E-R | BUR

n.123 del 03.05.2022 (Parte Seconda)

XHTML preview

614 - Assegnazioni dello Stato per l'attuazione del PNRR Sanità e in materia di politiche giovanili, spettacolo e per l'attuazione di progetti comunitari. Variazione di bilancio

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il Decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e successive modificazioni e integrazioni;

Considerato in particolare l’articolo 51, il quale stabilisce:

- al comma 2, che “Nel corso dell'esercizio la giunta, con provvedimento amministrativo, autorizza le variazioni del documento tecnico di accompagnamento e le variazioni del bilancio di previsione riguardanti:

a) l'istituzione di nuove tipologie di bilancio, per l'iscrizione di entrate derivanti da assegnazioni vincolate a scopi specifici nonché per l'iscrizione delle relative spese, quando queste siano tassativamente regolate dalla legislazione in vigore.”;

- al comma 3, che “L'ordinamento contabile regionale disciplina le modalità con cui la giunta regionale o il Segretario generale, con provvedimento amministrativo, autorizza le variazioni del bilancio gestionale che non sono di competenza dei dirigenti e del responsabile finanziario.”;

Viste:

- la L.R. 28 dicembre 2021, n. 20 “Disposizioni per la formazione del Bilancio di previsione 2022-2024 (Legge di Stabilità regionale 2022)”;

- la L.R. 28 dicembre 2021, n. 21 “Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2022-2024”;

- la legge regionale 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna” per quanto applicabile;

- la propria deliberazione n. 2276 del 27 dicembre 2021 “Approvazione del Documento tecnico di accompagnamento e del Bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2022-2024”;

Richiamata la propria deliberazione n. 104 del 1 febbraio 2016 avente ad oggetto “Disposizioni transitorie per la gestione delle variazioni al Bilancio di Previsione”, ed in particolare il punto B) lettera a) dell’allegato parte integrante al medesimo provvedimento, che attribuisce alla Giunta la competenza per le variazioni al documento tecnico di accompagnamento, al bilancio di previsione e al bilancio gestionale per l'iscrizione delle entrate derivati da assegnazioni vincolate nonché delle relative spese;

Preso atto delle assegnazioni a destinazione vincolata di seguito elencate:

Contributo dello Stato per l’attuazione di Interventi finanziati dal PNRR - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza nell’ambito della Missione 6 – Componente 1 e 2

Visti:

- il regolamento (UE) 2021/241 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 febbraio 2021, che istituisce il dispositivo per la ripresa e la resilienza (regolamento RRF) con l’obiettivo specifico di fornire agli Stati membri il sostegno finanziario al fine di conseguire le tappe intermedie e gli obiettivi delle riforme e degli investimenti stabiliti nei loro piani di ripresa e resilienza;

- la decisione di esecuzione del Consiglio ECOFIN del 13 luglio 2021, recante l’approvazione della valutazione del Piano per la ripresa e resilienza dell’Italia e notificata all’Italia dal Segretariato generale del Consiglio con nota LT161/21, del 14 luglio 2021;

- il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 6 agosto 2021, recante “Assegnazione delle risorse finanziarie previste per l’attuazione degli interventi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e ripartizione di traguardi e obiettivi per scadenze semestrali di rendicontazione”;

- il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze dell’11 ottobre 2021, recante “Procedure relative alla gestione finanziaria delle risorse previste nell’ambito del PNRR di cui all’art. 1, comma 1042, della legge 30 dicembre 2020, n. 178” in particolare l’art. 3, comma 3, laddove si prevede che “Con riferimento alle risorse del PNRR dedicate a specifici progetti in materia sanitaria, le regioni e province autonome accendono appositi capitoli relativi alla spesa sanitaria del bilancio gestionale al fine di garantire un’esatta imputazione delle entrate e delle uscite relative al finanziamento specifico, in coerenza con l’art. 20 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118”;

- il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 23 novembre 2021, recante modifiche alla tabella A del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 6 agosto 2021 di assegnazione delle risorse finanziarie previste per l’attuazione degli interventi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e ripartizione di traguardi e obiettivi per scadenze semestrali di rendicontazione;

- il decreto-legge 6 maggio 2021, n. 59, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° luglio 2021, n. 101, recante “Misure urgenti relative al Fondo complementare al Piano nazionale di ripresa e resilienza e altre misure urgenti per gli investimenti” e in particolare l’art. 1, comma 2, lettera e), punto 2, che individua gli importi riferiti all’investimento “Verso un ospedale sicuro e sostenibile” per un importo complessivo di euro 1.450.000.000,00;

- il decreto del Ministro della Salute 20 gennaio 2022, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il 9 marzo 2022, ed in particolare l’art. 1 che prevede risorse per il “Piano nazionale di ripresa e resilienza” (PNRR) e per il “Piano nazionale per gli investimenti complementari” (PNC), destinate alla realizzazione di interventi a regia del Ministero della Salute e quali soggetti attuatori le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano, determinate in euro 8.042.960.665,58, di cui euro 6.592.960.665,58 a valere sul PNRR ed euro 1.450.000.000,00 a valere sul PNC e ripartite nelle tabelle allegate, assegnando alla Regione Emilia-Romagna gli importi di seguito riportati:

Tabella 1 - Missione 6, componente 1:

  • Intervento 1.1 “Case della Comunità” FONDI PNRR euro 124.671.950,69;
  • Intervento 1.2 “COT, Interconnessione aziendale, device” – FONDI PNRR per complessivi euro 15.338.819,11;
  • Intervento 1.3 “Ospedali della Comunità” - FONDI PNRR euro 68.002.882,19;

Tabella 2 – PNRR Missione 6, componente 2 - e PNC,

  • Intervento 1.1 “Ammodernamento del parco tecnologico e digitale ospedaliero – potenziamento del livello di digitalizzazione delle strutture sanitarie sede di Dipartimenti di emergenza e accettazione (DEA) di I e II livello e Grandi Apparecchiature - Risorse Digitalizzazione DEA I e II” - FONDI PNRR euro 179.477.626,88;
  • Intervento 1.2 “Verso un ospedale sicuro e sostenibile (nuovi progetti)” - FONDI PNRR euro 43.443.714,98;
  • Intervento 1.2 “Verso un ospedale sicuro e sostenibile” FONDI PNC euro 98.604.179,18;
  • Intervento 1.3.2 “Infrastruttura tecnologica del MdS e analisi dei dati, modello predittivo per la vigilanza LEA-Reingegnerizzazione NSIS a livello locale (Adozione da parte delle Regioni di 4 nuovi flussi informativi nazionali: Consultori di Famiglia, Ospedali di Comunità, Servizi di Riabilitazione Territoriale e Servizi di Cure Primarie” - FONDI PNRR euro 2.060.487,33;

Vista altresì la richiesta di variazione di bilancio dell’Assessore alle Politiche per la salute Prot. 06.04.2022.0348018.I la quale dà atto che le risorse complessivamente assegnate alla Regione Emilia-Romagna per la Missione 6 ammontano ad euro 531.599.660,36 al netto del finanziamento pari a euro 6.165.531,74 per la sub misura “Corso di formazione per infezioni ospedaliere” e che tali risorse sono state allocate sulle annualità del quinquennio 2022-2026 sulla base di un cronoprogramma predisposto a seguito di ricognizione richiesta alle Aziende sanitarie destinatarie dei finanziamenti ed attuatrici degli interventi;

Assegnazione dello Stato sul fondo nazionale per le politiche giovanili

Visti:

- l’art. 19, comma 2, del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito in legge, dall’art. 1 della Legge 4 agosto 2006, n. 248, con il quale è stato istituito il “Fondo per le politiche giovanili”, finalizzato alla promozione del diritto dei giovani alla formazione culturale e professionale e all’inserimento nella vita sociale;

- le Intese del 5 maggio 2021 Repertorio atti n. 45/CU e del 4 agosto 2021 Repertorio atti n. 104/CU sancite in sede di Conferenza Unificata tra il Governo, le Regioni, le Province autonome e gli Enti locali sulla ripartizione del “Fondo nazionale per le Politiche Giovanili” che ripartiscono complessivamente per l’annualità 2021 in favore della Regione Emilia-Romagna, per i progetti “GECO 11” e “GECO 11 BIS”, Euro 1.285.771,00 prevedendo altresì un cofinanziamento regionale complessivo di Euro 321.443,00;

- la propria deliberazione n. 1846 del 8 novembre 2021 avente ad oggetto: “APPROVAZIONE DELLA PROPOSTA PROGETTUALE IN MATERIA DI POLITICHE GIOVANILI PER L'ANNO 2021 DENOMINATA "GECO 11" E "GECO 11 BIS", AI SENSI DELLE INTESE, REP. 45/CU DEL 5 MAGGIO 2021 E REP. 104/CU DEL 4 AGOSTO 2021.”;

- la propria deliberazione n. 2209 del 20 dicembre 2021 avente ad oggetto: “APPROVAZIONE DELL'ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA IL GOVERNO E LA REGIONE IN ATTUAZIONE DELLE INTESE REP. 45/CU DEL 5/05/2021 E REP 104/CU DEL 4/08/2021 DI CUI ALLE PROPOSTE PROGETTUALI DENOMINATE "GECO 11" E "GECO 11 BIS" APPROVATE CON DELIBERA DI GIUNTA REGIONALE N. 1846/2021.”;

- l’Accordo di collaborazione Prot. RPI.04.01.2022.0000011.U tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile universale e la Regione Emilia-Romagna, per l’attuazione delle intese sopracitate;

Vista altresì la richiesta di variazione di bilancio della Vicepresidente - Assessore Contrasto alle Disuguaglianze e Transizione Ecologica: Patto per il Clima, Welfare, Politiche Abitative, Politiche Giovanili, Cooperazione Internazionale allo Sviluppo, Relazioni Internazionali, Rapporti con l’UE, Prot. 11.04.2022.0359731.I;

Assegnazione dello Stato per la realizzazione di azioni di sistema per la promozione nazionale ed internazionale dello spettacolo dal vivo

Visti:

- la legge 30 aprile 1985, n. 163 recante “Nuova disciplina degli interventi dello Stato a favore dello spettacolo”;

- il decreto ministeriale 27 luglio 2017 recante “Criteri e modalità per l’erogazione, l’anticipazione e la liquidazione dei contributi allo spettacolo dal vivo a valere sul Fondo Unico per lo Spettacolo di cui alla legge 30 aprile 1985, n. 163” che stabilisce un sistema di sostegno finanziario dello Stato alle attività dello spettacolo, ed in particolare l’art. 44 che prevede azioni di sistema, che si attuano attraverso la sottoscrizione di accordi di partenariato con altre Amministrazioni centrali, con le Regioni e gli altri enti territoriali e locali, con istituzioni ed organismi di settore nazionali ed esteri, nonché dell’Unione europea, finalizzate alla attuazione di compiti e funzioni di promozione nazionale e internazionale;

- il Decreto Direttoriale rep.1828 del 9 dicembre 2021 che all’art. 4 assegna a favore della Regione Emilia-Romagna, un contributo di euro 7.500,00 per il sostengo alla preparazione ed alla realizzazione del Convegno Internazionale sulle residenze creative che si svolgerà a Mondaino (RN), nel corso dell’estate 2022, presso il Teatro La Dimora, e che sarà organizzato dall’Associazione Culturale L’Arboreto nell’ambito del progetto europeo “Stronger peripheries: a Southern Coalition”;

- lo schema di Accordo tra il Ministero della cultura – Direzione Generale Spettacolo - e la Regione Emilia-Romagna per la realizzazione del sopracitato Convegno;

Vista altresì la richiesta di variazione di bilancio dell’Assessore alla cultura e paesaggio Prot. 12.04.2022.0367259.I;

Contributo dell’Unione Europea per il tramite dell’AER - Assemblea Europea delle Regioni per l’attuazione del progetto denominato “EU-Belong - An Intercultural Approach to Migrant Integration in Europe's Regions”, nell’ambito del Programma AMIF/FAMI 2014-2020 call: AMIF-2020-AG, Type of action AMIF-AG

Visto il Regolamento (UE) N. 516/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 aprile 2014 che istituisce il Fondo AMIF/FAMI “Asylum, Migration and Integration Fund” che ha tra i suoi obiettivi quello di contribuire all'integrazione dei cittadini di paesi terzi attraverso percorsi personalizzati di istruzione, lingua e altra formazione (come corsi di orientamento civico e orientamento professionale) nonché attraverso la promozione ed il supporto alle strategie di integrazione capaci di promuovere la partecipazione attiva dei cittadini di paesi terzi e così da facilitarne l’inclusione nella società di accoglienza;

Premesso che:

- con la call AMIF-2020-AG (01) aperta dal 15 ottobre 2020 al 16 febbraio 2021, la Commissione Europea ha bandito nell’ambito delle azioni dell’Asylum, Migration and Integration Fund (AMIF/FAMI 2014-2020) la presentazione di progetti transnazionali finalizzati a sviluppare ed implementare strategie di integrazione territoriale attraverso reti di partenariato allargate a vari stakeholder capaci di agire sui diversi aspetti del processo di integrazione o di migliorare l'inclusione socioeconomica e il senso di appartenenza dei migranti nelle comunità locali. In ciò favorendo lo scambio di buone pratiche e conoscenze in tutta l'UE attraverso il miglioramento della cooperazione transnazionale tra le parti interessate nello sviluppo e nell'attuazione di strategie di integrazione locale;

- la Regione Emilia-Romagna si è associata come partner nella candidatura del progetto denominato “EU-Belong - An Intercultural Approach to Migrant Integration in Europe's Regions” presentato dall’AER - Assemblea Europea delle Regioni, con sede a Brussels (B) alla Commissione Europea, nell’ambito della call: AMIF-2020-AG, Type of action AMIF-AG;

- il Capofila AER - Assemblea Europea delle Regioni ha comunicato con nota acquisita agli atti con prot. 07/02/2022.0108744.E, l’approvazione del progetto “EU-Belong” da parte della Commissione Europea il 14.07.2021 e che aveva proceduto, in data 29.11.2021, a stipulare la conseguente Convenzione di Sovvenzione con la stessa Commissione Europea;

Visti:

- il Grant Agreement n. 101038215 del 29/11/2021 tra la Commissione Europea e il Capofila AER - Assemblea Europea delle Regioni, che agisce anche da coordinatore di tutto il partenariato composto anche dalla Regione Emilia-Romagna, per la realizzazione del progetto “EU-Belong;

- la propria deliberazione n. 200 del 21/02/2022, ad oggetto “PROGETTO EUROPEO EU-BELONG: PRESA ATTO APPROVAZIONE DEL PROGETTO E STIPULA CONVENZIONE DI SOVVENZIONE”;

- il Partnership Agreement tra AER e Regione Emilia-Romagna del 23/03/2022, nel quale viene specificato che il progetto “EU-Belong” avrà una durata di 36 mesi a valere dal 3 gennaio 2022 e un budget complessivo per la Regione Emilia-Romagna pari ad euro 50.186,21, di cui euro 45.167,59 come contributo dell’Unione Europea ed euro 5.018,62 come co-finanziamento regionale;

Vista altresì la richiesta di variazione di bilancio della Vicepresidente - Assessore Contrasto alle Disuguaglianze e Transizione Ecologica: Patto per il Clima, Welfare, Politiche Abitative, Politiche Giovanili, Cooperazione Internazionale allo Sviluppo, Relazioni Internazionali, Rapporti con l’UE, Prot. 20.04.2022.0392512.I;

Riproposizione di entrate e correlate spese a destinazione vincolata stanziate e non accertate né impegnate nell’esercizio 2021

Preso atto che quote di entrate derivanti da assegnazioni a destinazione vincolata, iscritte nel bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2021, non sono state accertate al termine dell’esercizio medesimo, né sono state impegnate le correlate spese, per i medesimi importi;

Ritenuto, previa verifica del permanere della validità delle assegnazioni, di procedere alla riproposizione degli stanziamenti di entrate a destinazione vincolata non accertate nel 2021 e dei correlati stanziamenti di spesa non impegnati, al netto delle variazioni già disposte con propria deliberazione n. 505 del 4 aprile 2022 in relazione alla contestuale reimputazione di entrate e spese in sede di riaccertamento ordinario dei residui;

Vista la richiesta di riproposizione di entrate e correlate spese a destinazione vincolata stanziate e non accertate né impegnate negli esercizi precedenti, nella quale si dà atto e vengono specificati i motivi per i quali ogni assegnazione deve considerarsi tuttora valida Prot. n. 12.04.2022.0366680.I dell’Assessore allo Sviluppo economico e green economy, Lavoro, Formazione;

Ritenuto di dover provvedere alle relative variazioni di bilancio;

Visto il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

Richiamata la propria deliberazione n. 111 del 31 gennaio 2022 “Piano Triennale di prevenzione della corruzione e trasparenza 2022-2024, di transizione al Piano integrato di attività e organizzazione di cui all’art. 6 del D.L. n. 80/2021” e la determinazione dirigenziale n. 2335 del 09/02/2022 “Direttiva di indirizzi interpretativi degli obblighi di pubblicazione previsti dal Decreto legislativo n. 33 del 2013. Anno 2022”;

Richiamate altresì le seguenti proprie deliberazioni:

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna” e le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

- n. 771 del 24/05/2021 che conferisce fino al 31/05/2024 l’incarico di Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT) per le strutture della Giunta della Regione Emilia-Romagna e degli Istituti e Agenzie regionali, di cui all’art. 1 comma 3 bis, lett. b) della L.R. n. 43 del 2001;

- n. 324 del 07/03/2022 “Disciplina organica in materia di organizzazione dell'Ente e gestione del personale”;

- n. 325 del 07/03/2022 “Consolidamento e rafforzamento delle capacità amministrative: riorganizzazione dell'Ente a seguito del nuovo modello di organizzazione e gestione del personale”;

- n. 426 del 21/03/2022 “Riorganizzazione dell'Ente a seguito del nuovo modello di organizzazione e gestione del personale. Conferimento degli incarichi ai Direttori Generali e ai Direttori di Agenzia”;

Vista inoltre la determinazione dirigenziale n. 5514 del 24/03/2022 “Riorganizzazione della Direzione Generale Politiche Finanziarie, conferimento di incarichi dirigenziali, assegnazione del personale e proroga delle posizioni organizzative”;

Dato atto che il responsabile del procedimento, nel sottoscrivere il parere di legittimità, attesta di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore al bilancio, personale, patrimonio, riordino istituzionale;

A voti unanimi e palesi

delibera

1) di prendere atto delle assegnazioni indicate in premessa;

2) di apportare al Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2022–2024 le variazioni ai titoli e alle tipologie della parte entrata nonché alle missioni e ai programmi della parte spesa indicati nell’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto;

3) di apportare al Documento tecnico di accompagnamento al Bilancio di previsione 2022-2024 le variazioni ai capitoli afferenti ai titoli e alle tipologie della parte entrata nonché alle missioni e ai programmi della parte spesa indicati nell’Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente atto;

4) di apportare al Bilancio finanziario gestionale 2022-2024 le variazioni ai capitoli afferenti ai titoli e alle tipologie della parte entrata nonché alle missioni e ai programmi della parte spesa indicati nell’Allegato 3, parte integrante e sostanziale del presente atto;

5) di allegare al presente provvedimento di variazione il prospetto di cui all’allegato 8 al Decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e ss.mm.ii., da trasmettere al Tesoriere (Allegato 4 parte integrante e sostanziale del presente atto);

6) di trasmettere al Tesoriere, dopo l’adozione del presente atto, il prospetto di cui all’allegato 8 al Decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e ss.mm.ii.;

7) di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

8) di pubblicare nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico, la presente deliberazione ai sensi del comma 8, dell'art. 31, della L.R. 15 novembre 2001, n. 40.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it