E-R | BUR

n.21 del 01.02.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di impatto ambientale Titolo III della L.R. 9/1999, Parte Seconda del Dlgs. 152/2006 e successive modifiche ed integrazioni, – Procedimento di Autorizzazione Unica DLgs 387/03 – Progetto di impianto per la produzione di energia elettrica e termica dalla combustione di biomasse (rifiuti) di origine animale da localizzare presso l’esistente stabilimento Inalca di Via Spilamberto n. 30/c, Comune di Castelvetro di Modena (MO) – Proponente: INALCA SpA. Ripubblicazione a seguito di integrazioni

L’Autorità competente per la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) Provincia di Modena - Servizio Valutazioni, Autorizzazioni e Controlli Ambientali Integrati, avvisa che ai sensi del Titolo III della Legge regionale 18 maggio 1999, n. 9, come integrata e modificata dal vigente DLgs. 152/06, sono stati depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, le integrazioni progettuali per l’effettuazione della procedura di VIA relative al progetto:

- denominato: impianto per la produzione di energia elettrica e termica dalla combustione di biomasse (rifiuti) di origine animale;

- localizzato: presso l’esistente stabilimento Inalca di Via Spilamberto n. 30/c, Comune di Castelvetro di Modena (MO);

- presentato da: Inalca SpA, con sede legale in Via Spilamberto n. 30/c, in Comune di Castelvetro di Modena (MO);

- pubblicato nel BUR n. 135 del 31/8/2011.

Il progetto appartiene alle seguenti categorie dell’Allegato IV del DLgs 152/06, come modificato dal DLgs 4/08: punto 4 f) “macelli aventi una capacità di produzione di carcasse superiori a 50 tonnellate al giorno e impianti per l’eliminazione o il recupero di carcasse e di residui di animali con una capacità di trattamento di oltre 10 tonnellate al giorno” e, ai sensi dell’art. 185 del Dlgs. 152/2006, comma 2, lettera b, al punto 7 z.b) “Impianti di smaltimento e recupero di rifiuti non pericolosi, con capacità complessiva superiore a 10 t/giorno, mediante operazioni di cui all’Allegato C, lettere da R1 a R9, della parte quarta del Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152”.

Il progetto riguarda la realizzazione di un impianto trattamento di sottoprodotti di origine animale con valorizzazione energetica costituito da:

- un impianto di rendering, dedicato al ricevimento e trattamento dei materiali di cat. 1, ex Reg. CE 1069/09, della potenzialità massima di 84 t/g;

- un impianto di cogenerazione, costituito da due motori endotermici della potenza complessiva di 5 MWe.

Il trattamento dei materiali di cat. 1 produrrà

- grasso animale per l’alimentazione del cogeneratore;

- farina di carne destinata allo smaltimento.

In data 21/12/2011 la società proponente ha presentato la documentazione progettuale in risposta alla richiesta di integrazioni avanzata dalla Conferenza di Servizi.

L’Autorità competente, Provincia di Modena, ritiene che le integrazioni progettuali presentate siano rilevanti per il pubblico e pertanto, ai sensi dell’art.26, comma 3-bis, del DLgs. 152/06 si provvede alla pubblicazione e al deposito del progetto integrato.

Si informa altresì che il progetto è collocato sul territorio del Comune di Castelvetro di Modena, in provincia di Modena e i Comuni interessati e che potrebbero ricevere pregiudizio dal progetto integrato, ai sensi del DLgs. 152/06 e della L. 241/90, sono il Comune di Spilamberto (MO) e il Comune di Castelnuovo Rangone (MO).

L’eventuale conclusione positiva del procedimento di VIA comprenderà la modifica sostanziale all’Autorizzazione Integrata Ambientale (Dlgs. 152/2006, Parte Seconda), nonché l’autorizzazione a realizzare e gestire un impianto di combustione di rifiuti (Dlgs. 133/2005).

Ai sensi della DGR n. 1191/2007 e dell’art. 10 del DLgs.152/06, si comunica che la valutazione di impatto ambientale si estenderà alle finalità di conservazione proprie del SIC-ZPS IT4040011 “Cassa di espansione del Fiume Panaro”, con effettuazione di pre-valutazione di incidenza e, se necessario, valutazione di incidenza.

Ai sensi del comma 6 dell’art. 15 della L.R. 9/99, le procedure di deposito, pubblicizzazione e partecipazione previste per la procedura di VIA, sostituiscono ad ogni effetto le procedure di pubblicità e partecipazione previste dalle norme vigenti per le procedure autorizzative di cui all’art. 17.

La documentazione progettuale per la procedura di VIA e le integrazioni sono depositate per 60 (sessanta) giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel BUR, in data 1/2/2012.

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA presso:

- Provincia di Modena - Servizio Valutazioni, Autorizzazioni e Controlli Ambientali Integrati, Viale Barozzi n. 340 - 41124 Modena;

- Regione Emilia-Romagna – Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Via della Fiera n. 8 - 40127 Bologna;

- Comune di Castelvetro di Modena, Piazza Roma n. 5 - 41014 Castelvetro (MO);

- Comune di Spilamberto, Via Roncati n. 2 - 41057 Spilamberto (MO);

- Comune di Castelnuovo Rangone, Via Roma n. 1 - 41051 Castelnuovo Rangone (MO)

ovvero sul sito web della Provincia di Modena (www.provincia.modena.it/Ambiente/Valutazione Impatto Ambientale / Procedimenti in corso).

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque può presentare osservazioni all’Autorità competente, Provincia di Modena, Servizio Valutazioni, Autorizzazioni e Controlli Ambientali Integrati, ai seguenti riferimenti:

- Indirizzo: Provincia di Modena, Via Barozzi n. 340 - 41124 Modena;

- Fax: 059/209492;

- Posta elettronica Certificata: provinciadimodena@cert.provincia.modena.it;

Ai sensi dell’art. 26, comma 3-bis del DLgs. 152/06, la procedura di VIA deve concludersi entro 90 giorni naturali consecutivi dalla data di scadenza del termine previsto per la presentazione delle osservazioni.

Si rende noto che ai sensi della deliberazione della Giunta della Regione Emilia-Romagna 987/10, il procedimento di VIA avviene all’interno del procedimento per il rilascio dell’Autorizzazione Unica ai sensi dell’art. 12 del DLgs 387/03, di cui è stato comunicato l’avvio del procedimento con avviso pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione (BUR) n. 121 del 3/8/2011.

Inoltre, ai sensi dell’art. 12, comma 4 del vigente DLgs.387/2003, che cita “il termine massimo per la conclusione del procedimento unico non può essere superiore a novanta giorni, al netto dei tempi previsti dall’articolo 26 del Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni, per il provvedimento di valutazione di impatto ambientale” si comunica che i termini della procedura unica di cui sopra sono sospesi fino alla conclusione della Valutazione di Impatto Ambientale.

Il responsabile del procedimento è l’Ing. Alberto Pedrazzi, Dirigente del Servizio Valutazioni, Autorizzazioni e Controlli Ambientali Integrati della Provincia di Modena.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it