee di indirizzo relative all’uso di farmaci e tecnologie sanitarie, anche attraverso l’utilizzo di metodologie consolidate per graduare le raccomandazioni;

- Attività di formazione a personale sanitario sulla metodologia di valutazione di efficacia e sicurezza di interventi sanitari e di processi assistenziali;

- Supporto metodologico relativo al disegno e alla valutazione e/o coordinamento di studi osservazionali e sperimentali proposti in ambito aziendale ed eventualmente nell’ambito di bandi finanziati;

- Sviluppo di collaborazioni inter-aziendali e inter-istituzionali volte alla condivisione di proposte per il miglioramento dei processi e degli output dell’assistenza sanitaria e della ricerca clinica indipendente.

Requisiti generali

Per l’ammissione all’avviso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti, che devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande:

- cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea o possesso di uno dei requisiti di cui all’art. 38 c. 1 e c. 3 bis D.Lgs. 165/2001 e s.m.i.;

- incondizionata idoneità fisica specifica alle mansioni della posizione funzionale a selezione; l’accertamento della idoneità fisica incondizionata all’impiego è effettuato, a cura dell’Azienda Usl, prima dell’immissione in servizi, secondo i disposti di cui alla deliberazione n. 70 del 7/4/2009 e s.m.i..

Requisiti specifici

a) Diploma di laurea specialistica/Magistrale in Farmacia (classe 14/S – LM13) o altro diploma di laurea equiparato ai sensi del Decreto 9/7/2009 del Ministero dell’Istruzione e dell’Università e della Ricerca pubblicato sulla G.U. n. 23 del 7/10/2009;

b) Iscrizione all’albo dell’Ordine dei Farmacisti;

c) Formazione post-universitaria inerente la metodologia di valutazione degli interventi sanitari attestate da formazione specifica in corsi della durata di almeno un anno accademico (full time);

d) Comprovata esperienza professionale almeno decennale, in ambito sia nazionale che internazionale per conto di Aziende/Enti pubblici, relativa a valutazione e all’informazione su benefici e rischi di farmaci, partecipazione allo sviluppo e disseminazione di linee-guida/documenti di indirizzo e analisi della farmacoutilizzazione;

e) Comprovata esperienza come principal investigator in bandi di ricerca sanitaria, con ottenimento dei relativi finanziamenti;

f) Comprovata esperienza in ambito formativo in corsi di livello universitario e/o post-universitario sui metodi della evidence-based medicine;

g) Attività scientifica sostanziata da almeno dieci pubblicazioni su riviste internazionali con Impact Factor in ambito sanitario effettuate nell’ultimo decennio.

Non possono accedere all'impiego coloro che godano del trattamento di quiescenza e siano stati esclusi dall'elettorato attivo nonché coloro che siano stati destituiti o dispensati dall'impiego ovvero licenziati da pubbliche Amministrazioni.

Sono esclusi dalla partecipazione all’avviso pubblico coloro che siano stati condannati anche con sentenza non passata in giudicato, per uno dei reati previsti dal capo I del titolo II del libro secondo del Codice Penale. A tal fine si considera equiparata ad una sentenza di condanna la sentenza di applicazione della pena ai sensi dell’art. 444 c.p.p.

Domanda di partecipazione

Le domande di partecipazione, datate, firmate e redatte in carta libera secondo l’allegato schema, devono essere rivolte al Direttore del Servizio Gestione Giuridica del Personale dell’Azienda USL di Reggio Emilia – Via Sicilia n. 44, 42122 Reggio Emilia - e pervenire all’Ufficio Concorsi entro il quindicesimo giorno non festivo successivo alla pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Le domande si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine sopraindicato. Non saranno comunque accettate domande pervenute a questa amministrazione oltre sette giorni dalla data di scadenza, anche se inoltrate nei termini a mezzo del servizio postale.

Le domande potranno essere inviate, a pena di esclusione in un unico file formato pdf e nel rispetto dei termini di cui sopra, anche utilizzando una casella di posta elettronica certificata, all’indirizzo PEC dell’Ufficio Concorsi dell’Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia concorsi@pec.ausl.re.it ; si precisa che la validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di casella di posta elettronica certificata a sua volta.

Non sarà, pertanto, ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC aziendale.

Nella domanda gli aspiranti dovranno dichiarare

a) cognome, nome, data, luogo di nascita e residenza;

b) il possesso della cittadinanza italiana, o equivalente;

c) il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

d) l’assenza di condanne penali o le eventuali condanne penali riportate;

e) il titolo di studio posseduto e gli altri requisiti specifici di ammissione richiesti per il presente avviso (nella dichiarazione dei titoli di studio deve essere indicata la data esatta del conseguimento, la denominazione completa e la sede dell’Istituto presso il quale sono stati conseguiti nonché, nel caso di conseguimento all’estero, dovrà risultare l’equipollenza al titolo italiano certificato dalla competente autorità);

f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari (per i soggetti nati entro il 1985)

g) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni, indicando la data di decorrenza e quella di cessazione del rapporto, e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego;

h) il domicilio presso il quale deve essere fatta all'aspirante ogni necessaria comunicazione.

L’Amministrazione non sia assume responsabilità per disguidi di notifiche determinati da mancata, errata o tardiva comunicazione di cambiamento di domicilio.

La domanda deve essere sottoscritta; ai sensi del DPR 445/2000 non è richiesta l’autentica della firma.

I requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di concorso per la presentazione della domanda di ammissione.

La omessa sottoscrizione della domanda o l’omessa indicazione delle dichiarazioni sopra riportate determina l’esclusione dalla selezione.

I titoli possono essere prodotti in originale o in copia legale o autenticata ai sensi di legge, ovvero autocertificati nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente.

Le pubblicazioni devono essere edite a stampa e a dimostrazione delle stesse è sufficiente allegare la prima pagina dell’articolo scientifico dal quale si possa evincere il titolo, la rivista, gli autori e l’abstract dello stesso.

Possono essere allegate in fotocopia semplice unitamente ad una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, con la quale il candidato attesta che le stesse sono conformi all’originale.

Ai sensi del DPR 445/2000, qualora la domanda di partecipazione al concorso non venga presentata personalmente dal candidato ma venga inoltrata con altro mezzo, dovrà essere accompagnata da copia fotostatica di valido documento di identità.

Alla domanda di partecipazione, i concorrenti devono allegare tutte le dichiarazioni sostitutive relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito ivi compreso un curriculum formativo e professionale datato e firmato.

Ai sensi dell’art. 15 comma 1 L. 183/2011, ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi i certificati rilasciati dalla Pubblica Amministrazione e gli atti di notorietà non possono essere accettati e pertanto gli stessi devono essere sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli artt. 46 e 47 DPR 445/2000.

Il candidato dovrà pertanto presentare in carta semplice e senza autentica della firma, unitamente a fotocopia semplice di un proprio documento di identità personale in corso di validità:

a) “dichiarazione sostitutiva di certificazione”: nei casi tassativamente indicati dall’art. 46 DPR 445/2000 (ad esempio: stato di famiglia, iscrizione all’albo professionale, possesso del titolo di studio, di specializzazione di abilitazione)

oppure

b) “dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà”: per tutti gli stati, fatti e qualità personali non compresi nell’elenco di cui al citato art. 46 DPR 445/2000 ( ad esempio: borse di studio, attività di servizio, incarichi libero professionali, attività di docenza, frequenza di corsi di formazione, di aggiornamento, partecipazione a convegni e seminari, conformità all’originale di pubblicazioni, ecc.). la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà richiede una delle seguenti forme:

- deve essere sottoscritta personalmente dall’interessato dinnanzi al funzionario competente a ricevere la documentazione, oppure

- deve essere spedita per posta unitamente a fotocopia semplice di documento di identità personale del sottoscrittore.

In ogni caso la dichiarazione resa dal candidato, in quanto sostitutiva a tutti gli effetti della certificazione, deve contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo che il candidato intende produrre.

L’omissione anche di un solo elemento comporta la non valutazione del titolo autocertificato/autodichiarato.

In particolare, con riferimento al servizio prestato, la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà allegata alla domanda, resa con le modalità sopraindicate, deve contenere pena la non valutazione del servizio:

l’esatta denominazione e tipologia dell’Ente presso il quale il sevizio è stato prestato;

- la qualifica;

- la tipologia del rapporto di lavoro (dipendente, collaborazione coordinata e continuativa, incarico libero professionale, borsa di studio);

- la tipologia dell’orario (tempo pieno, tempo definito, part-time con relativa percentuale rispetto al tempo pieno);

- le date (giorno/mese/anno) di inizio e conclusione del servizio prestato nonché le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare);

- quant’altro necessario per valutare il servizio stesso

Nel caso di autocertificazione di periodi di attività svolta in qualità di borsista, di libero professionista, co.co.co. ecc. occorre indicare con precisione tutti gli elementi indispensabili alla valutazione (Ente che ha conferito l’incarico, descrizione dell’attività, regime orario, periodo e sede di svolgimento della stessa).

Alla domanda deve essere unito, in carta semplice, un elenco dei documenti e dei titoli presentati.

L’Amministrazione effettuerà idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute. In caso di accertate difformità tra quanto dichiarato e quanto accertato dall’Amministrazione:

- l’Amministrazione procederà comunque alla segnalazione all’Autorità giudiziaria per le sanzioni penali previste ai sensi dell’art. 76 DPR 445/2000

- in caso di sopravvenuta assunzione l’Amministrazione provvederà ad applicare l’art. 55 quater D.Lgs. 165/2001;

- l’interessato decadrà comunque, ai sensi dell’art. 75 DPR 445/2000, da tutti i benefici conseguiti sulla base della dichiarazione non veritiera.

Tutti i dati personali di cui l’Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell’espletamento dei procedimenti concorsuali verranno trattati nel rispetto del D.Lgs. 196/03; la presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, a cura del personale assegnato all’ufficio preposto alla conservazione delle domande ed all’utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure concorsuali.

Modalità di accertamento della qualificazione professionale e delle competenze richieste

L’incarico verrà assegnato sulla base di un graduatoria di merito formulata da un’apposita commissione che valuterà i requisiti culturali e professionali indicati nel curriculum ed effettuerà un colloquio diretto alla valutazione delle competenze e delle capacità professionali dei candidati con riferimento all’incarico da attribuire.

La valutazione del curriculum sarà limitata ai soli candidati idonei al colloquio e verrà effettuata dalla Commissione successivamente allo svolgimento dello stesso.

La Commissione Esaminatrice, per la formulazione della graduatoria di merito avrà a disposizione 100 punti complessivi così suddivisi: 50 punti per il curriculum formativo e professionale e 50 punti per il colloquio.

La data e la sede del colloquio verranno comunicate con un preavviso di almeno 7 gg mediante apposito avviso che verrà pubblicato, nei giorni successivi alla scadenza del bando, sul sito aziendale: www. ausl.re.it – link: bandi, concorsi, incarichi alla sezione informazioni /esiti prove.

Tale comunicazione costituisce a tutti gli effetti convocazione al colloquio, pertanto i candidati che non si presenteranno nel giorno, ora e sede stabiliti saranno considerati rinunciatari alla selezione, quale sia la causa dell’assenza, anche indipendente dalla loro volontà.

Per essere ammessi a sostenere il colloquio i candidati dovranno esibire, a pena di esclusione, documento di riconoscimento in corso di validità.

L’Ente non assume alcuna responsabilità nel caso di dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato, oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato sulla domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

L’assunzione sarà effettuata ai sensi dell’art. 15 septies comma 2 D. Lgs. 502/92 e s.m.i.. L’incarico avrà una durata di 3 anni, eventualmente rinnovabili, che decorreranno dalla data indicata nel contratto.

Il trattamento economico annuo lordo è quello previsto dal vigente CCNL dell’Area di appartenenza.

L'Amministrazione dell'Azienda si riserva la facoltà di prorogare, sospendere, revocare, rettificare o annullare il presente avviso.

L'Azienda si riserva altresì la facoltà, a fronte di esigenze di carattere organizzativo o gestionale e in applicazione di disposizioni relative al contenimento della spesa, di non procedere al conferimento dell’incarico di cui al presente avviso.

Con la partecipazione al presente bando i candidati si impegnano ad accettare incondizionatamente quanto disciplinato dallo stesso, quale lex specialis della presente procedura selettiva.

Per informazioni, gli interessati potranno rivolgersi al Servizio Gestione Giuridica del Personale – Ufficio Concorsi – Via Sicilia 44 - Reggio Emilia - tel. 0522/339420/339421 (orario apertura uffici al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00, martedì e giovedì dalle 14.30 alle 16.30) oppure collegarsi all’indirizzo telematico dell’Azienda: www.ausl.re.it

Scadenza bando: 7 dicembre 2017

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it