E-R | BUR

n.408 del 27.12.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Assegnazione e concessione contributi per interventi per spese di investimento nel settore dello spettacolo dal vivo istruiti con esito positivo con DGR 1575/2018. Assunzione impegno di spesa

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

(omissis)

determina 

per le motivazioni meglio specificate in premessa e che qui si intendono integralmente riportate:

1) di assegnare e concedere, ai sensi di quanto disposto con deliberazione della Giunta regionale n. 1575/2018, i contributi per gli importi indicati a fianco di ciascuno, ai soggetti beneficiari elencati nell’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente determinazione, per un importo complessivo di Euro 5.605.011,27;

2) di impegnare la somma di Euro 730.000,00 sul bilancio finanziario-gestionale 2018/2020, anno di previsione 2018 che presenta la necessaria disponibilità approvato con DGR n. 2191/2017 e ss.mm. come segue:

- quanto ad euro 325.919,71 registrata al n. 7277 di impegno sul capitolo 70685” “FONDO UNICO REGIONALE PER LE ATTIVITA' NEL SETTORE DELLO SPETTACOLO: CONTRIBUTI A SOGGETTI PRIVATI SENZA FINI DI LUCRO PER INVESTIMENTI (ART. 4, COMMA 2 L.R. 5 LUGLIO 1999, N.13)”- anno 2018;

- quanto ad euro 404.080,29 registrata al n. 7278 di impegno sul capitolo 70678 “FONDO UNICO REGIONALE PER LE ATTIVITA' NEL SETTORE DELLO SPETTACOLO: CONTRIBUTI AGLI ENTI LOCALI E AD ALTRI ENTI DELLE AMMINISTRAZIONI LOCALI PER INVESTIMENTI (ART. 4, COMMA 2 L.R. 5 LUGLIO 1999, N.13).”;

3) di rimandare ad un proprio successivo atto l’impegno della restante somma di € 4.875.011,27 ad entrata in vigore della legge di bilancio di previsione 2019/2021, di cui al PDL approvato con DGR n. 1966/2018, e secondo la seguente ripartizione:

- quanto a Euro 1.861.206,33 - anno 2019 - U78761 “CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE A ENTI LOCALI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI VALORIZZAZIONE DELLE SEDI DI SPETTACOLO (ART. 1, COMMA 6, LEGGE 27 DICEMBRE 2013 N. 147; LEGGE 190/2014; DEL. CIPE NN. 25/2016 E 76/2017)”;

- quanto a Euro 758.793,67 - anno 2019 – U78765 “CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE A SOGGETTI PRIVATI SENZA FINI DI LUCRO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI VALORIZZAZIONE DELLE SEDI DI SPETTACOLO (ART. 1, COMMA 6, LEGGE 27 DICEMBRE 2013 N. 147; LEGGE 190/2014; DEL. CIPE NN. 25/2016 E 76/2017)”;

- quanto a Euro 1.281.864,33 - anno 2020 - U78761 “CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE A ENTI LOCALI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI VALORIZZAZIONE DELLE SEDI DI SPETTACOLO (ART. 1, COMMA 6, LEGGE 27 DICEMBRE 2013 N. 147; LEGGE 190/2014; DEL. CIPE NN. 25/2016 E 76/2017)”;

- quanto a Euro 80.635,67 - anno 2020 – U78765 “CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE A SOGGETTI PRIVATI SENZA FINI DI LUCRO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI VALORIZZAZIONE DELLE SEDI DI SPETTACOLO (ART. 1, COMMA 6, LEGGE 27 DICEMBRE 2013 N. 147; LEGGE 190/2014; DEL. CIPE NN. 25/2016 E 76/2017)”;

- quanto a Euro 37.500,00 - anno 2020 – U78763 “CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE A SOGGETTI PRIVATI COSTITUITI IN FORMA DI IMPRESA PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI VALORIZZAZIONE DELLE SEDI DI SPETTACOLO (ART. 1, COMMA 6, LEGGE 27 DICEMBRE 2013 N. 147; LEGGE 190/2014; DEL. CIPE NN. 25/2016 E 76/2017)”;

- quanto a Euro 692.511,27 - anno 2021 – U78761 “CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE A ENTI LOCALI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI VALORIZZAZIONE DELLE SEDI DI SPETTACOLO (ART. 1, COMMA 6, LEGGE 27 DICEMBRE 2013 N. 147; LEGGE 190/2014; DEL. CIPE NN. 25/2016 E 76/2017)”;

- quanto a Euro 162.500,00 - anno 2021 – U78763 “CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE A SOGGETTI PRIVATI COSTITUITI IN FORMA DI IMPRESA PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI VALORIZZAZIONE DELLE SEDI DI SPETTACOLO (ART. 1, COMMA 6, LEGGE 27 DICEMBRE 2013 N. 147; LEGGE 190/2014; DEL. CIPE NN. 25/2016 E 76/2017)”;

4)  (omissis)

Per quanto riguarda i CUP si rimanda all’Allegato 1, parte integrante del presente atto.

 5) di dare atto che:

- alla liquidazione dei contributi di cui all’Allegato 1 della presente determinazione provvederà il dirigente regionale competente con propri atti formali, ai sensi del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. e in attuazione della deliberazione della Giunta Regionale n. 2416/2008 e successive modificazioni, laddove applicabile, sulla base delle modalità riportate al punto 7 del dispositivo della DGR n. 1575/2018, previo espletamento degli adempimenti previsti dai punti 10 e 11 della D.G.R. 500/2018 e verifica del corretto popolamento dei dati di monitoraggio sul sistema informativo SGP;

- I soggetti beneficiari del contributo regionale per un progetto che da cronoprogramma viene realizzato su più annualità, devono presentare, al fine di evidenziare chiaramente l’esigibilità della spesa, entro il 31 gennaio 2019:

- una relazione descrittiva in ordine alla parte progettuale realizzata nell’anno 2018;

- le spese sostenute nell’anno 2018 relative alla parte progettuale realizzata nell’anno 2018, avendo a riferimento l’esigibilità della spesa indicata nella tabella di cui all’Allegato 1) parte integrantedel presente atto;

Gli stessi adempimenti devono essere espletati entro il 31 gennaio 2020 in riferimento alle attività realizzate nell’anno 2019, entro il 31 gennaio 2021 in merito alle attività svolte nel 2020 ed entro il 31 gennaio 2022 in merito alle attività realizzate nell’anno 2021.

6) di richiamare ai fini dell’attuazione degli interventi oggetto del presente provvedimento, e nelle more del percorso di adozione del sistema di gestione e controllo relativo al Piano Operativo FSC 2014-2020, le disposizioni in materia di gestione e controllo previste dalle delibere CIPE n.25/2016 e 26/2018 e dalla Circolare n.1/2017 del Ministero per la coesione territoriale e il mezzogiorno, tra cui si evidenziano in particolare:

- l’obbligo per i soggetti beneficiari di effettuare le operazioni di monitoraggio attraverso l’aggiornamento periodico dei dati relativi all’avanzamento procedurale, economico e fisico degli interventi ammessi a finanziamento;

- il termine per l’assunzione delle obbligazioni giuridicamente vincolanti è stato posticipato al 31 dicembre 2021 dalla delibera CIPE n. 26/2018, in luogo del 31 dicembre 2019 già stabilito dalle precedenti delibere n. 25 e n. 26 del 2016;

- l’obbligo di concludere gli interventi entro il 31 dicembre 2021;

- la facoltà per la Regione di effettuare in fase esecutiva, a mezzo di propri collaboratori, visite e verifiche volte ad accertare l’attivazione degli interventi e lo stato di avanzamento dei lavori oltreché la loro rispondenza alle previsioni progettuali;

7) a fronte di variazioni in diminuzione dei costi sostenuti per la realizzazione dell’intervento il Dirigente regionale competente provvederà a rideterminare l’ammontare del contributo regionale in misura proporzionale fatta eccezione per i progetti ai quali è stato concesso un contributo inferiore al 50%:in questi casi il beneficio può essere confermato purchè il progetto non sia sostanzialmente modificato e raggiunga gli obiettivi stabiliti e tenuto conto della percentuale massima di contribuzione del 50% della spesa ammissibile;

8) di dare atto che il Servizio regionale competente potrà procedere a verifiche amministrativo-contabili, anche a campione, accedendo alla documentazione conservata presso i soggetti finanziati, al fine di accertare la regolarità della documentazione inerente i progetti finanziati e le spese sostenute nonché la veridicità delle dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà rese ai sensi del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000;

9) di dare atto inoltre che si procederà alla revoca d'ufficio nei casi stabiliti dal punto 15 del sopra citato provvedimento regionale n. 500/2018;

10) di vincolare i soggetti beneficiari degli interventi finanziati di cui al presente atto ad evidenziare nei modi più opportuni che gli interventi finanziati sono stati realizzati con risorse FSC assegnate alla Regione Emilia-Romagna;

11) di rinviare per quanto non espressamente previsto nel presente provvedimento alla predetta deliberazione n. 1575/2018;

12) di dare atto altresì che si provvederà agli adempimenti previsti dall’art. 56, comma 7, del citato D.lgs. n. 118/2011, relativamente ai soggetti pubblici di cui al citato Allegato 1);

13) di provvedere agli obblighi di pubblicazione previsti dall’art. 26 comma 2 del D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis comma 3 del medesimo D.Lgs.;

14) di pubblicare per estratto il presente atto nel BURERT (Bollettino Ufficiale telematico della Regione Emilia-Romagna) e sul portale EmiliaRomagnaCreativa della Regione

https://spettacolo.emiliaromagnacreativa.it/it/finanziamenti/bandi/.

Il Responsabile del Servizio

Gianni Cottafavi

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it